martedì 7 luglio 2009

Il caro estintore

"...estintori del peso di 5 kg da lanciare contro poliziotti e carabinieri per intontirli." (Il Giornale di Vicenza)

"Garantiremo la libertà di manifestare ma in modo non violento: chi pensa di andare a un corteo con uno zaino pieno di biglie di ferro, con un estintore o con bastoni di legno sappia che noi faremo di tutto per mpedirglielo" (Gaulaiter Maroni, today)

Capita l'antifona? Domani c'è il G8 a L'Aquila con i grandi che, "signora mia ha visto che disastro?", vanno a fare la passerella assieme al premierino al 64 (fratto 2) % di gradimento.
La cosa migliore è evitare qualsiasi manifestazione di protesta. Ignorateli.
Loro si aspettano gli estintori e voi mandate le strade e le piazze deserte. Non si ripeta per l'amor di Dio, la cazzata del 2001: "violeremo la zona rossa". Loro non aspettano altro. Lasciategli il teatro vuoto. Ci resteranno di merda.

Non credete al fascio redento che ha detto che se le manifestazioni sono pacifiche si possono tenere tranquillamente. Il loro concetto di "manifestazione pacifica" è tutto da interpretare.
Bisogna rovinargli la festa. Loro si aspettano i black bloc, i No Dal Molin, i centri sociali, i komunistacci da menare per principio. Qualcuno inoltre sarà nervoso per la sentenza del processo Aldrovandi. Molto nervoso.
Ma voi non protesterete. Non vi calerete nella parte che i Barnum del Circo del G8 vi hanno assegnato. Voi gli sporchi no global che vogliono fare solo violenza e loro le povere vittime, costrette a chiudersi dentro una specie di lager di lusso, in una caserma (questa volta a Bolzaneto ci vanno loro, che figata). Con la coscienza talmente pulita per il loro operato di "grandi" papponi del mondo da farsela sotto, nonostante i predator e le teste di cuoio che li difendono, per quattro manifestanti con caschi e, mamma mia!, scudi di plexiglas. E m'hai detto cotica!

Hanno perfino predisposto misure anti contaminazione chimica e batteriologica, quando il solo agente infettivo, data la stagione, potrebbe essere al massimo la salmonella tiphi insinuatasi nei banchetti ufficiali tra creme e maionesi. Loro si cagano addosso dalla paura di essere messi in discussione e voi li lascerete a culo asciutto.

Senza contare che se non vi saranno manifestazioni non potranno entrare in azione gli infiltrati e gli agent provocateurs, sempre pronti a fare i prezzemolini in queste occasioni mondane.
Lo so che sarà dura. Anche se la voglia di gridar loro in faccia la rabbia per questo schifo di mondo è tanta, lasciate i tonfa a secco di sangue.
E se proprio farete come me e vi vestirete di nero, perchè nera è la loro coscienza e nero il nostro umore nei loro confronti, se vi chiederanno perchè vi vestite da black bloc, voi rispondete che siete in lutto per Michael Jackson.

OKNotizie
Vota questo post su OKNotizie!

17 commenti:

  1. bellissimo post, giustissima idea. Unica pecca, non ce la farei a dirmi in nero per Michele Giacson. Ma del resto l'8 luglio è morto anche Landolfi e potremmo anche far finta di essere dei battiato all'ennesima potenza e piangere per lui.

    Oppure semplicemente chiedere fermamente, anche senza urlare, il perchè come ultimo argomento nella fila, ci sia quello della fame nel mondo. http://riciardengo.blogspot.com/2009/07/il-diritto-di-mangiare.html

    RispondiElimina
  2. Adetrax22:53

    Loro si cagano addosso dalla paura di essere messi in discussione ...

    A quanto si è visto, non hanno proprio alcuna paura, diciamo che a loro non piace essere contestati, qui come in Iran o in Cina, quindi al massimo gli si può disturbare l'armonia della giornata, cosa francamente un po' inutile.

    Diciamo che il numeretto dei consensi è più un fatto statistico che qualcosa di cui preoccuparsi seriamente.

    Il terremoto potrebbe fare la sua parte per dare una scusa a chi si annoierà con la scarna scaletta degli argomenti in discussione e non vedrà l'ora di un diversivo qualsiasi per creare qualche polemica.

    Dopotutto, pare che ci sia qualche voce di corridoio circa la possibile futura esclusione dell'Italia dal G8, un club un po' troppo esclusivo per un Italia che svicola di fronte agli impegni presi.

