mercoledì 9 aprile 2008

Preferirei farmi monaca

Piuttosto che votare quel paraculo di Veltroni.

In fondo non dovrei preoccuparmi più di tanto. Vivo in una regione che mi permetterebbe perfino di astenermi ma, lo sapete, sono contraria a non esercitare il diritto-dovere di voto. Ho sempre votato, sai com'è, la tradizione.
Non sarà certo in Emilia Romagna che si giocherà la partita decisiva ma bisogna comunque ragionare sulla possibile necessità del voto disgiunto.

Alla Camera, per quel discorso romantico sulla salvaguardia della Sinistra come della Foca Monaca, si può far parlare i princìpi e l'affinità elettiva e votare Sinistra Arcobaleno. Anche se non è la migliore Sinistra possibile è l'unica Sinistra che abbiamo ed è l'unico flebile barlume di difesa dei valori di laicità ed uguaglianza sociale.

Al Senato però si rischia, e allora? Ecco l'atroce dilemma.
Sdraiata a pelle di leone a pronunciare i voti di castità ed obbedienza prima della clausura mi parrebbe più allettante che tracciare il fatidico segno sul simbolo PD. Mi appare in un flash mentale la Binetti. No, non posso proprio farlo, non chiedetemelo.
Penso all'insopportabile paraculaggine del "maanchismo". A quel tono di voce misto tra il finto progressista e l'omino di burro. Penso a tutto quello che il governo di centrosinistra tutto chiacchiere e distintivo non ha fatto per evitare di ritrovarci tutti in questo casino. Penso alle leggi che non sono state fatte, al conflitto di interessi che non è stato scalfito di un millimetro, con il leader del centrodestra più forte ed arrogante di prima.
Penso alla presa per il culo sui diritti civili, sui diritti delle persone omosessuali, alle altalene sui DICO, i PACS, e andatevene tutti affanculo. Penso al pretume che avanza, di nuovo a quell'orrenda Binetti, a certi elettori del PD che mi fanno sembrare simpatici perfino i radicali e le santanché. Tutto questo mi fa venire una paralisi alla mano che dovrebbe tracciare il segno. Come in quegli incubi dove non puoi muoverti né parlare e sei terrorizzato.

Poi però mi assale il senso di nausea e la depressione per le ultime uscite del leader di silicone, quell'orrendo uomo con i capelli dipinti sulla testa e il fondotinta da avanspettacolo, il cui ultimo problema, credetemi, è di essere odioso, magari fosse solo quello.
Penso all'apologia mafiosa, ai rigurgiti della P2, al fascismo strisciante, al disprezzo per la legalità e la giustizia, alla mentalità da 51% (che sia maledetta), al possibile Palladilardo Ministro della Sanità, ai legaioli con il fuciletto a tappo ma una micidiale ignoranza a prova di missile, a ciò che ci aspetta con un altro governo Berlusconi, alla necessità di dover smettere definitivamente di guardare la televisione, al desiderio di emigrare (no, la Nuova Zelanda sarebbe ancora troppo vicina, meglio un'altra galassia).

E allora ditemi voi che devo fare, consigliatemi, perchè io proprio non lo so. Meglio monaca?


OKNotizie
Vota questo post su OKNotizie!

60 commenti:

  1. Cara Gertrude, non c'è alternativa.

    RispondiElimina
  2. ur_ca22:50

    E' provato che gli ex seminaristi (o spretati) passano dal misticismo al comunismo estremo. La loro forma mentis è analoga, indipendentemente dal colore della tonaca che indossano.
    Ergo, gentile Gertrude, nulla è più ovvio di una comunista che sceglie la vita monacale.

    RispondiElimina
  3. Suor Lameduck benvenuta fra noi ;)

    RispondiElimina
  4. Sono nella stessa esatta tua condizione. Lo sentivo che a pochi giorni il dubbio ci avrebbe assalito perché è inutile: la TV non la guardo ma le cazzate mi arrivano lo stesso agli occhi e quando vedo quelle che spara Dell'Utri...cavolo aiutate anche me!!!

