sabato 22 agosto 2009

L'argo ai giovani "son of"

Lo dico sempre. Non bisognerebbe mai chiudere le scuole d'estate. E' in questo periodo che i soggetti meno dotati, quelli che la scuola custodisce pietosamente a mo' di stalla, si ritrovano senza un cazzo da fare e finiscono per far danni. Non che durante l'inverno si impegnino ma almeno assumono la posizione ultimo banco in coma vigile e sono capaci di tenerla per quattro ore dando l'impressione perfino di stare seguendo la lezione. E almeno non li hai a ciondolare tutto il giorno esattamente in mezzo ai due coglioni.
Fuori dal corral e senza uno scopo, i diversamente cavalli (ovvero i somari) , per la disperazione si ingegnano nei passatempi tipici della loro generazione, tra i quali il computer.

Ecco, che Renzo "die Forelle" fosse anche un nerd non lo avremmo mai detto. Eravamo fermi alla sua passione per il calcio giocato da nazioni in cerca di libertà come la provincia di Brescia, al fatto che si definisce imprenditore ed alla recente nomina a controllore della trasparenza nelle fiere lombarde nell'ambito dell'Expo. Una specie di somaro di Troia inviato alla corte di Re Priamo-Formigoni. Grazie a papi Umberto, ça va sans dire.

Eppure questo infaticabile "son of" che finalmente, al quarto tentativo, ha superato l'asticella della maturità, pare aver scoperto un suo insospettato talento, per serendipità, la sera che per sbaglio riuscì ad accendere il computer. Mesi e mesi di indefesso lavoro su codici e linguaggi, purtroppo non ancora espressi in uno dei deliziosi accenti padani ed ecco il capolavoro. Un gioco, "Rimbalza il clandestino", dove chi riesce a ricacciare in acque infestate da squali il maggior numero di odiosi extracomunitari che minacciano la gloriosa razza padana, vince. Hehehe...

Volevo giocarci per rendermi conto di persona ma, oplà, Facebook stasera mi rimanda questo messaggio: "L'applicazione Rimbalza il clandestino! non è al momento disponibile a causa di un problema con il programmatore esterno. Stiamo investigando nella situazione e ci scusiamo per l'inconvenienza."
No, non cominciate a dire che babbino ha preso Renzino per un orecchio e gli ha rifilato quattro sganassoni a tarantella. Sarebbe troppo e mi farebbe ricredere un cicinìn su Bossi, almeno come padre. E' più probabile che il Gran Faccialibraio abbia inserito la modalità "non voglio noie nel mio locale".

Che altro si può dire di questo prototipico esemplare della futura classe dirigente del nostro paese che non abbia già detto Betty Moore in questo definitivo ritratto della trota Renzo, la cui lettura è da far seguire da un minuto di religioso silenzio?
Forse si potrebbe aggiungere che potrebbe essere un testimonial perfetto per una campagna a favore della vasectomia. Troppo crudele?

Del resto anche altri celebri "son of" che si apprestano a contare qualcosa e sempre di più nel nostro futuro non sono messi meglio. Chissà perchè mi viene in mente Lapo Elkann e la sua parlantina logodepistica. Anche qui un ringraziamento alle Malvestite per il perfido montaggio video, mentre qui c'è la versione originale extended director's cut. (Non meno esilarante).

UPDATE - Macchè sganassoni. Sentite come l'Umberto difende a spadone tratto come il guerriero celtico il figlioletto nemmeno tanto prodigo, denunciato per istigazione al razzismo a causa del giochino in flash. (Ecco il motivo della sparizione da Facebook del gioco.)
"Papà, mi attaccano ma lo fanno contro di te". Furba la trota, ha subito inserito il chiagni e fotti mode come da manuale. Una modalità poco celtica e molto marocchina ma in situazioni di emergenza saltano tutte le regole.
Al grido d'aiuto del cucciolo che vuole a sua volta denunciare chi l'ha denunciato (per leso nepotismo, chissà), risponde lo squillo di papà: "La giustizia è piccola (?) vedrai che li assolveranno".
E alla stampa che gli chiede conto della birbonata del piccolo: "Lui non c'era, era [in Gallia, nda] ad EuroDisney con il fratellino". Lui non c'era, e se c'era dormiva. Anche se pareva sveglio.

