venerdì 28 marzo 2008

Un(a) lameduck con i baffetti?

Che delusione! Francamente, dopo tanta attesa, mi aspettavo qualcosa di più di una versione meno fluente e più noiosa del solito Elie Wiesel da asporto.

Qualche giorno fa Rosalux si era sentita piccata dal mio post sulla vignetta antifiamma e ne era scaturita una piccola querelle, una querellina. Niente di grave, per carità, non desidero iscrivermi alla nuova moda del catfight.
Mi aveva promesso una risposta articolata ed ecco finalmente il suo post, al quale rispondo brevemente per non annoiare i lettori.

Suppongo che i "lameduck" ripetuti ossessivamente nel testo siano da intendere come gli antisemiti. La cosa è molto originale, non c'è che dire.
In conclusione, cosa dice Rosalux di nuovo? Nulla appunto, come ammette all'inizio; che chi critica Israele o gli ebrei in formazione sparsa e riporta le affermazioni dei self-hating jews è un antisemita. Cioè, lei può dire che la Nirenstein è melensa, se lo dico io sono antisemita.
Penso che per i rosalux funzioni come un mantra, quasi come una formula magica.

Cara Rosalux, tiri fuori come al solito la Germania nazista, i Protocolli, i pogrom; potevi aggiungere Suss l'Ebreo o Der Ewige Jude. Cose che io conosco bene non perchè dorma con il Mein Kampf sotto il cuscino ma perchè ho dedicato nove mesi della mia vita (come fare un figliolo) ad una tesi di laurea di 160 pagine sui crimini nazisti e la Shoah, pensa un po' che cogliona!

Salto alle tue conclusioni finali: la lobby ebraica non esiste perchè la guerra in Iraq è stata un fallimento. E' l'unico argomento che porti come confutazione della frase da me riportata di Silverstein:
"Sembra proprio che Israele, almeno una parte di esso, tema un'eventuale presidenza Obama. C'è ancora questa fobia ebraica e israeliana che un politico nero, specialmente uno che agli inizi di carriera era molto vicino ai palestinesi, possa voltare le spalle ad Israele.
L'idea è semplicemente ridicola perchè (sfortunatamente) nessuno può diventare Presidente degli Stati Uniti senza essere uno schiavo di Israele, volente o nolente. Gli ebrei mettono troppo denaro nella campagna elettorale e vi è troppo potere da parte dell'AIPAC e delle altre lobby ebraiche".
Un po' pochino.
Oh bella, forse che non sono mai esistiti progetti folli nella storia finiti con sconfitte militari? Forse perchè i rosalux non sbagliano mai e si incazzano se i lameduck gli fanno notare quando cascano dal pero?
Siamo noi che ci facciamo di acido oppure molti dei membri nel PNAC che non mi negherai occupino i posti principali dell'amministrazione Bush, hanno forti legami con il Likud? Per carità liberissimi di farlo ma perchè inalberarsi quando si chiamano le cose con il loro nome? Fare lobby non è mica una parolaccia, significa difendere certi interessi da parte di certi gruppi. Lobby dei camionisti si e lobby ebraica no?

E poi andiamo, la guerra sarà un fallimento (soprattutto per quei poveri 4000 soldati americani morti e le migliaia di civili Iracheni) ma Saddam è stato tolto di mezzo ed era uno che i coglioni ad Israele li rompeva alla grande. Qualche missile Scud arrivò ai tempi della prima guerra del Golfo.
In conclusione, cara Rosalux, cos'hai dimostrato? Hai forse spiegato a noi ignoranti cos'è l'AIPAC?
Il fatto che un potere sia stato enfatizzato nella storia significa che esso non sia mai esistito e che non possa organizzarsi qualche volta in lobby? Non esistono forse le lobby vaticane che difendono gli interessi della Chiesa?

Sai qual'è l'impressione che ci si fa leggendoti? Che non ci sia molta voglia di discussione ma solo di eiaculare sentenze e luoghi comuni. Per carità, legittimo, se proprio non ci si può trattenere e si hanno le palle gonfie, ma scarsamente proficuo ai fini della dialettica.
Anche quello di "ebrei contro il resto del mondo" non è un mito assai enfatizzato ed alimentato dai rosalux nella storia?

