venerdì 9 marzo 2007

La mezzaluna della discordia

Quando non capisco le polemiche mi incazzo. E questa non riesco ancora a capirla, per cui vi autorizzo a schiodarmi le meningi a riguardo.
Mi riferisco al malumore di un paio (solo, da quanto mi risulta finora) di iscritti a Kilombo per la prossima assegnazione del premio Mezzaluna d'Oro dell'IADL all'aggregatore delle sinistre.

L'IADL, che ha deciso di premiare Kilombo come miglior progetto politico nel web, fa capo a Dacia Valent e si propone di difendere l'immagine dell'Islam dal pregiudizio e dal razzismo ma è accusata dai suoi detrattori delle maggiori nefandezze del nostro tempo, compresi l'antisemitismo, il negazionismo e perfino di fiancheggiare il cospirazionismo sul 9/11, peccato ben maggiore di tutti gli altri, a sentire certuni.

Mah, siccome nelle cose voglio sempre sbatterci la faccia di persona sono andata a leggermi qualche articolo presente nella home page di Al Jazira (da molti falsamente associata all'IADL), di quelli che credo abbiano fatto scattare gli allarmi dei controllori del traffico delle idee.
Ho trovato la recensione del DVD di Mazzucco "Inganno Globale", qualche articolo del savonarola Maurizio Blondet, citazioni di Israel Shamir e articoli di Gilad Atzmon. Francamente di scritti "negazionisti", "che negano l'olocausto" non ne ho trovati. O sono cieca o non ci sono oppure qualcuno ha creduto di vederceli perchè gliel'ha detto il cugino.

Sarò anche di coccio perchè, nonostante le mie letture, non sono ancora riuscita a capire il motivo concreto della polemica ma una cosa è certa. Quando cercano di insegnarmi cosa devo leggere e cosa no, quali giornali o siti è permesso o no leggere e mi fanno capire che se non mi adeguo sono da considerare un'eretica, l'ho già detto, mi incazzo. Tutto ciò, mi dispiace, ma ha sapore di una cosa sola: totalitarismo, e il totalitarismo vuole sempre imporre un pensiero unico e il divieto di critica. Sento anche un leggerissimo puzzo di inquisizione. Non è che noi Kilombisti dovremo munirci di cilicio come penitenti?
Per quanto riguarda Kilombo e il suo premio, sto con Tisbe.

27 commenti:

  1. anch'io sono con voi.
    molestissima poi la critica venuta dal blog di Nullo e aggegata su Tocqueville (l'aggregatore delle destre).

    RispondiElimina
  2. Grazie, grazie per il supporto. In questo momento ne ho bisogno

    RispondiElimina
  3. heartprocession20:20

    Che poi dovete spiegarmi una cosa..come cazzo fa uno a sottoscrivere contemporaneamente due progetti... Kilombo e Tocqueville...perchè se viene aggregato di qua e di la è perchè ha sottoscritto una cacchio di carta...bha

    Che vuol fare La blogging Koalition?

    RispondiElimina
  4. ma infatti non sta ne in cielo e ne in terra, come non sta scritto da nessuna parte che un progetto fatto da un sacco di persone possa essere arrogantemente messo in discussione da due persone.
    In questo caso anche io mi incazzo e non poco e ai ricatti...o cosi o me ne vado, saro' poco democratica ma la mia unica risposta è un sano, ok, se vuoi, ciao.
    mi meraviglio sempre di più che la sinistra abbia un minimo di visibilità in italia...perchè con questi comportamenti,(qui ed a tutti i livelli) è solo un miracolo.
    besos ;)

    RispondiElimina
  5. heart, perchè gli interessano le visite sul bloghetto e non il senso politico, probabilmente.
    Come Mastella :-D
    (ecco ora non mi vota più nessuno...che forse è pure meglio)
    besos ;)
    ladytux

    RispondiElimina
  6. heartprocession20:41

    Hai un voto, so nuovo non conosco nessuno , a qualcuno lo devo..stasera ti dice bene che so passato di qua....messa così è un voto qualunquista , ma tant'è :)

    RispondiElimina
  7. Come non essere d'accordo!

