sabato 11 ottobre 2008

Haiderjugend

Per pura combinazione, giorni fa, sentendo parlare di elezioni in Austria, mi ero chiesta che fine avesse fatto Jörg Haider, il discusso leader dell'estrema destra e governatore della Carinzia del quale si era molto parlato anni fa al momento della sua comparsa sulla scena politica, nel novero della fioritura delle varie leghe e movimenti xenofobi europei.

Ignorato dalle cronache politiche internazionali negli ultimi anni, vi era riapparso solo in termini scandalistici per alcune foto documentanti bagordi a base di birra, salsicce e sbaciucchiamenti tra uomini, pubblicate impietosamente dai giornali per stuzzicarlo su una sua presunta omosessualità. Solo cameratismo, si era difeso. Magari un po' troppo affettuoso ed alticcio, ma cameratismo.

Oggi abbiamo saputo che Haider è morto in un incidente automobilistico. La sua auto si è schiantata contro un palo di cemento, dopo essere sbandata forse a causa dell'alta velocità. L'Austria perde sulla strada un altro suo mito, dopo Falco.

I nostri borghezi piccoli piccoli si sono subito messi in gramaglie e piangono "il grande leader europeo". Per carità, sono convinta che vivendo negli asettici villaggi della Carinzia dove non c'è un geranio fuori posto, diventeremmo tutti xenofobi.
Purtroppo però, al politico con il colorito perennemente al mordente e il loden d'ordinanza non piacevano solo l'ordine e le salsicce ma anche Adolf Hitler, da lui pubblicamente elogiato per la sua politica socioeconomica. Era, diciamolo, un nazista e lo ricorderemo come tale, con il rispetto che si deve a chi non è più in grado di nuocere.

Notarella sociologica. Nelle ultime elezioni austriache, che avevano visto una fenomenale avanzata proprio della destra, il partito di Haider era stato votato soprattutto da quei sedicenni scelleratamente ammessi al voto da ancor più scellerati adulti (sicuramente di sinistra). Ragazzi che hanno ammesso nelle interviste di aver votato l'estrema destra soprattutto perchè affascinati dal carisma mediatico del leader in loden e perchè solo la destra, negli incontri con i giovani, aveva dimostrato di interessarsi ai loro problemi (traduzione: aveva saputo intortarli meglio).
Immagino se accadesse in Italia di far votare le sedicenni. Scamarcio for president.
Il problema, intendiamoci, non è che i giovani votino destra. Il suffragio universale sta diventando una jattura e la gente in generale vota alla cavolo di cane, senza pensare alla propria storia ed agli errori commessi in passato. Credete che i sedicenni austriaci della Haiderjugend sappiano qualcosa della Hitlerjugend?

Non c'è niente da ridere, comunque. Pare che il successore di Haider, Doerfler, sia assai peggio del defunto, in quanto ad estremismo. Non sarà proprio vero che sono sempre i migliori che se ne vanno?

26 commenti:

  1. Panty22:52

    Purtroppo ,la subitanea e prematura,scomparsa di uomini di tale levatura,così come potrebbe essere per grandi personaggi come Borghezio.Calderoli o (il Signore non voglia) lo stesso Cavaliere,è un grande dramma per la società.
    Pensateci bene e mi darete ragione.

    RispondiElimina
  2. Della Hitlerjugend a me piace tanto il taglio di capelli, ma votare destra diciamolo una buona volta è del tutto freudiano, una sorta di tappa psicologica per l'evoluzione di un adolescente, per il suo ego. Per motivi imperscrutabili tranne dalla psichiatria la destra, estrema poi, parrebbe l'unica via d'uscita per appropriarsi di una identità che non si possiede. Se si crede anche in dio il gioco è fatto è del leader che hanno bisogno. Libertà -religiosa, di pensiero, di parola, di voto, di culto, di opinione, di espressione- questa sconosciuta.