A questo punto, visto che ha fatto tanto scalpore la frasetta di Silverstein, pensa se ti raccontassi cosa ci siamo detti in un appassionante scambio di email, all'epoca della mia tesi, io e Norman Finkelstein.
Hai ragione, devo smetterla di frequentare intellettuali ebrei, con le loro idee antisemite.

Ah, l'hai nominato tu Disney, peggio per te. ;-)




OKNotizie
Vota questo post su OKNotizie!

20 commenti:

  1. No, i lameduck sono le persone che si bevono le minchiate senza prendersi la briga di rifletterci sopra, e che si affezionano allo schemino semplice semplice: tranquilla, è la maggioranza, sei in buona compagnia. Di solito sono in pochi ad accettare il confronto con la realtà, con tutta la confusione che genera: ma mica solo nei confronti degli ebrei, eh? Riguarda gli zingari, gli immigrati, i gay. E' lo stesso. Tu prova a convincere un lameduck della specie bigotta che i pacs non rovinano nessuna famiglia: ti faccio i miei auguri. E a te invece fa fatica ragionare sul fatto che l'aipac non sono "gli ebrei", e ti fa fatica riflettere sul fatto che la teoria che la guerra in Irak sia stata fatta per giovare a Israele è destituita di fondamento logico: teoria che fonda la frase antisemita di Silverstein. Se gli Americani avessero vinto in due mesi, e ci avessero piazzato qualche uomo di paglia, ora controllerebbero tranquilli e sereni i pozzi di petrolio, e tutti starebbero lì a dire "vedi, alla fine l'hanno esportata la democrazia". Invece si sono impantanati, a svantaggio loro e di certo a vantaggio di nessun ebreo. E questo è accaduto solo ed unicamente perchè l'amministrazione Bush è stata inefficace e impreparata, oltre che delinquenziale, ma di questo "gli ebbbrei" (che peraltro votano per lo più democratico) non sono più responsabili di altri: (salvo ovviamente quelli che stavano in quell'amministrazione. Te lo devo spiegare che c'è una differenza?) Saddam nel 91 s'è annesso il kuwait per il petrolio, e credo che questo postesse creare qualche problema a prescindere dagli ebrei. I quali peraltro non si giovano particolarmente del verminaio integralista che è venuto fuori con quella guerra del cazzo. Ti fa fatica - osservo - pensare che non esiste un pensiero unico degli ebrei, e che forse un destrorso filo likud, o un fanatico religioso, può agire "contro" gli interessi di Israele. A te tutto ciò interessa pochissimo perchè vuoi a dispetto di ogni possibile ragionamento semplificarti la realtà con quello schemino lì: e quando mai lo metterai in crisi? Come ogni bravo lameduck che si rispetti, che quando va a fare la nanna deve essere ben tranquillo di avere chiaro il quadro generale. E' - diciamo - un po' un pensiero primitivo, superstizioso. Rassicurante per chi lo opera, e impossibile da scalfire: non puoi smettere di cullartici dentro, se non a patto di destabilizzarti e per quello ci vuole fegato.

    RispondiElimina
  2. Scusa,
    per la tua amica,
    ma se le Lobby ebraiche sono solo fantomatiche,
    l'Aipac cosa diavolo è???

    http://www.aipac.org/

    c'è l'hanno scritto pure sotto l'intestazione cos'è....

    RispondiElimina
  3. Tu invece, rosalux, ti sei creata il tuo bel ghetto mentale e alla sera ti ci chiudi dentro a chiave. Chi viene a bussare alla porta disturbando il tuo mondo di certezze millenarie è un lameduck che vuole solo distruggerti. Non è così, è solo la tua percezione ma che importa. Chi è un nazista lo deve essere per forza anche verso gli zingari, gli immigrati e i gay.
    Non è che ti prendi la briga di andarti a leggere cosa ha scritto il lameduck, sul quale proietti le tue insoddisfazioni, su questi argomenti, perchè parti dal presupposto che abbia i baffetti e sia un nazi e leggendo potresti essere smentita dai fatti. Lameduck è una nazi solo perchè ha riportato la frase di un tizio che detto che l'AIPAC
    è una lobby ebraica.
    Per il resto anche tu sei vittima di stereotipi. Gli ebrei che in America votano democratico, per esempio. Passò quel tempo, Enea.
    Tu pensi che se uno critica una parte di ebrei in realtà ce l'abbia con tutti gli ebrei.
    Anche se ti spiego che non è così tu non mi senti perchè stai dietro al muro e allora che discutiamo a fare?
    Tu mi dipingi come un'idiota nazi del cazzo. A te rassicura crearti un tuo mondo pieno di antisemiti che vogliono distruggerti. Hai il tuo Uomo Nero, anzi il Papero Nero da abbracciare come la copertina di Linus.
    Cosa vuoi che ti dica, vai avanti così se ti fa piacere. Per fortuna che non tutti gli ebrei ragionano come te e, ti do' atto, c'è anche di peggio.