    RispondiElimina
  8. Tra l'altro, questo Nullo usa argomentazioni palesemente distorte per andare contro ai promotori del premio... che razza di accanimento degno di miglior causa

    RispondiElimina
  9. Comunque c'è un equivoco di partenza: il sito aljazira.it non ha nulla a che fare con l'IADL, punto e basta.

    Non so se ha ripreso qualche comunicato dell'IADL, ma anch'io pubblico la roba più varia.

    RispondiElimina
  10. la mia opinione l'ho gia' espressa da molte parti, ma credo che non sia un eccesso replicarla anche qui:
    le obiezioni che ho letto sono assolutamente poco giustificate, mentre le motivazioni ufficiali del premio sono molto gratificanti proprio per il rulo che kilombo vuole svolgere....
    Se qualcuno pretende di essere piu' realista del re, puo' anche crearsi il sui personale aggregatore.... poi vediamo come lo intitola.....
    Il fondamentalismo di alcuni iscritti a kilombo non era nemmeno tanto nascosto, forse aveva solo bisogno di una occasione per venire allo scoperto....
    ora sta ai fondamentalisti decidere cosa fare... se continuare a stare con la democrazia di kilombo, abbassando i toni e giustificando meglio leloro posizioni, o levare le tende, non troppo rimpianti.....

    RispondiElimina
  11. Trovo tutto assurdo e credo che le modalità con cui hanno agito siano ancora più assurde. Poi vorrei sapere se questa critica è dell'utente di Kilombo o di quello di Tocqueville? Questo è assurdo!

    Ciao Lameduck, un abbraccio.

    RispondiElimina
  12. filomeno22:11

    se la IADL avesse a che fare con aljazira avrei già scatenato un bordello... altro che Nullo!!
    e questo perchè su quel sito scrive gente NON propriamente di Sinistra (e neanche liberale per intenderci).

    comunque a quelle due persone che voteranno NO puoi aggiungi anche me.

    Per una serie di motivi, ne cito solo alcuni :

    1) non condivido assolutamente le posizioni della IADL e della Valent e secondo me , meno abbiano a che fare con loro meglio è.


    2) per come è stata gestita la cosa: ti è arrivata la mail della Redazione dove si invitava alla democratica votazione ed alla fine si diceva : ci auguriamo che votiate SI. ma per favore....


    3) mi piace stare con i perdenti . e dato che qui il linciato non è l'onorevole Valent che come deducibile dalla mail si guarda bene dal dare comunque il premio a kilombo (ma se kilombo non lo ritirà, non è più il miglior progetto web dell'anno?) ma i due che hanno chiesto di votare (cosa strana il votare?)..... così domani invece di fare il sito per l'ANPI salernitana , scriverò un post per il voto NO (e consegnando il sito in ritardo , il segretario provinciale mi linciarà...) ma sai che c'è? ne sarà valsa la pena

    saluti

    RispondiElimina
  13. io non posso fare a meno di notare che il fondamentalismo e' molto piu' diffuso di quanto ci faccia normalmente piacere far sapere....

    RispondiElimina
  14. @mikecas:

    ah beh, guarda un po' se dopo aver gestito ML dove da moderatore mi contestavano (fino all'insulto) da Destra e da Sinistra senza che io abbia mai usato la censura.... ora mi ritrovo tacciato di fondamentalismo....

    beh si il linciaggio è cominciato e confermo la bontà della mia posizione: starò con la parte più debole (Nullo e compagnia anche se non apprezzo certi loro toni)

    RispondiElimina
  15. x filomeno
    piu' debole? e cosa ti fa pensare che sia piu' debole la parte che dichiara: "o cosi' o pomi'"?
    Sono solo la minoranza, ma non proprio i piu' deboli....
    hai una strana idea di cosa sia la debolezza, caro mio.....
    ovviamente fai come ti pare, ma non cercare di giustificarti come difensore dei deboli...
    :)

