mercoledì 13 maggio 2009

Nanoconquiste e nanobugie

Ovunque vada è sempre un evento e lascia un tale segno che in Finlandia, ad esempio, ancora non si ricordano delle sue visite.
L'ultimo exploit a Sharm El Sheik. Minchia, con l'Egitto non si erano mai firmati accordi simili, tanto che uno si chiede: dov'è la fregatura?
Una roba mai vista, una conquista che nemmeno Colombo con le caravelle.
Per il gas ed il petrolio bastava forse non tirare giù Mattei con l'aeroplano e gli accordi vantaggiosissimi per l'Eni li avremmo già avuti quarant'anni fa.

C'è da stare tranquilli quando costui va per il mondo a far tutto lui. Si è visto con Gheddafi. Promesse, promesse, accordo storico ma con il leggerissimo problema dei barconi.
Mr. Faciloneria ha comunque la ricetta giusta per i migranti. Avete bisogno dell'asilo politico? Ghe pensi mi; andate nell'apposito ufficio a Tripoli, chiedete alla signorina (che sicuramente è una gran gnocca e ve la dà pure) e fate domanda. I più fortunati si aggiudicheranno anche una tessera gratuita Mediaset Premium con decoder e parabola. Peccato che, strada facendo, i disgraziati vengano intercettati dai poliziotti e trafficanti libici che ne fanno scempio in appositi lager. Ma tutto questo Alice fa finta di non saperlo.

In attesa che del nostro ci giungano altre cartoline da altri paesi conquistati a colpi di efficienza brianzola, facciamo il solito lavoro di ripulitura delle balle spaziali raccontate da iddu e i suoi giornaletti cartacei e televisivi.
"Sono il più popolare del mondo", farneticava nei giorni scorsi. ''I sondaggi che ho io mi danno il 75,1% di consensi, i sondaggi che conosco io dicono che Obama e' al 59%: soltanto Lula (il presidente del Brasile) arriva al 64%. Quindi il mio e' un record assoluto''.
Facciamo chiarezza grazie alla conoscenza dell'inglese e a Visti da lontano. Il sondaggio commissionato ad Harris Interactive (non di proprietà di Berlusconi) sulla popolarità dei leader mondiali ed il loro livello di gradimento presso i cittadini d'Europa e degli Stati Uniti, vede al primo posto Barack Obama con l'80% di gradimento.
Lui, il millantatore di credito, è solo al 17% (oplà!). In Europa è il leader meno popolare, la più amata è Angela Merkel. In Italia il recordman è al 38% ma solo, dicono quei comunistacci di Harris, grazie al controllo sui mezzi di informazione.
Ciapa ciapa e porta a cà.

Chissà quali sono i sondaggi che ha lui e che lui conosce. Poi non dobbiamo dare ragione a sua moglie che dice che quest'uomo non sta bene.

Grazie a Galatea per avermi ricordato quel gioiello di "Il favoloso mondo di Amélie".

OKNotizie
Vota questo post su OKNotizie!

42 commenti:

  1. Adetrax22:55

    Le nanotecnologie sono fra noi ...

    RispondiElimina
  2. Ma 'sto luciano61 non pare un po' monotono?

    RispondiElimina
  3. Panty23:57

    Bravo luciano61,sei un dio,le tue battute,pungenti,sarcastiche e intelligenti,mi fanno sempre scompisciare dalle risate,ci vuole uno come te,che riesce sempre a mettere a tacere,con eleganza,la papera.
    Nanoblogger,AHAHAHAHAHAHAH,BEEEELLLISSSIMA e nuova.
    Ma come ti vengono certi sprazzi ?????

    RispondiElimina
  4. Cara Papera, i foglietti che il nano tira fuori periodicamente dalle tasche, per leggere invariabilmente "sono al 75,1%, un consenso imbarazzante..." non sono sondaggi... sono "pizzini" che Mangano gli manda dall'aldilà.

    RispondiElimina
  5. ur_ca00:15

    Lame dice:

    1) Promesse, promesse, accordo storico ma con il leggerissimo problema dei barconi.

    - Problema risolto alla grande, direo. Non l'hai capito? Segui il tuo inquisitore comunista violante:
    "il rinvio dei barconi non è giusto ma è legale."

    2)"Sono il più popolare del mondo", farneticava (il nano) nei giorni scorsi.

