mercoledì 26 dicembre 2007

Big Mammo

Come si fa a sopportare l'appello per la moratoria sull'aborto lanciato da Giuliano Ferrara sul "Foglio"?
Io ho un mio sistema, penso a Giuliano Ferrara in pieno travaglio immerso in una vasca per parto in acqua mentre scodella uno dopo l'altro tre gemelli in presentazione podalica da 3 chili e mezzo l'uno, con il Dr. Luttazzi che opera con il forcipe, Elvira Banotti come ostetrica, Carlo Casini che gli dice che non deve urlare perchè i figli sono un dono del Signore e Antonio Socci vestito da Savonarola che gli urla "perchè, perchè, perchè hai peccato contro la carne!?"
Va già meglio, no?

23 commenti:

  1. Paperella, sei un GENIO!

    RispondiElimina
  2. Ahahah me lo immagino Socci, ho visto chiaramente di fronte a me l'immagine di lui che urla scandalizzato :D

    RispondiElimina
  3. Adetrax22:37

    Condivido il senso dell'appello, anche perche` si parla di moratoria, cioe` di qualcosa che si applica alla propria coscienza.

    Sono fortemente contrario alle trombate indiscriminate a destra e a manca e ancora di piu` a quelli che praticano un tale sport.

    Il fatto e` che in moltissimi casi gli aborti non sono attuati per scopi terapeutici o altri gravi motivi, bensi` come conseguenza di atti sconsiderati.

    Ebbene si, abortire con motivazioni tipo, ops "preservativo bucato" o altro non e` coerente se una persona allo stesso tempo sostiene la moratoria per l'abolizione della pena di morte.

    E notate come non stia nemmeno facendo appello ad altre considerazioni etico-morali.

    Il fatto che l'articolo sia apparso sul foglio di Ferrara non mi condiziona perche` non mi passa nemmeno per l'anticamera del cervello di attribuire al suddetto meriti che non ha.

    RispondiElimina
  4. Il mio sogno per la verità sarebbe di veder SOCCI partorire, ma per ora mi accontento della tua pur sublime visione...!

    RispondiElimina
  5. Anonimo23:45

    Condivido l'appello di Giuliano Ferrara per la moratoria sull'aborto. Se si è contrari alla pena di morte, si dovrebbe avere la coerenza etica di impedire che tanti esseri umani che non possono difendersi e che non hanno chiesto di essere concepiti vengano eliminati. Non mi vengano a dire che è in gioco la libertà della donna. Oggi, a differenza di pochi decenni fa' una donna può gestire con l'uso degli anticoncezionali la procreazione. L'aborto va legalizzato soltanto in casi estremi, se il concepimento è frutto di una violenza carnale -ma esiste la pillola del giorno dopo- o se è un reale rischio per la salute della madre o per provata anormalità di un feto... ma sono casi rari. E' l'ora di smetterla di uccidere chi ci scomoda... se un figlio non lo si vuole è possibile partorire in ospedale in forma anonima e darlo subito in adozione. Ho orrore per la violenza soprattutto se chi la subisce non può difendersi. Il rispetto per la Vita umana passa attraverso anche accettare chi con la sua nascita disturba il nostro quieto vivere. Inoltre, il rispetto per la Vita non dovrebbe essere condizionato da ideologie politiche o religiose.
    Franca Colonna

    RispondiElimina
  6. Hai dimenticato la Binetti vestita da suora ospedaliera.. ;-)

    RispondiElimina
  7. newkid00:54

    Grave mancanza: hai dimenticato l'assistenza spirituale di Mons. Bondi..!! ^_^ [ io sarei più cattivo...ahuahauha]

    RispondiElimina
  8. Ferrara ha fatto la sua solita provocazione.

    Non so se in questo caso aiuti o meno a dissolvere l'ideologizzazione che vi è da entrambi i fronti (abortisti, anti-abortisti).