    RispondiElimina
  5. Io mi sono ridotta a postare il link Youtube a "Confusiooon! Will be my epitaaaaph!!!"
    Almeno mi rimpappolo nella buona musica dei "tempi miei" mentre mi arrovello...
    :D

    RispondiElimina
  6. Ci pigliamo un antinausea, ci portiamo dietro la molletta e facciamo quella maledetta -si spera benedetta- croce su il PD per fermare Berluscaz. Solo dopo ci facciamo monache ;-). Se dovesse tornare l'innominabile e la banda leghista, facci sapere in che data e ora parte l'astronave verso una nuova galassia. :D

    RispondiElimina
  7. Anonimo00:38

    Dopo le dichiarazioni di questi giorni del Sivio, dell'Umberto & Company si "Deve" votare PD

    RispondiElimina
  8. Nè berlusconi, ne PD!

    E soprattutto, non lasciarti tentare da chi predica il voto utile (è un po' come il negozio che invita a non comprare dalla concorrenza).

    vota per chi ti ispira realmente, fosse anche una piccola lista, senza lasciarti influenzare da chicchessia!

    Dopodichè, vieni in Svizzera!

    RispondiElimina
  9. Lame, fidati, per un meccanismo perverso che andremo ad illustrare la vigilia elettorale, non è affato vero che votare al senato votare pd toglierebbe voti a Berlusconi, ma avviene l'esatto contrario.

    se giri in rete troverai conferma di ciò che affermo.

    nuit

    RispondiElimina
  10. E' una medicina che bisogna prendere, farà il nodo in gola ma bisogna mandarla giù, guardiamo la situazione e cerchiamo di essere realisti, come si potrà resistere a 5, forse 12 anni di nano furioso?
    E' adesso che si decide, facciamo il possibile per evitare la catastrofe.
    ciao

    RispondiElimina
  11. Alla fine i dilemmi laceranti tirano fuori le vere pulsini. Direi meglio monaca, anche perchè dovresti spiegare la differenza tra forma e sostanza nei due.
    Non avevo dubbi che alla fine diventava una questione di contabilità industriale più che di contenuti.
    Anche perchè i contenuti sono lì e loro si rinfacciano di essere uguali nei programmi, solo che te sei ferma al colore dei capelli.
    p.s.
    spero ci sia il sole,Domenica in montagna in Val di Susa compagni

    RispondiElimina
  12. Anonimo07:42

    sono giunto alle tue stesse conclusioni 20 giorni fa..
    paolo

    RispondiElimina
  13. Si, si, dai !
    Ma quanto siete ri mejo !
    Davvero, non vi meritiamo !
    Questa nazione non comprenderà mai appieno il vosto smisurato talento !
    Non ve ne siete ancora andati?

    Che state aspettando?

    Vabbene,si.'na cannetta, dischettino,giusto quei 20/30 post e poi ve ne andate?
    No, le brillanti analisi, no, grazie.

    Si, la porta la chiude Patsy.
    Cia'.

    Paolodeck.

    RispondiElimina
  14. No, cara Lameduck, tu proprio non puoi votare Uòlter, se la coerenza è un valore.

    Chiediti piuttosto come mai il Senato sia a rischio: proprio per la miopia e la sconsideratezza del PD. Se il centrosinistra fosse ancora unito, questo rischio non ci sarebbe affatto.

    Dobbiamo punire chi, per fare le fusa ai poteri forti, ha demolito l'idea stessa di un centrosinistra in Italia.

    RispondiElimina
  15. §Secondo me non esiste voto utile o inutile. Bisogna in ogni caso votare secondo le proprie convinzioni. votare sempre qualcuno di cui si ha fiducia. Anche se diventa sempre più difficile avere fiducia.

