venerdì 14 novembre 2008

Porca Diaz

“Un due tre, viva Pinochet, quattro cinque sei, a morte gli ebrei, sette otto nove, il negretto non commuove”. (Anonimo tutore dell'ordine, Genova 2001)

Quando viaggiavo ogni giorno da studente pendolare mi capitò di dividere lo scompartimento del treno con due signori che, dai discorsi che facevano, si rivelarono come appartenenti alle forze dell'ordine. Chiacchieravano e si scambiavano i resoconti delle ultime avventure. "Eri di servizio ieri, per la partita?" "Si, quante gliene abbiamo date ai rossi. E domenica sarà ancora meglio. Siamo a Livorno, sai quante zecche rosse potremo menare?" "Te ne toglierai la voglia, eh?" "Puoi scommetterci".

Io ascoltavo e mi chiedevo se fosse normale che dei tutori dell'ordine potessero parlare così, riferendosi per giunta solo ad una partita di calcio. Figuriamoci se si fosse trattato di manifestazioni politiche.
Quando tutti noi abbiamo visto Genova ci siamo resi conto che l'andata al governo delle destre aveva amplificato il problema in senso ancor più drammatico.

Proviamo ad inquadrare il paradosso. Nella scuola Diaz, nella notte cilena di Genova, si scatenò un bel gruppetto di mele marce, tutte rigorosamente selezionate e tutte nere uguali, più lucide delle Melinda, che agirono in assoluta libertà fabbricando prove false, assalendo e ferendo cittadini italiani e stranieri inermi come Mark Covell, lasciando abbondanti pozze di sangue alla fine della loro sortita (definito succo di pomodoro dai giornalacci di regime).

I loro superiori, se dobbiamo credere alla sentenza di ieri, non c'erano o dormivano o stavano giocando a carte con Fini in questura, per passare il tempo. Adda passà a nuttata.
Cioè, ripeto, le mele agirono violando una mappata di articoli del codice penale e i loro superiori, ecco il paradosso, ancora a distanza di sette anni non trovano doveroso assumersi la responsabilità di ciò che i loro sottoposti fecero di illegale, pur ammettendo affinità con certi macellai messicani. Vaja con Dios, chingado comunista coño.
A ben guardare non sono stati assolti i vertici della polizia e condannate le mele. Sono stati tutti mandati impuniti. Perchè il fatto non sussiste, oltretutto.

In questo paese mostruoso che è l'Italia, in questo tumore piduista abbarbicato al culo dell'Europa, è possibile, è tollerato che, all'interno delle forze dell'ordine, vi sia un vero e proprio allevamento di mele marce, tutte rigorosamente fasciste con "faccetta nera" come suoneria del cellulare, gente che come vede un manifestante in piazza pensa sia una "zecca comunista" e che è capace non solo di agire contro la legge ma con il beneplacito dei suoi superiori.

Immaginiamo se un fatto come quello della Scuola Diaz fosse accaduto in Francia o in Germania, paesi che ho il viziaccio di considerare veramente democratici e civili.
Dei poliziotti aggrediscono di notte, pestandoli a sangue, dei manifestanti che stanno dormendo gridando "viva Vichy e Le Pen" o invocando Adolf Hitler, i forni crematori e il Reich millenario. Riuscite a credere che i capi delle rispettive polizie ma non solo, i capi dei governi, non avrebbero reagito con orrore e a colpi di dimissioni ad un tale rigurgito di nazifascismo? Ricordo che in Italia non c'è stata una sola dimissione né volontaria né richiesta, per i fatti di Bolzaneto, della Diaz e di Piazza Alimonda.

E' una forzatura allora pensare che in Italia il problema è la polizia politicizzata? E non politicizzata e basta ma in senso fascista?
Si, perchè nelle forze dell'ordine sono rappresentate tutte le voci politiche e ci sono fior di galantuomini. Non saranno proprio tutti proletari da difendere pasolinianamente ma sappiamo per certo che c'è chi si è vergognato per la mattanza della Diaz. Il guaio è che le mele belle, lucide e sane non parlano e se parlano lo fanno con voce troppo flebile.
La polizia italiana non è fascista, sono i fascisti che la inquinano che vorrebbero che lo fosse.
Oggi Pasolini direbbe che sta con i poliziotti, ma non con quelli fascisti. E questa Italia gli ricorderebbe sempre più le 120 giornate della sua Salò.

(Nella foto, Mark Covell, cittadino inglese ferito gravemente durante la mattanza della Diaz, tanto da finire in coma per giorni). 

