lunedì 20 ottobre 2008

Un'opposizione a pecorella

"L'alleanza con Di Pietro è finita. Non fa giri di parole Walter Veltroni, intervistato a "Che tempo che fa" da Fabio Fazio, attaccando il leader dell'Italia dei Valori. "Con Di Pietro - ha spiegato - avevamo sottoscritto un programma per costituire un unico gruppo; quando si è accorto che aveva un numero sufficiente di parlamentari per costituirne uno da solo, Di Pietro ha stracciato quell'impegno". E ancora: "L'alleanza è finita quando Antonio Di Pietro ha stracciato l'impegno, dopo le elezioni, di costituire un gruppo comune con noi".
No, temo che l'alleanza sia finita quando Veltroni si è accorto che Di Pietro fa opposizione, non quella cosa molliccia della quale lui si ostina a rimanere il leader, nonostante la sonora trombata rimediata alle elezioni. In quell'America che lui ama tanto, chi perde la tornata elettorale al massimo si dedica al documentarismo, non insiste con la politica. Invece da noi Rutelli porta ancora in giro il suo faccino e Uolter si atteggia a capo dell'opposizione.
Che cosa dà fastidio a Veltroni? Che Di Pietro abbia avuto un sacco di voti e che rischi seriamente di racimolarne ancora di più alle prossime consultazioni. Solo quello. Il resto sono pugnette.

Nel PD, la cosa molliccia, quella specie di blob fatto partito, tutti a dire che quella di Di Pietro è opposizione non costruttiva, del muro contro muro, una specie di ostinazione alla Hamas contrapposta all'accondiscendenza alla Abu Mazen di Uolter. Ormai ci stiamo abituando alle opposizioni che non contano e che non ottengono assolutamente nulla e alle quali i governi contro i quali si oppongono fanno tap-tap sulla testa, come al vecchietto di Benny Hill, con la musichetta in sottofondo.

In fondo cosa manca a Berlusconi per diventare "come quello là'"? Di tacitare le ultime rare voci che ne espongono le magagne passate e presenti.
Per esempio Travaglio viene condannato in primo grado (quindi in maniera non definitiva) per un solo articolo delle centinaia che ha scritto e qual'è il risultato, strombazzato da tutte le TV meretrici di regime? Che Travaglio ha scritto solo falsità e che nessuno di lorsignori è mafioso. La famosa proprietà transitiva. Uno innocente, tutti innocenti. Non importa che in precedenti processi il giornalista sia stato assolto perchè aveva scritto semplicemente la verità. Vedrete quanto questa condanna farà giurisprudenza, soprattutto tra i suoi colleghi kapò.

Secondo esempio. Perchè mai Di Pietro non dovrebbe dire ciò che pensa di uno che prima ne ha dette peste e corna per anni perchè da giudice aveva indagato i suoi antichi protettori, i malfattori di Tangentopoli, poi ha fatto di tutto per cooptarlo in un suo precedente governo e di nuovo, al rifiuto di questi, ha tirato fuori le Mercedes. Di Pietro dovrebbe per caso considerare Berlusconi una persona seria? I know my chicken, dicono gli americani, e lo diciamo anche noi: conosco i miei polli.

Uolter invece è convinto che si possa fare l'opposizione a Berlusconi non disturbando Berlusconi.
Come quando dice che rompe con Di Pietro, si, ma a livello locale bisogna cercare le alleanze. Il famoso "ma anche no".
Il peggio di sè l'ha dato però recentemente con il tentativo di scambio Pecorella-Orlando. Una cosa ignobile, da mercato delle vacche o delle pecore. Una cosa da andare subito a tagliarsi la mano che, mannaggia, l'ha votato in un momento di disperazione.

Ho citato le pecore non a caso. L'opposizione che piace a Uolter è un'opposizione a pecorina, anzi a Pecorella.
E' lui che straccia, ma non le alleanze, qualcos'altro che fa rima con Veltroni.


OKNotizie
Vota questo post su OKNotizie!

16 commenti:

  1. Anonimo21:38

    Veltroni ha dimenticato che durante il governo Prodi ogni mattina ,qualsiesi mezzo d'informazione , non ha fatto altro che bombardarci con le immaggini di Berlusconi,Larussa,Marini, gasparri che ripetevano solo ed esclusivamente " questo governo deve cadere " convincendo tutti che era la cosa da fare ? Oggi lui fa il buonista .
    W DI PIETRO
    almeno lui fa opposizione ed opposizione sincera e pulita.

