lunedì 13 luglio 2009

Sbatti il mostriciattolo in prima pagina

Nella città di Girolimoni si arresta un presunto colpevole di stupro ma per tutti è il colpevole e basta.
Eppure il diritto, nato proprio nella città di Girolimoni, vorrebbe che si andasse cauti nel marchiare i semplici indiziati come colpevoli. Ciò indipendentemente dal reato, si parli financo di odiosi criminali come stupratori e pedofili.

E' un vecchio mal vezzo italiano. Il primo che viene additato come sospetto, magari perchè il primo indagato non si scorda mai e ci si affeziona, diventa l'unico responsabile. Che venga tradotto alle patrie galere e si getti via la chiave.

Senza stare sempre a rivangare sul caso Tortora, ricordate il caso di Elvo Zornitta, sbattuto a più riprese sui giornali come l'inafferrabile Unabomber e poi scagionato per mancanza di elementi sufficienti per sostenere l'accusa?
E Massimo Carlotto? Perseguitato per anni perchè ritenuto l'omicida di Margherita Magello (solo perchè schedato come estremista di sinistra) e oggi uomo libero non dopo aver subìto 18 anni di carcere, la tortura e l'esilio in Sudamerica?

Girolimoni fu un caso da manuale perchè il regime aveva bisogno assoluto di un colpevole e se lo creò su misura. Purtroppo succede anche questo, quando si deve dare da mangiare al moloch dell'opinione pubblica, magari per sviare l'attenzione da altre questioni che riguardano il regime stesso. Capita perfino che se il mostro non lo si trova ci si dia un aiutino.
Che mi dite dei proiettili fatti cadere da manina esperta nel cortile di casa Pacciani, megamostro di Firenze ad honorem e per forza?

In quest'ultimo caso di Roma stiamo parlando, non come ha superficialmente minimizzato Gianni Alemanno, di un mostriciattolo, ma di un personaggio sicuramente affetto da un catalogo completo di ossessioni e manie, di un malato e di un individuo socialmente pericoloso, la cui corrispondenza identitaria con il sospettato Bianchini dovrà comunque essere dimostrata.
Eh si, lo so che ciò comporta un pò più di pazienza prima di accendere il rogo ma bisogna capire che se bastasse avere libri di Massimo Picozzi e film porno in casa allora ci salveremmo in pochi.

Per questo, fintanto che non sarà dimostrata la colpevolezza di Bianchini, tramite piena confessione o prove a carico, parlare di questione morale nel PD prendendo spunto da questo arresto o dire, come fanno i papiminchia "eh, se fosse stato di destra chissà che casino avreste fatto", è un'idiozia con il botto.
Se ne parli, di questione morale, piuttosto, riferendosi a ben altre questioni. Che ne so, all'urlo fassiniano "Ha toccato!" quando il modulo Piddì atterrò felicimente sul pianeta Unipol.
Il Parlamento è pieno di inquisiti. Grazie, dottor Marino, lo sospettavamo. Cominciamo quindi veramente da lì e non dai circoli e circoletti che non contano un beneamato. L'infezione è a monte e ha già mandato l'arto in cancrena. Eccole il coltello di Liston.

La questione morale che io vedo, nel caso specifico dello stupratore seriale di Roma, sbattuto in prima pagina a far abbaiare e sbavare i castratori seriali della padania, è trasversale e contamina tutti i partiti. Si chiama voglia di giustizia sommaria.
La presunzione di innocenza salvo prova contraria è un fondamento del diritto non romano ma galattico. Se viene meno quello crolla tutta l'impalcatura della Giustizia. Chi partecipa al gioco di condannare senza processo sta, senza volerlo, partecipando allo stupro della Giustizia.

Si lasci che le forze dell'ordine completino le indagini. Che un GIP rinvii a giudizio. Che si giunga a processo. Spero vivamente che non si ripeta la figura di cacca rimediata con i due rumeni anch'essi additati come mostri e poi riabilitati ob torto collo dalla folla delle tricoteuses assetate di sangue che li avevano già condannati al patibolo.


OKNotizie
Vota questo post su OKNotizie!

15 commenti:

  1. Adetrax23:06

    Sbatti il mostriciattolo in prima pagina.

    Carino il riferimento al film ;-)

    bisogna capire che se bastasse avere libri di Massimo Picozzi e film porno in casa allora ci salveremmo in pochi.

    Bianchini non aveva dei semplici film porno ma specifici film su stupri fatti in varie condizioni e questo non è tanto normale; senza contare che il tutto era accompagnato da rituali magici, per avere:
    - più potere;
    - più soldi;
    - più sesso;

    praticamente la stessa lista dei desideri di Silvio, la differenza è che ora per lui quelli non sono più desideri ma realtà.

    ... papiminchia ...

    Com'è che si è persa la k ?

    E' forse frutto dell'adesione a un movimento eversivo sostenuto dall'accademia della Crusca ?

    Scherzo, qualunque sia la motivazione fa piacere ;-)

    Si lasci che le forze dell'ordine completino le indagini.

    Si d'accordo ma ci si è sbilanciati solo quando gli esami del DNA hanno dato esito positivo, molto positivo; e proprio la prova del DNA ha invece scagionato i 2 rumeni.

    Ora la prova del DNA sarà ripetuta come incidente probatorio, inoltre le vittime hanno ascoltato la voce dell'assalitore e potrebbero riconoscerla dal vivo, senza contare che ci sono anche dei filmati video e molti altri riscontri.

    Quindi va bene, se proprio si deve attendiamo fiduciosi.

    RispondiElimina
  2. e ricordare anche valpreda.sofri...

