giovedì 18 giugno 2009

Il cliente di Mavalà

"Dieci ragazze per me, posson bastare. Dieci ragazze per me, voglio dimenticare. Capelli biondi da accarezzare e labbra rosse sulle quali morire, dieci ragazze così, che dicon solo di si." (Lucio Battisti, 1969, il profeta.)

«Certamente non ha bisogno che qualcuno gli porti le donne. Pensare che Berlusconi abbia biso­gno di pagare 2.000 euro una ragaz­za, perché vada con lui, mi sembra un po’ troppo. Penso che potrebbe averne grandi quantitativi, gratis. Eppoi, Berlusconi ha grande rispet­to per il mondo femminile e nessu­na attitudine a pagare una donna per avere rapporti con lui». (Avvocato Mavalà, 18 giugno 2009.)

Quattro frasi, quattro bugie. Nuovo record mondiale.

"Ancora una volta si riempiono i giornali di spazzatura e di falsità. Io non mi farò certo condizionare da queste aggressioni e continuerò a lavorare, come sempre, per il bene del Paese." (Il cliente di Mavalà.)

Quando l'essere puttanieri diventa un lavoro usurante e stressante, non sto scherzando.
Anche se, per la verità, circondarsi di venti, trenta, quaranta ragazze convocate organizzando pullman Kässbohrer e promettendo di soddisfare i loro capriccetti con 2000 euro di buoni-spesa pro capite, secondo me non ha più niente a che vedere con il sesso. Soprattutto se ci riferiamo a signori che non hanno più vent'anni e con l'uccello che tira più sul pollo che sull'aquila reale.

L'accumulazione compulsiva di capitale sotto forma di gnocca in quantità industriale assomiglia piuttosto al collezionismo maniacale che affligge i cacciatori che impagliano le loro prede e le appendono in salotto come trofei.
Anche qui niente di romantico. Mostrare i trofei induce i maschi sottomessi a pensare che il dominante se le sia trombate tutte, le gnocche impagliate, ma ovviamente non è così, si tratta di un'illusione.
Le donne non sono altro che un pretesto per il vecchissimo gioco intermaschile del "io ce l'ho più grosso del tuo, gné gné".
Da giovani si millantano più conquiste di Napoleone. Quando si comincia a far fatica a soddisfarne una, di donne, si rimedia con la quantità esposta in vetrina. Dieci, venti, trenta ragazze. Rigorosamente giovani ed inesperte, così non corri il rischio che ti ridano in faccia. E che ti chiamano Papi non per caso. In fondo il maschio vecchio regredisce ad uno stadio infantile dove si femminilizza e comincia a giocare con le bambole.

Ma è veramente piacevole per il collezionista questo obbligatorio dispiegamento di cacciagione in perizoma e tettine puntute ad uso e consumo dell'invidia dei sottomessi? In un vecchio film commedia anni 60 un ricco industriale dice al protagonista: "La vede questa barca? Io odio il mare, mi fa venire la nausea, eppure sono obbligato a toccare tutti i porti ogni estate. Se ne salto uno, ecco, tutti a dire: "Il Carugati è finito, ha tagliato le spese".

Le donne come le monete di Paperone, quindi. Magari dopo tanta gnocca qualcuno comincia ad avere la nausea ma non ci si può tirare indietro. Altrimenti qualcuno potrebbe pensare che sono gay.
La mentalità del tipico cliente di Mavalà è costruita sulla famosa barzelletta del campionato mondiale dei pornostar, che forse ricordate.
Ognuno dei concorrenti, tutti famosi divi del porno, viene condotto in una stanza dove sono sdraiate cento stupende ragazze. La gara consiste nel farsele tutte senza intoppi, tutte e cento in un'unica sessione.
Parte il primo concorrente: 1, 2, 3... 10, 11....28, 29, 30....40, 41...ahh, crolla. Secondo concorrente: 30...40...50...60...65, 66, 67....e crolla esausto. Terzo ed ultimo concorrente: parte spedito a velocità incredibile. In men che non si dice se ne fa 50, 60, 70, 80, 90. Alla 94a comincia a sudare, 95, 96...97....98....99, e cade morto. E il pubblico, spietato: " 'A frociooo!"