    RispondiElimina
  3. Ah però non pensavo che ci fosse un altro pazzo già pronto a sostituirlo!

    Concordo...dare il voto ai 16 anni è terribile per la democrazia. A 16 si è totalmente mongoloidi!!
    Anche a 18...età in cui si guida per la prima volta la MAGGHEEEEEEEEEEENA!!!!!!!!!
    Bisognerebbe restaurare i 21

    RispondiElimina
  4. Debora00:07

    Papera però, facci caso: il suffragio universale è diventato una jattura in coincidenza con l'avvento della TV 24/7.
    Nei gloriosi '70 c'era forse persino ancora analfabetismo, ma la gente riusciva ad essere meglio informata e a ragionare più sensatamente.
    La TV ha prodotto elettori imbecilli a cui dovrebbero essere tolti i diritti civili.

    RispondiElimina
  5. Non dimentichiamoci nemmeno di come il Movimento Giovani Padani stia facendo sempre più proseliti nelle organizzazioni studentesche. E se un tempo passava il messaggio del leghista "rozzo", ora, invece, per molti giovani, viversi e dichiararsi "padani" fa "fico".

    RispondiElimina
  6. ora, invece, per molti giovani, viversi e dichiararsi "padani" fa "fico".

    Per me fa sempre ROZZO. Magari anche fico, ma comunque fico ROZZO.

    RispondiElimina
  7. Adetrax11:06

    Alcol, droga e velocità, 3 cose fatali quando sono messe assieme in una qualsiasi combinazione; eh si che con tutte le stragi del sabato sera dovremmo essere edotti sui pericoli che si corrono.

    L'Austria perde sulla strada un altro suo mito, dopo Falco.

    Si, ma è successo 10 anni fa e soprattutto non in Austria ma in sud America (posti pericolosi a prescindere), anche se sempre in un incidente d'auto.

    Credete che i sedicenni austriaci della Haiderjugend sappiano qualcosa della Hitlerjugend?

    Li allevano da piccoli ... comunque forse si, forse non pochi sanno, dato che leggono di nascosto un sacco di libricini sui loro beneamati antenati.

    Comunque, riguardo alla xenofobia, è dalle invasioni turche che in Austria sono rimasti scottati a sufficienza per i secoli a venire.

    Guardando bene Falco mi sembra un po' un incrocio, non lo so, la mimica facciale, i gesti, ecc.

    Per entrambi: pace all'anima loro.

    RispondiElimina
  8. Adetrax11:39

    P.S.
    In ogni caso ci sono ancora parecchi personaggi pubblici che tengono alta la bandiera, ad es. Schwarzenegger (ma dividendo in due il cognome prima della n, che si ottiene ?).

    RispondiElimina
  9. Dice che era diventato più moderato che alla tenera età di 58 anni aveva capito che era un pò sopra le righe.
    Nella peggiore delle ipotesi è morto un nazista, nella migliore un politicante opportunista.
    Non ne sentiremo la mancanza.

    RispondiElimina
  10. il problema è che mentre è molto difficile trovare il ricambio per uomini grandi, per grandi cretini c'è solo l'imbarazzo della scelta.

    una buona domenica

    RispondiElimina
  11. Mi dispiace per il palo e gli auguro una pronta riparazione.

    RispondiElimina
  12. @lameduck
    http://www.bzoe.at/download/Parte_Joerg_Haider.pdf