    RispondiElimina
  16. E' questo il punto.
    Una cosa è porre il problema dell'opportunità o meno di questo premio. Messa così, la discussione non può che far bene. Una cosa ben diversa è minacciare di abbandonare Kilombo se il premio venisse comunque accettato. Da quello che ho capito, il referendum è stato indetto appunto per evitare distacchi dall'aggregatore, e questo a prescindere dal peso del problema (non ho abbastanza informazioni sulla IADL per pronunciarmi) comunque lo distorce non poco, e rende difficile anche un dibattito sereno.
    Tra l'altro, sono stato sul blog di Nullo e non ho potuto fare a meno di notare la falsità delle sue accuse: per dirne una, linka un articolo del settimanale "Rinascita" pubblicato su aljazira e lo indica come pezzo che nega l'Olocausto, quando in realtà faceva un discorso del tutto diverso e non negazionista. Se sulla base di simili accuse non verificate si deve porre un referendum, beh, allora chiunque potrebbe farlo e in poco tempo l'aggregatore si disgregherebbe sotto non so quanti quesiti sulle cose più assurde... insomma, il discorso in sé può anche essere serio, ma Hari Seldon e Nullo lo hanno imposto nella maniera più sbagliata

    RispondiElimina
  17. @mikecas:
    sarà mikecas.... ma a me già sembrano troppi i post dove prima si deride (se non si insulta) Nullo e socio, e poi si fa atto di fede nella bontà di ricevere il premio con altrettanta "nullità"
    di argomentazione


    @skeght:
    se hai letto i commenti da Nullo , vedrai che neanche io ho apprezzato certi modi di fare

    RispondiElimina
  18. Anonimo00:41

    Cari compagni, cari amici, Salam Aleikum:

    non vi è mai costrizione nell'esercizio delle prerogative di ciascuno dei partecipanti ad un consesso democratico.

    È, anzi, un pregio l'aver ascoltato ed accolto le obiezioni di Hari Seldon e Nullo e di altri che potrebbero avere gli stessi dubbi, così come è ancora più significativo che coinvolgiate - seppure aventi il diritto di accettare a nome di Kilombo - l'intero corpo degli iscritti in questa decisione.

    Sappiamo quanto sia difficile percepire la nostra comunità come uno dei fili della trama che compone il tessuto sociale del nostro e vostro paese, sono troppe le parole di odio, da una e dall'altra parte, che restano in sottofondo in una cacofonia che ci impedisce di ascoltarci gli uni gli altri.

    Questo nostro piccolo premio serve proprio a questo, ad accorciare le distanze, ad abbassare i toni di chi vorrebbe impedirci di parlarci serenamente.

    Quello che succederà il 21 di marzo, sulle note della musica degli Ecletnica Pagus e le piccole poesie lette dai bambini della Casa dello Scugnizzo, è molto semplice: noi musulmani veniamo di solito giudicati e condannati. Una volta all'anno, siamo noi a giudicare, ed a premiare. Questo perché la vita è troppo breve per perdere il nostro tempo nella diffidenza e nel disprezzo.

    Che voi accettiate il premio, sarebbe per noi motivo di vanto. Se non lo accettaste, perché la maggioranza dei componenti della vostra meravigliosa esperienza di politica diffusa potrebbe sentirsi a disagio nel riceverlo, per noi sarebbe comunque un privilegio aver partecipato, anche se come convitati di pietra, ad un processo democratico che vi fa e ci fa onore.

    Vi preghiamo solamente di non consentire che questa votazione si risolva in un referendum pro o contro chi la ha proposta, pro o contro le loro idee e la loro militanza: l'esercizio di un diritto non è mai un danno, anzi, è sintomo di grande ricchezza. E di questo, dal profondo del cuore, non solo vi ringraziamo, ma vi invidiamo.

    Fi aman Allah

    Per l'organizzazione del premio, Zeinab Verderio

    RispondiElimina
  19. Sono incazzato anch'io... quasi quasi chiedo di votare sulla giustezza di far incazzare i kilombisti o meno!
    Tisbe non ti curar di lor ma guarda e passa!
    Ciao Lame!