(Il film citato è "L'ombrellone" di Dino Risi, 1963.)

OKNotizie
Vota questo post su OKNotizie!

22 commenti:

  1. Utilizzazione finale.
    Grandi quantitativi.

    Non è solo Gheddafi a parlare di soprammobili, solo che lui, a modo suo, è più sincero. Direi quasi onesto.

    RispondiElimina
  2. Francesco06:41

    Cara Lameduck,

    leggo spesso il tuo blog e in genere non commento. Vorrei invitarti a riflettere su quello che sta succedendo in Italia:
    - caso Noemi: valanga di fango sul premier da tantissima stampa internazionale, quella stessa stampa che non si scandalizza di relazioni più pudiche ma certo più immorali (Dell'Utri e Mangano su tutti);
    - foto sequestrate in Italia ma pubblicate sulla stampa estera;
    - le parole di D'Alema;
    - le indagini della procura di Bari;
    - miliardi di dollari in titoli di stato sequestrati ai confini...(Crisis)

    Mi è difficile pensare che si tratti di una serie di coincidenze; per la verità il nostro buon pm ha compiuto (e compie) tante schifezze da non poter evitare di lasciare traccie dappertutto. Probabilmente la sua mania di onnipotenza e la sua sicumera lo hanno portato a non curarsi più di tanto di pulire bene dopo aver espletato i suoi bisogni.
    Ma a maggior ragione mi chiedo come mai tanti scandali vengano fuori proprio ora, come mai si tratti di scandali "a tema" (mi riferisco ancora alle sue frequentazioni ben più imbarazzanti d'una diciassettenne campana);
    è altresì evidente che la stampa inglese (e specie certa stampa, non so se mi spiego) non si muove di passo così pesante per uno scandaletto di "periferia"; peraltro Berlusconi non avrebbe problemi a sbarazzarsi di una singola "velina", basta pensare al caso Noemi, del quale chi non ha accesso alla rete non sa quasi nulla (che non sia l'espettorato del primo ministro).

    Chi c'è dietro questo affondo? Per quali motivi vuole sbarazzarsi di cotanto clown? Cosa c'entra questa VALANGA di denaro di cui quasi nessuno (soprattutto in Italia) parla? Le ipotesi sono tante, dalla delusione dell'oligarchia industriale alla punizione per la politica energetica, fino ad arrivare ad ipotesi ben più drammatiche... Dubito che ci siano ancora forze che lottino per il nostro bene di cittadini e quant'altro, così, tutto sommato, invece di essere felice, ho un pò paura.

    Tu cosa ne pensi? Io ho un brutto presentimento...

    Francesco.

    RispondiElimina
  3. Anonimo10:16

    E' semplicemente vergognoso che questo tappo sbavoso possa fare solo quello che cazzo gli pare e nessuno, ripeto nessuno, lo possa fermare perchè l'Italia la sta riducendo molto male, quasi un cadavere...

    compagno pasquale

    RispondiElimina
  4. mi chiedo come mai tanti scandali vengano fuori proprio ora.

    C'e' un complotto ai suoi danni ordito dai "signori della sinistra".

    E' ovvio! :-)

    RispondiElimina
  5. Alla mente umana piace trovare ordine dove ordine non c’è.
    Scegliendo opportunamente un certo numero di premesse, è possibile dimostrare qualunque cosa.
    Potrebbe fare dei soldi chi vendesse kit per la creazione di complotti personalizzati.
    Una volta, esasperato da ragionamenti di una amica, le dimostrai che potevo gettare sette sassolini sul tavolo (sette è un numero che fa un certo effetto, i sassolini dovevano essere neri), e con le misurazioni delle distanze relative, opportunamente scelte e opportunamente combinate tra loro, potevo sempre ottenere con la precisione voluta il valore della sezione aurea.
    Non è la profezia che si avvera, ma la realtà piegata a soddisfare l’enunciato.
    Tra l’altro questo complotto della sinistra mondiale è molto meno divertente di quelli che si possono costruire pasticciando con Nostradamus o le profezie di Malachia.
    Propongo anzi di analizzare le visionarie quartine e gli apodittici moti: non si sa mai che non si riesca a trovare notizie di Noemi e Patrizia a conferma dell’esistenza del complotto, o a dimostrare che il cavaliere sarà l’ultimo papa.
    E pensare che forse lui voleva solo attuare la sua fondamentale promessa elettorale: Chiù pilu pe tutti.
    Forse è vero, si tratta di un complotto di questa sinistra imberbe e caciarona.