    RispondiElimina
  2. Anonimo21:49

    Solo un appunto .
    " in quell'America che lui ama tanto " Nixon dopo dopo aver perso nel 60 ha vinto nel 68 e nel 72 mentre Adlai Stevenson dopo aver perso nel 52 ha riperso nel 56 . E sono i primi due che mi vengono in mente .
    Ormazad

    RispondiElimina
  3. Panty22:20

    Eppure,in Aprile,in molti abbiamo sperato e creduto nel:" Daje,Wartere che sepò ffa"

    La sentenza SIC TRANSIT GLORIA MUNDI è leggibile in molti cimiteri incisa su tombe di personaggi che in vita hanno goduto di popolarità.
    (Wikipedia)

    « Non si può discendere due volte nel medesimo fiume e non si può toccare due volte una sostanza mortale nel medesimo stato, ma a causa dell'impetuosità e della velocità del mutamento essa si disperde e si raccoglie, viene e va. »
    (Eraclito)

    Solo Silvio è immune alla corruzione.(Della carne ovviamente)
    (Italiano che non sa più dove battere i testicoli)

    RispondiElimina
  4. Del vecchio PCI Veltroni ha resettato tutto. Tranne un principio: nessuno alla sinistra del PCI. E' riuscito finora a realizzarlo (grazie soprattutto alla dabbenaggine dei "sinistri arcobaleno"), ma non ad impedire che quello spazio (una prateria) venisse occupato da chi, al contrario del PD, "monta" un'opposizione reale (e sacrosanta). Che sia Di Pietro a farla un pò mi deprime, ma non c'è dubbio che lui riempie un vuoto che esiste. Obiettivamente. Non riesco ancora a comprendere se le tattica di Veltroni sia solo idiota, puerile, o se lui sia "compromesso". E' un fatto, però, che non rappresenta un'alternativa credibile, nè (giocoforza) efficace. Giocare di rimbalzo come sta facendo (lo spauracchio di Berlusconi, il traino di Obama) è sintomo di mancanza assoluta di respiro politico, di strategia, di obiettivi. E' un pò il nulla progettuale, che in politica è perdente. Il dramma è che non se ne accorge. O è compromesso, appunto.

    RispondiElimina
  5. Salazar04:45

    La mano l’ha votato perché si trattava di piatto unico, e perché a quei tempi – la mano - non sapeva di votare per un oggetto di ambigua costituzione, di certo non composto da materia solida, ma da qualcosa di molle, scquaquero e per giunta sudaticcio.
    Mi viene da pensare a due cose. Uno: quanta nostalgia del faccione di Prodi, come stavamo bene quando stavamo male, e qui non servono altri commenti. Due: il molliccio Veltroni in poco tempo si é autotrasformato in una lame duck (chiedo scusa, ogni riferimento etc...) che fra pochissimo diventerà una dead duck, tirando dentro alla fossa con se l’intero PD e mezza Italia.
    Va cambiato, e va cambiato subito, se no sai quante risate alle prossime elezioni.
    E che non mi vengano a parlare di D’Alema o di qualche suo amico dinosauro, che mi viene da vomitare.
    Come diceva la pubblicità: aria nuova in cucina. Con urgenza, per favore.

    RispondiElimina
  6. usti. Non ti avevo manco letto...
    Ho avuto la stessa idea tua, però.
    http://www.cloroalclero.com/?p=376

    RispondiElimina
  7. ho fatto un video ieri in merito in cui ricollego alcune questioni della mitica uscita di uolter.

    diciamo pure che alla domanda di fazio sulle promesse africane veltroni ha detto che siccome era candidato alle primarie e c'era da salvare il pd non poteva dire che aveva altro da fare...peccato che le primarie sono avvenute di gran lunga dopo la sua promessa televisiva, e poi un impegno ce l aveva già: FARE IL SINDACO.

    che schifo sta politica politicante

    RispondiElimina
  8. Mi associo ad ogni tua singola parola, cara Paperella.
    La mano (parlo della mia, purtroppo) che ha votato questo partito di venduti, meriterebbe di fare la fine di quella di Muzio Scevola.
    Sicuramente non ripetera` l'errore.
    A Roma si dice che il santo si frega una volta. Io non sono santa (come potrei, visto che sono atea?), ma sono sicuramente stata fregata anche perche`, come ha detto Salazar, era un piatto unico.
    Purtroppo in Australia Di Pietro non si presentava, la sinistra era solo per il senato e io non avevo scelta, ma la prossima volta preferiro` digiunare piuttosto che mangiare quel piatto unico fatto di corruzione, arroganza e presunzione.
    Bravo veltroni! Bravo d'alema! bravo fassino! bravo bertinotti! bravi tutti 'sti capoccioni di merda che sono riusciti a distruggere la sinistra (arricchendo, peraltro, le loro capienti tasche) e sono sulla strada di distruggere la democrazia italiana.
    Sono loro che hanno lasciato il potere al nano malefico e lo sappiamo bene tutti noi.
    Amareggiata e triste vi saluto a tutti e vi auguro ogni bene.