    RispondiElimina
  16. Anonimo08:59

    Per il meccanismo perverso a cui accenna guerrillaradio, al Senato, abitando tu in una regione dove il PD arriverà sicuramente primo, potresti benissimo votare SA per togliere seggi a Berlusconi. Se ti può essere utile, trovi qualcosa qui:

    http://bengodisity.blogspot.com/2008/03/gennaro-carotenuto-larte-di-votare-ai.html
    http://www.gennarocarotenuto.it/2083-larte-di-votare-al-tempo-del-porcellum

    E.

    RispondiElimina
  17. Io personalmente ho sempre votato e votato a sinistra. Ma dopo l'ultima legislazione mi è venuta una tale nausea che il mio preziosissimo voto non lo avra nessuno dei partiti esistenti. A parer mio non esiste il dubbio: ormai è dal lontano 1994 che abbiamo avuto legislazioni di destra e di falsa sinistra e personalmente non è cambiato nulla di importante. Io sono assolumente convinto della tesi di Montanelli. Bisogna che gli italiani tocchino il fondo per bene per risvegliarsi ed essere convinti della necessità di un cambiamento radicale...

    RispondiElimina
  18. Io proprio non ce la faccio. Lo schifo e il vomito è più forte di me.
    Pensa che faccio fatica anche a votare sinistra arcobaleno!

    Del resto mi pare che una bella e sonora sconfita al signorino Veltroni non starebbe poi così male

    RispondiElimina
  19. Anellidifumo09:58

    Puoi votare tranquillamente SA anche al Senato, dal momento che è lì che si vedrà se SA supera l'8%. Se supera l'8, il PDL, arrivando secondo, avrà da 1 a 3 senatori in meno.

    Magari ti è d'aiuto questo:
    http://www.anellidifumo.ilcannocchiale.it/post/1861552.html

    RispondiElimina
  20. Scilla Cotti Borroni10:07

    Non ci resta che sperare nei side-effects di Viagra e Cialis.

    RispondiElimina
  21. @ tutti
    Siate più chiari nelle indicazioni, che mi confondete ancora di più.
    E' proprio necessario, tipo pistola puntata alla tempia, votare PD o si può darla a Bertinotti con riserva?
    Nel senso che se poi ci delude, stavolta sono volatili per diabetici?

    RispondiElimina
  22. Anonimo10:31

    Vota socialista e non ti pentirai.
    Perlomeno salvi un partito panda
    :-)

    http://www.circolorosselli.ilcannocchiale.it/
    www.partitosocialista.it

    liblab

    RispondiElimina
  23. virginie10:33

    tiens, tiens, questa non me l'aspettavo: lameduck confusa è una notizia. io ho già votato dunque i dubbi (che peraltro non mi hanno sfiorata) sono alle spalle. però questo tuo post mi ha buttato nella nebbia: ti avevo appena linkato in un post sul voto disgiunto e scopro che, evidentemente, tu pensi non funzioni. per quanto avevo capito io (ma a questo punto dubito del mio QI) semmai sarebbe viceversa: se vuoi votare utile: Pd alla Camera. e al Senato, nelle regioni in cui il risultato è certo per una delle due coalizioni maggiori, Sinistra Arcobaleno (o Casini, ma non è il caso nostro). Ora però mi metti in crisi: nelle regioni a maggioranza Pd forse, in effetti, si finisce per sottrarre i seggi al Pd con risultati discutibili. O no? La confusione è grande sotto il sole. (E, comunque, per quanto riguarda me ho dovuto tapparmi il naso per votare Sa, Pd proprio non ce l'ho fatta e non ce la farei).