    RispondiElimina
  3. Anonimo23:25

    condivido. Possiamo rompergli il culo mole altre volte senza biglie e senza estintori.
    Prim

    RispondiElimina
  4. A tentare di violare la zona rossa ci saranno anche loro, due contadini abruzzesi travestiti da Don Chisciotte e Sancho Panza. Partiranno dal paese di Aioni, dove vivono in una tenda, fino ad arrivare a violare la zona rossa di Coppito.

    I due abruzzesi hanno deciso di protestare contro «i finanziamenti inadeguati a ricoprire tutta la zona colpita dal terremoto, contro il divieto di mobilità degli animali che è stato imposto e contro la crisi che già esisteva in quelle zone»....................................... Giace qui l'hidalgo forte

    che i più forti superò,
    e che pure nella morte
    la sua vita trionfò.

    Fu del mondo, ad ogni tratto,

    lo spavento e la paura;
    fu per lui la gran ventura
    morir savio e viver matto.

    RispondiElimina
  5. Mattia01:37

    Ecco, non andate così non romperete le scatole a 15mila persone che se tanto mi da tanto, potevano passare questi giorni al mare con la famiglia.
    Oppure se volete andate e scassate tutto, poi non lamentatevi se l'Italia vi odierà e godrà nel vedervi caricati non tanto dalla Polizia ma dagli abruzzesi che già hanno espresso il loro odio verso i violenti.

    RispondiElimina
  6. Un estintore mi sembra un arma poco pratica da portarsi a una manifestazione. Puoi usarla se ti capita sottomano (come successe al povero Giuliani), ma metterlo in uno zaino e portarselo in piazza potrebbe farlo solo un leghista. Robusto. Un estintore medio, di quelli comuni, pesa 8/10 Kg.
    E nel fermare la gente con i bastoni Maroni non è sempre stato così solerte. Qualche mese fa un furgone carico di bastoni passò sotto gli occhi della polizia, a Roma, e i bastoni (proprietà casa pound o forza nuova) finirono sulle schiene e sulle teste degli studenti di sx.
    Maroni, evidentemente, è per forme di lotta più primitive (celtiche?). Lui un poliziotto lo prese a morsi.

    Condivido il tuo invito a non cadere nella trappola della manifestazione "dura". Io non ho voglia di vedere altra gente massacrata per la strada.

    Comunque, se ha ragione il "Guardian", per noi i G8 sono finiti.
    Non so se essere preoccupato per questo "declassamento" dell'Italia o contento per lo schiaffo che il governo B. riceverebbe in una simile eventualità.
    Da cittadino italiano mi inquieterebbe questo ennesimo segno del nostro declino. Mica per patriottismo, sia chiaro; non soffro di questa malattia.

    RispondiElimina
  7. eh, facile a dirsi..

    rito voodoo, preghiere, bestemmie, sciamanismo, offerte di incenso e galline, quel che si vuole: invochiamo gli dei della terra per un immenso sisma ma solo lì, sotto il culo dei grandi, proprio lì, non un metro di più, che non sfiori nemmeno le tendopoli o il resto della città.

    che la terra li ingoi seduta stante e poi rutti come dopo un pranzo acido.

    qualcosa di mai visto, che i papi e i popi sparsi un po' ovunque dichiarino il miracolo e giustifichino la "sovversione"..

    e vabbè, mi sveglio, al lavoro..

    RispondiElimina
  8. Adetrax13:59

    @Lameduck
    Il commento delle 7.36 NON è mio.

    Appropriarsi dell'identità altrui è il passo fatale che fanno le persone irrecuperabili.

    RispondiElimina
  9. Anonimo14:07

    Mi pare che ci siano già le risposte: la Merkel a passeggio con Berlusconi ad Onna e Obama che ha elogiato l'Italia per l'organizzazione. In ultimo Barroso che ha smentito le voci di: un declassamento dell'Italia nel G8. Poveri! resterete ancora una volta con delle mosche tra le mani...o meglio con gli estintori. (l'unica cosa che rimane!) Daniela

    RispondiElimina
  10. Lancio il concorso "Miglior Commento Papiminkia del Giorno".
    Finora se la giocano Mattia e Daniela.
    Forza, votate. Questi si sono sforzati tanto per partorire le solite cazzate, bisogna premiarli.

    @ Adetrax
    sospettavo che il commento non fosse tuo e adesso l'ho cancellato. Sono anche poco furbi, i soliti ignobili. Più commenti e tracce lasciano più diventa facile identificarli.