Ah, questa sarebbe la nuova classe dirigente.

OKNotizie
Vota questo post su OKNotizie!

13 commenti:

  1. Marcello22:26

    E' orribile, se penso che anche a me avrebbe potuto nascere un figlio così, provo compassione per papà Bossi... sò disgrazie!

    RispondiElimina
  2. Adetrax23:06

    Un gioco, "Rimbalza il clandestino", dove chi riesce a ricacciare in acque infestate da squali il maggior numero di odiosi extracomunitari che minacciano la gloriosa razza padana, vince.

    La censura di Facebook (uno dei tanti luoghi di perdizione) è l'ennesima dimostrazione che viviamo in un mondo a libertà condizionata che scatta ogniqualvolta si ledono interessi superiori.

    Detto questo Renzo può sempre ripartire da Space Invaders per adattare il giochino e usarlo da un qualunque server di rete.

    In questo contesto è interessante evidenziare il concetto di acque infestate da squali.

    Si nota una vaga analogia con una delle pagine ironiche dello Zibaldone del generale E. Celentano (il cui cognome non è esattamente padano), indagato circa 10 anni fa per documenti di riflessione che potevano favorire le discriminazioni o il nonnismo in soggetti intellettualmente poco dotati (cosa assurda visto che i destinatari erano ufficiali di comando e quindi sicuramente non degli illetterati qualsiasi).

    Per la precisione questa pagina:
    http://www.repubblica.it/misc/zibaldone/78/imma.html

    Tutto sommato, bisogna ammettere che il ragazzo, nonostante le vicissitudini scolastiche, dimostra di avere iniziativa e un buon uso dei concetti simbolici ed è quindi perfetto per la Lega anche se Helmut Von Moltke, considerando le 4 qualità di un ufficiale (intelligente, stupido, volenteroso, pigro), ammoniva che qualsiasi combinazione delle qualità andava bene per il comando, eccetto una:

    Ma chi sia contemporaneamente stupido e volenteroso costituisce un grave pericolo e deve essere immediatamente destituito.

    Il punto quindi è proprio questo: secondo voi, Renzo è veramente stupido ?

    Ovvero, ci è o ci fa ?

    Ad esempio anche i mancati superamenti degli esami potrebbero essere stati dei tentativi di trovare il punto di incrocio fra minimo studio e massimo risultato e in questo caso è chiaro che ci sono voluti un paio di tentativi a vuoto.

    In breve tutti quelli che emettono un giudizio prematuro sul soggetto lombardo-siculo non conoscono il suo reale QI e quindi peccano di imprecisione; qualcuno lo ha misurato / valutato ?

    E se avesse delle potenzialità inespresse ?

    Può darsi che ci siano intere zone del suo cervello che non sono mai state usate / sollecitate e quindi non hanno ancora apportato contributi alle sue modalità espressive.

    Forse si potrebbe aggiungere che potrebbe essere un testimonial perfetto per una campagna a favore della vasectomia. Troppo crudele?

    Direi proprio di si (troppo crudele, soprattutto per le donne), non si può lasciarlo lavorare prima di emettere il verdetto definitivo ?

    Per esempio, ha preso in mano la nazionale padana di calcio e voi dite che non è un genio ?

    Insomma attorno ai calciatori in erba ronzano sempre un bel po' di aspiranti veline, padanine, ecc., volete che, anche solo per sbaglio, non ne agganci qualcuna ?

    Quando lo farà potrà anche lui dire che la Lega ce l'ha duro anzi, che ce l'ha ancora duro !

    In quanto a Lapo il sospetto che la coca e altre cosucce gli abbiano leso un po' il cervello è molto ma molto forte e qui corre il pensiero a tutti i cocainomani che continuano a foraggiare i commerci mafiosi: bravi, bravi, continuate così.

    RispondiElimina
  3. Panty23:53

    Cuse lè chè vul dir "for dumis" parla Lumbard,no parlar minga Maruchìn.

