mercoledì 17 settembre 2008

Paolini paperini


Fiumicino, esterno giorno, primi mesi del 2008. E' in corso la trattativa con Air France per trovare un acquirente per la compagnia di bandiera italiana sull'orlo del fallimento. Il governo Prodi privilegia la pista francese perchè l'asta per il salvataggio è andata fino a quel momento deserta ed Air France è l'unico gruppo che abbia presentato una proposta concreta.
Appena si dice "chi vuol comperare Alitalia?" tutti i capitalisti coraggiosi italiani si chinano a raccattare immaginari fazzoletti.

Sui giornali e sui servizietti dei TG la parola d'ordine è "ohibò, si svende ai francesi". Si parla di 2500 esuberi e l'atmosfera è di grande solidarietà con i lavoratori a rischio del posto di lavoro. Bisogna far notare quanto dannoso sia il governo di centrosinistra, così poco patriottico ed antipadano.
Alla fine i sindacati (quanto poco lungimiranti, ahimé) non ci stanno. La trattativa termina con un nulla di fatto e la Francia stacca la Spinettà. Au revoir les enfants.
Dopo poco cade anche il governo Prodi e arriva Berlusconi che inizia subito a favoleggiare di cordate italiane in grado di portare in salvo la pulzella alata.

Fiumicino, esterno giorno, settembre. Il governo ha presentato un piano di salvataggio che non vi descrivo; se volete sapere che razza di pasticcio è, ve lo lascio raccontare da Travaglio nel filmato che segue.



Questa volta i coraggiosi partecipano, eccome, visto che i debiti li paghiamo noi e gli eventuali utili li intascano loro. Si parla di ben 25.000 esuberi ma non importa, la parola d'ordine è "il piano dovrà essere accettato perchè non c'è alternativa". O affogare o affogare.
I lavoratori in sciopero questa volta cominciano a stare sui maroni ai reporter che ci intrattengono quotidianamente dall'aeroporto dove si consuma il dramma della sciura Colombo che non può partire per Sharm.

Che sagome i giornalisti dell'informazione radiotelevisiva. Quando scioperano loro, si resta a TG spenti per tre giorni di fila e guai a chi fiata. Potrebbe aprirsi un buco nero in Piazza San Pietro ed inghiottire il Vaticano lasciando solo una scarpetta rossa da una parte, che loro non farebbero una piega.
Invece se scioperano altri lavoratori, soprattutto quelli dei trasporti, li vedi che corrono ad intervistare le vittime dei "disagi", del "caos" e devi vederli come raccontano, tutti sudati, dei "disordini" provocati dagli scioperanti.
Non riuscirò mai a capire perchè sia così difficile per l'inviato del TG solidarizzare con i compagni di sventura.

Perchè, parliamoci chiaro: non esiste cosa peggiore per chi può far conto solo su quello stipendio mensile, di perdere il lavoro e quindi quella certezza di introito. Non c'è niente di più stressante e disperante per l'equilibrio mentale di un individuo, a parte la morte di un figlio.
E' banale dirlo ma sono cose che voi umani che governate e che vi sbattete le veline non potete nemmeno immaginare, visto che non le proverete mai.
Non stiamo parlando di una questione di aumenti di 100 euro, stiamo parlando di sopravvivenza, e loro aggrottano le sopracciglia pensando alla necessità di tagliare il prelievo da casa del pilota. Cosa vuoi che sia portare un 747 da Roma a New York; secondo il piano del governo, un comandante può benissimo riciclarsi dietro ad uno sportello delle Poste a timbrare raccomandate. Noi comandiamo, voi vi addattate.

Così quando sento Berlusconi che, parlando degli ammortizzatori sociali previsti per i lavoratori Alitalia in esubero, si lamenta che questi (i lavoratori) non devono esagerare nelle pretese perchè non possono (gli ammortizzatori) diventare una forma di privilegio, ecco, penso che costui non dovrebbe permettersi di parlare di cose che non conosce. E, tra parentesi, dovrebbe anche vergognarsi.

Dal canto suo il sindacato, e mi riferisco in specie alla CGIL, peccando come al solito di scarsa lungimiranza e per la smania di nuocere all'unico governo di centrosinistra in circolazione, pagherà cara la non adesione all'offerta di Air France.
Anche se i più agguerriti sono gli autonomi, sono tutti d'accordo a scaricare la responsabilità del fallimento sul maggiore sindacato e a metterlo all'angolo. "Se Alitalia è fallita è colpa dei comunisti".