    RispondiElimina
  13. Federica17:37

    Del suffragio universale che sta diventando una iattura, non sei l'unica a parlare, e meriterebbe una seria riflessione. Non per togliere il voto (oddio, io in certi momenti...), ma per far capire ai troppo volutamente o non volutamente ignari il problema alla base: che la scuola è nello stato in cui è, i genitori difendono i figli quando danno giù botte all'immigrato, e non solo i giovani sono in balia del più alto grado di ignoranza, menefreghismo e deficienza dai tempi del dilagare delle dittature. Non conoscono la storia, vero. Nè sanno che nel passato si comprende il presente- o si dovrebbero evitarne gli errori. Non dirò nulla di nuovo, c'è un'intera letteratura sulla destra e la figura paterna, ad es., ma la destra, devo dire una certa destra, è tutta basata sugli istinti umani primitivi, quindi anche giovanili: il bisogno della figura forte, la risposta più semplice tra due possibili (guerra anzichè diplomazia, ad es.), la paura del diverso, la pigrizia del non cercare di capire, la semplificazione della realtà in due opposti, senza sfumature, il grido alla vendetta, lo status quo-e potrei andare avanti, ma mi fermo. La destra che è più furba trova un terreno fertile che non si lascia sfuggire. La sinistra, intanto, dialoga.

    Ho scritto un po' po' di sproloquio. ;)

    RispondiElimina
  14. federica17:38

    federica = morpheus, che non si pensi che voglio nascondermi.;)

    RispondiElimina
  15. Da quelle parti Austria e Germania intendo non ho avuto notizia o chiacchiera che qualcuno lo pianga. Probabilmente tutti gli amici che ho sono comunisti , ma di questo Jörg Haider più che affermare che sia -o sia stato a questo punto- “un pagliaccio” non ho mai ricevuto notizie. Positive intendo, “un senso di vergogna” invece spessissimo. Su il fatto che votino a 16 anni trovo la tua affermazione equivoca a mio avviso si dovrebbe votare a 14: sarebbe ora che all'età più giovane possibile ognuno si prendesse le sue responsabilità.
    ctz.Lameduck, “quei sedicenni scelleratamente ammessi al voto da ancor più scellerati adulti (sicuramente di sinistra)“.
    Bho.

    @ a Debora di petrolio. Che significa -per i comuni mortali- “TV 24/7 “ ?
    Grazie per la dritta. Eventuale.

    RispondiElimina
  16. Povero palo, ma poteva andare peggio: pensate che tragedia se fosse stato un innocente abete a fermare il nazista.

    RispondiElimina
  17. Premesso che è da quando lavoravo in Tirolo che mi chiedo, senza trovare risposta, come si spieghi il rapporto evidente che c’è tra i balconi senza un geranio fuori posto e il conservatorismo viscerale, io non sono contrario al voto per i sedicenni. Magari voteranno Scamarcio (uno peraltro che pare abbia dichiarato «sono di sinistra, ma il migliore è Berlusconi»…), però chissà mai che a ‘sti sedicenni non gli venga poi la curiosità di interessarsi a cosa combina il tizio per cui hanno votato.

    Saluti
    Primaticcio

    RispondiElimina
  18. Panty00:04

    x nike,dopo lunga riflessione ho concluso che 24/7,potrebbe voler dire che la TV si guarda solo il Ventiquattro Luglio ma mancando un anno di riferimento,sono più propenso a credere che si tratti di una corruzione dell'americanismo H24/D7,in italiano O24/G7,volgarmente per esteso 24 ore al giorno,per 7 giorni alla settimana.

    RispondiElimina
  19. @panty direi che la tua analisi delle 24 ore 7 giorni la settimana mi ha convinto.

    RispondiElimina
  20. Anonimo10:52

    secondo me siete un po' ingiusti con i sedicenni: se in austria l'estrema destra ha preso il 30% circa mi sa che non è solo colpa loro. A occhio e croce direi che anche i loro fratelli maggiori, genitori e nonni hanno contribuito...
    sarebbe come dire che la Lega in Italia è votata dai giovani.
    Paolo

    RispondiElimina
  21. @ panty
    ci ho pensato ma non riesco a percepire il dramma.

    @ nike
    conosco dei sedicenni innamorati della Lega e financo del nazismo e ho sentito i loro genitori, seppure di destra, dare loro degli imbecilli per le loro scelte.
    Trent'anni fa lo stesso ribellismo si manifestava a sinistra. Oggi si fanno irretire dai nazisti o dai fasci (per motivi identitari? Può darsi ma propendo più per la stupidità).

