mercoledì 27 febbraio 2008

Lui vuole porre il diritto di feto sulle nostre vite

Minchia santissima, tocca parlare ancora di Big Giuliano e della sua Lista.
I partiti, in questi giorni, sono tutti in preda alla sindrome mosaica delle tavole della legge. Chi propone undici, chi dodici punti irrinunciabili; dieci no, sarebbe forse troppo, nessuno osa tentare il divino accostamento.
Ad ogni modo la "Lista per la Vita" di Ferrara propone dodici punti monomaniacali. Anche se non ci sarebbero parole, mi va di commentarli assieme a voi. Notate il primo punto, un capolavoro di sadismo:
1. Promuovere legislativamente il dovere di seppellire tutti i bambini abortiti nel territorio nazionale, in qualunque fase della gestazione e per qualunque motivo. Le spese sono a carico del pubblico erario.
Un trip di necrofilia pura, direbbe il vecchio Von Kraft-Ebing. Mi dica dotto', sarà obbligatorio celebrare le esequie con tanto di messa e preghiera "pro perfida mater", trasporto con carro funebre a norma e cassa zincata a misura di embrione, sui 205x67 millimetri? E per la sepoltura? Pensiamo ad una sezione speciale da predisporre in ogni cimitero comunale, o toccherà aprire i tombini dei nonni per alloggiarci le barettine con i feti e gli embrioni?
A parte l'umorismo macabro, si rende conto l'estensore di questa galattica enormità, di che cosa significa normalmente il lutto per la morte di un figlio? E' l'unico lutto del quale, passassero mille anni, nessun genitore può mai guarire. E' il dolore morale più acuto e disumano che si possa provare.
E questi stanno a fantasticare di funeralini da imporre a madri che stanno già soffrendo abbastanza.
Sentiamo: quando il senso di colpa della madre si tramuterà in depressione, che fa il falso magro, gli passa gli antidepressivi e la psicoterapia a spese del contribuente o la lascia soffrire ricordandole ogni giorno il suo ruolo di assassina?

Proseguiamo, punto secondo:
2. Vietare per decreto legge l’introduzione in Italia della pillola abortiva Ru486 e simili veleni capaci di reintrodurre la convenzione dell’aborto solitario e clandestino contro lo spirito e la lettera della legge 194 di tutela sociale della maternità.
La pillola Ru486, che oggi ha ricevuto il via libera dall'Agenzia del Farmaco, se definitivamente approvata anche in Italia, sarà comunque un farmaco di classe H, quindi somministrabile solo in ospedale. E' commovente la preoccupazione per la salute e la solitudine delle fattrici, lasciate a muggire di dolore nelle stalle domestiche ma l'aborto chimico continuerà ad essere regolamentato come quello chirurgico, non ci sarà alcun fai-da-te. Peccato che altrettanta solerzia non vi sia quando vengono commercializzati altri farmaci molto più dannosi per la salute delle donne e non solo, magari gabellati come dimagranti o "pillole della felicità".
3. Stabilire per via di legge che accoglienza, rianimazione e cura dei neonati sono un compito deontologico dei medici a prescindere da qualunque autorizzazione di terzi.
Che tautologica cazzata. Qualunque medico sa che è obbligato a fare tutto il possibile per salvare la vita del paziente., compresi i neonati, ovviamente.
4. Emendare l’articolo 3 della Costituzione, comma 1. Dove è scritto “tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge” aggiungere una virgola e la frase “dal concepimento fino alla morte naturale”.

