martedì 24 marzo 2009

La vigna del Signore

"E mentre invitiamo i diversi interlocutori a non abbandonare mai il linguaggio di quel rispetto che è indice di civiltà, vorremmo anche dire – sommessamente ma con energia - che non accetteremo che il Papa, sui media o altrove, venga irriso o offeso." (Cardinale Bagnasco, interno giorno, Vaticano)

Con tutto il rispetto, noi non si irride il Papa tanto per far sera, si fa solo notare quando dice cose pericolose per l'incolumità della gente.
E poi cosa significa "non accetteremo"? Scomunica per tutti, offre il Cardinale?
Chiederanno di chiudere Le Monde e di bruciare sul rogo il disegnatore Plantu, che ci offre, oltre alla vignetta di cui sopra, pubblicata in prima pagina sul quotidiano parigino, quest'altra vignetta del giorno, che non ha davvero bisogno di traduzione?


OKNotizie
Vota questo post su OKNotizie!

7 commenti:

  1. Adetrax23:20

    Si irride ... diciamo che se si fossero usate quelle vignette per un imam, un ajatollah o addirittura per "quello verso cui va la montagna", ci sarebbero stati serissimi problemi per chi le avesse pubblicate, invece niente di tutto questo, solo un piccolo richiamo a non banalizzare o meglio a non trivializzare le modalità del dialogo.

    L'umanità è vissuta per milioni di anni senza preservativi, ora pare che anche l'Africa non ne possa fare a meno; si spererebbe che questi preservativi fossero prodotti da ditte locali, ma guarda caso non è così; saranno poi biodegradabili ?

    La domanda è lecita dato che se ogni africano li usasse sempre probabilmente se ne consumerebbero 250 milioni x 100 = 25 miliardi di preservativi all'anno.

    La linea vaticana è molto semplice, ovvero che non è corretto imperniare l'intero discorso sull'uso del preservativo come unica soluzione a certi problemi.

    Dopotutto qualche esperienza in Africa i missionari l'hanno fatta e probabilmente hanno intuito o gli hanno fatto capire che, guarda caso, le pozioni magiche potrebbero non funzionare se si usano i preservativi.

    Ora, tornando seri, io ho sentito queste parole dal filmato delle dichiarazioni del papa:
    questo problema dell'AIDS non si può superare solo con i soldi o con la distribuzione di preservativi, che al contrario aumentano il problema ...

    Mi pare che voglia sottointendere delle considerazioni implicite ma forse non del tutto ovvie circa l'uso del preservativo come strumento di lotta esclusivo all'AIDS:

    1) gli stupratori, i pedofili, ecc. protrebbero continuare a violentare come prima, anzi più di prima, e solo una parte di essi "forse" userebbe un preservativo, peraltro facilmente bucabile date le modalità d'uso africane;

    2) la facile disponibilità di preservativi se non fosse accompagnata da regole di comportamento civili potrebbe avallare comportamenti brutali con la scusa che "tanto c'è il preservativo che protegge tutti".

    A mio modo di vedere quindi il papa ha fatto notare che il perno dell'intero discorso anti AIDS non può essere costituito dal solo preservativo o dai soli soldi, bensì anche e soprattutto da qualcos'altro.

    In breve non mi pare che abbia escluso certi strumenti (perlomeno non del tutto) ma che abbia evidenziato che se non sono accompagnati da un cambio di mentalità e di politica, possono eventualmente aumentare certi problemi invece di diminuirli.

    Certo il messaggio principale resta quello: il sesso illecito è da evitare (è proibito) !

    Devo dire che la potenza di questo divieto mi affascina ;-)

    RispondiElimina
  2. @Adetrax
    Mh. Non hai risposto però alla questione base: perché la distribuzione di preservativi AUMENTA il problema?
    Si può discutere all'infinito sulla maggiore o minore efficacia su larga scala di questo strumento (magari evitando di ricorrere alla biodegrabilità o all'inutilità sul prevenire gli stupri, il rumore di unghie sugli specchi è fastidiosissimo), ma non si potrà certo negare che HA un certo grado di efficacia nella lotta all'aids. E allora, perché dire che aumenta il problema?
    E' come dire che l'airbag non salva dalla morte in caso di incidente, ma "al contrario aumenta solo il problema". Ok, non sarà l'angelo custode infallibile: ma intanto, se non ci fosse, le probabilità di morire in caso d'urto sarebbero maggiori, no?