    - sei tu che farnetichi. Infatti nei loro rispettivi paesi è stra-vero che il berlusca gode del 70~ perc. di consensi, molto più di Obama e della Merkel.

    Del resto, pazienta, ne avrai conferma nelle amministrative tra breve.

    RispondiElimina
  6. @ ur_ca
    leggi le fonti, invece di dire stupidaggini riportate dai giornalacci che leggi, come la romagnola Voce, con le bandierine americane ed israeliana.
    Nel sondaggio di Harris Berlusconi in Italia ha il 38%, capito? Se lui si raddoppia il consenso sono problemi suoi. E' più matto chi segue il matto nella sua follia, sai?

    RispondiElimina
  7. ur_ca07:18

    Fresca fresca dal NYT:

    "Obama Moves to Bar Release of Detainee Abuse Photos
    By JEFF ZELENY

    Saying that releasing the photos of soldiers abusing captives in Iraq and Afghanistan would endanger American troops, the president has reversed a decision made last month."

    Prima sì..poi no! Ma che fa' il tuo amato abbronzato, copia dal nano?

    At salut, bùrdela, a vag a de l'acua al vid. Alla faccia di chi "opera e produce reddito" ahahah! Sei forte Lame. Buona giornata

    RispondiElimina
  8. Dice tante di quelle stronzate che alla fine la gente gli crede, e come diceva Montanelli: "anche lui crede alle sue bugie, è un bugiardo sincero". Che possa avverarsi un futuro migliore

    RispondiElimina
  9. ur_ca12:19

    Lame dice: Nel sondaggio di Harris Berlusconi in Italia ha il 38%, capito?

    Ascolta Lame,
    il Governo Berlusconi in Italia secondo le maggiori agenzie oscilla dal 60 al 70 percento di consenso.
    In America Obama è leggermente in arretrato o tutt'al più sullo stesso livello. La Merkel non esiste proprio.
    Poi i vari Harris o non Harris (e chi è?) possono spararle come vogliono.

    RispondiElimina
  10. @ ur_ca
    te lo dico in amicizia, francamente mi ha stancato il tuo negare l'evidenza dei fatti per il puro gusto di stuzzicare e rompere le scatole a chi non la pensa come te. Per come ragioni mi ricordi tanto una persona della mia famiglia che evito accuratamente e, come capirai, di questo tipo di mentalità ne ho avuto abbastanza nella mia vita.
    Io non voglio convincerti di nulla, leggo solo e riporto i fatti in modo che ognuno li interpreti secondo le proprie idee. Però che li si neghi per partito preso mi manda in bestia.
    Come mi manda in bestia il rivoltare la frittata quando si fa una domanda. Insomma, cazzo, ti ho dedicato un post, quello dei pappagalli, ora stai buono per un po'.

    RispondiElimina
  11. Eh, sì... stiamo tutti buoni per un po' e seguiamo il consiglio 'democratico' di Lame, capito?
    "Che fretta c'era, maledetta priimavera..." (Loretta Goggi)
    Il messaggio di Lame è molto simile a quello di Fra' Franceschini: "State buoni se potete... e non rompete al premier, all'opposizione-soft e... alla blogger!"
    Tutti buoni per un po'... Capito?!

    RispondiElimina
  12. simona_rm15:50

    msg x ur_ca + luciano61 (only them)

    voi due mi ricordate 2 compagnetti di scuola elementare che si divertivano a tormentare le ragazzine. Facevano battutine inbecilli a cui ridevano solo loro, sghignazzavano uno in faccia all'altro e pensavano così, di mettersi in luce e fare i simpatici. Erano fastidiosissimi. Ne ho rivisto uno tempo fa, aveva un'aria triste di persona sconfitta. Al posto del vecchio fastidio ho provato una pena autentica. Uguale per voi.
    Non capisco perchè Lame, si ostini ad ospitarvi e anche a rispondervi.

    RispondiElimina
  13. Anonimo15:56

    @ Lame,

    Si può al tuo Harris contrapporre altri sondaggisti? O no?

    Può anche darsi che qualche volta io stuzzichi per partito preso, ma non sarò mai come te e i tuoi sinistrati che in questo siete maestri. Tantìè che qualsiasi cosa faccia il nano lanciate insulti perfino a chi lo vota. Possibile che per voi non ne indovini una? Insomma, voglio dire, fare zero nella schedina non dovrebbe essere facile nemmeno per il berlsuca.
    Perciò la morale fatta dai comunisti (perchè tale sei) come te, vale per me quanto il due di picche a ping-pong.

