lunedì 23 febbraio 2009

A mezzanotte va la ronda del quartiere

Fateci caso, questo è un governo ad effetto. Per loro non conta risolvere i problemi ma semplicemente affermare di volerlo fare e, se ancora si sta pensando al come e al dove intervenire, non importa, è come se lo avessimo già fatto. Tanto nessun pennivenduto andrà mai a controbattere le affermazioni ripiene di certezze da Sibillla Cumana dei portavoce del governo.

Ad esempio, si manda in TV in uno dei telegiornali di famiglia un ministro a caso, mettiamo la Carfagna, con il look da vergine di ritorno e l'occhio da urlo di Munch, a dire che con il decreto antistupri le donne sono più sicure. Non "saranno", visto non è nemmeno entrato in vigore e non abbiamo ancora i dati di follow-up, per cui sarebbe doveroso anche un "forse", ma proprio "sono". Volere è potere. Triumph des Willens, il trionfo della volontà.
Riassumendo: un modo di trattare i problemi gravi come la sicurezza di tutti noi di una superficialità disarmante, condita da non poca facciatosta e faciloneria.
Nel decreto antistupri si afferma che sarà comminata la pena dell'ergastolo se a seguito dello stupro vi sarà la morte della vittima. Grazie al ... , ma è ovvio, dato che se la vittima muore il reato diventa automaticamente omicidio. Eppure detto così, alla svelta, arrotolando bene la lingua, sembra che venga dato l'ergastolo per punire lo stupro. Tanto la gente è distratta e la sera è pure stanca da giornate lavorative massacranti.

Altra trovata ad effetto, anzi, questa sembra proprio uscita dalla factory della Industrial Light & Magic di George Lucas, è un vero effetto speciale: le ronde.
Gruppi di cittadini volontari che si prestano a pattugliare le città per difenderne i restanti cittadini non volontari e non rondisti. Non ho capito se per noi ragazze rimane l'idea del soldato 'nnammurato personale da portare come chaperon oppure ci dobbiamo cuccare i City Angels con il basco sulle ventitrè anche noi.

Cittadini volontari. Uhm, ok, ma reclutati e selezionati da chi? Dal gufetto con gli occhiali? O da qualche vecchio gladiatore?
Volontari non armati. Va bene ma, se i delinquenti poi girano armati di katana, questi che fanno, si fanno affettare come dei culatelli?
Siamo sicuri che tra i volontari non si arruoleranno anche persone che individuano nell'appartenenza alla ronda solo l'occasione propizia per menare le mani e andare a caccia di immigrati? Ovvero qualche Charles Bronson della Baggina che vorrà rifare il Giustiziere della Notte, o qualche novella Angelo della Vendetta?

Partiamo da un semplice presupposto. I pedofili cercano di trovare lavoro nelle scuole e nei centri sportivi frequentati dai bambini; i necrofili non si impiegano certo al mercato del pesce ma negli obitori. Se ti piace avere potere sugli altri ed all'occorrenza vessarli, è probabile tu faccia di tutto per fare la guardia carceraria.
Per evitare abusi quindi, non sarebbe meglio sottoporre questi aspiranti rondisti ad un esame attitudinale, per escludere chi non sarebbe in grado di controllarsi in determinate situazioni e chi è un violento per natura?

Lo ribadisco. A me tutta questa storia delle ronde pare una minchiata e oltretutto un modo per rompere i fagioli alle forze dell'ordine che hanno studiato, hanno frequentato corsi, conoscono le regole di ingaggio e hanno l'esperienza necessaria per fronteggiare il crimine. Offellee fa el to' mesté, dicono in Padania. Andrà a finire che gli agenti dovranno intervenire per limitare i danni provocati da rondisti un po' troppo focosi.
Non sarebbe stato più saggio e più semplice potenziare le forze dell'ordine professioniste ed assumere poliziotti e carabinieri in più?
Ma no, avete ragione, non sarebbe stata una mossa ad effetto. Meglio la minchiata delle ronde. Un gioco (pericoloso) di squadra che rischia di diventare di squadraccia. E, Dio ne liberi, di squadroni. Della morte.

OKNotizie
Vota questo post su OKNotizie!

19 commenti:

  1. Del piacere... del piacere... Come dice la mia vignetta.

    RispondiElimina
  2. Anonimo22:00

    e chi protegge le aspiranti veline?
    Propongo le contro ronde per difenderci dalle ronde.
    Prim

    RispondiElimina
  3. Adetrax22:01

    Non sarebbe stato più saggio e più semplice potenziare le forze dell'ordine professioniste ed assumere poliziotti e carabinieri in più?

    Certamente si, ma sarebbe costato, invece le ronde sono gratis e tutti i soldi risparmiati possono andare nei vari cantieri degli amici.

    E poi a ogni fatto grave si continua a dire che occorrono più soldati, perchè quelli obbediscono e non indagano come gli altri che poi scoprono sempre cose imbarazzanti e si perde un sacco di tempo e di soldi per tamponarle in qualche modo.