In quanto all'informazione-kapò televisiva di cui sopra, abbiamo capito finalmente cos'è, o meglio chi è che impedisce ai giornalisti italiani di informare in maniera seria, onesta, obiettiva, insomma professionale, i loro concittadini: Gabriele Paolini.


OKNotizie
Vota questo post su OKNotizie!

17 commenti:

  1. Grazie Lame perchè qui c'è pieno di gente che già si è "dimenticata" come sono andate le cose. E' proprio vero che se berlusconi & company possono dire e fare quello che vogliono la responsabilità è nostra, se non ci prendiamo neanche la briga di ricordarci cos'è successo 6 mesi fa e ci facciamo prendere in giro la colpa è solo nostra. Comunque siccome questa vicenda è a cavallo dei due governi è emblematica per la manipolazione dell'informazione, che tu giustamente hai sottolineato, mitica come al solito!!!

    RispondiElimina
  2. paolini un mito :)

    RispondiElimina
  3. Ciao Lame,certamente su Alitalia è già pronta la campagna mediatica contro "i comunisti" e "i sindacati".
    Approposito di soldi,una cosa seria;
    hai già ritirato qualcosa dalla banca da metterti sotto il materasso in vista della sua insolvenza possibile prossima?
    Abbiamo un articolo in blog; riflettici,e lo stesso valga per gli altri;leggete e pensateci davvero!!
    Che altruisti che siamo noi di Altromedia..;-)

    RispondiElimina
  4. ciao lameduck,ti contatto perchè nel mio blog sto aprendo la sessione Interviste, nella quale intervisterò giornalisti,scienziati e curatori di blog.
    Vorrei poterti sottopporre ad una piccola intervista sempre se per te va bene.
    Puoi rispondermi sul mio blog così ti posso illustrare le modalità.

    Big S

    RispondiElimina
  5. Anonimo08:41

    Uhm. Tu, se fossi capo del Governo, cosa faresti?
    La cosa schifosa di B. non è il fatto che abbia dato mandato a Sacconi di fare un trattativa dura: questo, oggi, chiunque lo dovrebbe fare, visto che il sindacato sta reiterando le stesse stupidaggini di qualche mese fa.
    La cosa schifosa è come B. abbia appoggiato per mere ragioni elettorali le stupidate del sindacato con le fantasie delle cordate italiane contribuendo a aggravare pesantemente il problema.
    Ringraziamo comunque non la CGIL (che stavolta ha poche colpe: le colpe della CGIL si chiamano CCNL Metalmeccanici e CCNL Terziario) ma il sindacalismo autonomo che sta dimostrando tutta la sua incapacità di gestire problemi seri.
    etienne64

    RispondiElimina
  6. Io darei un Nobel per l'economia a chi ha trovato l'attuale soluzione per Alitalia...

    RispondiElimina
  7. Panty09:51

    Bravo Altromedia,ottimo sistema per aumentare l'insicurezza.
    Oltre a Silvio,aiuta anche la Palin,consiglia di comprare una pistola,perchè dopo l'inevitabile crollo delle banche,dovrai difendere i soldi sotto il materasso dalle orde di affamati che non sono stati intelligenti,furbi e previdenti come te.
    Ti lodo per l'altruismo,attendo con ansia altri buoni consigli.

    RispondiElimina
  8. Grande Paolini, profeta dell'anti-informazione di regime.
    ;-)

    RispondiElimina
  9. Alberto12:09

    Etienne65, tu scrivi "le colpe della CGIL si chiamano CCNL Metalmeccanici e CCNL Terziario".
    Nello specifico, il CCNL Terziario NON firmato da CGIL prevede tra l'altro aumenti di stipendio inferiori all'inflazione, e obbligo di lavoro domenicale. La colpa sarebbe caso mai stata se l'avesse firmato..

    Quanto all'argomento Alitalia è solo parzialmente vero che la trattativa con Air France sia fallita per il no dei sindacati. I sindacati si erano detti contrari al piano presentato ma pronti a discutere per trovare un compromesso accettabile, è stato Spinetta ad alzarsi dal tavolo (in concomitanza con le dichiarazioni dell'allora candidato e ora presidente del consiglio)

    RispondiElimina
  10. Anonimo14:10

    @Alberto. E non avendo firmato il CCNL terziario che effetto haottenuto la delegazione della Filcams? Che il CCNL non sia applicabile? No, ovviamente, il CCNL è perfettamente valido così.
    Semmai, aspettiamo che una azienda, appena si vedrà recapitare la comunicazione della costituzione di una RSA Filcams eccpisca, a questo punto con preoccupante fondatezza, "sorry, ma la organizzazione cui Lei appartiene non risulta firmataria di contratti applicati in azienda".
    L'Aventino non paga, se non in termini di consenso interno.
    etienne64

