mercoledì 26 settembre 2007

Molti pesi e svariate misure

Dite quello che volete ma se un telegiornale dedica giustamente parole di condanna per la repressione in Myanmar che ha causato la morte di sei monaci e trova il tempo di dedicare l'ennesimo servizio al culo delle miss ma oscura completamente la notizia di oggi dell'incursione dell'esercito israeliano a Gaza, con lancio di missili e la morte di almeno nove palestinesi, non è questione di omissione di informazione. E' complicità.

28 commenti:

  1. Il razzismo del pastone... (bella schifezza)

    RispondiElimina
  2. Ma perchè quelli sono telegiornali ?

    RispondiElimina
  3. Perfettamente d'accordo

    Pensatoio

    RispondiElimina
  4. .....perfettamente d'accordo, tra l'altro sono stati uccisi 4 civili. e la notte di Gaza è appena iniziata e i razzi continuano ( e continueranno)a colpire israele...solitamente bisogna arrivare a 10 palestinesi uccisi perchè la notizia venga inserita nei Tg "normali" ..a mano che non ci siano bambini ...

    RispondiElimina
  5. ma no, sono in buona Fede, è solo che l'arancione si nota di più :)

    RispondiElimina
  6. Lame, non farti più del male, non guardarlo più.

    RispondiElimina
  7. siamo veramente arrivati al nichilismo dei fatti. Israele ha praticamente dichiarato guerra a Gaza pochi giorni fa e si oscura tutto.

    E' complicità. Comprata a suon di danari e di favori tra caste internazionali.
    ciao

    RispondiElimina
  8. Se quelli sono telegiornali....

    RispondiElimina
  9. "Buonasera, questo è il Tg1; una valida alternativa all'informazione corretta" (cit. un po' modificata).

    Peraltro, il giorno in cui si incominciarono a vedere i primi morti, il giornalista dell'edizione delle 13 ha aperto così:

    "C'ERA DA ASPETTARSELO".


    Poi ovviamente sono seguiti ben DUE servizi su Garlasco. Che - contando che Riotta ha abbasato la durata dei servizi da 90 secondi (troppo lunghi...) a 60 secondi ("freschi, competitivi...") - tradisce indubbiamente un inattaccabile etica dell'informazione.

    RispondiElimina
  10. p.s. un'inattacabile, con l'apostrofo. :D

    RispondiElimina
  11. Phitio10:53

    L'informazione ormai non passa più dai media convenzionali, è un dato di fatto.
    Questo mette i bloggers in una posizione più consona, più delicata e più responsabile.

    La notizia dell'incursione Israeliana, per esempio, la scopro proprio oggi dal tuo blog.

    Saluti

    RispondiElimina
  12. Una domanda cinica: credi che interessi a qualcuno? Dalla sedicente "sinistra radicale", ai pacifisti, al popolo di Beppe Grillo, hanno altro a cui pensare. E, continuando ad essere cinico, dal punto di vista giornalistico Istraele che bombarda i palestinesi è il classico "cane che morde una persoma": non fa notizia.

    RispondiElimina
  13. Anonimo11:30

    Massimo allarme rosso!!!
    Il Dio Marte (=il Dio della guerra) sta per raggiungere la sua massima potenza e cioè latitudine eliocentrica zero (il 3 ottobre 2007 pomeriggio). Dunque molta prudenza e molta calma!

    RispondiElimina
  14. che vuol dire, ne avranno parlato nell'edizione della notte.

    RispondiElimina
  15. E che dire del tanto rumore che fanno affinché l'ONU faccia in quattro e quattr'otto una bella risoluzione di condanna (sacrosanta) contro l'ex Birmania, mentre nessuno ricorda che tutte quelle fate nei confronti di Israele sono state tutte disattese, ma intanto Israele continua a fare il proprio comodo e ad essere riverito in ogni consesso internazionale?
    Il regime birmano è da condannare "senza se e senza ma", ma dov'erano tutti gli attuali cultori della democrazia e dei diritti civili quando in America latina esistevano le dittature più feroci, volute dagli Usa e qualche volta persino omaggiate dal Vaticano?

    RispondiElimina
  16. Francesca14:40

    Franca, concordo decisamente con te.
    E' un'ipocrisia totale.
    Fra l'altro Usa, Gran Bretagna e Francia hanno grossi interesse nell'ex Birmania.
    Sarà per questo nel '90 quando c'è stato il colpo di stato e l'arresto della "signora" (il nome non me lo posso ricordare)poi premiata col nobel della pace tutti sono stati zitti zitti??
    Bush, anzichè parlare male di Castro all'Onu sarebbe meglio stesse zitto!!

    Per quando riguarda i TG, è brutto dirlo ma ormai non ci faccio + caso e ad essere sincera guardo quelli internazionali da satellite.
    Questo nonostante faccia parte di quei cittadini onesti che sborsano tutti gli anni i soldi x il canone RAI...bello schifo!!