25 commenti:

  1. Anonimo21:46

    non ce la faccio più a vivere in questo paese !!!!!
    Ho vissuto per 6 anni in Venezuela e mi sembra di stare sempre in Venezuela , ma sono in Italia ?????
    Forse è solo un sogno con incubi speriamo di svegliarci presto .

    RispondiElimina
  2. La “sentenza Diaz” è l’emblema del sistema. Paga la manovalanza, si assolve “la mente”, il mandante, il burattinaio. La legge si interpreta esclusivamente a danno dell’esecutore, come se le norme non riguardassero chi impartisce ordini, chi dirige; se chi decide e chi agisce fossero contesti separati, che non comunicano. Un nuovo concetto di responsabilità (e di colpa) la cui sfera gravita ormai costantemente verso il basso. Contano i fatti. Si esasperano le evidenze. Anche il diritto si allinea alla nuova filosofia, che fotografa i drammi ed assolve chi li provoca. Per non aver commesso il fatto

    RispondiElimina
  3. Tra l'altro, questa cosa del punire i subalterni può aver senso per un'azienda o per un'associazione.
    Ma per le Forze dell'Ordine è una cosa chiaramente anticostituzionale.

    Come recita l'art. 28:
    I funzionari e i dipendenti dello Stato e degli enti pubblici sono direttamente responsabili, secondo le leggi penali, civili e amministrative, degli atti compiuti in violazione di diritti. In tali casi la responsabilità civile si estende allo Stato e agli enti pubblici.

    È vero che si parla di responsabilità civile, ma il succo è che un corpo organizzato NON è un insieme di persone autonome.

    RispondiElimina
  4. Adetrax23:15

    Mah, la linea "Carnevale" ha sempre il suo perchè, il problema è chi l'asseconda e cerca di farla passare per normale.

    A me tutta questa fratellanza salva-terga con baci e bacetti di contorno, fa rivoltare lo stomaco.

    Ma si, dopo aver detto di ordinare di far qualcosa, non possono condannare chi ha (probabilmente con molto piacere) eseguito, altrimenti quest'ultimo potrebbe (orrore) dire qualcosa che si avvicini al vero e allora per qualcuno ci sarebbero delle serie scocciature.

    RispondiElimina
  5. Bisognerebbe chiamare la polizia.

    RispondiElimina
  6. Morticia09:23

    Domanda: la polizia è da difendere sempre e comunque anche quando non si comporta da polizia democratica? Secondo la destra si. Io penso che da democratici si debba dire no.

    RispondiElimina
  7. E vi svegliate adesso?Sono trent´anni che la polizia italiana é cosí...chiedetelo a chi ha fatto cortei negli anni Settanta.Di solito in casi come questo non si arrivava nemmeno al processo.Spero che il buon Cossiga vi abbia almeno rinfrescato la memoria...

    RispondiElimina
  8. Adetrax10:49

    @morticia
    R. Assolutamente no, e questa destra non è l'ideale di destra equa legalitaria, morta con Falcone e Borsellino.

    RispondiElimina
  9. Panty11:29

    Da quando esistono i GOVERNI,esistono le FORZE di POLIZIA.
    Nelle Forze di Polizia,la stragrande maggioranza dei componenti,ha sempre obbedito agli ORDINI del GOVERNO in CARICA.
    Molti hanno optato per seguire i più o meno aperti CONSIGLI e altri hanno scelto di seguire la via del VELATO PERMISSIVISMO.

    Eppoi un pò di SANO DIVERTIMENTO,non si è mai negato a nessuno.

    Pensate alla frustrazione dei POLIZIOTTI AMERICANI,che da gennaio perderanno metà del loro divertimento.

    Potranno MASSACRARE IMPUNEMENTE soltanto i PORTORICANI.

    RispondiElimina
  10. Che la polizia non sia fascista fa ridere....purtroppo.
    La verità è che la polizia è fascista così come i c.c.
    Qualche appuntato o poliziotto magari no.Ma il resto?

    RispondiElimina
  11. che questa sentenza è al limite del ridicolo. Se gli alti comandi militari non sono coinvolti e tutto sarebbe frutto dell'iniziativa autonoma dei condannati, le alte sfere non avrebbero dovuto giudicarli e condannarli per insubordinazione?
    Smettiamola di farci prendere prima a manganellate e poi per il culo, reagiamo al fascismo dilagante, se siamo ancora in tempo....