    RispondiElimina
  24. Il mio point of view è che occorra votare comunque. Ovviamente sarebbe fin troppo facile dire (poiché non voterò a sinistra) "ok se non sei convinta non votare", invece credo che in questo modo sarebbe una sconfitta. E poi le monache votano, quindi...

    ps: (lameduck, ma la mia "provocazione" proprio non la consideri? l'ho messa online apposta)

    RispondiElimina
  25. E ridaje.. votare bisogna votare per forza altrimenti vince lui.
    Non riesco a capire che valore abbia il voto quando lo si "da via" così...
    No..
    Il voto va meritato e ne Bertinotti ne Uolter lo meritano.. (il mio almeno)...
    Buone nottate insonni.

    RispondiElimina
  26. @ Lameduck che dice:
    "E' proprio necessario, tipo pistola puntata alla tempia, votare
    PD o si può darla a Bertinotti con riserva?"

    Se ho capito bene la faccenda dovrebbe stare così:

    Nell’Emilia Romagna dove la SA potrebbe (?) superare lo sbarramento del 8% si può rischiare di votarla al Senato e alla Camera il PD e gli si permetterebbe in questo modo di governare meglio.
    Nella regione dove voto io è probabile che la SA non raggiunga l’ 8% . Quindi in teoria dovrei votare PD alla Camera e PD al Senato. Ma per puro virtuosismo matematico se votassi Pdl al Senato non interferirei con i seggi che verranno sottratti al PD e alla SA.

    Comunque l'esempio che riporta Gennaro Carotenuto che avevi postato tempo fa è molto chiaro.

    Lui fa un esempio di una regione che chiameremo “porcella”.
    http://www.gennarocarotenuto.it
    /2083-larte-di-votare-al-tempo-
    del-porcellum

    -------------

    Questo invece un articolo su il Corriere della Sera di Sartori il nostro insigne politologo. (una presa in giro diciamo però ha un senso.)

    Voto di sfiducia costruttivo
    di Giovanni Sartori

    Mai come questa volta molta gente è incline a non votare. Anche perché mai come questa volta la gente non sa per chi votare. Mi astengo? Mi turo il naso? Pensa e ripensa mi è venuta una pensata.
    [...]
    http://www.corriere.it
    /editoriali/08_aprile_10/sartori_
    voto_sfiducia_costruttivo_
    ef0d7768-06bb-11dd-b573-00144f486ba6.shtml

    RispondiElimina
  27. virginie11:41

    voilà, lameduck, ho trovato questo: "Emilia Romagna. Qua è scontato che il premio vada al PD. Il voto utile consiste nell'aiutare la Sinistra Arcobaleno, che passerà quasi certamente la soglia dell'8%, a portare via seggi al PdL. Gli elettori dell'UDC possono votare per SA senza problemi, dato che comunque il loro partito non raggiungerà la soglia. Per gli elettori del PD c'è un problema, se usano in troppi il voto strategico allora il PD rischia di perdere il premio (questo invece non accade in Lombardia). Dato però che la distanza tra i due schieramenti fu nel 2006 (ed è secondo la media sondaggi) superiore al 10% non ci dovrebbero essere problemi a spostare un congruo numero di voti verso SA. Un pezzo recentemente apparso su l'Unità è un bell'esempio di come il PD si stia muovendo. Dice ufficialmente di non usare il voto disgiunto (non vuole che troppi elettori lo pratichino) ma segnala che personalità influenti e con credibilità nell'elettorato del centrosinistra, come Gianfranco Pasquino e Mauro Zani, useranno questa opzione". il link per l'analisi completa regione questo: http://www.noisefromamerika.org/index.php/articoli/Il_voto_utile_%282%29%3A_tutto_il_voto_utile%2C_regione_per_regione.

    RispondiElimina
  28. Ricatto
    Se non voti Sinistra Arcobaleno al Senato, io voto Berlusconi al Senato.
    Perchè dire che 500 gradi centigradi sia meglio che 520 a me pare una cazzata.

