giovedì 20 marzo 2008

Io bevo Roccella


Un consiglio: per un effetto ancora più dirompente, guardate il filmato dopo aver letto il post.

Comincio con una affermazione che si basa su un'esperienza personale. Diffido della bioetica e di coloro che se ne adornano come fosse una medaglia di perbenismo. Ne diffido da quando partecipai ad un convegno, appunto sulla Bioetica, dove l'ospite d'onore era Mons. Pio Laghi, colui che andava a giocare a tennis con l'ammiraglio Massera durante la Guerra Sucia in Argentina, mentre le vite indegne di essere vissute degli oppositori politici volavano in mare aperto, malamente anestetizzate ma ancora atrocemente vive. Lo stesso monsignore che, appena pochi giorni dopo il golpe, affermava:
«Il Paese ha un'ideologia tradizionale e quando qualcuno pretende di imporre altre idee diverse ed estranee, la Nazione reagisce come un organismo, con anticorpi di fronte ai germi, e nasce così la violenza. I soldati adempiono il loro dovere primario di amare Dio e la Patria che si trova in pericolo. Non solo si può parlare di invasione di stranieri, ma anche di invasione di idee che mettono a repentaglio i valori fondamentali."
Oh certo, una persona squisita, ricordo, strinse la mano a tutte le signore e disse cose molto toccanti sulla difesa della vita. Peccato per quei serve&volley con il Diavolo.

Diffido ancora di più dei convertiti alla difesa della vita come concetto astratto, perchè come tutti i convertiti difettano assolutamente di obiettività e sembrano aver fatto della deprivazione della libertà altrui la propria missione nella vita.
Oggi, giusto per farmi un po' il sangue marcio, ho letto di quest'altra candidata del PDL, ex radicale convertita al verbo teocon.
Scrive l'Unità:
Educazione sessuale? Mai e poi mai. A scuola meglio parlare di cavoli e cicogne. La cognizione del sesso «creerebbe problemi all'interno delle famiglie, le sole ad avere la titolarità del diritto a educare». E la contraccezione? No a politiche che incentivino l’uso del preservativo. «In Francia come in Gran Bretagna con politiche simili gli aborti sono aumentati, in Italia invece dove la contraccezione chimica è poco diffusa gli aborti sono in diminuzione». Parola di Eugenia Roccella, portavoce del family day e candidata del Popolo delle Libertà. La chiama «una visione antropologica», ed insieme a colleghi come l’ex soubrette Mara Carfagna e Alfredo Mantovano di An laspiegherà agli elettori in un tour in giro per l’Italia.
La famiglia. Certo, a volte in famiglia i bambini ricevono una sana educazione sessuale, comprese le prove pratiche finali con lo zio o l'amico di famiglia. Se sono più fortunati, i genitori gli riversano addosso tutte le personali frustrazioni, ubbìe e complessi. Solo pochi hanno mamme e babbi in grado di dar loro un'immagine positiva e sana del sesso.
Il preservativo. Casualmente esso protegge anche dalle malattie sessualmente trasmissibili. Senza pensare all'AIDS, è sufficiente per evitare lo scolo.
Tra parentesi: come faccia il preservativo a far aumentare gli aborti, a meno che non si rompa, e il non prendere la pillola a far diminuire gli aborti, lo sa solo la Roccella.

Siamo uno dei paesi più ignoranti in fatto di sesso. Gli adolescenti sguazzano nell'analfabetismo genitale più assoluto. Offrire almeno un ora di educazione sessuale nelle scuole, da parte di personale specializzato: psicologi e sessuologi, non sarebbe solo piccolo passo verso la civiltà ma un dovere morale.
Tra l'altro un bambino o ragazzino cosciente dei fatti sessuali è anche più in grado di difendersi dalla pedofilia, sia quella domestica che quella magari da sacrestia.

Questo invece è il neo-oscurantismo clericale che si appresta a rappresentare alle prossime elezioni il centrodestra.
La patetica conta degli embrioni, la gogna medievale per le donne che abortiscono, la colonna infame per i medici che le aiutano ad usufruire di una legge dello Stato, tra mille ipocrite obiezioni di incoscienza. Le visioni antropologicamente insensate di gente che forse ha solo la colpa di non trombare a sufficienza e non sopporta che lo facciano bene e spesso gli altri.
Per non parlare di altre amenità che ci saranno sicuramente riservate nei prossimi giorni nei confronti di gay, coppie di fatto e varie ed eventuali diversità.