    RispondiElimina
  12. Anonimo14:31

    Siete veramente ridicoli.....paragonare l' Italia al Venezuela.... W la Polizia e tutti quei comunisti che non appartenevano ai più fomentati, dico, sapevate che se stavate vicino alla polizia-carabinieri nel momento in cui c'era la 'guerra'(provocata dai vostri 'amici') potevate farvi male o no? Statevene a casa la prox volta...vedrete che non vi succede niente...invece di manifestare contro....cosa? Bush la Globalizzazione? non lo sapete neanche voi...meno male che state scomparendo pian piano per ora dal Parlamento poi magari anche dall Italia...

    RispondiElimina
  13. Andreij Chikatjlo14:44

    x ultimo anonimo
    Siete così sicuri di voi, cari fascistoni che non avete il coraggio di firmarvi con un nome qualsiasi, se non altro per educazione. Cos'avete paura, che noi comunisti veniamo a mangiarvi?

    RispondiElimina
  14. Anonimo14:53

    Voglio essere sincero mi fate solo pena.... siete un branco di pecore che andate dietro al PECORONE che si serve di voi per fare politica senza che porta avanti le vostre idee (anche se vi ci fa credere) e vi prende in giro ormai da anni e anni...molti l hanno capito Vedi che fine ha fatto Bertinotti altri perseverao....ma pochi.....state scomparendo e ne sono contento.....siete solo pecoroni mossi dall' invidia per Berlusconi o mossi dall' antifascismo che nel 2008 non ha senso capisci? Non credo....
    Roberto Anselmi

    RispondiElimina
  15. secondo me la vita da sbirro e da caserma fa andare completamente fuori di testa questi poveracci, che alla fin fine sono soltanto dei servi, dei robocop (questa ovviamente non è una giustificazione, chi ha "sbagliato" paghi) ; il corpo di polizia andrebbe profondamente riformato, smilitarizzato, reso servizio civile; al contrario nel "paese delle meraviglie" si militarizzano anche i vigili urbani.

    RispondiElimina
  16. Anonimo15:19

    A mio avviso il poliziotto è un essere umano, ha una famiglia, dei figli.. non è un poveraccio, fa il suo lavoro, difende la gente, si occupa di noi; è ingiusto offendere chi mette a repentaglio la propria vita per la società.. vorrei sapere ma se ci fosse stati voi in quella situazione dove la gente (comunisti) vi lanciano sassi, bastoni ecc. voi cosa avreste fatto? avreste pòrto l' altra guancia? A mio avviso dovremmo pensare più all' inciviltà di certi fomentati dei centri sociali che vanno in giro a spaccare tutto senza motivo solo per divertirsi magari.. perchè si criminalizza solo questa parte? Forse perchè qui a scrivere ci sono solo comunisti???? Io non sono ne di destra ne di sinistra odio gli estremisti...punto e basta...e qui ne vedo tantoi di estremisti di sinistra...perchè odiate la polizia? Perchè non odiate anche quei teppisti?
    Di Pietro

    RispondiElimina
  17. Salazar18:18

    A me l’invidia piace: con barbabietole e cipolla, un buon olio extravergine; ma anche con le uova e il prosciutto tagliato julienne.

    RispondiElimina
  18. Non sono sicura che stavolta Pasolini sarebbe stato con i poliziotti...

    Con i fatti di Genova e le sentenze su Bolzaneto e Diaz lo Stato di diritto è morto...

    RispondiElimina
  19. Anonimo18:42

    Chi massacra alla diaz non pagherà mai... per principio difendo la giustizia, i magistrati e le forze dell'ordine a prescindere, però questa certezza comincia a venirmi meno. Io che non ho fatto nulla probabilmente tra pochi giorni sarò rinviato a giudizio per un commento messo ad arte sul mio blog (che ho subito cancellato) da parte di anonimi... la destra mi ha querelato e le cose vanno avanti come se avessi ammazzato qualcuno! C'è speranza? Non lo so più...

    Rino Pruiti
    http://www.rinopruiti.it

    RispondiElimina
  20. @ anonimo
    siamo diventati un enclave sudamericana in Europa.

    @ caio e weissbach
    in una struttura gerarchica, assolvere i capi per condannare i sottoposti è particolarmente asssurdo.

    @ panty
    già, non più Rodney King da manganellare.

    @ anonimo
    hai ragione, non si può paragonare l'Italia al Venezuela. I venezuelani potrebbero offendersi.
    E accoglieremo il tuo consiglio. La prossima volta staremo a casa a farci le seghe.