    Pensatoio

    RispondiElimina
  29. In realtà la rispsota calcolata c'è. Qui, sul Noise from Amerika trovi il ragionamento documentato con le percentuali su che cosa votare dove. Per esempio, in Toscana il premio di maggioranza andrà ai democratici e SA dovrebbe passare il tetto dell'8%: ora, con il premio di maggioranza al PD, il resto dei senatori se li contenderanno SA e PdL, e più senatori prende SA meno ne prende il PdL, quindi conviene votare SA anche al senato, anche in funzione antisilvio.

    RispondiElimina
  30. Io invece non ce la faccio proprio a votare il vermone.
    Sarà un fatto di nausea e vomito. D'altra parte mi pare che sle probabilità di successo del PD siano quasi inesitenti..
    Allora, tanto vale fare una battaglia di qualità.
    Del resto, sono di stomaco debole, e faccio molta fatica a votare finaco Sinisra Arcobaleno. Per cui mi sa, a questo punto che voterò per la compagna Flavia D'angeli....,
    Flavia for presidenti!!!!

    RispondiElimina
  31. Lameduck
    se vuoi fare una cosa giusta, vota così:
    Camera PD
    Senato SA
    È l'unico modo per dare un voto vicino a noi e che può servire ad impedire la vittoria a Berlusconi.
    Camera al PD è essenziale fidati.
    Non voglio più vedere Berlusconi al governo.

    RispondiElimina
  32. Per chi ha dubbi: il voto a SA dove il PD vince non toglie seggi al PD ma al PDL.
    Potrebbe succedere solo nel caso in cui il PD dovesse prendere più del 50% dei voti, cosa che non risulta da nessuna stima di voto.
    In Lombardia il PDL è fortissimo, prenderà circa il 53%. In quel caso SA se supera il quorum toglie un seggio al PD ma ben 3 al PDL.
    Nel mio blog "fiaccola.blogspot.com" lo spiego abbastanza bene nel post "il PD vincerà le elezioni: ecco come".
    se volete...

    RispondiElimina
  33. anto13:49

    con molta afflizione, ho deciso di votare quel paraculo di uolter, berlusconi e i suoi non solo non li sopporto, ma cominciano a farmi seriamente paura, più dell'afflizione..
    Lame, per il voto disgiunto, credo che in ER, che non è regione in bilico, valga la formula invertirsa, PD alla camera e SA al senato

    RispondiElimina
  34. Anonimo13:57

    Cara amica,
    guarda che votando al senato SA, il mio partito, che a me non pare poi così male, anzi mi piace, togli solo seggi a Berlusconi. E poi non si può lasciare che Veltroni ci chieda i polsi per tagliarci le vene. Visto che la sua ossessione è eliminarci.
    Votiamo tutti sinistra arcobaleno e poi teniamoli d'occhio perché finalmente facciano qualcosa di buono. L'America disneyana di Veltroni (in piena recessione) non è poi un granché meglio del Berlusca. Basta ricatti con lo spauracchio dello psiconano: è così che la sinistra è andata in crisi, riprendiamoci la nostra egemonia e votiamo come ci pare.

    RispondiElimina
  35. Sono quasi certa che vincerà Veltroni, la campagna della “sinistra colorata cangiante” sembrerebbe fare il gioco della destra, con la loro campagna elettorale stile wwf, salviamo la sinistra come salvare la foca monaca o il panda. Se dovessi votare a sinistra voterei Ferrando o Sinistra Critica. Perché dovrebbe fregarmene di salvarla questa sinistra arcobalena! Ma li avete ascoltati , continuano a parlare a una generazione di vecchi, le generazioni nuove tipo la mia che non sono poi tanto nuova, è tanto se si ricorda della sinistra: se non hai vissuto il 1989 non sai che cosa era la sinistra. Continueranno ad impedire una governabilità seria, perché deve cambiare lo stato di fatto, perché altrimenti se vincerà la lega con l’innominabile, e la destra di Fini, “hanno già deciso” che l’Italia dovrà fare bancarotta.

