martedì 8 aprile 2008

Non si uccidono così anche gli stallieri?

"Il fattore Vittorio Mangano, condannato in primo grado all'ergastolo è morto per causa mia. Era malato di cancro quando è entrato in carcere ed è stato ripetutamente invitato a fare dichiarazioni contro di me e il presidente Berlusconi. Se lo avesse fatto, lo avrebbero scarcerato con lauti premi e si sarebbe salvato. A modo suo è un eroe".

(Marcello Dell'Utri, condannato in primo grado per concorso esterno in associazione mafiosa e in secondo per tentata estorsione.) La Repubblica, 8 aprile 2008

Non mangano mai di stupirci.


OKNotizie
Vota questo post su OKNotizie!

21 commenti:

  1. Ma che bella persona, davvero. Perchè non gli facciamo un busto da mettere al centro della piazza del paese? Almeno sappiamo dove far fare la cacca ai piccioni.

    RispondiElimina
  2. ciao, guarda che cosa pensi del mio post di oggi allora...

    RispondiElimina
  3. Ditemi che sto sognando... o meglio che sono preda di un incubo... Ma non è possibile che tanti italiani si facciano irretire da un partito che ha fatto dell'egoismo la sua bandiera! Bossi con i fucili, Dell'Utri con la mafia, Berlusconi con i suoi media... qui non è nemmeno più un problema di essere di destra o di sinistra!
    E il presidente della repubblica è talmente super partes che... non sente, non vede e non parla.
    Ahinoi!

    RispondiElimina
  4. Anonimo08:43

    ha detto anche di revisionare i libri di storia che fanno retorica sulla resistenza, Berlusconi di tets di sanità mentale per i magistrati nonchè i comunisti ... incredibile quello che rischiamo

    RispondiElimina
  5. Anonimo08:48

    Non c'è proprio da stupirsi. Anch'io sarei tentato di dire: mi stupisco! L'ho fatto e mi sono stupito ancora di più, perchè gli italiani, mi dispiace dirlo, mica ragionano con il cervello, ma con la tasca. Il bello o il brutto è che non ragionano per la propria tasca, ma per quella di alcuni altri, ammirandoli fino a chiudere occhi ed orecchie. E se si intitolasse una via a Mangano, solo perchè amico dei due noti personaggi di cui non voglio fare il nome, non avrebbero nulla da ridire, anzi applaudirebbero addirittura. Per fortuna non tutti...

    RispondiElimina
  6. Anonimo10:07

    ha detto: "a modo suo", nel linguaggio comune si usa anche per gli assassini o i rapinatori; quante volte si è detto o scritto: "a modo suo era buono" anche di personaggi squallidi?
    per esempio, voi tutti, a modo vostro, capite qualcosa.

    RispondiElimina
  7. sono impaziente di avere la sentenza di secondo grado sull'associazione mafiosa di Dell'Utri, oramai dovrebbe mancare poco!

    RispondiElimina
  8. Quello di Dell'Utri è un chiarissimo messaggio elettorale, almeno per i siciliani. E siciliani sono coloro che devono riceverlo: sono persone che controllano migliaia di voti, comprandoli o manipolandoli, e che possono decidere le sorti delle elezioni in Sicilia. Se questi signori avevano un dubbio, ora lo hanno risolto.

    RispondiElimina
  9. il 25 aprile a Forlì, in occasione del V-Day, sono stato invitato a presentare il libro STATO A ROVESCIO sul processo per mafia a Dell'Utri e i suoi rapporti con Berlusconi.
    Mi toglierò parecchi sassolini dalle scarpe...

    RispondiElimina
  10. Anonimo13:11

    "Non mangano mai di stupirci."
    E' bellisssima!
    Io farei una colletta per far fare da uno scultore un busto a Mangano da inviare al Berlusca per il giardino o meglio il reparto ippico della villetta di Arcore: sai che bello il busto di Mangano che accoglie tutti i visitatori, anche esplicativo!
    laura

    RispondiElimina
  11. Anonimo14:00

    Premesso che il Berlusca non mi piace e col potere si è solo coperto le spalle, ciò che leggo mi fa rabbrividire perchè a quanto pare il coraggio ce l'hanno solo coloro che on hanno niente da perdere. Ma noi abbiamo il coraggio di scegliere e accettare una poitica che ci riporti ad essere coloro per i quali i nostri nonni hanno sofferto e sono morti?

    RispondiElimina
  12. Panty iimmaginando la scena14:38

    "Caro Mangano,stai per crepare,se non parli sarai un eroe e la tua famiglia nuoterà nell'oro.
    Se parli sarai un infame e la tua famiglia nuoterà nell'acido.
    A te la scelta."

    Che cosa poteva scegliere un UOMO D' ONORE?

    RispondiElimina
  13. No, proprio non mangano...

    RispondiElimina
  14. Il delirio di onnipotenza fa dire di tutto e di più.
    Del resto se questi dal fango sociale e delinquenziale nel quale si trovavano, sono diventati padroni di tutto,ne avranno di motivi per dire la qualsiasi.

    RispondiElimina
  15. Anonimo18:06

    Ragazzi di cosa vi scandalizzate e normale che un mafioso difenda quelli della sua stessa famiglia......
    Infatti qualche ora fa l'ha difeso anche SIlvio, e questo e' tutto dire....
    Povera Italia

    RispondiElimina
  16. ur_ca18:19

    sono sicuro che se avesse sparato a zero contro il nanetto l'avrebbero liberato e candidato nelle liste del PD. La storia insegna, compagni illibati.
    Ma poi, non era andreotti il capo globale della mafia? Chissà perchè da quando vota al vostro fianco, catto-comunisti, vi siete dimenticati che stato dichiarato colpevole di associazione a delinquere caduta in prescrizione. Il suo salvaprodi non lo avete respinto perchè mafioso? Come mai verginelli miei? Ma che bravi, onesti e soprattutto imparziali questi gentiluomini di sinistra che con le loro coop e assicurazioni proletarie fanno sognare banche a fassino e d'alemino baffofino. Invece di guardare sempre i grandi complotti, cari compagni, guardiamo le malefatte quotidiane campane e romane. Questa per esempio:

    SVENDOPOLI:
    si va da Veltroni a Cossiga e al presidente del Senato Marini, da Casini a Mastella, da Cossutta a Mancino, da Violante a Maura Cossutta.
    .......
    Walter Veltroni, il leader del Partito Democratico aspirante premier. L'onesto, il buono, l'ecumenico Walter si è comprato dall'Inpdai un appartamento in piazza Fiume: 190 metri quadri di casa. Prezzo? 377mila euro. Valore di mercato? Almeno cinque volte tanto".
    Parliamone compagni, parliamone!

    RispondiElimina
  17. Anonimo18:36

    "sono sicuro che se avesse sparato a zero contro il nanetto l'avrebbero liberato e candidato nelle liste del PD."

    Dopo le toghe rosse, i carabinieri bolscevichi.

    RispondiElimina
  18. Preferisco non pronunciarmi, forse andrei più pesante di tutti voi che mi avete preceduta. Ciao da Maria

    RispondiElimina
  19. non manca di dare segnali...

    RispondiElimina
  20. Dell'Utri? Ma vaffanculo tu e la mafia, ogni parola in più è sprecata.

    RispondiElimina

SI PREGA DI NON LASCIARE COMMENTI ANONIMI MA DI FIRMARSI (anche con un nome di fantasia).


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...