    @ roberto anselmi
    scusa, chi sarebbe il pecorone? Non ho capito bene il tuo commento, sai la punteggiatura non era il massimo e io soffro di dislessia.
    L'invidia per Berlusconi? U maronnamia, che palle! Ma siete proprio patetici.Guarda, invidiare un vecchio rancoroso come quello proprio non esiste. Casomai io invidio chi si tromba Viggo Mortensen.
    L'antifascismo ha senso, credimi, finchè ci sono i ciechi come te che il fascismo non lo vedono neanche se ci sbattono la faccia contro.

    @ doktorgeiger
    mah, io sono d'accordo che i poliziotti siano mal pagati. Però che questo giustifichi l'andare contro la legge, proprio no.

    @ di pietro
    perchè ti vergogni di essere di destra? Guarda che non c'è niente di male.
    Comunque non hai capito. Non si sta parlando di manifestazioni di piazza. Lo sai o no che sono andati DI NOTTE, all'improvviso, mentre dei ragazzi dormivano e li hanno massacrati? Che hanno portato dentro molotov come false prove e per questo i loro capi non pagheranno nulla?
    Invece di rincoglionirsi con Studio Aperto, a volte sarebbe meglio informarsi sulle cose. E che cazzo, avete in testa solo i comunisti. CHE PALLE!!!!!

    @ rino
    so che i miei connazionali mi stanno sempre più sulle palle per le loro scelte politiche.

    RispondiElimina
  21. @ di pietro

    il bello poi che chi lanciava i sassi e ad iniziare a provocare sono stati i tuoi amici poliziotti e carabinieri che si sono infiltrati (classico no? e ascolta cossiga quando parla che ti insegna bene)da li sono nati gli scontri

    il poliziotto è un essere umano che rischia la vita come un comune operaio e qualunque lavoratore in questo paese delle banane. altro che venezuela magari! visto che son 3 morti al giorno di media sul lavoro, non mi sembra che ci siano tuoi amici in divisa in queste medie, forse una decina l'anno poi la morale del poliziotto che rischia la vita per difenderci mi inizia a stare un po sulle palle, anzi credo che sia uno dei lavori più sicuri in termini fisici ed anche di mantenimento del posto di lavoro stesso, sono anche al di sopra della legge stessa che devono fare rispettare e non credo proprio che abbiamo bisogno della tua difesa...


    @ roberto anselmi

    ma sei proprio cosi sicuro di quello che dici? io penso che quando i tuoi due neuoroni si incontreranno ed il tuo cervellino inizierà a fatica a rimettersi in moto dopo la lobotomizzazione che hai subito vivrai un brutto risveglio, il prossimo anno ci saranno qualche milione di disoccupati in più, altro che comunisti. avrai proprio un brutto risveglio

    @lameduk

    complimenti per il blog mi son permesso di riprendere il tuo articolo

    un saluto

    RispondiElimina
  22. Ciao!
    Scusa l’off topic, ma se puoi, c’è bisogno anche di te per sostenere questo progetto solidale

    http://blog2piazze.blogspot.com/2008/11/per-natale-niente-palle.html

    Ossequi e buona domenica
    DC

    RispondiElimina
  23. Sei su comedonchisciotte.org con questo articolo nel caso non lo sapessi, aspettati un' invasione di "non sono nè di destra nè di sinistra ma siete tutti dei comunisti e sessantottini".

    RispondiElimina
  24. Ma quanti "anonimi berluschini"... :-)

    Parlano ancora di "scomparsa della sinistra" dal parlamento e non si rendono conto che sara' anche a causa di queste sentenze scandalose che i mille rivoli in cui si e' disciolta alle ultime elezioni si ricongiungeranno.
    Il voto "anti Prodi" ha prodotto un pessimo risultato ed il rischio per la democrazia e' sempre piu' palpabile. Molti se ne stanno gia' rendendo conto.

    Anche la storia degli "invidiosi"... hai ragione Lame. Non sanno dire altro. Che pena! :-(

    PS: ottima scelta quella di Viggo. :-)

    RispondiElimina
  25. @ fabrysound
    grazie a te!

    @ donna cannone
    grazie del consiglio, andrò a vedere.

    @ nike
    ho visto ma per fortuna l'invasione non c'è stata. Per quella ci vuole LiberoBlog ;-)

    @ klara
    non sono altrettanto ottimista. La sinistra litigherà sempre.

    RispondiElimina

SI PREGA DI NON LASCIARE COMMENTI ANONIMI MA DI FIRMARSI (anche con un nome di fantasia).


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...