sabato 3 maggio 2008

Un carciofo ad orologeria

Questa è una notizia che, come diciamo noi, ha i maroni e che nemmeno la "Domenica del Corriere" della realtà romanzesca avrebbe osato immaginare. Meno male che almeno non hanno tirato in ballo gli anarcoinsurrezionalisti.

Alla faccia del logorio della vita moderna, non possiamo fidarci più nemmeno dei miti carciofi.
Anche questo è un segno delle mutazioni prodotte dalle modificazioni ambientali (escludendo il gesto di un unabomber vegetariano). Dopo il famoso carciofo alla giudìa, il carciofo alla Bombarola, farcito con un tritolo di aglio e prezzemolo e condito da una spruzzatina di polvere pirica.
Posso dirvi solo questo: attenzione agli ananas.


OKNotizie
Vota questo post su OKNotizie!

10 commenti:

  1. ur_ca00:49

    Colpa di Berlusconi e dei suoi mafiosi, scommetto!

    RispondiElimina
  2. Salazar02:49

    Lameduck, rispondo qui al “gabbiano Silvio”: il pennuto migratore di cui a quel post, che a quanto sembra dall’Italia non migra mai, ha sempre nicchiato con l’Europa, si é tenuto sempre non completamente a favore e non completamente contro, era felice che l’Italia fosse nell'UE solo quando, in qualche summit, poteva bearsi di essere uno di quelli “che contano” davanti alle (sue) tivvú. Ora non può più nicchiare: o perde Rete4 o arrivano le multe, che saranno salate e giornaliere e solleveranno un bel polverone. Certo, tutti i suoi media grideranno all’intromissione e allo scandalo e agli europei comunisti e culattoni, ma in Europa delle tivvù di Berlusconi se ne fanno un baffo (anche di lui, per altro) e i soldi da pagare restano sempre soldi da pagare.
    La decisione di non decidere su Rete4 del fu Governo Prodi mi é piaciuta assai: hanno lasciato a lui la patata bollente (o il carciofo esplosivo) e adesso credo che se ne stiano tutti lì ad aspettare gli eventi in perfetto silenzio.

    Per quel che riguarda gli ananas non sono preoccupato, ma devo dire che sto occhieggiando i frutti quasi maturi sull’albero di papaia che ho in cortile con sguardo rinnovato e sospettoso. La risposta alla domanda é Brasile.

    RispondiElimina
  3. Niente rispetto al cetriolo globale...

    RispondiElimina
  4. La natura che si sta ribellando?

    RispondiElimina
  5. ur_ca22:39

    Io mi chiedo, ma quale deformazione cerebrale può indurre a gioire per la chiusura di tv private e relativi posti di lavoro, attive e seguite costantemente da milioni di persone senza nessun canone da versare? Indubbiamente l'aria delle favelas, dei trans e dei carnevaleschi lati B, danno alla testa.