    Infatti, a parer mio, bisognerebbe chiarire una volta per tutte quando si comincia ad esser individuo e quindi a godere di diritti (concepimento? comparsa sistema nervoso? possibilità di vivere fuori dal corpo della madre? nascita?) : un attimo prima si può abortire e sperimentare sull'embrione; un attimo dopo esso (l'embrione) gode di tutti i diritti e , come succede per i bambini, non si ci può richiamare all'abbandono o al diritto di far morire il bimbo per la propria libertà(un genitore si sveglia nel cuore della notte per dar da mangiare al suo neonato e non parte per le vacanze in nome della propria libertà... pena la galera!!)

    Filomeno

    RispondiElimina
  9. Effettivamente, con questa immagine di Ferrara va già meglio.

    RispondiElimina
  10. Non sto per niente bene. C'ho provato a immaginarlo... e Ferrara era nudo. Ora voglio solo fuggire il più lontano possibile.

    RispondiElimina
  11. Anonimo10:37

    x Lameduck che scrive;Giuliano Ferrara in pieno travaglio immerso in una vasca per parto in acqua mentre scodella uno dopo l'altro tre gemelli in presentazione podalica da 3 chili e mezzo l'uno

    e forse è la volta che..visto che in tv bisogna sciropparselo per forza, sto infame, almeno ce lo vedremmo un pelo dimagrito.
    ciao
    cloro

    RispondiElimina
  12. Anonimo10:42

    ..e poi voglio dire (tipo a franca colonna che prende le parti di ferrara) cominciasse ferrara a pensare a quando, essendo a libro paga dei guerrafondai, si rendeva complice dei genocidi perpetrati con le armi a gente già nata che non aveva e non ha alcuna intenzione di morire. Cominciasse a chiedere una moratoria per costoro. Oppure cos'è? non si uccide chi è ancora nato, ma si puo uccidere chi lo è già?
    cloro

    RispondiElimina
  13. Anonimo10:58

    Se nel periodo di gestazione di ferrara ci fosse stao l'abborto legale, be' non ci sarebbe da postare commenti.

    RispondiElimina
  14. Va già MOLTO MEGLIO!

    RispondiElimina
  15. Anonimo18:49

    Io personalmente sono contraria all'aborto, ma certe uscite di Ferrara mi lasciano molto fredda, per lui è stato positivo andare a fare la guerra in Irak dove tanta gente innocente è morta, per lui la guerra è positiva quando bisogna distruggere "le forze del male" (?) e via di seguito. La vita va difesa sempre e dovunque e comunque. Anna

    RispondiElimina
  16. la miseria che visione!Posso rubartela per farci un fotomontaggio?

    RispondiElimina
  17. @ uyulala
    notare il forcipe arrugginito... :-D

    @ justfrank
    :-D

    @ fran-tes-to
    è vero, è un'immagine così tenera.

    @ adetrax
    nonostante mi sforzi, non riesco a non trovare strumentale il paragone tra pena di morte ed aborto. Specialmente da parte di chi approva tranquillamente l'aborto continuato dei diritti di certi popoli.

    @ ventodamare
    nooo, ti prego, che orrore! Gli applicherebbe il cilicio come anestesia.

    @ newkid
    ma no, Bondi lo mettiamo a leggere le sue poesie nel mentre, per rendere il travaglio ancora più penoso.

    @ franca
    tutto giusto ma allora perchè gli antiabortisti si ostinano ad essere contro la pillola del giorno dopo e addirittura la contraccezione? Se fosse applicata la contraccezione senza ostacoli il problema sarebbe risolto. Però non si può perchè la vita dev'essere comunque accolta.
    L'aborto deve rimanere un'opzione. Un'ultima spiaggia, d'accordo, ma deve essere possibile.

    @ filomeno
    dire che la vita comincia dal concepimento è scientificamente una forzatura. Ricordo il Prof. Flamigni all'Università che disse: "Da una cellula fecondata possono derivare: un bambino, due bambini, un tumore, nulla". Su 100 uova fecondate, il 60% viene abortito spontaneamente. Ci mettiamo a salvare anche quelle perchè sono "vita"?

    @ galatea
    :-D

    @ rumenta
    no, indossa un camicione con un foro davanti.