    Vorrei ricordarti che nei sondaggi pre-elettorali vantati da berlusconi nelle ultime politiche, tutti, dico TUTTI (dx e sn) ghignavano.
    E avevano ragione di farlo perchè Berlusconi, infatti, li aveva sbagliati... per difetto però.
    Perciò, se vale la legge transitiva... figurati alle prossime elezioni che succede.

    Quanto al post precedente, a tuo dire diretto a quelli di centro destra come me, vedi di chiarire gli interrogativi che ti ho posto, senza fare l'"invornita" per non pagare il dazio, come sei solita fare.

    con affetto

    ur_ca

    RispondiElimina
  14. ur_ca16:06

    e tu simona mi ricordi le bruttine che sbavavano invano per avere qualche attenzione dai compagnetti. e che per mascherare la loro condizione facevano le saputelle scontrose.
    Ne ho incontrata una recentemente. Poverina, ha insegnato per 40 anni ed è rimasta zitella.

    RispondiElimina
  15. rossoallosso20:08

    lame sono padre di due figli ho moglie e in famiglia abbiamo un cane e un gatto.ho provato a fare un sondaggio su chi e' piu' popolare e senza sorpresa ti dico che ha vinto il gatto con un buon 60% poi ho avuto una brillante idea ho elargito 50euro alla moglie per la parrucchiera,30 euro alla figlia per uscire col fidanzato 30 euro al figlio per la birreria poi ho rifatto il sondaggio e la mia popolarita'e'salita magicamente al 100% quindi a me il berlusca mi fa un baffo, l'ho stroncato.credi che dovro' fargli sapere del mio successo?forse meglio lasciarlo nell'ignoranza non vorrei mai che si suicidasse anche perche'i tanti urca e luciano che ci sono in giro gli andrebbero sicuramrnte dietro.ciao

    RispondiElimina
  16. Mi dispiace deludere 'rossoallosso' (parente forse di Fassino?), ma sono già da due anni che mi rifiuto di votare la consorteria politica italiana; invidio chi crede ancora a questi partiti di vuoti ideali e ricchi solo di spot per gli acquisti.
    Non mi suiciderò né per Berlusca, né per Fra' Franceschini... tranquillo!

    RispondiElimina
  17. ur_ca21:14

    @ rossoallosso e, perchè no? anche @ Lame

    Stamane in campagna ho chiesto a un agricoltore come togliere le sinistre erbacce di torno casa.

    “Dasij de Silvio-Randò” (dategli del Silvio-Randò) - mi ha risposto.

    Ho poi scoperto che Randò sta per “Roundup”, un micidiale veleno che estirpa erbacce alla radice.

    RispondiElimina
  18. rossoallosso00:32

    luciano io credo in una ideologia che e' quella comunista non certo in fassino se tu ti accontenti di credere a un berlusca qualsiasi buon per te.a urca posso dire che gia ci hanno provato a estirpare le sinistre erbacce e si e' visto come e' finita hanno ottenuto l'effetto opposto

    RispondiElimina
  19. Anonimo00:47

    "Tantìè che qualsiasi cosa faccia il nano lanciate insulti perfino a chi lo vota"
    sopratutto ur_ca !!!!!!!!!!
    lele

    RispondiElimina
  20. @ ur_ca
    Credo di più ad Harris che ai sondaggisti italiani perchè so da chi sono pagati quelli italiani.

    RispondiElimina
  21. Gianni10:50

    Domande (domandare è lecito):

    1. Quando e come Berlusconi ha conosciuto il padre di Noemi Letizia, Elio?

    2. Nel corso di questa amicizia, che il premier dice «lunga», quante volte si sono incontrati e dove e in quale occasioni?

    3. Ogni amicizia ha una sua ragione, che matura soprattutto nel tempo e in questo caso – come ammette anche Berlusconi – il tempo non è mancato. Come il capo del governo descriverebbe le ragioni della sua amicizia con Elio Letizia?

    4. Naturalmente il presidente del Consiglio discute le candidature del suo partito con chi vuole e quando vuole. Ma è stato lo stesso Berlusconi a dire che non si è occupato direttamente della selezione dei candidati, perché farlo allora con Letizia, peraltro non iscritto né militante né dirigente del suo partito né cittadino particolarmente influente nella società meridionale?