5. Impegnare il governo della Repubblica a costruire un’alleanza capace di emendare la Dichiarazione universale dei diritti dell’Uomo delle Nazioni Unite all’articolo 3. Dove è scritto “ogni individuo ha diritto alla vita” aggiungere una virgola e la frase “dal concepimento fino alla morte naturale”.
Pura mania di grandezza. Siamo all'obesità dell'Ego.
6. Difendere la legge 40 sulla fecondazione medicalmente assistita, escludendo per via di legge e linee guida interpretative ogni possibilità, adombrata in recenti sentenze giudiziarie, di introdurre la pratica eugenetica della selezione per annientamento dell’embrione umano al posto della cura e della relativa diagnostica terapeutica. Introdurre nei primi cento giorni una moratoria per la ricerca sulle cellule staminali embrionali, sulla falsariga di quella europea abbandonata dal governo Prodi, e rafforzare la ricerca sulle staminali adulte o etiche.
Gli enti per il turismo di Slovenia e Croazia ringraziano perchè le coppie italiane, impedite in un loro diritto sacrosanto, quello della riproduzione, dalla legge del Cavalier Berlusconi, continueranno ad effettuare viaggi della speranza oltre confine. Notare l'uso strumentale della parola eugenetica.
7. Fondare in ogni regione italiana una Agenzia per le adozioni il cui compito specifico sia quello di favorire l’adozione, con procedura riservata e urgente, di quei bambini che possono essere sottratti a una decisione abortiva di qualunque tipo.

8. Adottare le modalità del “Progetto Gemma” sul sostegno materiale alle gestanti in difficoltà e alle giovani madri di ogni nazionalità e status giuridico per la prima accoglienza e educazione dei bambini, con l’erogazione di consistenti somme per i primi trentasei mesi di vita dei figli.
Consistenti quanto? Quanto il contratto di Pato al Milan o quanto una pensione sociale da 300 euro? E dopo i trentasei mesi? Cazzi loro?
9. Applicare la parte preventiva e di tutela della maternità della legge 194. Potenziare in termini di risorse disponibili e di formazione del personale pubblico, valorizzando il volontariato pro vita, la rete insufficiente dei consultori e dei Centri di aiuto alla vita in ogni regione e provincia italiana.
Dire magari la parolaccia "contraccezione" non sarebbe stato male. Si potrebbero distribuire gondoni nelle scuole, smetterla di dire che la pillola fa ingrassare e provoca ogni male possibile e magari battersi perchè possa rientrare nei farmaci di classe B. Tutte le pillole contraccettive più moderne sono in fascia C, a pagamento. Perchè?
10. Triplicare i fondi per la ricerca sulle disabilità e istituire una Agenzia di tutela e integrazione del disabile in ogni regione italiana.

11. Sostenere con sovvenzioni pubbliche adeguate l’attività dell’associazione di promozione sociale denominata Movimento per la vita.
Morto un Casini se ne fa un altro. Ci sfugge la quantificazione del termine adeguate. Preoccupa, sentendolo dalle labbra di un forsennato liberista ammericano, questo continuo ricorrere alle finanze pubbliche. Per la serie, che i pensionati crepino di fame, l'importante è figliare. Lo Stato Gran Coniglio.
12. Le risorse per il programma elettorale sono da fissare nella misura di mezzo punto calcolato sul prodotto interno lordo e verranno rese disponibili attraverso lo stanziamento di 7 miliardi di euro attualmente giacenti presso i conti correnti dormienti in via di smobilitazione e altri cespiti di entrata.
Eccola, la supercazzola prematurata finale con lo scappellamento sul finanziamento: 7 miliardi di euro. Mica male. Sottratti a cose ben più importanti come, ad esempio, la sopravvivenza degli embrioni cresciuti a contratto precario o i feti stravecchi con le pensioni da fame.

I miei lettori lo hanno già detto più volte. Questa campagna contro l'aborto e i diritti delle donne serve solo a confondere le acque e nascondere emergenze ben più gravi. Ne sono sempre più convinta anch'io. Però non sottovalutiamo queste spinte oltranziste. La legge 40 purtroppo è una realtà.


OKNotizie
Vota questo post su OKNotizie!

14 commenti:

  1. Che bello... A quando una Lista Pacciani?

    RispondiElimina
  2. io non darei tanto spazio al ciccione.

    un saluto

    RispondiElimina
  3. @ finazio
    Silvio lo avrebbe candidato, fosse ancora al mondo? Magari nel Mugello.