    RispondiElimina
  36. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  37. ( ho cliccato elimina senza volere :-)
    Non mi preoccuperei della laicità dello Stato, come giustamente fa Lameduck, ne vedremo delle belle. L'importante è che non vinca il Pdl. Quasi sicuramente Casini si schiererà dalla parte di chi vincerà e la SA avrà i suoi seggi in Senato. Se non cogliamo questa occasione per fottere definitivamente l'innominabile una volta per tutte, sarà molto più brutta di come ci si possa immaginare.:-(

    RispondiElimina
  38. Cara Gertrude,


    dai un'occhiata qui:

    http://www.noisefromamerika.org/index.php/articoli/Il_voto_utile_%282%29%3A_tutto_il_voto_utile%2C_regione_per_regione.?fb=keywords

    Se voti in Emilia Romagna e ci tieni a mettere i bastoni fra le ruote al nano è molto meglio che voti SA al senato. Se poi hai proprio deciso che la vita religiosa fa per te puoi sempre votare PD alla camera sperando in un miracolo di Uòlter

    un abbraccio,

    Vittorio

    RispondiElimina
  39. argh...il link non è apparso,

    ci riprovo:

    noiseFromAmerika

    cmq il puntoè che il PD ha una solida maggioranza in Emilia Romagna e quindi si aggiudicherà il premio di maggioranza mentre SA e Berlusconi si dovranno contendere la quota di minoranza dei senatori.

    Scherzi del porcellum

    Vittorio

    RispondiElimina
  40. Mario, vengo con te in Val di Susa.
    Lame, non ti ci vedo in clausura (anche se saresti sempre una gran ficona). Per quanto mi riguarda, dopo aver votato PRC da quando esiste, sono così delusa, incazzata, presa x il culo, con le palle in cantina che quest'anno non andrò a votare. E non mi triturate i coglioni accusandomi della vittoria dello psiconano.
    Bacio
    Giovanna

    RispondiElimina
  41. Il dramma è che pure da monaca ti toccherebbe votare :D

    RispondiElimina
  42. Si.





    (Meglio monaca che votare Veltroni).

    RispondiElimina
  43. io temo in maniera sfacciaa berlusconi.ho appena autoprodotto questo cartone animato che dimostra perfettamente la cosa

    http://it.youtube.com/watch?v=0DUBzklVT9w

    RispondiElimina
  44. Non so se te l'ha già detto qualcuno, in Emilia Romagna vota ASSOLUTAMENTE Sinistra Arcobaleno al Senato, è importantissimo che raggiunga il quorum perchè ruba senatori a FI!!!

    In FVG, dove ci sono solo 7 seggi, è impossibile che la SA ne prenda uno, il risultato quasi assicurato è 4 al PDL e 3 al PD, meglio votare PD che non si sa mai che non ne prenda 5...

    Cachorro Quente

    RispondiElimina
  45. Io penso che bisognerebbe comunque votare là dove ci "porta il cuore".
    Comunque, nelle Regioni rosse votare SA vuol dire togliere seggi a Berlusconi, in quanto dato vincente il Pd che così prende il premio di maggioranza, i seggi rimanenti vanno spartiti tra gli altri.
    Quindi più voti alla SA meno possibilità per il PdL.
    Da me, se vuoi, trovi anche un post (il penultimo, proprio su questo.

    RispondiElimina
  46. Sono Davide, e appartengo a un circolo online del partito democratico.
    Potrete trovarlo al sito www.pdobama.net
    Dentro potrete trovarci le nostre discussioni, dei nostri documenti che spiegano perché votare PD e anche una chat 24ore su 24 in cui parlare con noi del circolo e, in alcuni giorni segnalati, anche con alcuni candidati o persone di rilievo.
    Spero passerete a trovarci, e che riusciremo a darvi qualche motivazione in più per non essere proprio schifati dal PD.