    RispondiElimina
  17. Io un paio di anni fa mi sono ripromessa di non guardare più la televisione. Solo film.
    Mi rendo conto che a volte sembro una svampita, perchè magari i colleghi parlano di una velina o di costantino e io non ho la più pallida idea di chi in realtà stiano parlando. Però ogni giorno mi faccio un giretto sui miei blog preferiti, e una puntatina sul sito dell'ansa. Ho scoperto che tutto questo mi aiuta a ragionare su quello che succede nel mondo, con la mia testa, senza le imbeccate dei vari tg, e, soprattutto: vengo a conoscenza di fatti che i media non menzionano.
    Se poi un argomento mi interessa e magari è stato trattato di recente in qualche programma televisivo (tipo report), riesco sempre a trovare i video su internet...

    Forse qualcuno penserà che questo non è un modo decente di tenersi informati, ma io sono molto più serena, e soprattutto, non mi sorprendo più a dire le parolacce davanti a quell'elettrodomestico chiamato tv.

    RispondiElimina
  18. Bhe sara' il caso di ricordare che Gaza e' un nido di terroristi e l'attacco Israeliano e' la reazione minima dopo una serie di attentati subiti da Israele.. ma di questi e forse meglio non parlare, gli Israeliani non sono civili, vero?

    RispondiElimina
  19. @ riccardo
    Toh, arancione come in Ucraina.

    @ dalianera
    hai ragione ma non riesco a smettere. se ci fosse un cerotto...

    @ phitio
    allora è vero che non è solo il tubo catodico che sta morendo, ma proprio la televisione intera con tutto il cucuzzaro.

    @ felik
    purtroppo hai ragione. Ma è lo stesso una vergogna.

    @ anonimo
    Oddìo, Marte è il mio pianeta, che faccio?

    @ franca
    ogni riferimento a Pinochet e Woytijla è puramente casuale.

    @ francesca
    FoxNews è ancora peggio, però.

    @ juni
    forse è questa la strada.

    @ sir percy

    Ti faccio un esempio. La Sicilia pullula di mafiosi, ahimè per i tanti siciliani onesti. Che facciamo, bombardiamo Palermo, Corleone e Trapani, nido di Matteo Mesina Denaro?
    Chi getta missili sui civili, no, non è civile. E' rimasto all'occhio per occhio.

    RispondiElimina
  20. Sir Percy Blakeney20:09

    L'esempio non e' coerente con il caso. Direi che l'esempio corretto e' se in sicilia ci fosse un golpe regionale della Mafia ... la quale si appropria di una citta' e viene popolata di persone conniventi... (AkA Mafiosi)... i quali poi minacciano, fanno attentati in altre citta' cosa dovrebbe fare lo stato?

    RispondiElimina
  21. @ sir percy
    in ogni caso una società civile perseguirebbe i responsabili diretti, non le loro famiglie o gli innocenti che passavano lì per caso. Non si risponde al terrorismo con il terrorismo.

    RispondiElimina
  22. Sir Percy mente sapendo di mentire.
    Più che aka caka.

    RispondiElimina
  23. juni09:51

    per sir percy

    che ci siano israeliani civili, credo che nessuno lo metta in dubbio. Il punto è che quando Israele subisce un attentato, tutto il mondo lo sa in tempo reale. Quando Israele bombarda un campo profughi (con civili), la notizia non viene riportata. Mi sembra un tantino di parte, a te no?
    E comunque bombarare un paese NON E' civile.

    RispondiElimina
  24. Ma attenzione, vi dimenticate che Gaza e' stata restituita, come gesto di pace ai Palestinesi da parte di Israele. Tempo 24 ore dall'ingresso di sta brava gente le sinagoghe era incendiate,i cimiteri sventrati, le strutture delle colonie distrutte.
    La colpa non e' di Israele ma di Ḥamās una banda di terroristi (ora mi direte regolarmente eletti)..... io rispondo bisogna vedere come... (se hanno seguito il metodo libanese)...

    RispondiElimina
  25. @ sir percy blakeney
    restituita mi sembra una parola forte.
    Sulle elezioni dimentichi il metodo della Florida.

    RispondiElimina
  26. @Lame, restituita si Israele fu attaccato,per altro in maniera vigliacca durante lo Yon Kipur, ed e' terra conquistata. E' normale che il soccombente perda territori (ripeto ISRAELE era stato attaccato) un po come se a noi restituissero la Dalmazia..

    RispondiElimina
  27. Francesca17:33

    La parola "restituita" mi pare inutilizzabile in questo caso visto che in origine era ai palestinesi che apparteneva.
    In tutti i casi si condanna sempre e solo il terrorismo (ovviamente palestinese) ma tutti i morti che hanno causato gli Israeliani?
    Anche in Libano??

    Io dico che se il Medioriente è messo così nel 2007 è a causa dei comportamenti di entrambi i governi.
    NON CI SONO SCUSE CHE TENGANO!
    Un popolo non si fa' la guerra da solo.
    Quindi è falso palestinesi=cattivi e isralieni=buoni.
    Quando si parla di morti civili, donne e bambini, i buoni non ci sono!

    RispondiElimina
  28. Francesca17:35

    @Lameduck
    Foxnews non la guardo mai!Dio ce ne scampi.
    Trovo molto interessante Euronews..

    RispondiElimina

SI PREGA DI NON LASCIARE COMMENTI ANONIMI MA DI FIRMARSI (anche con un nome di fantasia).


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...