    RispondiElimina
  4. Anonimo09:10

    Come spesso capita, non si può parlare di Israele. Appenna qualcuno prova ad articolare un pensiero critico nei confronti di Israele (e degli USA) scatta subito l'assioma che ti definisce nazista, antisemitico, antiebraico, antiamenricano, ecc..

    Vabbè, continuate così, ad esportare democrazia e auguri
    Saturninox

    RispondiElimina
  5. A come mi piacerebbe avere le le certezze granitiche di chi non dubita mai e non si mette mai in discussione!
    Di chi ragiona in modo semplicistico e raggruppa tutti per categorie:
    critichi lo stato d'Israele per la sua politica = sei un nazista che vorrebbe riaprire i forni!
    La sinistra critica, meglio la destra allora! Avanti così!

    RispondiElimina
  6. Buon fine settimana a tutti gli autori dei vari blog. Ciao da Maria

    RispondiElimina
  7. I "lameduck" del mio post sono qualcosa di molto più simile ai boccaloni che ai nazisti. Vedo che continui ad attribuirmi ciò che non dico. Il problema serio comunque è che tu sei sorprendentemente manipolatoria: io discuto dell'affermazione di Siverstein, non di chi sei tu, per quello che ne so dietro il tuo nick potrebbe nascondersi il fantasmino di Shindler che ha deciso di trollare un po' sparando cazzate. Il fatto è che sei così manipolatoria da ritenere assolutamente sensato evocare l'olocausto in un post dove parli di una giornalista puzzona (voi giudeocentrici siete ossessionati da noi, mamma che senso!) mentre ti sembra fuori luogo in un post dove si parla del mito del potere ebraico.
    Non è straordinario e tanto morboso, tutto ciò?

    RispondiElimina
  8. x franca: bizzarra questione. Che la lobby ebraica domini il mondo è una "critica ad israele"? Perchè è di quello che stiamo parlando. Io ho scritto che la vignetta di Vauro alla Nierenstein *non* mi sembrava antisemita, e ho scritto che le affermazioni vanno valutate di per se', e non in base all'etnia di chi le afferma, al contrario di quello che continua ad attribuirmi lameduck (paradossale). Brutto discutere con gente manipolatoria: veramente.

    RispondiElimina
  9. @Rosalux
    "E in Unione Sovietica? Lì si manifestò, il potere degli ebrei? A me non pare. Quel che è certo, però è fu senz'altro paventato, denunciato e combattuto dai lameduck sovietici."

    se uno legge una frase del genere nel tuo post che significato deve dargli? 1)Che lameduck sia = a boccallona, 2) che sia = a stalinista con relativa responsabilità nella questione?
    Io ho l'impressione che tu la tratti come nella 2a ipotesi, quindi fa un pò sorridere il modo in cui contesti le generalizzazioni sugli ebrei.
    Per quanto riguarda il resto l'aipac non rappresentano gli ebrei in quanto comunità religiosa però sono certamente una lobby che pubblicizza una serie di obiettivi che in parte riporto:
    As America's leading pro-Israel lobby, AIPAC works with both Democratic and Republican political leaders to enact public policy that strengthens the vital U.S.-Israel relationship. With the support of its members nationwide, AIPAC has worked with Congress and the Executive Branch on numerous critical initiatives -- from securing vital foreign aid for Israel to stopping Iran's illicit nuclear program. Some highlights include:

    * Strongly backing Israel's right to defend itself in the face of daily rocket attacks by passing a House resolution in a near unanimous vote, 404 to 1.
    * Securing critical foreign aid to Israel, which totals $2.42 billion in 2008 and provides military aid and refugee assistance.
    * Strengthening U.S.-Israel energy cooperation by passing legislation that establishes a grant program that funds joint projects between U.S. and Israeli entities in the field of alternative energy.
    * Calling upon the administration in a letter signed by more than 180 members of the House to provide strict guarantees that the proposed sale of sophisticated technology to Saudi Arabia will not harm U.S. forces or undercut Israel’s qualitative military edge.

