martedì 15 gennaio 2008

Papa e antipapa


E' una questione Fisica. Sarebbe bastato fargli trovare all'ingresso un Antipapa. Si sarebbero annichiliti a vicenda.


OKNotizie
Ti piace questo post? Votalo su OKNotizie!

18 commenti:

  1. Adetrax21:48

    Brr, che paura, sono chiusure da medioevo ...

    RispondiElimina
  2. Certo che ha una ghigna 'sto papa..

    RispondiElimina
  3. hahahahahahahaha

    in formissima!!!!

    RispondiElimina
  4. Negative01:03

    magari!!

    ;
    negative

    RispondiElimina
  5. Possibili antipapa (anti)papabili:

    - Oddifreddi;
    - Germano Mosconi;
    - il "panaio" sotto casa mia.

    RispondiElimina
  6. Sono contento che i fatti si siano evoluti in questa maniera,almeno il Vaticano inizierà a comprendere che l'Italia non fa più parte della sua giurisdizione da tempo.

    Però io lo avrei invitato a patto che rispondesse alle domande legittime e laiche aull'operato della chiesa.

    Ho messo sul mio blog un articolo,facci un salto se ti va.
    C'è anche un video sul sex crime.

    Big S

    http://giovaneopinionista.blogspot.com/

    RispondiElimina
  7. Io l'avevo già pronto, un antipapa d'annata: Giuliano la Prostata da Ferrara.
    Comunque ritengo sia stato molto stupido fare la guerra così muso contro muso, a Ratzinger: molti non hanno capito che per combattere il nemico, bisogna individuarne i suoi lati deboli, se si è capaci. Al di là del Tevere si staranno facendo 4 risate, i vecchi volponi in gonnella.

    RispondiElimina
  8. zoom10:42

    fate paura. Che brutta cosa l'intolleranza

    RispondiElimina
  9. intolleranza?? Voi papisti accusate gli altri di intolleranza??? Sono basito!

    RispondiElimina
  10. Stupenda!
    A pensarci prima...

    RispondiElimina
  11. anto12:42

    sono piuttosto soddisfatta dell'epilogo della vicenda, soprattutto dopo aver letto oggi che uno storico cineclub della mia città è stato sfrattato dall'Ordine religioso dei Redentoristi, proprietario dell'immobile, per ospitare attività commerciali, in quanto il cineclub non poteva permettersi un aumento di 5.500 euri del canone mensile, esentici

    RispondiElimina
  12. Poverino questo papa!
    Non accetta contraddittorio e non gradisce essere contestato.
    Ma lui cosa fa ogni giorno nei confronti delle Stato italiano?

    RispondiElimina
  13. @ gg
    Germano Mosconi, subito! Odifreddi mi sta un attimino sulle palle. Non so perchè ma mi fa lo stesso effetto del CICAP.

    @ big S
    ci vado!

    @ riverinflood
    ecco, gonnella, l'hai detto.

    @ zoom
    caro zoom, ogni volta che si fa della satira c'è qualcuno che si scandalizza. Ma è possibile? Non si riesce proprio a scindere (a proposito di fisica) il pensiero dall'azione? Se non si può ridere o fare battute sul Papa ci possiamo anche suicidare, sai, perchè vuol dire che non c'è più libertà.

    @ il passatore
    giusto per la cronaca, la foto l'ho trovata su un sito spagnolo.

    @ anto
    ci ricordiamo come trattò i mercanti quel certo signore palestinese di 2000 anni fa?

    @ franca
    sai, più che altro ha potuto fare la primadonna, che secondo me gli piace molto. Mi verrebbe anche una malignità: che con Woytila non sarebbe successo.

    RispondiElimina
  14. Io sono per gli atti di rottura. Non si tratta di un attentato alla libertà di parola, come cercano di farci credere oggi, ma di una protesta più che legittima. Al Papa vengono offerti quotidianamente mille canali per esprimersi mentre ai suoi bersagli preferiti (donne e omosessuali) vengono lasciate le briciole. Alla Sapienza avrebbe svolto un contraddittorio? No, avrebbe pontificato, come il suo ruolo richiede. Un uomo così potente che oggi trema per una contestazione? Semplicemente ridicolo. Se i media non fossero asserviti anche a quel potere, smaschererebbero l'impostura. Invece ci raccontano la fiaba dei contestatori cattivi e del Papa messo a tacere...

    RispondiElimina
  15. Dayan22:37

    A me la vicenda mi ha ricordato la scena di un film di Moretti, mi pare Ecce Bombo quando, invitato ad una festa dice: mi si nota di più se vado o se non vado?
    Mi sembra che il modello di Ratzinger sia Berlusconi, da cui ha imparato due cose fondamentali: la prima è che in questo paese è meglio far credere di essere vittime, chiagne e fotti si dice a Napoli. La seconda è che bisogna sempre spararle grosse, come le dichiarazioni sull'islam o sul degrado di Roma (l'obiettivo era chiaramente non Veltroni sindaco ma Veltroni segretario pd, non sia mai che ci scappi una legge sulle coppie omosessuali), lasciare che scoppino le immancabili polemiche per un paio di giorni e poi dire che è stato frainteso e strumentalizzato.

    RispondiElimina
  16. @ gabriele
    Confermami la notizia: all'estero questa pagliacciata non l'hanno nemmeno presa in considerazione.

    @ dayan
    sono completamente d'accordo con te. La citazione di Moretti è perfetta.

    RispondiElimina
  17. Confermo, Lame, non l'hanno nemmeno presa in considerazione. Ho cercato di spiegare a una ragazza francese (per nulla estremista) quello che è accaduto e la cosa che proprio non riusciva a capire era questa: "Ma perché il rettore ha invitato proprio il Papa?". Qui in Francia sembra semplicemente incredibile...

    RispondiElimina

SI PREGA DI NON LASCIARE COMMENTI ANONIMI MA DI FIRMARSI (anche con un nome di fantasia).


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...