    RispondiElimina
  6. forse e' il segnale di un uomo alla deriva.come salvatore degli italiani il berlusca non puo' semplicemente dire"mollo tutto".cosa c'e' di meglio di un bel complotto inventato ad arte per tornare momentaneamente nell'ombra(vedi anche la probabile rinuncia al milancalcio)per ritrovarcelo al viminale?mi verrebbe da piangere!!!

    RispondiElimina
  7. ERR.CORR.volevo dire "quirinale"e non viminale

    RispondiElimina
  8. ho avuto il dispiacere di vedere qualceh trasmissione tv con Ghedini difensore d''ufficio. Ormai berlusconi non manda più i suoi tappetini in giro a far propaganda (bondi, bonaiuti, cicchitto). Ghedini è diventato il protagonista assoluto del pdl.. Ma i guai del premier sono talmente tanti che prende qualche "liscio": non è stato lui, ma se anche fosse..lui non è colpevole..è solo l'utilizzatore finale. Dopo la finanza creativa, ecco la difesa creativa del proprio padrone.

    RispondiElimina
  9. condivido il pensiero di francesco.

    mala tempora curunt

    RispondiElimina
  10. Anonimo16:38

    Forse non mi sono spiegato bene, perché mi sembra che la maggior parte dei commenti sul complotto siano un pò fuorviati (meno male che c'è sR..)

    Purtroppo non sono così minorato da credere a un complotto della sinistra, almeno non intesa come "una meravigliosa unione di uomini e donne che, attraverso lo strumento del dibattito parlamentare e l'azione politica in generale s'adoperino a riformare le istituzioni politiche ed economiche al per conseguire la giustizia sociale".

    Sto parlando di comitati di affari, di sodalizi stato-industria, scambi di favori - roba alla Profondo Nero, insomma (ma non necessariamente italiana).

    Essendo iscritto ad una facoltà scientifica devo rilevare che il commento di Gianni mi sembra inappropriato: io non ho scelto "opportunamente un certo numero di premesse", ma ho considerato tutte le notizie dalla cronaca italiana che fossero pertinenti. Le mie sono ipotesi molto vaghe, ma non ho certo manipolato le informazioni di partenza, né intessuto una trama di supporto che colleghi fatti lontanissimi.

    Ripeto che si tratta di soli
    eventi di cronaca di questi giorni.

    Non mi hai certo aiutato a scacciare quella brutta senzazione di scivolare via da una padella arroventata.

    Con rispetto,
    Francesco

    RispondiElimina
  11. Penso che il nanetto sia diventato ingombrante più che altro per i suoi, ecco il perchè di tutta questa vicenda: se mi è permesso il paragone fra una tragedia e una farsa (neanche tanto divertente) direi
    che ci stiamo avvicinando al '25 luglio' del puttaniere indomito.
    Claudio R.

    RispondiElimina
  12. Adetrax19:42

    Tanto tutto questo accanirsi contro Silvio, se non ben condotto, potrebbe condurre solo a qualche patatrac, lo stiamo vedendo con il parallelo della F1 con Mosley come protagonista.

    Prima la spifferata (con relativa violazione della privacy) della rappresentazione sadomaso, poi il processo, il divorzio dalla moglie, la morte del figlio, le polemiche con le scuderie, ecc.

    Nonostante tutto questo il personaggio continua imperterrito sulla sua linea perchè non è un bamboccio che si mette a frignare appena le cose vanno male e per di più è testardo.