    Gli USA non hanno avuto, tra i loro obiettivi, quello di togliersi dalle balle uno stato che supportava i palestinesi e dava fastidio ad Israele? Magari non al 1° punto ma certamente al 2°.A meno che uno non pensi che lo abbiano fatto solo per riportare la democrazia e distruggere le armi di Saddam.

    RispondiElimina
  10. Se posso esprimere il parere di un accusato "self-hating (part)jew", figlio di una mezzaebrea che durante la Razza fu sul punto di morire di abbandono in un orfanotrofio, trovo di una violenza inaudita l'accusa di antisemitismo a chiunque critichi Israele, persino se ebreo circonciso, persino se sabra.
    Sono vent'anni che combatto contro una famiglia di sionisti e vi posso assicurare che non c'è nulla di più antidemocratico di un ragionamento come questo: "VISTO che ti abbiamo giudicato un self-hating jew, NON TI RICONOSCIAMO IL DIRITTO di chiederci perché Israele uccida tanti bambini".
    Quanta violenza c'è nel negare all'interlocutore la sanità mentale? Questa violenza sì che ricalca il nazismo; nessun nazista permise mai ad un ebreo di intraprendere un dialogo sulle scelte dello Stato nazista, esattamente come nessun sionista permette ad un palestinese di parlare della politica di Israele.
    E infatti le radici del Nazismo sono proprio lì, nella Bibbia ebraica, che trabocca di pogrom.

    RispondiElimina
  11. Secondo me gli ebrei non esistono.
    Nè gli italiani etc
    Ci sono gruppi di individui che si attribuiscono un'identità ed in base a questa rompono di molto i coglioni e intercettano finanziamenti pubblici.
    Un po' come la camorra,i partiti etc.
    Altri gruppi di individui addirittura fanno circuiti di redistribuzione delle risorse con annessi eserciti, burocrazie, dizionari etc.
    Questi rompono ancora più i coglioni.

    Sono un antisemita semantico
    Fiamma Nirenstein per me è come uno che parcheggia in un posto riservato esibendo il disegnino della sedia a rotelle
    Lo Stato di Israele è invece una banda che nel ricordo dei morti bombarda i vivi.

    RispondiElimina
  12. parabellum03:12

    L'america è doppia. interviene solo per il suo tornaconto ma lo fa dietro un muro di corruzione e falsità. Da una parte aiuta l'islam a penetrare in europa con laute concessioni di mercato a francia e germania e spianando la strada del potere ai vetero comunisti d'alemiani che, in cambio, non solo concedono l'uso del territorio italiano come base militare ma addirittura partecipano vergognosamente al bombardamento del popolo fratello serbo con cui siedono a fianco nell'internazionale socialista. la cia con i suoi agenti dipietrini l'ha fatta pagare cara a craxi e ai socialisti l'affare di sigonella. Dall'altra parte stimola l'aggressività degli integralisti ebrei contro gli arabi e attacca il "dittatore" saddam oramai odiato anche da molti degli stessi arabi.

    RispondiElimina
  13. @ rosalux...domanda...io questo quadro generale non ce l'ho...è più nazista e razzista questo israeliano qui: «Se i lanci Qassam si intensificano e i razzi raggiungono distanze maggiori, i palestinesi si attireranno una shoah ancor più grande, perché useremo tutto ciò che è necessario alla nostra difesa» o moni ovadia che critica (giustamente) l'amministrazione israeliana e il tizio di cui sopra???

    (non tremi a sentir certe parole da un ministro della difesa, qualsiasi sia il popolo destinatario???)
    Hai scritto qualche post che condanna il ministro di cui sopra? vorrei leggerlo. così mi faccio il quadro generale.
    ladytux

    RispondiElimina
  14. ur_ca11:58

    ammiro la determinazione e la volontà di difendersi di israele da chi dice di volerlo cancellare dalla faccia della terra. Fa bene a difendersi e ad attaccare quando occorre. E non mi sorprenderei se presto bombardasse le centrali atomiche iraniane.
    Odio il vittimismo degli ebrei col quale si tende a coprire la loro sporca doppiezza. non se ne può più di questa shoaaa!!!! BASTAAAAA!