    5. Quando Berlusconi ha avuto modo di conoscere Noemi Letizia?

    6. Quante volte Berlusconi ha avuto modo di incontrare Noemi e dove?

    7. Berlusconi si occupa dell’istruzione, della vita e del futuro di Noemi. Sostiene finanziariamente la sua famiglia?

    8. E’ vero, come sostiene Noemi, che Berlusconi ha promesso o le ha lasciato credere di poter favorire la sua carriera nello spettacolo o, in alternativa, l’accesso alla scena politica e questo «uso strumentale del corpo femminile», per il premier, non «impoverisce la qualità democratica di un paese» come gli rimproverano personalità e istituzioni culturali vicine al suo partito?

    9. Veronica Lario ha detto che il marito «frequenta minorenni». Al di là di Noemi, ci sono altre minorenni che il premier incontra o «alleva», per usare senza ironia un’espressione della ragazza di Napoli?

    10. Veronica Lario ha detto: «Ho cercato di aiutare mio marito, ho implorato coloro che gli stanno accanto di fare altrettanto, come si farebbe con una persona che non sta bene. E’ stato tutto inutile». Geriatri (come il professor Gianfranco Salvioli, dell’Università di Modena) ritengono che i comportamenti ossessivi nei confronti del sesso, censurati da Veronica Lario, potrebbero essere l’esito di «una degenerazione psicopatologica di tratti narcisistici della personalità». Quali sono le condizioni di salute del presidente del Consiglio?

    Risposta (rispondere è cortesia; in questo caso sarebbe un dovere, ma non andiamo per il sottile):
    "invidia e odio nei confronti di un Presidente del Consiglio che ha raggiunto il massimo storico della fiducia dei cittadini. Sono palesi i motivi della campagna denigratoria che la Repubblica e il suo editore stanno conducendo da giorni contro il Presidente Berlusconi. Attacchi di così basso livello, in vista delle prossime elezioni europee e amministrative, confermano non solo l'assoluta mancanza di argomenti politici concreti di quel giornale e della sua parte politica, ma anche una strategia mediatica diffamatoria tesa a strumentalizzare vicende esclusivamente private a fini di lotta politica"

    Non mi posso stupire che dentro un semplice blog ci siano persone che commentano usando gli stessi stilegmi

    RispondiElimina
  22. Gianni11:13

    precisazione (scontata, ma necessaria):
    da una parte e dall'altra.

    RispondiElimina
  23. @ Gianni
    precisazione anche da parte mia, se no scadiamo nel qualunquismo del "tanto sono tutti uguali".
    Quando si commenta o si scrive contro Berlusconi lo si fa portando argomentazioni precise. In questo ultimo caso: perchè dice di avere il 78% dei consensi quando in realtà è il 40% scarso?
    E ancora: perchè quell'aria di conquista dello spazio, da grande passo per l'umanità ogni volta che va all'estero?
    Sono argomenti. I nanofili invece non hanno in bocca altro che il "voi comunisti".

    RispondiElimina
  24. Gianni11:52

    @ Lame
    La verità non ha bisogno di fronzoli. Perchè accanirsi a voler dimostrare l'evidenza? Facendo il gioco di chi parla a vanvera, e divenendo di fatto indistinguibile da lui. Berlusconi dice falsità? Bene, dati alla mano lo si sbugiarda. Qualcuno contesta lo sbugiardamento? Fornisca dati precisi e fonti. Poi se ne discute. Secondo me si fa così.
    Il contrario del qualunquismo.
    Secondo me occorre resistere alla tentazione (forte e giustificata)della polemica grassa.

    RispondiElimina
  25. i sondaggi li fa Noemi nel call center?

    RispondiElimina
  26. @rossoallosso
    meglio credere in 'ideali' che in rigide 'ideologie', poi si rischia di crollare con i loro muri creati per il mondo.
    Credimi!

    RispondiElimina
  27. ...e le nanoblogger mi censurano (cancellando il mio commento): censura o coda di paglia?
    Ciao 'democratica' Lame, Ti sputtani da sola con i Tuoi tardivi bannamenti stizziti, però rimane il commento di Panty... e quello Te lo sei dimenticato... ahi, ahi la fretta e la superficialità!
    Riprova... forse un giorno diventerai una MEGAblogger (forse!)