    @ danx
    l'ho detto altre volte: prima del diritto di voto, esame in storia, storia dei partiti politici, costituzione, educazione civica. Età: appena superati gli esami a pieni voti.

    @ debora
    sono pienamente d'accordo con te.

    @ daniele sensi
    si, tifano per un partito che si è venduto per meno di un piatto di lenticchie.

    @ adetrax
    ho citato Falco perchè, durante il mio ultimo viaggio a Vienna, degli amici austriaci mi avevano parlato di lui e di quanto fosse ancora popolare da loro. Io me lo ricordavo a malapena.

    Schwarz el négher...

    @ bra
    le discoteche hanno perso un cliente.

    @ riccardo
    purtroppo si.

    @ vril
    minchia, che bella mortina! Da copiare.

    @ morpheus
    la destra, oggi come oggi, è solo restaurazione, conservatorismo, difesa dello status quo. I giovani dovrebbero essere portati verso il nuovo, il futuro. E' questa la cosa inquietante.
    Anche la sinistra guarda al passato, non è capace di pensare la novità. Che tristezza. Asteroide? Dove sei?

    @ nike
    sul voto e suffragio universale: vedi sopra. Il voto ai sedicenni è una stronzata perchè a sedici anni (escluse le inevitabili eccezioni di ragazzini straordinariamente dotati) non si capisce un cazzo e tantomeno di politica. Solo a politici di sinistra poteva venire in mente di far votare i sedicenni. Che infatti hanno votato per il discotecaro Haider.

    @ primaticcio
    lo escludo. Ascolta i discorsi che fanno i sedicenni in politica e poi ne riparliamo.

    @ paolo
    dalle analisi del voto, più del 40%dei sedicenni ha votato Haider e l'estrema destra. Poi ovviamente anche gli adulti l'hanno votato, ma per fascia d'età è la percentuale più alta.

    RispondiElimina
  22. Panty20:52

    Una scomparsa prematura di tali personaggi,defrauderebbe ,drammaticamente,le persone oneste,della soddisfazione di vedere i suddetti vivere qualcosa che temono più della morte.
    Decadenza senile,ridicolo,pennellate di cacca,perdita del potere,GALERA.
    Inoltre la morte prematura potrebbe creare dei martiri,con conseguenze ben note a storici e sociologi.

    NON CHIEDERE PER CHI SUONA LA CAMPANA

    E NON ESULTARE.

    IL BATTACCHIO POTREBBE RICADERTI SUI COGLIONI.

    RispondiElimina
  23. Anonimo18:15

    Non noti una lieve contraddizione nel dire che "la gente in generale vota alla cavolo di cane, senza pensare alla propria storia ed agli errori commessi in passato" e dimentiare le ragioni che, nel passato portarono a estendere il suffragio sino a renderlo universale?
    O la storia ante 1922 non esiste?
    etienne64

    RispondiElimina
  24. Anonimo18:49

    DEVO DIRE CHE SU QUESTO BLOG CIRCOLA UN TASSO ELEVATO DI FURBIZIA!!!
    BRAVI BRAVI FATEVI DELLE BELLE SEGHE MENTALI, ESULTATE, RIDICOLIZZATE L'EVENTO...COMPLIMENTI!!!
    MA VERGOGNATEVI PSEUDOCOMUNISTI PERVERTITI MALEDUCATI PRESUNTUOSI IGNORANTI CHE NON SIETE ALTRO!!!
    V E R G O G N A !!!!!!

    RispondiElimina
  25. Anonimo19:12

    ANONIMO la campana l'hai suonata.

    Per menare il battacchio attendi tempi migliori ?

    RispondiElimina
  26. Anonimo19:21

    cos'hai te da menare?????

    RispondiElimina

SI PREGA DI NON LASCIARE COMMENTI ANONIMI MA DI FIRMARSI (anche con un nome di fantasia).


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...