    RispondiElimina
  15. allabendur16:04

    conobbi un'ebrea ad un pranzo nuziale in slovacchia. eravamo seduti a fianco. attaccai a parlarle con qualche frase in inglese quando sentì la necessità di presentarsi dicendo che era ebrea. Chi se ne frega, pensai, e la conversazione terminò! che ragione c'era di dirmelo. e' forse la prima ebrea che ho conosciuto. sinceramente, non l'ho capita! si vede che si è intimorita per la mia barba bionda e mi ha scambiato per ariano. boh!

    RispondiElimina
  16. @ maria
    grazie, buon fine settimana anche a te (anche se ormai dovrei dire buon lunedì).

    @ rosalux
    sai qual'è il problema? E' che si è persa la prima versione del tuo post, quello dove mettevi a confronto la vignetta sulla Fiamma con una su D'Alema (se non ricordo male). Ti riservavi il diritto di considerare melensa (chissà perchè, visto che è tutt'altro) la Fiamma mentre poi mettevi in un unico calderone l'antisemitismo, la satira e tutto il cucuzzaro.
    Poi hai cambiato il post e quindi si è perso il senso della prima polemica.
    Ad ogni modo. Io sarò manipolatoria, ma tu, se non te ne sei accorta, sei affetta da un sintomo preoccupante, uno dei segni patognomonici della berlusconite secondaria: il "mi hanno frainteso".
    Oppure, guarda, voglio venirti incontro. Hai detto "antisemita" ed io, come il cane di Pavlov, ho cominciato a salivare. Ormai è un riflesso condizionato.
    Nella risposta a Franca ricompare il sintomo "io non ho mai detto che". Ma scusa, hai fatto un post dove i lameduck sono i soliti goyim ignoranti e boccaloni per giunta antisemiti che ce l'hanno con gli ebrei e poi siamo noi che ti abbiamo frainteso?

    @ lorenzo
    sai, bisogna vedere da chi proviene l'accusa. Io non mi preoccuperei più di tanto.

    @ ur-ca
    la Shoah non dovrebbe essere nominata invano da nessuno.

    @ allabendur
    se uno è orgoglioso della propria appartenenza, che male c'è?

    RispondiElimina
  17. ur_ca20:50

    Evitiamo di innalzare altarini. No ai tabu'. No al razzismo ma anche No ai popoli eletti.

    RispondiElimina
  18. x Italo che scrive:

    Sono un antisemita semantico
    Fiamma Nirenstein per me è come uno che parcheggia in un posto riservato esibendo il disegnino della sedia a rotelle

    Ecco: Israele è uno che il posteggio riservato, con la bandierina dell'handicap, lo occupa all'onu e al senato statunitense.
    Ecco in che senso è una Lobby.

    RispondiElimina
  19. Francesca12:21

    Era ovvio che Lame fosse accusata di anti-semitismo.
    Purtroppo non c'è libertà di parlare dello stato Israele che bombarda e uccide, si deve e si può parlare solo dell'Israele vittima del regime nazista così non incorri in accuse anti-semite.
    Strano ma...si può parlare del passato ma non presente.

    RispondiElimina
  20. Allora. Ripeto per la milionesima volta che si parlava di una frase specifica, quella di Silverstein.
    Di quella ho discusso nel mio post. Continui a ripetere come un mantra che non si può criticare Israele senza essere antisemiti. E' una benemerita minchiata. Nessuno - e di certo non io - dà dell'antisemita a chi critica gli insediamenti nei territori occupati, o a chi ritiene che Der Yassin sia stato un episodio vergognoso.
    Dare per buono un pregiudizio antisemita - per me - non significa essere antisemiti. I pregiudizi sono perlopiù luoghi comuni, e nessuno ne è esente: quello che dispiace è non avere nel proprio interlocutore una persona che risponde a tono, ma che si arrocca - costantemente - nel luogo comune. Sembra proprio che la tua "credenza" nello strapotere degli ebrei non possa semplicemente essere discussa. Questa è una roba morbosa, fattene una ragione.

    RispondiElimina

SI PREGA DI NON LASCIARE COMMENTI ANONIMI MA DI FIRMARSI (anche con un nome di fantasia).


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...