sabato 13 ottobre 2007

Camerati di merende

Per la serie "senti chi parla", Francesco Storace accusa il presidente Napolitano di indegnità, faziosità e abusivismo di carica.
Già inquisito per spionaggio politico per fatti risalenti a quando era governatore del Lazio e per corruzione ai tempi del suo ruolo di Ministro della Sanità, nonchè noto come "Epurator" per la sua appassionata difesa del pluralismo nel servizio pubblico radiotelevisivo, dopo essersi distinto nella campagna contro i libri di testo "marxisti" , il pugnace Storace si dedica ora ad un nuovo passatempo: la molestia aggravata e continuata ai danni degli anziani e una bella dose di ultraviolenza verbale molto carasciò.

Mercoledì scorso, spalleggiato da alcuni giovanitaliani del suo movimento l'Alex deLarge di Cassino se l'era presa con la senatrice Rita Levi Montalcini, accusata di essere la "stampella" del governo Prodi. "Mandiamole non pannoloni ma un bel paio di stampelle" era stata la frase più gentile rivolta dai suoi drughi ad una scienziata che, se avesse avuto a disposizione per i suoi esperimenti dei cervelli così non avrebbe mai potuto vincere il Nobel, per mancanza di neuroni.

Oggi, offeso perchè Napolitano non si è unito al coro di insulti ma ha preso le difese di una signora, nonchè senatrice della repubblica, il batrace in orbace ha rivolto la stessa sequela di insulti all'anziano presidente.

Impeccabile come al solito la copertura degli eventi fatta dal TG2, che ha fatto di tutto per non far capire che era stato Storace ad attaccare la Montalcini. Si sa che è l'aratro che traccia il solco ma è Mazza che lo difende.

Sull'Italia intanto incombe il silenzio assordante dei leader del centrodestra su questa indegna gazzarra ai danni di figure istituzionali. Nulla dal fine Fini, impegnato oggi nella marcetta su Roma e nemmeno una parola dal di-solito-galante-con-le-signore Berlusconi, non pervenuto.
Non un amen nemmeno dal compìto e pio Piercasino. Silenzio tombale segnalato nelle valli leghiste. Unica voce fuori dal coro, finora, Alemanno.
Evidentemente non hanno paura di essere considerati compagni di merende del verace Storace. Anzi, macchè compagni, camerati di merende.

15 commenti:

  1. Considerato il pulpito da cui viene la predica... ogni commento è inutile

    RispondiElimina
  2. Ma fare una critica costruttiva e intelligente, no? E' chiedere troppo a Storace?

    RispondiElimina
  3. Guardate, la situazione per me è molto semplice:

    - Storace sta cercando di guadagnarsi la pagnotta elettorale sforzandosi di differenziarsi il più possibile da Fini. Si mostra duro, puro e fascista per affascinare un pubblico che ha ancora il ritratto del duce in cameretta.

    - La CdL è ancora gravemente malata di berlusconismo: mai e poi mai interverrebbe in modo deciso per sostenere un componente dell'altro schieramento che non sia Mastella, né un personaggio che viene percepito come vicino in qualche modo al csx come Napolitano e la stessa Montalcini.

    Sia chiaro che Storace ed i suoi camerati messi assieme non valgono nemmeno quanto un callo della Montalcini, e il loro ragliare di questi giorni è una roba che nessuna persona civile si asterrebbe dal condannare chiaramente. Ma questa è la destra di oggi, non mi sorprende di certo.

    RispondiElimina
  4. didacus22:28

    Magnifico post.
    Aggiungo che questa non nè la destra di oggi bensì la destra di sempre.
    Soprattutto è la destra del fascistissimo Berluconi, vero erede del Benito di buona memoria.
    Storace strilla e urla perché terrorizzato dalla odierna adunanza fascista di Fini dove lui escluso, anche la sua antagonista Mussolini ha trovato l'onore della ribalta.
    Rimasugli del ventennio che però circa il 50% dei nostri connazionali, privi di memoria, cultura ed onestà, considera con indulgenza se non con ammirazione.
    E' questa la vera questione politica che ci rende diversi dal resto del mondo civile: Siamo l'unico Paese al mondo dove i fascisti ancora hanno voce!

    RispondiElimina
  5. tafanus23:58

    Lame, ora il tuo link funziona. Ciao
    Taf

    RispondiElimina
  6. Anonimo00:20

    un governo che si regge su un paio di zombies non è un governo che l'Italia si merita!
    Rita Levi Montalcini: vai all'ospizio! Non per l'età che hai ma per la cattiveria che usi per sostenere un governo indegno...non aggiungo altro se no divento elogiatore di Adolfo da Braunaun am Inn!