    RispondiElimina
  20. @ filomeno
    se anche in Al Jazira ci fossero articoli discutibili, perchè invocare la scomunica non solo per chi fa il sito ma anche per chi lo legge? E' questo che non capisco. Se io leggo un mucchio di fregnacce o di cose insultanti, alla fine dico "ma che roba", e penso "questo è fuori come un treno". Mi accade spesso con "Libero". Ma non chiedo per questo di chiudere il giornale di Feltri. Nè per aver letto un articolo "disturbante" mi metto a pensare come chi l'ha scritto.

    Non si lincia nessuno. Solo, non si è d'accordo con chi, facendo parte di Kilombo vorrebbe imporre la sua linea su tutta l'associazione.

    RispondiElimina
  21. @lameduck: forse sono io che non ne capisco niente. Vorrei capire la posizione politica della valent, dello iadl, di kelebek.
    Sennò di cosa discutiamo?

    RispondiElimina
  22. @ sermau
    perchè dobbiamo fare un processo alla Valent, allo IADL e a Kelebek? Possono avere opinioni distanti dalle nostre e va bene. Io non ho problemi a leggerli, a volte sono d'accordo con loro a volte no. Per esempio non mi è piaciuta per niente la battuta della Valent sul cancro della Fallaci, ma ciò non toglie che a volte mi trovi d'accordo con lei, come per un migliaio di altri bloggers, giornalisti, scrittori e polemisti. Se c'è un denominatore comune per questi personaggi è che sono filo-islamici e ciò cozza contro il diktat attuale dello "scontro di civiltà", al quale io personalmente non credo. Addirittura ieri si parlava di "negazionismo del 911", il che è pazzesco, quando sono gli americani a chiedere maggiore chiarezza sulla faccenda e che non se la sono bevuta la storia degli islamici che la sera prima vanno a vedere la lap-dance e poi dirottano quattro aerei indisturbati e all'unisono e si sparano contro le torri gemelle.
    Qui al solito c'è di mezzo il fatto che non possiamo essere amici dell'Islam, perchè "siamo in guerra".
    In questa occasione, tra l'altro, ci siamo cagati addosso, con rispetto parlando, per le accuse della madame Blavatsky dei poveri.

    RispondiElimina
  23. L'ho gia detto sul blog di Tisbe, e lo ripeto, sono completamente d'accordo. Le motivazioni addotte per non accettare il premio mi sembrano fragilissime e poco fondate. E la motivazione con cui ci viene dato non ha assolutamente niete di eccepibile.

    RispondiElimina
  24. ho cercato di lasciare un commento ieri, ma la mia connessione me l'ha impedito.
    ho letto tutto e sono completamente d'accordo con te. e comunque avevo già votato sì.

    RispondiElimina
  25. Mi lascia perplesso la domanda di sermau:

    "Vorrei capire la posizione politica della valent, dello iadl, di kelebek."

    Io qui sono intervenuto solo per precisare che il sito di aljazira.it non c'entra con l'IADL, cosa che può constatare chiunque, a prescindere dalle sue posizioni politiche.

    Per quanto riguarda le mie posizioni politiche, nella misura in cui possono interessare, potete vedere il mio blog:

    http://kelebek.splinder.com/

    RispondiElimina
  26. @lameduck: io non credo ne all'anti-islamismo nè al filo-islamismo.
    Tant'è vero che il nemico del mio nemico non è necessariamente mio amico.

    @miguel martinez: lo so che la mia domanda ti lascia perplesso, non potrebbe essere altrimenti...

    RispondiElimina
  27. Salve,
    avrei da proporvi uno scambio link col mio Blog:
    Montebello Ionico Blog News http://montebelloionico.blogspot.com
    se siete interessati contattatemi (montebelloblog@email.it)

    Cordiali saluti

    RispondiElimina

SI PREGA DI NON LASCIARE COMMENTI ANONIMI MA DI FIRMARSI (anche con un nome di fantasia).


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...