    @ cloro
    a giudicare dalla stazza i gemelli potrebbero essere sei. Il mammo dei gemellini Ferrara.

    @ anna
    ah, a parte le battute e gli scherzi: quanti figli ha Ferrara? Non sarà che parla per nostalgia da padre mancato?

    @ korvorosso
    siamo al fotomontaggio del fotomontaggio! ;-) Serviti pure.

    RispondiElimina
  18. Anonimo01:25

    Non so chi si chiama Franca come me. Adesso rispondo. Prima di tutto per me Giuliano Ferrara è un professionista che fa' il suo lavoro provocando ad arte. Non mi è particolarmente simpatico e lo trovo un cinico. Però a volte può dire "cose" interessanti. Mi ritengo abbastanza libera dentro di me da poter dire che sono d'accordo anche con persone di cui non condivido le idee ed altro. Questo per precisare. Quanto all'aborto... è Vita. Stiano attenti certi signori a distinguere tra un embrione ed un feto. La cellula embrionaria è totipotente e può avere molti impieghi nella ricerca scientifica. Un feto è un'espressione della vita già differenziata ed organizzata. Tanti sapientoni che blaterano non sanno ad es. che feti alla 20° settimana di vita possono sopravvivere grazie alle cure neonatali, fino a una decina d'anni era impensabile. Poi, parliamoci chiaro il cinismo e l'egoismo trovano sempre i loro avvocati difensori. Io, laica, sono certa che la vita umana va rispettata ed accettata. Se ci si riempie la bocca di parole come non-violenza e diritti umani, allora dovrebbe conseguirne una scelta etica di un certo tipo. Comunque, dopo anni di aspre polemiche ho imparato un fatto: esistono fanatici ottusi tanto tra gli integralisti cattolici tanto tra gli altri che si definiscono laici ed aperti. L'aborto è la soluzione di emergenze umane tristissime che meritano rispetto e considerazione, non il comodo sistema per rimediare ad un'inadeguata incapacità nell'uso degli anticoncezionali.
    Franca Colonna

    RispondiElimina
  19. @ franca colonna
    Sono d'accordo sul considerare l'aborto una extrema ratio e penso che lo siamo tutti. Chiunque ha parlato con donne che hanno abortito sa che la cosa lascia strascichi psicologici notevoli, soprattutto, per esempio, quando è l'uomo ad imporre l'aborto perchè non vuole assumersi responsabilità paterne.
    E' bello che i maschi riscoprano l'amore per gli embrioni in questo nuovo senso di paternità ma vorrei che gli stessi personaggi tipo Ferrara che si sciolgono per la blastocisti si sciogliessero d'amore anche per embrioni più cresciutelli, per esempio i ceceni o i palestinesi o i somali o i piccoli embrioni del Darfur. E' qui che secondo me viene fuori tutta la loro ipocrisia.


    Se avete coraggio e non siete impressionabili, cercate su Google le immagini dei bambini iracheni nati durante gli anni dell'embargo(quando la Albright diceva che un milione di bambini morti era una prezzo da pagare contro Saddam) oppure quelli nati deformi a causa della contaminazione da uranio impoverito. Ferrara si preoccuperebbe altrettanto della loro salute?

    RispondiElimina
  20. Oddio no...sbocco!

    Ma non urla per il parto, è la Paola Binetti che lo frusta con un gatto a nove code!

    RispondiElimina
  21. ne stavo facendo questione di metodo nell'affrontare la "questione embrionale" non di contenuti (noterai che ho messo 4 alternative)

    ciao

    RispondiElimina
  22. @ andrew
    ... che per l'occasione si è fatta fare un gatto speciale a 10 code.

    @ filomeno
    volevo riportare un'osservazione di un esperto sulla difficoltà di definire "vita" nel senso di "persona" un embrione che mi sembra molto accettabile dal punto di vista scientifico, al di là delle credenze individuali. Ciao!

    RispondiElimina

SI PREGA DI NON LASCIARE COMMENTI ANONIMI MA DI FIRMARSI (anche con un nome di fantasia).


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...