    RispondiElimina
  11. Hai ragione, meglio stringere i denti e ricacciare dentro in qualche modo la bile che schiuma, rimanere composti per evitare che sfruttino indecentemente la rabbia che monta, che ce la ritorcano contro ancora una volta. In questi giorni si sente l'odore di una fine. Leggo i giornali stranieri e mi sento umiliato e offeso e impotente. Sono curioso di sapere cosa faranno i berlusconiani, dopo: come i fascisti (di cui sono eredi in spirito) alla fine della guerra, svaniranno nel nulla, per ricomparire a distanza di anni pronti a lordare ogni cosa ancora una volta, per ricordarci che siamo un paese costruito sul nulla. Scusa lo scoramento infinito.

    RispondiElimina
  12. simona_rm15:17

    bello bello! Il concorso "miglior commento papiminkia"

    1 a 1 per Mattia e Daniela, perchè entrambe non hanno colto il significato del post, anzi lo hanno sovvertito, così come era prevedibile.
    Non hanno compreso che c'è implicito l'invito ad evitare la provocazione costituita dallo schieramento militare e stare alla larga da certi personaggi assoldati per far casino, sfasciare tutto e far dare la colpa ad altri. Evidentemente non ricordano la lezione di cossiga.

    Concludono anche allo stesso modo: attribuendo a chi scrive e commenta qui, quella violenza che nulla c'entra con le legittime proteste no-global e la titolarità degli estintori.

    Scusate la troppa articolazione, ma oggi mi sento complessa.

    E per concludere con spocchia:

    @matteo
    "dà" (3.p.sing. v. Dare)

    RispondiElimina
  13. Panty17:52

    Voto Daniela per l'evidente contenuto fallico del commemto di una papiminkia esclusa dall'Empireo Villacertosiano.

    RispondiElimina
  14. voi comunisti sempre a parlare male a rovinare l’imagine ela coltura del italia nel mondo, andate andate in strade con l’estintore che ve lo infiliamo li. la vostra e tutta imvidia per il Silvio che a 73 anni si scopa tute quelle ragaze!!!

    prost scrptum: lo so, averei dovuto batere tutta maiuscolo, manon ho trovato il tasto. cosi entro in concorso lostesso?

    RispondiElimina
  15. Panty09:41

    Estintori o non estintori,pare che la grande chermesse,stia prendendo un indirizzo imprevisto ma logico,foto di Obama sempre felice,Sarkò che tocchicchia la Merkel,Silvio che cerca ripetutamente di misurere l'Attributo di Obama e poi ne rende edotto uno stupito Sarkò,pacche sulle spalle da vecchi amici e sperticate e sbrodolanti lodi reciproche.
    Insomma,pare che i grandi della terra si siano veramente accorti che è in corso una crisi che,forse,potrebbe portare i loro sudditi ad incazzarsi e fedeli al motto : LA POLTRONA PRIMA DI TUTTO,abbiano deciso di applicare il gioco di squadra a catenaccio nella grande partita "Internazionale Politici contro il Resto Del Mondo"
    Si conferma ancora una volta il grande detto.
    CANE NON MANGIA CANE.

    RispondiElimina
  16. Da “La solitudine del satiro” di Ennio Flaiano. (Adelphi, pagg. 49-50)
    “Signore e signori, la trasmissione è stata sospesa per ragioni tecniche. Tra qualche qiorno, sopita l’ultima minaccia, riprenderemo i nostri giochi di società, che danno alla nostra vita nazionale quel senso di vivacità che tanto ci lusinga. Cercheremo di venire incontro ai più sciocchi, agli esibizionisti di ogni tendenza, terremo qualche processo piccante, pubblicheremo le vostre memorie, compreremo calciatori ungheresi. L’essenziale è arrivare con fiducia alla prossima estate; dopodiché, riaperti i concorsi di bellezza, i premi lettereali, i festival e le danze, potremo affermare a fronte alta che all’estero ci invidiano la nostra allegria.”

    Sempre di Flaiano mi piace questo aforisma:
    La stupidità degli altri mi affascina, ma preferisco la mia.

    RispondiElimina
  17. simona_rm19:05

    @salazar
    NO, non puoi entrare in concorso, si capisce che è un bluff.
    Però il tuo simpatico sforzo vale un premio: hai vinto un estintore. (scarico) ;)

    @gianni
    a me era venuto in mente Benni, certi suoi racconti con capetti di stato contornati da gnocche e guardioni del corpo, ma Flaiano calza di più, vero.

    RispondiElimina

SI PREGA DI NON LASCIARE COMMENTI ANONIMI MA DI FIRMARSI (anche con un nome di fantasia).


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...