    RispondiElimina
  11. Anonimo14:20

    @Alberto 2.
    "Se si trovava un compromesso accettabile".
    'Sta faccenda della "accettabilità" è davvero curiosa.
    Il sindacato ha la singolare idea che in un accordo e cioé in una cosa che si fa per definizione in due la valutazione della accettabilità sia rimessa ad una sola parte.
    Facciamo un caso semplice semplice. Due tizi stanno discutendo della vendita di un bue. Dice il possibile venditore: Lo vendo a 100.
    Risponde il potenziale acquirente: "Non ti dò più di 50".
    Ora, evidentemente, entrambi possono valutare la proposta dell'altro come "inaccettabile". E quando ciò succede gli accordi non si fanno e tutti amici come prima.
    Perché mai il padrone dovrebbe per definizione ritenere "accettabili" le proposte sindacali?
    Spinetta semplicemente ha detto "'Sto bue mi costa troppo, no grazie".
    E per lo stesso motivo per cui il sindacato può dire di no, così spinetta (o chiunque altro) può dire, no grazie.
    La differenza è che Spinetta perde la possibilità di espandere la sua attività economica, i lavoratori il posto di lavoro.
    Ma questo è un ricatto, dice la retorica sindacale.
    Il che sarà anche vero, ma non cambia i termini della questione. Se concretamente l'alternativa è o mangi questa minestra o salti dalla finestra, bhé, ci penserei mooolto prima di considerare saggio il salto dalla finestra.
    Il punto è che il sindacato non sa gestire una battaglia difensiva anziché offensiva e ciò perché nelle battaglie difensive ci si copre di poco onore e quindi si ha uno scarso ritorno di consenso.
    Ma non capisco perché dovrei plaudire il tentativo del sindacato di spacciare una tattica funzionale solo al proprio consenso interno (fare uno sprezzante Aventino, inutile ma apparentemente ammantato di infinita nobiltà ed onore, manco fossimo nella RSI) per qualcosa di utile per i lavoratori.
    Ci sono le volte in cui si può vincere e le volte in cui l'obbiettivo è perdere il meno possibile. Questa elementare distinzione non è tanto chiara nella testa dei nostri sindacalisti. E non solo per ingenuità, purtroppo.
    etienne64

    RispondiElimina
  12. tra l'altro era da molto che non si faceva vedere...

    RispondiElimina
  13. @Panty,ma scusa,secondo te vado a dire in giro che mi sono messo 500€ sotto il materasso?mica sono pazzo...e poi il collegamento con la Palin e le armi- in un contesto dove si invita a riflettere se sia il caso di prelevare qualche centinaio di euri in banca per arrivare in fondo al mese nel caso di allargamento di una crisi che ,a detta di ESPERTISSIMI(non a detta nostra)potrebbe ancora estendersi anche in Europa- proprio non si capisce...ciao!,

    RispondiElimina
  14. bretzinsky16:13

    OT potresti dare un'opinione?
    http://precariopoli.wordpress.com/2008/09/18/kilombo-social-network-individualista-fascista-servo-di-confindustria/
    https://www.blogger.com/comment.g?blogID=20098079&postID=8027107367302570784&page=1&isPopup=true
    il fascismo dilaga.
    Bretz

    RispondiElimina
  15. Quando succede qualcosa che non piace è colpa dei comunisti. A prescindere! :-/

    RispondiElimina
  16. Anonimo13:07

    la situazione dell'informazione è veramente grave...son senza parole; su alitalia poi ho visto i dipendenti urlare: "meglio falliti che in mano di banditi!".
    Che situazione!
    Laura

    RispondiElimina
  17. Anonimo16:03

    Grazie Lame! Leggo saltuariamente, perchè sono una di quelli che sgobbano da mattina a sera per portare a casa la pagnotta. Cercavo uno scritto semplice, chiaro ed esauriente per spiegare, a chi si è lasciato ammaliare dai canti delle sirene, come sono andate veramente le cose. Ora l'ho trovato!Provvederò a sottoporlo a chi pecca di ingenuità, ma non di intelligenza. Vediamo se riesco a farli ricredere. Che sia la volta buona? Speriamo.....
    Saluti e complimenti
    Vale

    RispondiElimina

SI PREGA DI NON LASCIARE COMMENTI ANONIMI MA DI FIRMARSI (anche con un nome di fantasia).


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...