E ora godetevi Lorena Berdùn da Crozza (qui la seconda parte del filmato). Immaginate di essere in un paese civile e di saperla insegnare a scuola ai vostri figli ad essere attori sessuali responsabili e a padroneggiare il muscolo pubo-coccigeo. Guardatevi attorno. Non siete sicuramente in Italia. Probabilmente in Spagna.
Intanto io bevo Roccella e faccio plin-plin.


OKNotizie
Vota questo post su OKNotizie!

8 commenti:

  1. La solita esemplare, fantastica, inestimabile chiarezza narrativa.
    Grazie Lame.
    Detto questo... io mi trovo alle primissime armi con la mia figlia grande e sono terrorizzato all'idea di doverle spiegare dettagli e particolari.
    Eppure, sono convinto pienamente che solo la conoscenza la può difendere, molto meglio di qualsiasi altra arma.

    RispondiElimina
  2. Francesca12:33

    Grazie Lame, vorrei avere la tua proprietà di lessico.
    Esprimi davvero in modo perfetto.
    Questi bigotti mi fanno venire i brividi, io come te credo che sia assolutamente un dovere morale e civile (o almeno per un paese che dice di esserlo)e poi vedrai come diminuiscono gli aborti e gli abusi!
    Altro che l'immacolata Roccella......ma in che pianeta vive per dire che quando non c'è educazione sessuale ci sono meno aborti?
    E' una contraddizione in termini.

    X Beppone:
    è comprensibile ma bisogna tener duro e nascondere il rossore dell'imbarazzo. Un consiglio, se posso, fatti aiutare da tua moglie (o dalla mamma di tua figlia).
    Non che ci sia meno imbarazzo ma aiuta!

    RispondiElimina
  3. Lorenzo13:58

    vorrei aggiungere che grazie a questa politica ignorante e pavida siamo stati a lungo in Europa il paese con il più alto tasso di sieropositivi dopo la Francia (che però ha tanti immigrati africani più di noi). Se oggi ci salviamo è solo per l'arrivo in Europa dei paese dell'est. Solo l'educazione sessuale e politiche realistiche (per esempio, prezzo politico per i preservativi e distribuzione gratuita in carceri, caserme, ecc.) ostacolano la diffusione del virus.

    RispondiElimina
  4. Ciao Lame Duck. Con gusto approdo sul tuo blog e aderisco alla campagna di rianimazione dei laici.

    Se vuoi fare un giro, mi trovi qui e credo che non ti annoierai!

    Salut!
    la Donna Cannone

    RispondiElimina
  5. E' balsamico leggere il tuo post, e sentire esprimere a chiare lettere questi concetti, che condivido e "predico" razzolando all'intorno la mia pesantezza in questa paese sfasciatamente oscurantista!
    Mi rallegra sapere che stai in Romagna, avendoci vissuto molti anni ed avendo trovato lì possibile liberazione alla manifestazione di tante idee che quissu nel nord est ricco e autonomo manco vengono prese in considerazione!

    RispondiElimina
  6. Io mi chiedo: ma questa gente in che pianeta vive?
    L'educazione sessuale e la contraccezione fanno aumentare gli aborti? Ma ci sono o ci fanno?

    RispondiElimina
  7. Seguivo le lezioni di Lorena religiosamente (mi perdoni Monsignor Laghi). Non si sa mai, non si finisce mai di imparare.
    Dimmi cosa ne pensi di questo
    http://pensatoio.ilcannocchiale.it/post/1838157.html

    RispondiElimina
  8. @ beppone
    non mi sono mai trovata a dover istruire un figlio sul sesso ma mi immagino che non dev'essere facile. Forse usando la massima naturalezza possibile e buttandola un poco sulle api e il polline.... ;-)

    @ francesca
    infatti anche a me pare una scemenza.

    @ lorenzo
    eppure non si vede una pubblicità di un preservativo su nessun canale tv. Perchè?

    @ donna cannone
    ben arrivata! e grazie per il tuo commento. La Romagna contiene anch'essa sacche di clericalismo spinto ma ci difendiamo con molto sano epicureismo... Verrò a trovarti senz'altro, Ciao!

    @ franca
    ci sono.

    @ pensatoio
    giusta iniziativa, ora che è stata sguinzagliata anche l'ADL alle calcagna di Vauro.

    RispondiElimina

SI PREGA DI NON LASCIARE COMMENTI ANONIMI MA DI FIRMARSI (anche con un nome di fantasia).


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...