    RispondiElimina
  28. Anonimo15:44

    gianni ha detto:"Berlusconi dice falsità? Bene, dati alla mano lo si sbugiarda. Qualcuno contesta lo sbugiardamento? Fornisca dati precisi e fonti. Poi se ne discute. Secondo me si fa così.
    Il contrario del qualunquismo."
    Quando berlusconi dice falsità,sarebbe meglio definirle cazzate,e queste vengono subito fatte notare,le risposte sono sempre le stesse:non è vero,sono stato frainteso,strumentalizzazione della sinistra!
    Sai i "comunisti"sono persone semplici non capiscono i discorsi,le battute e le barzellette di un personaggio "dotato" di così alto intelletto!
    lele
    p.s.per educazione al termine "dotato"non ho aggiunto alcuni epiteti come:mini,floscio....

    RispondiElimina
  29. Il 'monopolio della verità' ce l'ha solo Lame; chi dissente viene etichettato (logicamente come uno di destra e/o come un cerebroleso...) si tratta della nota 'sindrome della casalinga' quando si reca al supermercato: cercare 'etichette' per tutto e per tutti e non andare oltre alla quotidianità della propria piccola e miope 'spesa'...
    Occorre tanta pazienza...
    p.s.- attendo 'censura democratica' di Lame: non mi voglio far mancar nulla!

    RispondiElimina
  30. rossoallosso16:47

    @luciano dovresti spiegarmi pero' quali sono questi ideali.accentrare tutti i poteri su una sola persona sono gli ideali di uno solo non penso siano anche i tuoi. il comunismo e' un'altra cosa rispetto a quello che fu l'unione sovietica o la cina.forse e' solo una utopia ma tant'e'io ho fiducia sono ottimista di natura saluti

    RispondiElimina
  31. rossoallosso16:55

    dimenticavo a proposito di muri ne stanno costruendo uno in israele al confine con la palestina e uno negli stati uniti al confine col messico e non credo siano dipinti di rosso.poi ci sono i muri che ci costruiamo da soli,ad esempio il colore della pelle,classe sociale,gusti sessuali ecc,ecc.tutti muri di cui io non soffro l'esistenza tu forse si.risaluto

    RispondiElimina
  32. Anche per me il comunismo è un'utopia (quindi un grande e difficilmente realizzabile ideale), però la Storia ha solo prodotto, travisando tale 'utopia', una pericolosa e nefasta 'dittatura del proletariato' (in realta 'dittatura sul proletariato'), proprio per l'ossessiva ricerca di pseudo-ideali su un'unica persona (Lenin, Stalin,...).
    Chi ha creato il 'culto della personalità' è stato proprio il comunismo sovietico, poi ben imitato dal nazi-fascismo europeo.
    E davanti alla Storia degli eventi trascorsi è impossibile barare... anche per Lame.
    Ciao :-)

    RispondiElimina
  33. ur_ca17:57

    @ Lame

    L'osservazione fatta da Gianni, che è tutt'altro che "figlio di papi", è vera quanto ovvia. Ma è anche vero che Lame fa, o meglio, farebbe bene a sparare sul Potere con il suo “semplice blog”. Il fatto è che, cara Lame, secondo me tu sbagli bersaglio. Non sempre, ma molto, molto spesso. E ti lasci trascinare dalle polemiche personali, che a ragione stigmatizzi all’interno del tuo blog, ma su cui troppo spesso, con i compagni, ti scagli contro Berlusconi.

    Non avete capito che delle Carfagna, Gelmini, Veronica, minorenni varie, Saclà, le veline, le battute sull’abbronzato, le telefonate in faccia alla Merkel, la palpata di culo alla regine Elisabetta… alla maggioranza degli italiani interessa molto poco. A loro interessano forse più cose concrete, sicurezza, meno tasse, piano case per far ripartire il lavoro e non certamente la percentuale di consensi che Berlusconi vanta per sé.

    Pazienza tu, che tutto sommato col tuo blog coltivi un hobby, ma ben più grave è che coloro che sulla politica e sull’informazione ci campano l’hanno capita ancora meno di te. E proseguono con le polemiche innestate da un Veltroni che in segno di disprezzo e di presunta superiorità morale, politica… in campagna elettorale non ha mai pronunciato il nome del suo avversario Berlusconi. E che del “we can” di Obama ha fatto il suo principale slogan.