    RispondiElimina
  47. Salazar17:45

    Non c’è scampo Lameduck, devi votare PD alla Camera e SA al Senato.
    Io ci vivo già lontano dall’Italia, non in Nuova Zelanda ma una dozzina di ore di volo non sono male come lontananza, e anche qui non c’è scampo: gli amici locali come mi vedono puntano il dito su di me e chiedono “come sta Berlusconi?” quasi soffocando e piegandosi in due dalle risate. E questo e solo l’inizio, non ti dico cosa succede poi, quando l’ambiente si scalda. Sono esente dalle sue leggi e dalla rovina che può procurare ma non sono esente da lui!
    Mi sento il più deficiente di un popolo di deficienti e mi vergogno come un ladro.
    Quindi vota per la tua e anche per la mia sopravvivenza, oppure comincia a pensare all’acquisto di una bandana, che ne diresti di un bel disegno cachemire sul violetto....

    RispondiElimina
  48. Io la penso così:
    Col “porcellum”, piaccia o non piaccia, chi prende 1 voto in più (camera) vince. Al Senato il meccanismo è un po’ più incasinato ma la sostanza resta. Chi vince governa per i prossimi 5 anni.
    Ora, oggettivamente chi ha questa possibilità, anche questo piaccia o non piaccia, sono solo in 2 Veltroni o Berlusconi.
    Dunque il bersaglio grosso è uno solo: Berlusconi e la sua banda.
    Possiamo continuare anni a discutere che si può colpire anche una zanzara, imbragare uno scarafaggio, schiacciare il verme che fa schifo, ma il bersaglio grosso resta ed è solo quello.
    Tutto il resto, oggi come oggi, è bruciore di culo, gargarismi e pugnette.
    Mi sono convinto che con Berlusconi “un Paese normale, resta un sogno”.
    Prima che ce lo togliamo dai coglioni meglio è, questa volta è l’attimo fuggente, ....
    Il voto disgiunto è una grande patacata.....
    il resto ne Il senio mormora

    RispondiElimina
  49. MO-NA-CA! MO-NA-CA! MO-NA-CA!

    RispondiElimina
  50. Guerrilla Radio e Anelli di Fumo ti hanno dato informazioni corrette.

    In Emilia-Romagna, PD alla camera e SA al senato

    Sono stato abbastanza chiaro? :P

    La spiegazione è semplice. La legge elettorale assegna i premi di maggioranza al senato su base regionale.

    In Emilia romagna, la SA, ha ottime possibilità di superare il quorum ed eleggere senatori.

    Il numero di senatori è fisso per ogni regione.

    A chi prende la maggioranza al senato viene assegnato il premio di maggioranza, che deve come minimo assegnare il 55% dei seggi. il restante 45% viene spartito tra gli altri.

    Se alla spartizione partecipano più partiti, il numero di senatori spartiti tra i "perdenti" è inferiore, di conseguenza, ogni partito "perdente" avrà meno senatori.

    Facendo in modo che la SA concorra alla spartizione dei senatori tra i "perdenti" limita il numero di senatori eletti per il PDL.

    Spero di essere stato esaustivo ;)

    RispondiElimina
  51. Monaca, a parte che non ti ci vedo, ma la Binetti verrebbe sicuramente ad onorare la tua conversione.
    Che non sia meglio il molle UOLTER.

    RispondiElimina
  52. rigore è quando arbitro fischia.

    RispondiElimina
  53. Anonimo23:31

    Ho sempre votato sinistra. Ma mi aspettavo qualcosa di più dalla Sinistra arcobaleno, e per fermare Berlusconi e la Lega dobbiamo votare Pd. Sennò saranno guai per tutti e non ci saranno altre elezioni. Livio

    RispondiElimina
  54. ur_ca23:44

    Lameduck ha detto...
    E' proprio necessario...votare PD o si può darla a Bertinotti con riserva?