    RispondiElimina
  9. morpheus15:03

    LOL. Lo so che non si dovrebbe ridere, è cosa seria, ma la satira è questa. Citando Serra "non è vero che è il nostro piangere che fa male al Re (Fo). È il nostro ridere che gli fa davvero male"

    Ho votato PD anch'io, tra quattro anni o quel che è faticherò per la prima volta in vita mia ad andare a votare. ma, del resto, nell'americanizzazione dell'Italia, ci sta anche questo, votare per il meno peggio, i liberal americani ci sono abituati da anni. Bella roba davvero. Ma occhio che Fra' alter potrebbe anche svegliarsi... perdere voti ha effetti miracolosi.

    A proposito di Serra:

    Panty "Morpheus,non sono Serra,chiamami pure CARNEADE."

    :) E lo so che non sei Serra. Non importa chi tu sia, il complimento resta valido. ;)

    RispondiElimina
  10. Ti invito nel mio blog per leggere ed eventualmente firmare il mio emendamento alla carta.Ti aspetto

    http://sinistradelfia.blogspot.com/2008/10/la-mia-proposta-di-modifica-stata.html

    RispondiElimina
  11. Eccerto Lame, Uòlter ha altro da pensare anche rispetto al fatto che secondo il rapporto OCSE in Italia negli ultimi 20 anni i ricchi hanno sottratto ricchezza ai poveri - e pure ai ceti medi - circa al TRIPLO della media dei paesi ocse(in blog)...Mah,ciao!

    (ps.Ma quella pecorella che hai messo in foto è propio forte...)

    RispondiElimina
  12. "...No, temo che l'alleanza sia finita quando Veltroni si è accorto che Di Pietro fa opposizione..."

    Perfettamente d'accordo con te...

    RispondiElimina
  13. Permettimi: Di Pietro è una maschera teatrale e come opposizione vale tanto quanto Uolter, che per me è come il latte alle ginocchia.
    Ma Di Pietro non fa alcuna reale e incisiva opposizione. Quand'era al Governo avrebbe potuto dar prova reale di dimostrare, per esempio, se vi erano responsabilità politiche nel G8 mediante una commissione parlamentare. Responsabilità politiche che non erano come diceva lui, fare un processo alla polizia... semmai capire che cosa ci facessero gli uomini di AN nei centri di comando delle forze dell'ordine.
    Di Pietro all'epoca (neanche due anni fa) votò compatto con Forza Italia, adducendo la stupida scusa di cui sopra.
    Se quello era Di Pietro ieri mi rendo conto che oggi, quello che vuole, è proprio solo rubacchiare due voti a quel cane morto del PD. E se la chiami opposizione...

    RispondiElimina
  14. complimenti per il blog mi piacerebbe aggiungerti tra i blog che leggo se sei interessata ad un oscambio link famm isapere ciaoo. il mio blog è www.queen-robj.blogspot.com

    RispondiElimina
  15. Eeeeh....
    Copiona !
    ;-))
    http://pensatoio.ilcannocchiale.it/2008/10/17/corte_costituzionale_a_pecorel.html

    RispondiElimina
  16. @ ormazad
    Io pensavo ad Al Gore.

    @ panty
    sono sicura al 99% che si farà imbalsamare dai Signoracci (quelli che abitualmente eseguono la tanatoprassi sui papi).

    @ caio
    la parola compromesso mi provoca un brivido lungo la schiena.

    @ salazar
    quoto

    @ cloro
    visto! ciao!

    @ rigitans'
    da non avere parole...

    @ roberta
    grazie robertina, sei sempre la benvenuta.

    @ casa della sinistra
    Riesco sempre meno a capire i fatti di Kilombo. Comunque leggerò...

    @ altromedia
    oh, ingenuo (ma fino a quanto?) amico. Non è una dolce pecorella, ma un turbe sex toy con tanto di entrata posteriore. ;-)

    @ sam
    diciamo che allora Di Pietro si fece prendere da eccesso di tifoseria. Un errore, senza dubbio, il rigettare la commissione su Genova. Forse un riflesso condizionato.

    @ pensatoio
    la tua Ela è decisamente più osé della mia pecorella. ;-)

    RispondiElimina

SI PREGA DI NON LASCIARE COMMENTI ANONIMI MA DI FIRMARSI (anche con un nome di fantasia).


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...