    @ maurisergio
    sai, è un po' come la campagna contro le malattie sessualmente trasmissibili. Se le conosci le eviti. Io non sottovaluterei queste spinte reazionarie perchè vengono da chi il potere ce l'ha ben saldo in mano. La legge 40 l'hanno fatta, ad esempio.

    RispondiElimina
  4. Sulla pillola anticoncezonale ti dirò anche che nel 2007 non sembre sugli scontrini passa come medicinale fiscalmente detraibile... quindi anche se serve la ricetta per averla, anche se costa una bordata (almeno fin tanto che le analisi non si alterano e la puoi prendere) nonla puoi neanche detrarre...
    Politica a favore di una maternità consapevole????
    Ieri ho detto a mio marito che se solo si provano a metter mano davvero alla 194 in piazza ci vado e ci dormo pure: mi ha risposto che viene con me!!!
    Un saluto, Lisa

    RispondiElimina
  5. Sono d'accordo, Lameduck.
    Non possiamo sottovalutare quell'orribile personaggio, perché si muove nell'ambito della chiesa cattolica. Ed è questo il vero pericolo!

    Ciao.

    RispondiElimina
  6. "Lo Stato Gran Coniglio": questa è grande.
    Io spero che la gente dia a Ferrara quello che merita...

    RispondiElimina
  7. Se non fosse tragico mi verrebbe da ridere...

    RispondiElimina
  8. Il suo corpo usa troppo sangue per la digestione... solo una piccola parte arriva al cervello. (fonte Il Mio Dottore)

    RispondiElimina
  9. piu' che il diritto, vorrebbe imporre il "dovere" di feto.
    Che tristezza, doversi occupare di sto testa di minchia, col paese che affonda nell'immondizia e nella povertà...
    Ciao.

    RispondiElimina
  10. Pantalon14:09

    Ricordo i vecchi bei tempi,quando un faccione grondante di sudore,lungocrinito,con occhi strabuzzani fuori da una faccia stravolta dal sacro fuoco dello sdegno,appeso a rutilanti bretelle rosse,dicendo di essere un ANCHORMAN,gridava.....non ricordo che cosa gridava.
    Io,a prescindere,dicevo fra me e me:"Mo voglio vedere,questo,dove vuole arrivare".
    Ora che l'anchormen è diventato un dimesso GAVITELLOMEN di 8 e 1/2 e che le roboanti bretelle rosse sono diventate due sdrucite cime che cercano di accattivarsi a qualsiasi scoglio,per sopravvivere,Io,a prescindere,dico fra me e me:"Mo mi fa shchifo di vedere,questo,dove vuole arrivare".

    RispondiElimina
  11. E' un delirio... Giulia

    RispondiElimina
  12. Non si sa neppure più cosa commentare. i punti successivi saranno la gravidanza obbligatoria per tutte le donne in età fertile.

    RispondiElimina
  13. Gran bel post, come sempre. Il fatto che gli anticoncezionali non solo siano a pagamento, ma non siano neppure fiscalmente detraibili è una spia della gravità della situazione. Tocca parlare di queste cose, eccome. Grazie.

    RispondiElimina
  14. @ lisa72
    la questione della detraibilità la scoprirò nella prossima denuncia dei redditi. Anni fa riuscivo a detrarla.

    @ dama verde
    più che la Chiesa è tutto il cucuzzaro con il quale si è sempre mescolato che mi preoccupa.

    @ franca
    percentuali da corpi chetonici?

    @ pibua
    lui è serissimo quando dice quelle cose.

    @ negroski
    chi è il tuo medico, Dr. House? ;-)

    @ cloroalclero
    E' una caratteristica del fascismo, avere l'ossessione della figliata. Il Gran Coniglio del Fascismo.

    @ pantalon
    la strada è ancora lunga...

    @ giulia
    un delirio... di grossezza.

    @ galatea
    meno male che io sono vicina alla menopausa, a giulia', tié!

    @ rita
    si, ci tocca fare la pubblicità progresso.

    RispondiElimina

SI PREGA DI NON LASCIARE COMMENTI ANONIMI MA DI FIRMARSI (anche con un nome di fantasia).


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...