    Insulsaggini che tuttora Franceschini porta avanti. Ci pensi? Un Franceschini che proprio ieri per contrastare la legge sulla sicurezza passata alla camera, sosteneva che tale legge sarebbe andata a discapito di coloro che hanno assunto badanti “irregolari”, …ma come? Allora io che, oltre agli 860 euro di paga, spendo 460 euro mensili solo per tenere in regola una badante, sono un fesso?

    Per esempio, non credi che sarebbe stato più conveniente, onesto, civile e rispettoso di coloro che come me ti leggono e apprezzano il tuo stile graffiante, se tu avessi dato risalto alle migliaia di vittime civili che annualmente muoiono in Afghanistan per colpa delle “forze di pace” dopo l’ultima strage USA?

    Oppure dato voce alla vicenda della giornalista spia americana liberata in iran. Io non sono certo a favore di quel calimero iraniano ma credo che in america una spia iraniana non sarebbe uscita di galera prima dei trent’anni?

    O, ancora, commentato la vicenda della leader dell’opposizione imprigionata in Birmania, dove vige una dittatura comunista?
    E, invece no! Non hai voluto smentirti, purtroppo.

    Se poi vogliamo restare in tema italiano, una critica alla opposizione incapace e vuota dove anche gli intellettuali, quelli veri (v. magris) non i ridicoli frattocchiani, si sono schierati alla corte di un buzzurru ciazzeccaro fascio-populista al cui confronto bossi è un’aquila, non sarebbe stata più stimolante e utile alla tua parte politica?

    Ecco, Lame, se davvero vuoi fare una cosa convincente queste sono le cose di cui dovresti parlare. Ma basta parlare di Berlusconi persona di cui per anni si sono criticati i capelli trapiantati, il fondotinta i tacchi… che lo hanno portato alle stelle, ne sono convintissimo.

    Un’ultima cosa vorrei ribadire e chiarire definitivamente, spero. E cioè che non mi è simpatico papi, nè tantomeno bossi, intuitivo ma ignorante e impostore (si spacciava per medico). Così come ribadisco che, a differenza della rispettabilissima scelta di Luciano che si astiene dal votare, io voto centrodestra perché sono per così dire i "meno peggiori" che il teatrino della politica offra. E per il Decisionismo che li contraddistingue, finalmente. In una Italia dove i politici di mestiere, storici furbetti del quartiere non si mettono in discussione per timore di perdere la tetta da cui si ingozzano, Berlusconi, o chi per lui, sarà sempre visto come un salvatore.
    E non prendiamoci in giro sul monopolio dei media che: 1) non è vero; 2) non è determinante, altrimenti non si capisce come abbia potuto berlusconi perdere le elezioni per ben due volte.

    RispondiElimina
  34. @ ur_ca 7,18: Obama prima si e poi noi? Problematico! Silvio, inceve, è "sempre" per il no. E chi non ci sta viene licenziato dal Tg%, da Matrix, dal "Fatto", la Annozero"... C'est plus facile.

    Sulla discussione: sarà che Lameduck dice cazzate, ma lo fa citando le fonti. Perchè non prendi l'esempio? Sui sondaggi è facile.

    RispondiElimina
  35. P.S. per ur_ca: a proposito di fonti: in Italia esiste un sito UFFICIALE per i sondaggi:

    http://www.sondaggipoliticoelettorali.it/

    Ti puoi fidare. E' un sito gestito dalla Presidenza del Consiglio. Negli ultimi sondaggi sul voto degli italiani alle europee, TUTTI i sondaggisti danno il PdL al 36/40%. Considerando che nel PdL c'è AN, che vale il 30% del totale, il cav. è quindi votato da 26/28% degli italioti.

    Ma come, ha la fiducia "imbarazzante" del 75,1% (per la precisione) degli italiani, e poi becca i voti del 38% degli stessi? ce la spiegheresti?

    RispondiElimina
  36. @ ur_ca: te lo dico per l'ultima volta, perchè ho l'impressione che discutere con te sia come pestare l'acqua nel mortaio. Scrivi:

    "...il Governo Berlusconi in Italia secondo le maggiori agenzie oscilla dal 60 al 70 percento di consenso..."