    Dalla a chi vuoi Lameduck, se sei come nella foto... complimenti! x una suorina così si potrebbe votare anche a sinistra.

    RispondiElimina
  55. Ma guarda te quanti calcoli bisogna fare al giorno d'oggi per votare?!
    Cos'è 'sta storia che PD alla Camera e SA al Senato va benissimo?

    RispondiElimina
  56. Anonimo08:27

    Ciao, premesso che sono emiliano e che per me il voto utile è tutto ciò che mi eviti di vedere Berlusconi, Bossi e Ciarrapico al Consiglio dei Ministri e che non me ne frega un cazzo di tutto il resto (le ideologie in cui credevo sono morte e sepolte da un pezzo):
    - Alla Camera bisogna votare PD, semplicemente perchè è l'unico partito che può battere il PdL (ultimi sondaggi semiclandestini danno un distacco basso e in calo);
    - Al Senato bisogna votare Sinistra Arcobaleno: il PD in Emilia Romagna sicuramente avrà la maggioranza relativa e si prenderà i relativi 12 seggi. Se SA non arriva all'8% il PdL si prende tutti e 9 i senatori destinati alle minoranze. Ma se SA raggiunge l'8% (soglia di sbarramento regionale) il PD continua a tenersi il premio di maggioranza (i suoi senatori saranno 12 sia che prenda il 40% in Emilia-Romagna, sia che prenda il 50%), e i 2-3 senatori che prende SA vengono sottratti al PdL (da 9 a 7-6).

    Due-tre senatori potrebbero fare un'enorme differenza, se pensi che la maggioranza del PdL al Senato (sempre se ci sarà) sarà al massimo di 4-5 senatori.

    Ciao

    Marco

    RispondiElimina
  57. Anonimo21:22

    io votero convinto Di Pietro.


    Silvio Berluschino

    RispondiElimina
  58. Anonimo21:26

    aggiungo,

    bisogna secondo me essere un minimo realisti.la questione sui diritti civili va bene,le coppie di fatto va bene.la laicità dello stato va bene.

    ma non sono le questioni prioritarie in questo momento.il problema sono i salari,la riforma istituzionale,il lavoro.solo il pd puo dare una soluzione equilibrata a questi problemi,e non paragoniamo Veltroni a Berlusconi.
    dal punto di vista personale stiamo parlando di una persona onesta contro uno che il piu ricco d'italia con 3 televisioni ,processi in corso e scheletri nell'armadio.


    pragmatista di sinistra

    RispondiElimina
  59. ur_ca22:45

    voterò la Santanchè, che oltretutto è anche boona e intelligente. I comunisti non hanno ragione di esistere ideologicamente. L'italia è ultima in europa per "merito" del loro ostruzionismo allo sviluppo delle imprese e dei lavoratori, controllati alla sovietica. Credono ancora che il comunismo sia giusto e che le tragedie storiche e contemporanee (in tempi di magra non è escluso che in cina non si siano nutriti anche delle neonate che di regola uccidono tuttora - amnesty int) siano dovute solo a una male applicazione dei dettami del comunismo. Non è vero che abbiano liberato l'italia dal fascismo. Hanno influito come il due di coppe a briscola, inoltre usciti in gran dalle cantine dopo la partenza dei tedeschi, scaricavano odio e invidia anche sui preti con l'intento di portare l'italia con i titini (solo ora il comunista napolitano recita il mea culpa in terra d'istria, un po' tardi no?)nella sfera sovietica.
    Ma con che stomaco vi dichiarate comunisti? vergognatevi.

    RispondiElimina
  60. ma lo sai che mesi fa, quand'ho trovato quella cartolina in piadineria, l'ho imbrattata con un fumetto che diceva "io ho votato partito democratico!".
    X-D

    RispondiElimina

SI PREGA DI NON LASCIARE COMMENTI ANONIMI MA DI FIRMARSI (anche con un nome di fantasia).


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...