    RispondiElimina
  3. E' perfettamento ovvio che l'utilizzo dei preservativi non sia l'UNICA soluzione all'AIDS, ma è certamente utile a frenarne la diffusione. Le parole del pappa romano sono gravissime perchè sostengono che addirittura i preservativi aumenterebbero il problema! Sono parole irresponsabili, gravissime, la chiesa tutta dovrebbe vergognarsi e rivedere le proprie posizioni!

    RispondiElimina
  4. A tale proposito ti segnalo la mia iniziativa per far aderire Kilombo alla campagna FAMMI SCEGLIERE.
    Spero di avere il tuo sostegno
    Dario Ballini
    http://www.dariosblog.com/2009/03/proposta-kilombo-aderisca-alla-campagna.html

    RispondiElimina
  5. LORO possono dire e fere tutto perchè hanno la VERITA' in sacrestia, noi nessuno dobbiamo tacere ed assentire. Col CAVOLO...
    Un saluto

    RispondiElimina
  6. Adetrax22:40

    @Watkin
    Mh. Non hai risposto però alla questione base: perché la distribuzione di preservativi AUMENTA il problema?

    Non è la distribuzione dei preservativi che aumenta il problema, ma l'uso improprio o facilone a livello di massa che potrebbe introdurre nuove problematiche senza risolvere drasticamente il problema AIDS.

    Le problematiche potrebbero essere le seguenti:

    1) il mercato africano sarebbe enorme ma appunto per questo c'è il forte rischio che quantitativi da molti miliardi di pezzi all'anno possano favorire l'introduzione di modelli non esattamente rispondenti a tutti i requisiti di protezione e sicurezza da parte di produttori emergenti;

    2) preservativi non superperfetti potrebbero presentare microfori attraverso cui il virus dell'AIDS potrebbe comunque passare; non so se sono stati fatti studi o esperimenti scientifici in merito, ma è una possibilità da verificare seriamente prima di lanciarsi in campagne che potrebbero diffondere falsi sensi di sicurezza;

    3) il problema dell'AIDS deriva da fattori che non sono contrastati dal solo uso del preservativo, inoltre gradirei vedere statistiche di quanti stupratori sarebbero disposti a mettersene uno prima dell'impresa, soprattutto se sono in stati di alterazione psicofisica;

    4) non è che in Africa ci siano sempre condizioni igieniche ideali e il maneggiare impropriamente superfici di contatto può introdurre comunque dei rischi di altro tipo.

    In conclusione penso che da un lato il papa intendesse fare un discorso molto più generale e non limitato all'uso di strumenti tecnici come i preservativi, dall'altro penso che la frase usata non sia stata costruita nel modo migliore possibile e nei filmati bisognerebbe sempre vedere cosa viene prima (le domande, il contesto, ecc.) e cosa viene dopo.

    Probabilmente sarebbe stato più corretto usare un condizionale tipo: ... preservativi, che al contrario potrebbero aumentare il problema in determinate condizioni ... ecc..

    Detto questo è vero anche che la linea vaticana è da sempre contro gli anticoncezionali espliciti, quindi il papa non poteva dire che i preservativi sono la migliore o addirittura l'unica soluzione possibile al problema AIDS.

    E' come dire che l'airbag non salva dalla morte in caso di incidente, ma "al contrario aumenta solo il problema" ...

    Dipende, è meglio averlo, ma è risaputo che sistemare neonati su seggiolini nel posto del passeggero anteriore in prossimità dello sportello di apertura di un airbag può effettivamente esporli a un rischio mortale (a causa dell'airbag) in caso di incidente anche lieve.

    Infine una considerazione di ordine generale: non è sbagliato fare obiezioni o chiedere chiarimenti, spesso la mancanza di un avverbio o il mancato uso di un condizionale possono generare degli equivoci e delle reazioni lecite ma forse sproporzionate alle intenzioni originali.

    Diciamo la verità, qui forse non si teme l'opinione incompleta di un papa ma l'interpretazione che ne possono fare oscuri personaggi di potere.

    RispondiElimina
  7. @ Adetrax
    se la Durex legge i tuoi commenti ti fa causa. Fai credere che i preservativi siano tutti difettosi.
    Anche il rischio di esplosione di un preservativo usato in prossimità di airbag e senza cinture andrebbe tenuta in debito conto.

    RispondiElimina

SI PREGA DI NON LASCIARE COMMENTI ANONIMI MA DI FIRMARSI (anche con un nome di fantasia).


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...