    Temo che Silvio sia in una condizione simile e che certe "coperture" che aveva stiano saltando, tuttavia è evidente che il suo ego non gli permetterà di arretrare, almeno non subito e sicuramente non fintanto che non lo vorrà Licio.

    RispondiElimina
  13. @francesco"Sto parlando di comitati di affari, di sodalizi stato-industria, scambi di favori - roba alla Profondo Nero, insomma (ma non necessariamente italiana)."
    e' quello che ci stiamo chiedendo tutti.una volta scalzato il nanosuperminchiafornito si ritornera' finalmente alla politica,al parlamento?oppure rivedremo ragazzini col fez?e' arduo pensare(visto non esserci piu' l'appoggio dell'amministrazione bush)che il cambiamento sia dovuto ad obama?non per il nostro interesse ma proprio per l'economia americana?berlusconi si sa e' l'anticapitalista per eccellenza in italia non investe nessuno giusto per la sua prepotente presenza in tutti i settori economici

    RispondiElimina
  14. mentre ripensavo al commento scritto poco fa mi e' venuto un dubbio atroce non e' che percaso silvio stia tirando la volata a piersilvio?

    RispondiElimina
  15. Io ragiono terra terra. Non mi è chiaro perchè si sia permesso che tutto questo accadesse (c'era modo di evitarlo), ma posso intuirlo. Non mi chiaro quello che sta accadendo, ma sembra una logica conseguenza di quello che ho intuito prima. Anche a me piace immaginare piani segreti e cospirazioni, soprattutto tra amici quando si arriva alla terza o quarta bottiglia di bonarda, ma studiando la storia ho imparato che gli eventi si snodano in modo fluido, elementare quasi. Bisogna guardare da lontano. E' come gardare un filo di ferro, non c'è niente di misterioso, ma se volessimo avvicinarci troppo, scendere a livello atomico, vedremmo un guazzabuglio incomprensibile. Vivere l'istante presente è come vivere da elettrone; il tempo trascorre e piano piano la materia torna solida tra le mani, senza che sia cambiato nulla, se non la prospettiva. @ Francesco: in fondo le mie considerazioni volevano essere tranquillizzanti; volevo solo dire che il nostro cervello è purtroppo portato a vedere quello che non esiste; si chiama metafisica. Se il nume tutelare della nostra civiltà fosse stato Parmenide, invece di quel cazzone di Platone con tanto di strascichi cristiani, la metafisica non esisterebbe, e avremmo ben altri occhi. Ma non voglio divagare, anche se adoro farlo. Infatti abbiamo or ora stappato la quarta di bonarda. L'uomo che crede di influenzare la storia è una mosca cocchiera. L'uomo di cui parliamo ha costruito castelli di carte, e a tutti piace soffiarci sopra. Il modo in cui succedono le cose può non essere chiaro, ma le ragioni di fondo per cui succedono sono come insegne al neon nella notte. Mi sento poeta. Ma è la bonarda.
    Con rispetto,
    Gianni

    Buonanotte a tutti

    RispondiElimina
  16. Anonimo00:54

    Questo e sadismo(si puo dire cosi?)
    terminare con una brzelletta alla
    Berlusconi!!

    Laqualunque.

    RispondiElimina
  17. simona_rm10:27

    post bellissimo, non aggiungo nulla sarebbe inutile.
    Tranne che il bacino cui lame attinge per le immagini di questo blog, è una continua sorpresa! Il cartello della casa-chiusa è eccezionale. :D

    @francesco
    secondo me "dietro" c'è sempre altro. In ogni momento storico, anche non propriamente cruciale per un paese, c'è sempre "qualcosa dietro". Cose che ci sfuggono o perchè ci vengono tenute nascoste o perchè non abbiamo gli strumenti per una visione d'insieme.
    Si, credo di avere una propensione naturale al complottismo ma fino ad oggi i sospetti sono stati sempre ....confermati!

    RispondiElimina
  18. Adetrax10:34

    Dieci, venti, trenta ragazze. Rigorosamente giovani ed inesperte, così non corri il rischio che ti ridano in faccia.

    Infatti, quando si viola quella regola succedono casini doppi.