    RispondiElimina
  3. Zornitta non è stato scagionato per mancanza di elementi, è stato scagionato perchè ha potuto dimostrare che le prove a suo carico erano state costruite ad arte dagli inquirenti, poi condannati per questo.
    C'è una bella differenza.

    RispondiElimina
  4. A prescindere dalla colpevolezza, se sara' dichiarato innocente me ne rallegrero', il fatto che sia stato nominato responsabile di un circolo del Pd con quei precedenti mi lascia molto perplesso.

    RispondiElimina
  5. Anonimo00:47

    Qualche anno fa, una normalissima festa di compleanno data da un presunto pedofilo nel mio locale, locale forse un po sopra le righe ma perfettamente legale. Tre giorni dopo su tutta la stampa nazionale, tg, private, dichiarazioni di un colonnello dei carabinieri "scoperto il covo dei pedofili italiani, festini, lotta tra bimbi, foto, video ecc" naturalmente con indirizzi, nick, notizie private. Perquisizioni all'alba in casa, ufficio, locale. Sequestri di documenti e pc.
    Mai visto un giudice, un pm, nessun contatto, avvocati che ti dicono di lasciar fare il loro corso rischiando altrimenti che ti infilino chissà cosa in giro. Tre mesi di inferno, tante scuse, archiviazione, e il tuo nome in pasto al mondo, una vita finita.
    Sbatti il mostro in prima pagina.
    Imago

    RispondiElimina
  6. Ciao bellissima penna,
    non so perché ma ho come il sospetto che si rischi un 'Garbatella2- La Vendetta'

    RispondiElimina
  7. Anonimo02:02

    Ma nessuno parla del test del DNA? A quanto pare il mostro sbattuto in prima pagina è stato incastrato da questa prova, che difficilmente è falsificabile.

    RispondiElimina
  8. 1 - Nelle notizie sul caso, leggo l'espressione "DNA compatibile". Non c'è scritto che il DNA coincide, ed è il suo. Voglio approfondire la questione.
    2 - la necessità di un capro espiatorio (cioè di eliminazione fisica della paura e dei sensi di colpa collettivi) rientra tra i tratti caratteristici e "basici" della natura umana
    3 - Il principio della presunzione di innocenza fino alla colpevolezza provata, è sacrosanto, etico quanto altro mai. Purtroppo l'argomentazione si inceppa sulla parola "prova". La prova non è un principio etico, è l'anello manipolabile del postulato. A rigore il concetto di prova è talmente aleatorio (es. punto 1) che finisce per smarrire significato. Conosco casi in cui neanche l'essere stati sorpresi in flagranza di reato, ha costituito "prova"; per esempio per inficiamento ad arte di una testimonianza oculare.

    RispondiElimina
  9. Grazie Lameduck per questo post, che come sai condivido pienamente. Aggiungiamo anche che il film su Girolimoni è veramente bello, con uno strepitoso Manfredi.
    Ribadisco poi, per i lettori più forcaioli, che è istruttiva la lettura di questo (stavolta ci ho messo l'html per benino...), tanto per farsi un'idea di quale macchina infernale possa rivelarsi la giustizia per un innocente accusato ingiustamente. Non mettiamoci anche del nostro.
    E' anche interessante la lettura di questa intervista al questore, perché fa capire che a parte la prova del DNA non c'è al momento assolutamente nulla di sostanziale ad accusare Bianchini. Per cui, se per caso ci fosse stato un errore in questa prova effettuata "a tempo di record grazie a un lavoro frenetico dei laboratori della Scientifica"...
    Se poi Bianchini risulterà colpevole, meglio così, ma nel frattempo teniamo i cappi chiusi nel cassetto.

    RispondiElimina
  10. lame vorresti forse dire che siamo in pieno regime fascista?che la storia si ripete?anche la fine del ventennio si potrebbe ripetere magari cambiando i luoghi,piuttosto che piazzale LORETO ci potremmo ritrovare in piazza D'ARMI a L'AQUILA. ;)

    RispondiElimina
  11. P.S.attenzione ad usare attori romani,CASTELLI ti sfrattera'dal grande fiume per spedirti ai CASTELLI(quelli romani).

    RispondiElimina
  12. @ Adetrax
    si deve, si deve...

    @ Imago
    viene in mente, come parallelo, il caso di Lumumba, a Perugia.

    @ Anonimo
    Difficilmente il DNA è falsificabile (oddìo, tutto è falsificabile) ma non è infallibile. Credo, adesso non ricordo bene, devo controllare, che anche nel caso di Andrej Chikatilo, il "mostro" di Rostov fu eseguito un esame del DNA che lo scagionò (pur essendo lui reo confesso). Le controanalisi sono di prammatica sempre. Dai casi di doping sportivo agli esami del DNA per casi giudiziari.

    RispondiElimina
  13. @ deserteur
    purtroppo il film su Girolimoni non l'ho visto. Passerà mai su qualche canale Sky?

    @ rossoallosso
    meglio CASTEL SANT'ANGELO che CASTELLI.

    RispondiElimina
  14. OT x chi si lamenta della censura

    Non è che non pubblico i commenti che non sono d'accordo con la mia visione faziosa del mondo, come sostiene il coraggioso anonimo che crede di essere in Iran.
    Non pubblico i commenti sciocchi, quelli OT, quelli ANONIMI. Anche commentare dovrebbe essere fatto con un po' di criterio.
    Sempe a proposito degli anonimi. Domanda: ma ci vorrà tanto a firmare un commento con un nome qualsiasi?
    Proprio de coccio, eh?

    RispondiElimina
  15. Adetrax19:03

    Novità sul caso ... la seconda prova sul DNA conferma i precedenti risultati.

    RispondiElimina

SI PREGA DI NON LASCIARE COMMENTI ANONIMI MA DI FIRMARSI (anche con un nome di fantasia).


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...