    Ben, ur_ca, ora tira un respiro profondo, e anzichè citare "le maggiori agenzie italiane", dacci un link, uno solo, che non siano Libbbero, il Geniale o il Giulivo, che dia questi dati.

    P.S.: In questo preciso momento Emilio Fede (EMILIO FEDE, CAPISCI?) sta confermando l'ordine di servizio. Berlusconi gode del 75% di consenso.

    Anche Capezzone CAPEZZONE, CAPISCI?) sempre da Emilio Fede, sta "confermando": tutti i leader mondiali, in questo momento "stanndo perdendo consenso". C'è n'è uno solo che guafìdagna consenso, e questo è Silvio Berlusconi.

    Un uomo solo al comando...

    Ma non vi vergognate del vostro tasso di arcorismo?

    RispondiElimina
  37. ur_ca, sempre più intelligente:

    "Lame, Si può al tuo Harris contrapporre altri sondaggisti? O no?"

    Rispondo io per Lame: si, si può. Ma è esattamente quello che TU non fai. Tu contrapponi a dati di cui Lame cita i links, minchiate che non documenti, MAI. E sai perchè? perchè non puoi farlo.

    RispondiElimina
  38. Adetrax22:16

    @ur_ca

    Allora, nel tuo ultimo intervento si è elevato un po' il livello della discussione e si è forse capita un po' di più la tua visione delle cose.

    Mi sembra che tu ponga l'accento sul fattore governabilità di questo paese, tanto da far passare in secondo piano tantissime storture incompatibili con un paese civile.

    Nel PdL ci saranno anche persone più che passabili ma il punto è che molti suoi esponenti "paiono" intrattenere relazioni con una serie di persone poco presentabili e la sensazione che i media contribuiscano parecchio a sopire, a edulcorare e financo a occultare notizie che dovrebbero destare decisi allarmi sociali, è molto forte.

    E non prendiamoci in giro sul monopolio dei media che: 1) non è vero; 2) non è determinante, altrimenti non si capisce come abbia potuto berlusconi perdere le elezioni per ben due volte.

    1) Non è monopolio totale ma è sicuramente fortissimo predominio con cui, aggiungendo le zone di influenza, si raggiungono percentuali bulgare di pervasiva influenza mediatica.

    Fra l'altro l'informazione italiana è stata appena declassata a "parzialmente libera" proprio per l'aumentata influenza di Silvio nel relativo mondo dei media; tralasciamo pure il gesto del mitra con Putin e altre goliardate ma la sostanza è quella.

    Silvio e la sua cricca hanno creato il vassallaggio nel mondo dell'informazione, tutti devono suonare uno spartito gradito se vogliono soldi, potere e veline, altrimenti, dopo una serie di richiami i personaggi fuori dal coro sono messi all'angolo.

    2) Eh capirai, una volta nel 1996 e l'altra nel 2006, la prossima sarà nel 2016.

    Comunque, nel 1996 perse per tutta una serie di problematiche emerse nei 2 anni precedenti, fra cui:
    - le accuse della Lega di legami di Silvio e C. con ambienti mafiosi;
    - il divorzio dalla Lega, il riacutizzarsi del conflitto di interessi, ecc.

    Nel 2006 perse per motivi simili anche se più diversificati dato che l'appellativo di coglioni non piacque per nulla agli indecisi; in quell'occasione è da ricordare la strana riconquista di voti di FI verso la chiusura dei seggi, grazie probabilmente ai voti di scambio di cui in Italia si fa gran commercio.

    In entrambi i casi ci fu probabilmente un sussulto sulla cosiddetta questione morale della politica; un sussulto molto poco condiviso e facilmente dimenticabile se analizziamo quello che poi è successo.

    Comunque, per essere chiari, il problema non è tanto e solo Silvio, ma anche tutta una serie di personaggi che sono cresciuti e stanno crescendo nel sottobosco oscuro del vassallaggio attorno a re Silvio.

    Ti pare normale che un certo Licio, a un'età quasi secolare, trovi spazio in trasmissioni in cui non c'è più alcun nascondimento sui fini ultimi dell'azione del suo gruppo e in cui dichiara che l'unico politico che ha la forza di fare qualcosa in questo momento è Silvio (ovviamente il suo adepto prediletto) ?