    Mentre con Noemi il caso è quasi sfumato nel gossip con l'ultimo è stato fatto un errore madornale; trattasi infatti di ultra 40 enne attaccata non solo ai soldi contanti, ma anche al più bieco interesse in affari privati e come se non bastasse pure impaziente e vendicativa (come se non sapesse che dopo gli anta i pagamenti per certe prestazioni dovrebbero invertirsi).

    Deve essere per questo che ai comandanti delle navi non piace vedere donne a bordo; come si dice, portano sfortuna ?

    Tornando un po' più seri, noto delle similitudini fra Silvio e il ducetto ante-guerra.

    Entrambi avevano l'idea fissa di ricevere donne, ascoltare le loro aspirazioni, i loro problemi, ecc. e spesso dare pure "il loro".

    Forse tutto questo ha a che fare con una sorta di imprinting simile al baby kissing.

    Creare consenso in giovani donne, farle conoscere fra loro come in una sorta di gineceo o harem allargato, significa creare i presupposti per delle relazioni complesse e per un possibile consenso duraturo non solo di tipo diretto ma anche e soprattutto di tipo indiretto / indotto.

    Il consenso a cui alludo non è legato in prospettiva esclusivamente alla persona di Silvio ma piuttosto attorno al sistema in cui certi eventi si sono verificati.

    Comunque tirando le fila del discorso, mentre quelle che sono state pagate continuano a dire "meno male che Silvio c'è", le altre continuano la loro azione demolitrice.

    E si che sull'argomento ci sono pure decine di proverbi popolari, specialmente "brianzoli", di cui si dovrebbe tenere conto, es.:

    Le donne, i soldi e l'amicizia rompono la testa alla giustizia.

    RispondiElimina
  19. Micael V.12:23

    Se vuoi ridere ho trovato il blog di un sostenitore di Berlusconi, tra l'altro mio compaesano sembra...
    Io credo che faccia finta per far ridere i lettori del blog...
    ...Almeno lo spero...

    RispondiElimina
  20. Micael V.05:33

    Scusa, credo di eesermi dimenticato di scrivere l'URL di siffatto blog..

    http://mangoditreviso.blogspot.com/2009/06/chi-se-ne-frega.html

    Ciao.

    RispondiElimina
  21. @ Francesco
    credo si averti risposto con gli ultimi post. Anch'io penso che lo si voglia politicamente far fuori. E, come per Craxi, la causa sarà uno sbargo fatto agli USA. Do you remember Sigonella?

    @ rossoallosso
    E' proprio per scongiurare l'ipotesi Quirinale che si stanno muovendo. Soprattutto se lui volesse aumentare i poteri presidenziali.

    @ Gianni
    con i rossi non ho buoni rapporti (intendo i vini). La Bonarda è troppo forte, allora meglio il Barbera.

    @ Adetrax
    nessun cavallo, seppur di razza, è insostituibile. E Berlusconi non è più Varenne.

    @ rossoallosso
    piersilvio? No, stai tranquillo.

    RispondiElimina
  22. @ Adetrax
    "come se non sapesse che dopo gli anta i pagamenti per certe prestazioni dovrebbero invertirsi"

    Ohi ohi ohi, che bel commento maschilista... bacchettata d'ordinanza sul culetto.

    Ti riferisci anche agli uomini, vero? Perchè gli anta, mi pare, siano sessualmente più fatali agli uomini che alle donne. E se per questo anche gli enta. Se parliamo poi di vecchi che hanno la velleità di andare con le giovani, credimi, non c'è prezzo. Noi donne siamo sin troppo generose e di bocca buona. E, aggiungo, è una fortuna che solo poche di noi apprezzino il porno, altrimenti sareste tutti cortesemente fottuti, se sottoposti a paragone.
    ;-)

    @ Micael V.
    come papiminkia è scarsino, deve impegnarsi di più. Non raggiunge i picchi di WBerlusconi.

    RispondiElimina

SI PREGA DI NON LASCIARE COMMENTI ANONIMI MA DI FIRMARSI (anche con un nome di fantasia).


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...