    RispondiElimina
  6. Salazar02:55

    Caro ur_ca, lo sappiamo già tutti che sei un coglione, non serve ribadirlo ad ogni intervento, ormai sei arrivato ad un punto tale che potresti tranquillamente vivere di gloria.
    Questo post potrebbe finire qui, ma l’educazione del postare dice che é bene argomentare, quindi argomento: rapidamente dico che la vicenda Rete4 non é una chiusura ma una sostituzione con un’altra tivvú, che guardacaso possiede legalmente i diritti delle frequenze usate, e passo al caro ur_ca, che é un soggetto sinistramente attraente.
    Le idee politiche del nostro non esistono, l’unico percorso logico desumibile dai vari interventi é l’affermazione del contrario, sempre, su qualsiasi cosa e sempre arrivando – nel finale - agli insulti personali rivolti al primo scrivente. Questo comportamento rivela il non interesse a discutere l’assunto trattato ma soltanto la voglia di attirare la controparte in una rissa verbale, denunciando così una marcata aggressività dovuto forse ad una vita “reale” vissuta nella repressione senza possibilità – o forza di carattere, o volontà inconscia - di sfogo.
    Sfogo che puntualmente arriva nel web, complice l’anonimato e il potere di defilarsi dallo scontro se non prende la piega voluta. In più, cosa importante, il non dover discutere argomenti personali “intensi” come sarebbe richiesto in una discussione con persone vicine a lui nella vita reale. Evidentemente non posso conoscere la causa di questa repressione/aggressione: forse una omosessualità latente non accettata per convinzioni morali. Un complesso edipico non superato, con la vecchia madre amata/odiata che lo comanda a bacchetta, oppure lo stesso complesso rilocato nel rapporto con la moglie.
    Istruzione e cultura sono sufficientemente buone, ma usate male e sempre con fini strumentali e di rivalsa, non ai fini di scambio di informazioni o di ricchezza intellettuale ma quale impianto alla immancabile aggressione susseguente. Interessante é stata la consultazione di una fonte riportata dal nostro tempo fa: un certo Claudio Mutti, becero storico revisionista e negazionista, che definisce se stesso come nazi/maoista chiaramente per edonismo e pura voglia di apparire. Gli scritti di questo signore (che criticano tutto a tutto campo) forniscono una inaspettata base/alibi al nostro ur_ca per negare l’origine strumentale dei propri scritti (esclusivamente dettati da repressione e aggressività) riconducendoli ad un sistema di pensiero più vasto e non suo, e quindi dandogli la possibilità di negare a livello conscio il suo disagio/malessere, da tutti percepito in questo blog come coglionaggine.
    Certamente il nostro ur_ca negherà tutto questo (più che tipico) e dirà che il coglione sono io, va bene, può essere, nulla é sicuro a questo mondo. Comunque, caro ur_ca, da questo momento in poi semplicemente per me hai cessato di esistere. Addio.

    RispondiElimina
  7. ur_ca10:39

    invale nel popolo di questo blog, in gran parte imbrattato da allucinanti incubi antiberlusconiani, il gusto di dare del finocchio a coloro che non sono di sinistra. Vero è che i finocchi sono stati perseguitati dal nazifascismo, così come internati nei gulag comunisti anche di cina e cuba (i campi d’internamento furono inventati dallo sbandierato Che) e che perciò li si debba criminalizzare, ma piaccia o non piaccia io sono felicemente etero. Consumato sì, purtroppo, e un po' rincoglionito forse, ma la natura stessa è vittima delle inesorabili leggi dell'entropia.
    Purtroppo, questi bei tomi affetti da logorrea inafferrabile, invece di argomentare pontificano giudizi con farneticanti analisi da psicotici possessori di verità inconfutabili.
    Godere di decisioni assunte in ambito europeo per bilanciare presunti interessi di comunicazione territoriale, che comunque ricadono sulla testa di migliaia di lavoratori e di cittadini liberi, è come gioire delle quote latte che riducono al lastrico parecchi agricoltori italiani. Nessuno ha mai detto che siano illegali. Semplicemente creano scompensi dei quali non si può gioire solo perché si tratta di aziende controllate dall’odiato nanetto.
    In breve (scusami ho fretta) ti consiglio di tenere d'occhio le tue papaie invece di pontificare cazzate.
    N.B. tu per me esiste, purtroppo, ma la tua specie è in via di estinzione e questo mi consola

    RispondiElimina
  8. Ma l'argomento qual era ?

    RispondiElimina
  9. Scusa se scrivo qui, magari in OT...
    ma che tu sappia, è possibile consultare l'elenco degli ultimi post su blogger, in base alle categorie e vederne, un'anteprima??
    Insomma, esiste una community blogspot?
    Ho aperto un blog ma non so come accedere agli altri delle rete

    :-(

    RispondiElimina
  10. Francesca16:09

    Salazar, concordo.
    Purtroppo per qualcuno è sufficiente sapere se si è di dx o di sx per tirare le somme:beato lui!

    RispondiElimina

SI PREGA DI NON LASCIARE COMMENTI ANONIMI MA DI FIRMARSI (anche con un nome di fantasia).


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...