    RispondiElimina
  4. Marcello00:26

    @ Adetrax

    insomma secondo te non è detto che sia stupido, potrebbe essere un delinquente che finge stupidità...
    Lasciamolo lavorare? fino ad ora ha fatto il calciatore di una nazionale finta, l'esperto (finto) di fagioli, e l'inventore di un gioco del cazzo. Aspettiamo: ci manca che organizzi il campionato del mondo di rutti.

    RispondiElimina
  5. @ Adetrax
    in realtà le acque infestate da squali erano un mia licenza poetica.
    Ogni volta ci interroghiamo sul mistero della stupidità. Tentiamo di interpretarla e arriviamo a negarla: "ci fa, non lo è." Io penso invece che la stupidità esista e vada interpretata come una cosa che esiste e basta.
    Piuttosto il problema di Renzo è di essere un ibrido, un freak, il frutto della contaminazione della razza padana da parte della fimmina sicula. Un caso umano, insomma.

    ;-)

    RispondiElimina
  6. Non vale la pena perdere tempo in tante disquisizioni psico-sociologiche con soggetti del genere.
    Un bel trattamento alla Marsellus Wallace in contemporanea ad un altro esame di maturità. Ad ogni risposta errata un prolungamento della pena.

    RispondiElimina
  7. D'impulso ho esagerato! Se vuoi puoi anche non pubblicare il mio commento precedente, non ne vale la pena.

    RispondiElimina
  8. Adetrax11:27

    @Marcello

    In realtà ho posto un quesito relativo alle sue capacità strutturali; si può essere stupidi per insufficienze congenite o per sottoutilizzazione delle proprie risorse.

    P.S.
    Nei miei commenti c'è sempre un po' d'ironia, sarebbe più interessante discutere del problema clandestini piuttosto che del folclore di contorno.

    RispondiElimina
  9. @ Lucien
    Esagerato? Ma no, non hai mica scelto il trattamento alla Mr. Blonde.
    ;-)

    RispondiElimina
  10. Adetrax11:46

    @Lameduck

    ... licenza poetica ...

    Cribbio, ma questa è una licenza da 007, allora ditelo che qui si fomenta con notizie false e tendenziose ... :-)

    Insomma invece di suonare lo scacciapensieri il povero ragazzo si è fatto un giochino semplice semplice e tutti gli si sono avventati contro.

    Io penso invece che la stupidità esista ...

    E va bene la stupidità esiste, ma se fosse stupidità buona non sarebbe preferibile alla stupidità maligna che pare essere molto più diffusa ?

    Per quanto riguarda il termine freak è chiaro che la zazzera del suddetto ha il suo perchè e poi un bel freakettone non è un ottimo antidoto alla noia ?

    RispondiElimina
  11. In effetti, non sono poi stato così cattivo: c'era anche di peggio!
    Il gangster de "le iene" non è certo mosso da spirito di perdono o tolleranza. ;-)

    RispondiElimina
  12. Prego, un po' di rispetto per freak e freakettoni.

    Hanno una loro dignità, e con quella Forelle (trota, per i non lumbard) non c'entrano nulla. Freak (aggettivo) erano i personaggi di Robert Shelton, stralunati e strafatti cowboys piombati chissà come nella giungla metropolitana sanfranciscana. Fumati da mattina a sera rifiutavano però sempre e comunque l'omologazione e difendevano in tutti i modi la loro libertà. Che c'azzecca con loro il figlio di bardo?

    No, la cinefila Lameduck probabilmente si riferisce ai freak originari, quelli di Tod Browning del 1932, ossia fenomeni da baraccone. Sbaglio?

    RispondiElimina
  13. Adetrax20:00

    Riguardo alla denuncia a Renzo, credo che il pericolo maggiore in Italia sia la cretineria incombente su troppe persone.

    Denunciare Bossi junior per incitamento al razzismo dimostra quanta malafede ci sia in giro perchè in questo caso il termine corretto sarebbe xenofobia; poi sarebbe meglio essere tutti più informati sul tema perchè la legge non ammette l'ignoranza.

    RispondiElimina

SI PREGA DI NON LASCIARE COMMENTI ANONIMI MA DI FIRMARSI (anche con un nome di fantasia).


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...