    Casualmente la sinistra sparisce e non c'è più quasi alcuna discussione, neanche migliorativa, sulle iniziative dell'attuale governo.

    C'è qualcosa che non torna.

    A me non dispiace affatto il decisionismo ma questo non può essere l'unico criterio per preferire un candidato o un partito.

    Non voglio scendere nei dettagli della corruzione cui è arrivata una fetta importante di società italiana negli ultimi decenni ma non si può non sottolineare che l'atteggiamento stesso di Silvio come politico è fin troppo "prono" alla volubilità degli italiani, alla loro immaturità, visto che ritiene indispensabile circondarli di gossip, di approssimazioni, di velinismo vario oltre che foraggiare con soldi e potere i suoi sostenitori non in virtù della giustezza di una posizione o di una causa ma del mero tornaconto personale.

    E' questo l'orrore, il fatto che moltissimi italiani vendono per ragioni ignobili la propria trasparenza di giudizio in cose fondamentali per il futuro di una società.

    Detto questo non c'è molto da aggiungere, a parte questa osservazione: il comportamento di Silvio e dei suoi parlamentari è visto con occhio critico anche da molti suoi colleghi europei, non tanto e non solo perchè non approvano la condotta giullaresca o irresponsabile da one man show ma perchè ritengono (probabilmente a ragione) che questa condotta aggiunga degli inutili rischi nel perseguimento di altri obiettivi per loro molto più importanti e seri.

    Spero solo che queste elezioni europee non siano l'ennesima conferma che la marmaglia più immonda è premiata solo perchè si nasconde bene dietro ai finti rappresentanti dei nostri finti partiti italiani.

    RispondiElimina
  39. @ ur_ca
    ti dispiace se scrivo di ciò che mi pare? Ti dispiace se il nano mi sta sui coglioni? Ti dispiace se reclamo il diritto di rivendicare il fatto di non sopportarlo, come rivendico l'incapacità a sopportare i dischi di Laura Pausini?
    Non è colpa tua delle cose che dici. Sei scusato da motivi genetici. Nel DNA romagnolo c'è la spinta irrefrenabile all' appecoronarsi di fronte all'uomo della provvidenza. Mussolini non è nato a Predappio per caso.
    Per il paternalismo che ti contraddistingue, poi, penso sia solo un problema di età.

    RispondiElimina
  40. Anonimo23:37

    o di idiozia congenita.

    RispondiElimina
  41. ur_ca23:43

    @ Lame, che dice:
    "Nel DNA romagnolo c'è la spinta irrefrenabile all' appecoronarsi di fronte all'uomo della provvidenza. Mussolini non è nato a Predappio per caso."

    Hai ragione. dall'appecorinamento fascista passarono all'appecorinamento comunista.
    Un esempio solo (potrei fartene altri).

    Il criminale eroe partigiano, medaglia d’oro alla resistenza, Arrigo Boldrini, detto “comandante Bulow”.
    Originario di cesena e trapiantato nella tua provincia (Ravenna).
    Lo conoscerai di certo ma ci tengo a ricordartelo. Fu colui che a guerra finita fece assassinare oltre 300 giovani presunti, ripeto, presunti, fascisti a Codevigo e Schio (PD). Divenne poi il più alto esponente locale del Partito Comunista Italiano.

    Ebbene, questo efferatissimo criminale onorato alla sua morte anche dal presidente comunista Napolitano
    “era stato capo manipolo (tenente) della Milizia fascista fin dal ’39con il grado di capomanipolo (tenente)."
    http://it.wikipedia.org/wiki/Arrigo_Boldrini

    E come lui furono un buon 70-80% dei comunisti che sostieni e propagandi. Vergognati!

    Quanto all'anonimo e al tuo cicisbeo tafanus, ovvero tafanario, meglio lasciar perdere. altrimenti mi banneresti. cosa che non fai per loro, ovviamente.

    RispondiElimina
  42. Anonimo00:02

    ur_ca
    devi leggere tutto!non solo le parti che ti fanno comodo!
    bolrini fa parte della storia,il silvio nazionale fa parte del contemporaneo ed più facile comprendere...,turati naso,bocca, e buco del culo, e leggiti qualche libro che narra le imprese del prode deo!
    lele

    RispondiElimina

SI PREGA DI NON LASCIARE COMMENTI ANONIMI MA DI FIRMARSI (anche con un nome di fantasia).


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...