    Ronde + soldati + tagli a personale ed equipaggiamenti per polizia e carabinieri = forze dell'ordine demoralizzate e demotivate.

    Domanda: fra l'altro, cos'è tutta questa disponibilità di soldati, non ci sono più missioni di pace nel mondo ?

    RispondiElimina
  4. Anonimo22:30

    Lame hai colto due aspetti importantissimi: il primo è l'aspetto propangandistico ad effetto, di memoria fascista. Il secondo altrettanto inquietante è quello dei possibili danni che le ronde arrecano. La polizia sa bene che per il controllo del territorio bisogna conoscere la delinquenza e circoscriverla, sanno chi sono gli spacciatori e li controllano, li limitano nel territorio e nella azione. Si vanno a rompere degli equilibri costruiti nel tempo e consolidati. Debellata una delinquenza ne sorge una più pericolosa perchè sconosciuta. In questo modo si limitano i poteri investigativi degli organi di polizia. Si arriva al far west. E' questo che vogliono. Che i negozianti possano sparare come in america. La chiamano legittima difesa, ma da loro chi ci proteggerà?
    Prim

    RispondiElimina
  5. Lameduck, applichi il buon senso a cose che buon senso non hanno. Ormai se dicono che la terra é a forma di pizza, l’italiano medio chiede: margherita o carciofini?

    RispondiElimina
  6. Hai ragione nel dire che è solo un regalo ai Barbari Padani. Il problema vero è che lo stato deve garantire la sicurezza dei propri cittadini coi propri mezzi e non delegando il compito a privati, da cui probabilmente dovremo difenderci. Mi ricorda tanto le camicie nere...... Un sakuto

    RispondiElimina
  7. rossoallosso01:03

    ottima sintesi SALAZAR molto gustosa.per tornare alle ronde ho paura che succeda come per le discoteche con l'arrivo dei buttafuori le risse sono aumentate in modo esponenziale e c'e'scappato addirittura il morto.io li vedo solo come agenti provocatori e il lavoro della polizia(dobbiamo dire regolare?)sicuramente aumentera'

    RispondiElimina
  8. Anonimo08:39

    La Carfagna si riferisce all'introduzione del reato di stalking che punisce con il carcere chi molesta o perseguita una donna...

    E' una bella novita, non dici? Pensa che se questa legge ci fosse stata qualche anno fa adesso Maria Antonietta Muntari sarebbe viva, Luca delfino in carcere (te lo ricordi il pazzo di genova che ne ha uccise due?!): lei aveva denunciato la sua pesante e continua persecuzione ma non potevano arrestarlo perchè non c'era 'reato'... adesso si, grazie alla Carfagna ed è anche a quell'episodio che lei ha pensato:

    http://iltempo.ilsole24ore.com/2008/06/23/894196-mara_carfagna.shtml

    Ti senti un po' più sicura adesso?
    Maria Antonietta Muntari non può più approfittare di questa legge del pacchetto sicurezza, tu si...

    Quanto alle ronde, beh, pensala come vuoi, singolare però che anche i sindaci di centro-sinistra hanno già cominciato ad organizzarle, dopo, ovviamente, averle criticate pubblicamente... che scherzi?!

    RispondiElimina
  9. Anonimo09:06

    Ciao, sono di nuovo l'anonimo di prima, vorrei aggiungere un'ultima cosa, giusto perchè trovo che si debba rispetto ad una donna che è morta recentemente.
    Tu dici che per l'omicidio l'ergastolo è automatico.
    Belle le tue parole... poi vai a vedere che a Romulus Nicolae Mailat hanno dato 29 anni per le violenze e l'omicidio di Giovanna Reggiani.

    “La Corte, nella parte finale delle motivazioni della sentenza, dopo aver descritto l’omicidio nel dettaglio, spiega in sostanza perché a Mailat non è stato dato l’ergastolo. Mailat «era soltanto ventiquattrenne e incensurato e l’ambiente nel quale era vissuto era del tutto degradato».”
    (dal Messaggero)

    Ecco, d'ora in poi l'ergastolo sarà automatico e certo in casi in cui in seguito a stupro la donna morirà. Non varrà più alcun tipo di attenuante...

    Ti senti un po' più sicura adesso?

    RispondiElimina
  10. le forze dell'ordine si dividono in 2 categorie: una parte al seguito di potenti (politici, alti prelati, ecc.) l'altra tra uffici e strada per noi che li paghiamo.
    chi sta negli uffici e perché? un libretto di circolazione non può farlo una segretaria, che comunque c'è già e prende stipendio? stanno negli uffici perché non hanno soldi per i giubbotti antiproiettili (molti anche per raccomandazione.. famiglie di 200 persone che danno il voto e 3 o 4 uomini si "sistemano" col posto fisso..) non hanno soldi per la benzina, mentre le auto blu sfrecciano senza assicurazione con la benzina pagata da noi, spesso parcheggiate sulle strisce, coi vigili intorno che le proteggono pure..
    chi sono le ronde? sono quelli di gentilini che vuole far sparire i bambini rom (e lo urla come un mostro mentre il popolino lo applaude pure?) e soprattutto, quanto sanno di realtà questi "volontari"?? ogni comune riceverà fondi per "sostenere" le ronde, ogni comune che non ha soldi per pagare un poliziotto in più da mettere in strada a controllare soprattutto donne, bambini e giovani.
    vero: questo "governo", anche se i precedenti comunque sono stati un casino, è il governo delle apparenze e del razzismo ignorante, quel tipo di razzismo che ha spinto milioni di dementi a seguire hitler, che era razzista ma diverso da chi lo seguiva (lui era proprio pazzo).. quante altre cose questo governo dovrà concedere alla lega? e perché non hanno rinunciato a qualche carabiniere nelle loro scorte? a me che me ne frega se berlusconi e famiglia sono a "rischio": se li pagassero i bodyguard, idem vale per il vaticano

