giovedì 24 aprile 2008

Buon 25 Aprile!

Parto, ho la sveglia alle 3,30 per arrivare a prendere un traghetto alle 8,30.
Diciamo le solite banalità di rito: ci voleva un paio di giorni di vacanza dopo tutto questo stress lavorativo; speriamo che il tempo tenga; hai preso tutto e non hai dimenticato niente?

Domani è il 25 aprile. Checchè se ne dica, è ancora una festa importante e chi lo nega è in malafede perchè, per coerenza, non dovrebbe poi menarla con gli americani che ci hanno liberato. Gli americani ci liberarono in quella precisa occasione, non al tempo delle guerre puniche.
E poi ditemi se celebrare la fine di una guerra, una guerra che insanguinò il mondo intero non è sempre una cosa bella anche a tanti anni di distanza.
Per cui buon 25 aprile a tutti.
Buona vacanza a chi si sposterà, a chi rimarrà a casa, a chi lavorerà lo stesso.
Ci risentiamo domenica sera.
Ciao a tutti!

P.S. Tra le oche che starnazzano e le piume che svolazzano...


OKNotizie
Vota questo post su OKNotizie!

24 commenti:

  1. ur_ca23:04

    Finalmente un post scritto per il verso, senza voler apparire con le palle a tutti i costi.
    Sappiate, compagni, che dal 1937 al termine della II guerra mondiale, il 25 aprile era festa nazionale dedicata al genetliaco di Marconi, premio Nobel della fisica nel 1909 e scienziato più celebrato al mondo. Tuttora gli USA osservano il Marconi's day in ottobre.

    Ma la colpa di Marconi fu quella di essere eletto simbolo del genio italiano dal regime fascista. Perciò la servo-sovietica sinistra italiana ha sempre sostenuto l'assurda tesi russa secondo cui l'inventore del wireless non fu Marconi bensì Popov. E per cancellare la memoria di Marconi stesso, alterò ignobilmente la data della liberazione spostandola dal 29 (vero giorno della resa incondizionata delle truppe tedesche in italia e dei republichini) al 25 aprile.
    Questo è fanatismo ideologico compagni, vergogna!!!

    RispondiElimina
  2. Al di là dei malati di mente dei quali ben poco mi interessa ma che vedo popolano anche il tuo blog:
    BUON 25 APRILE DI TUTTO CUORE!

    RispondiElimina
  3. Salazar03:42

    Se vogliamo proprio essere precisi:
    29 aprile 1945: A Caserta il colonnello Schweinitz e il suo aiutante Wenner, in rappresentanza del generale Vietinghoff, comandante dello Heeresgruppe C in Italia, sottoscrivono il documento che stabilisce la resa incondizionata di tutte le truppe tedesche in Italia a partire dalle ore 13 (ora di Greenwich corrispondente alle 14 italiane) di mercoledì 2 maggio 1945. Alla firma della resa oltre a ufficiali americani e inglesi é presente anche il generale sovietico A. P. Kislenko. Prosegue comunque l’avanzata alleata nel norditalia: unità del IV corpo americano raggiungono Milano, che é già stata liberata dai partigiani, mentre il V corpo britannico raggiunge Venezia e la seconda divisione neozelandese del XIII corpo britannico, avanzando in direzione di Trieste, raggiunge il Piave.
    25 aprile, 29 aprile, 2 maggio: che importanza hanno i numeri quando si festeggia una idea.
    Buon 25 aprile a tutti.

    RispondiElimina
  4. Anonimo13:42

    Ma scusa, Ur_Ca, ma Popov non è quello dello Zecchino D'Oro?

    Anche il Mago Zurlì e Topo Gigio erano servo-sovietici (?)?

    RispondiElimina
  5. ur_ca18:07

    Agli insulti del gregge di compagni privo di argomenti, rivolgo un solo e categorico imperativo: COMUNISTI!

    RispondiElimina
  6. Ma Popov
    il wireless non l'inventò
    aspettò pure lui Marconi
    a cui presto s'inchinò

    lallalallalallalallalallalallalallallà....

    RispondiElimina
  7. Un saluto dai settemila partigiani che hanno cantato Bella Ciao da Casa Cervi

    RispondiElimina
  8. ur_ca11:45

    la serie degli acuti interventi si commenta da sè... altro che pregiudizi hehehe!

    RispondiElimina
  9. ur_ca11:47

    x Franca
    ci siamo incrociati. Naturalmente non mi riferivo a te. Chapeau

    RispondiElimina
  10. La trave, tapino, la trave...

    RispondiElimina
  11. ur_ca01:03

    banali, CVD. un pensierino su questa storica vicenda no eh?
    Candeloro e Villari non ne parlano, l'Unità tace perciò il fatto non esite (foibe docet). hehe...vi conosco mascherine.

    RispondiElimina
  12. ur_ca01:09

    solite banalità, CVD.
    Un parere su questa vicenda storica no eh?
    Già, Candeloro e Villari non ne parlano l'Unità tace, quindi il fatto non esiste (foibe docet).
    Vi conosco mascherine.

    RispondiElimina
  13. A te manco i cavi prima di Marconi permettono il collegamento dei neuroni

    RispondiElimina
  14. ur_ca08:07

    eheh! ...pisciatoio, ma sei un genio!

    RispondiElimina
  15. Ciao, molti non lo sanno ma oggi è una giornata particolare, vi chiedo un paio di minuti della vostra giornata venendo qua per non dimenticarlo, grazie.

    RispondiElimina
  16. Ci somigliamo ?
    Attento a quando apri bocca...

    RispondiElimina
  17. ur_ca15:01

    http://www.dizi.it/pisciatoio

    RispondiElimina
  18. ur_ca17:51

    WOW! Buon 28 aprile, Roma città libera!

    RispondiElimina
  19. Anonimo20:33

    Roma città libera ?
    Sei diventato un vespasiano allora...

    RispondiElimina
  20. Roma città liberata ?
    hai aperto bocca un sacco di volte allora...

    RispondiElimina
  21. Anonimo22:36

    equilibrio compagni, fisico e mentale e... vaselina, tanta!

    RispondiElimina
  22. @ ur_ca
    dì la verità, che ti sei fumato oggi?
    Ma CVD che significa? CheVvorDì?

    RispondiElimina
  23. ur_ca14:01

    x Lame
    CVD=Comunisti Veri Delinquenti

    RispondiElimina

SI PREGA DI NON LASCIARE COMMENTI ANONIMI MA DI FIRMARSI (anche con un nome di fantasia).


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...