    RispondiElimina
  7. Negli ultimi anni abbiamo assistito a un notevole calo del livello della dialettica politica. Insulti fra politici e insulti al popolo italiano da i c* di Berlusconi ai bamboccioni di Padoa Schioppa. Questi episodi sono l'espressioni di una classe politica di bassissimo livello.
    Per quello che può valere la mia solidarietà alla Montalcini. Ciò non toglie che, dal mio modesto punto di vista, sia profondamente ingiusto e antidemocratico che un Governo si regga con un solo voto per giunta di chi, pur onorabile di tanti meriti, non è mai stato eletto da nessuno.

    RispondiElimina
  8. E' per me un momento molto triste e confuso (politicamente ma purtroppo anche per altro) , complice la tremenda delusione che è stata (parlo sempre per me) il governo "di sinistra" (ah si ? da lavoratore precario non me ne sono tanto accorto, che era "di sinistra"... )... ma delle certezze per fortuna restano sempre, cioè l'abisso che la destra è , è sempre stata, e può solo essere (salvando forse quei pochi liberali seri e riformatori costretti però a stare nella stessa coalizione di 'sti qua che nomini... )

    Saluti

    C.

    RispondiElimina
  9. Bel post, brava.
    Come sai (a proposito, grazie della visita) sono
    un po' d'accordo con JustFrank.
    Credo che Storace voglia guadagnarsi la pagnotta, sì. Per fare questo cerca di radunare intorno a sè l'area "diversamente intelligente" della destra, e per far questo cerca di dimostrare di essere il più "diversamente intelligente" di tutti. Mostra di essere molto idiota e gli altri idioti lo seguono. Non sto scherzando. E' una questione di riconoscibilità e autoidentificazione. E si fanno gran risultati, d'altronde com'era quella mamma sempre incinta..

    Quanto al suo diritto di dire chi è degno e chi no: scandali Sanità e Laziogate, mi risulta che sia tuttora inquisito nel primo e rinviato a giudizio nel secondo. Non credo ci sia altro da commentare.
    Ciao

    RispondiElimina
  10. Per l'anonimo che vuol mandare la Montalcini all'ospizio:
    Non credo che i senatori a vita vogliano sostenere pregiudizialmente il governo Prodi.
    Molto semplicemente, decidono secondo la propria coscienza.
    In quanto persone di una certa statura culturale e civile, sinceramente non ce li vedo a votare per una destra come questa, che ha toccato tutti i fondi che poteva toccare.

    RispondiElimina
  11. @ justfrank
    ragli, niente altro, e mi dispiace per gli asini, che adoro.

    @ didacus
    straquoto

    @ tafanus
    non so niente, perchè non funzionava? ciao!

    @ anonimo
    guarda, per invecchiare in gamba come la Montalcini ci metterei la firma. Ve la prendete, presumo tu sia d'accordo con Storace, perchè i senatori a vita votano a favore del governo. Se votassero contro non sarebbero più zombies? Non è un discorso un tantinello fazioso?

    @ arabafenice
    i senatori a vita ci sono sempre stati. E' colpa della "porcata" di Calderoli se sono diventati tanto importanti ai fini della tenuta di un governo. Berlusconi l'ha fatta apposta la legge, perchè doveva danneggiare chi sarebbe venuto dopo di lui. Ora vedrai che il governo di sinistra è tanto coglione da cambiare la legge e studieranno qualcosa che favorirà il prossimo governo, cioè Berlusconi.

    @ claudio
    sono d'accordo. Vive la différence, comunque.

    @ ubimario
    La destra sociale non riesce a produrre niente di meglio di uno che ad un comizio, ad un contestatore, urla: "'A frociooo!"

    RispondiElimina
  12. Ah lame, al corteo di AN hanno urlato pure di peggio. E quelli sarebbero i destri-destri ma moderati, figuriamoci Storace...

    RispondiElimina
  13. Vecchia battuta di Montesano
    barone Fifì (imitazione del bavone Totò)
    L'aquila è rapace
    Il leone è vorace
    L'oca è...(allora disse Starace)

    RispondiElimina
  14. Anonimo00:25

    La mia solidarietà alla senatrice Rita Levi Montalcini. Nessuno ricorda che è una grande scienziata perseguitata a suo tempo per la sua origine ebraica. Ha onorato questa nazione che ha prodotto geni politici come Storace ed altri imbecilli prima di lui. Professoressa Levi Montalcini scusi se tra tanti italiani che La rispettano ed ammirano ci sono anche queste mele putride.

    RispondiElimina
  15. @ lameduck

    Infatti, la mia osservazione è a prescindere da chi ha fatto in modo che questo fosse possibile e comunque indipendente dal colore di chi, dal voto dei senatori a vita, è favorito o sfavorito. Penso che il sistema vada un pò rivisto. Resta il massimo rispetto per la Montalcini che si limita ad esercitare il diritto e il dovere che le è stato conferito.

    RispondiElimina

SI PREGA DI NON LASCIARE COMMENTI ANONIMI MA DI FIRMARSI (anche con un nome di fantasia).


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...