    RispondiElimina
  11. Dimanga10:38

    Mi pare strano che prima dell'introduzione dell'ennesima parolina magica (stalking) molestie e persecuzioni non fossero reato.
    Non è che quella poveretta della Muntari si sia rivolta a persone non all'altezza del loro compito?

    Lame: "Offellee fa el to' mesté" lo dicono a Milàn.
    Padania?

    RispondiElimina
  12. mentre il Pdl tira dal cilindro le squadracce, Rutelli caccia il goniometro per vedere a quanti gradi sta già Franceschini

    RispondiElimina
  13. @ Anonimo
    No, non mi sento più sicura. Perchè il codice penale non si modifica a colpi di natiche, pur ministeriali. L'ergastolo non sarà automatico, come dici tu, ma varrà la giurisprudenza come per il reato di omicidio, con le circostanze attenuanti e tutto il cucuzzaro.
    La punibilità del reato di stalking è una bellissima cosa ma, purtroppo, continuerà ad essere necessario dimostrare l'effettiva gravità delle minacce. Non sai quante mogli in causa di divorzio lanciano accuse false di maltrattamenti per spillare denaro ai mariti...

    RispondiElimina
  14. Interessante l'iniziativa dei fasci, dalle mie parti (vivo a Trieste), vero Lame? Gente davvero simpatica. Che regala dichiarazioni niente male, tra l'altro: http://settanta7duemila5.splinder.com/post/19922916

    RispondiElimina
  15. ot: mi son aggiunto fra i tuoi lettori fissi. se ti va fai lo stesso con me ma nn sentirti in obbligo.

    RispondiElimina
  16. Anonimo15:25

    Una ronda non fa primavera...

    RispondiElimina
  17. Atius19:39

    Mi ricorda molto la shock economy come concetto.

    In Italia nel 2008 dai dati diffusi dal Dipartimento per la Pubblica Sicurezza, gli stupri sono diminuiti dell' 8,4%

    Ciò non vuol dire che chi commette simili reati non debba essere perseguito, ma qui stanno solo strumentalizzando l'emotività delle persone.
    L'importante è ingigantire un problema e fingere una soluzione definitiva. Mi pare che non sia un fenomeno nuovo, è solo un argomento di cui fanno vergognosamente uso per meri scopi politici.
    In Italia manca la certezza di scontare la pena per qualsiasi reato, chi sbaglia non paga.
    Per quanto riguarda la giustizia fai da te, basta vedere i vecchi documentari di Michael Moore per capire come questa porti ad una spirale crescente di criminalità. In America lo hanno provato sulla propria pelle. Io sono contrario

    RispondiElimina
  18. Giro giro rondo

    Un po’ per chiudere gli occhi su altri disastri, un po’ perché la paura è l’unico collante politico del paese, in Italia è nato un irrefrenabile bisogno di volontari dell’ordine.
    E’ un’esigenza comprensibile e brillante ma non deve essere privilegio di pochi. Nel senso che chiunque provi paura nel confronto di altre comunità, gruppi etnici, civiltà aliene, dirimpettai e condomini ostili, ha il diritto di formare la sua ronda, che chiameremo Rog, ronda governativa.
    Personalmente, però, io ho paura di questo leader paranoico, depresso e aggressivo, e di coloro che sono contagiati dalla sua paranoia e aggressività. Vivendo in stato di emergenza, non mi chiedo se siano la maggioranza o la minoranza dei suoi elettori, come nessuno si chiede più se i delinquenti siano la maggioranza dei romeni, dei meridionali o dei fruttivendoli pakistani. Con un gruppo di amici istituirò quindi da stasera le Rab, ronde antiberlusconi, che passeggeranno per la città impendendo ai silviodipendenti di ripetere i reati del loro capo, anche per proteggerli da sé stessi, non godendo essi di immunità parlamentare, prescrizioni o leggi ad personam. [...]

    RispondiElimina
  19. Previsione azzeccata. Complimenti.

    http://www.corriere.it/cronache/09_febbraio_28/marisa_fumagalli_padova_ronde_scortate_dalla_polizia_41043278-056c-11de-b310-00144f02aabc.shtml

    RispondiElimina

SI PREGA DI NON LASCIARE COMMENTI ANONIMI MA DI FIRMARSI (anche con un nome di fantasia).


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...