lunedì 28 settembre 2009

Operazioni di polizia mortuaria

Berlusconi è uno che sale sul palchetto, nel 2009, a vent'anni dal crollo del muro di Berlino e del Comunismo e sbraita contro i comunisti, cioè contro qualcosa che non esiste più ed è morto e sepolto da vent'anni.
L'età, certo. I vecchi si fissano facilmente e tendono a ricordare più le cose del passato di quelle presenti.
Invece di sorridere e prendere la battuta "vi ho salvato dal comunismo" come appunto una battuta, come la solita sbroccata del vecchio fascistone anticomunista certificato ISO, i papiminkia pensano dica la verità, ci credono. Ossia entrano nel delirio di uno che, se vogliamo essere magnanimi, fa girare il disco rotto delle sue ossessioni e, se vogliamo essere cattivi, sulla storiella dei comunisti ci marcia da appunto vent'anni, per fare quattrini e soddisfare la sete di potere, unicamente grazie al contributo della congenita ignoranza storico-politica degli italiani.

Ieri leggevo questo versetto whatif papiminkia, postato su un social network:

"Berlusconi non sarà un santo ma il paese gli deve molto. La sua ascesa in politica ci ha salvato da un ventennio "rosso" che sarebbe stato inevitabile vista la scomparsa della DC e la debolezza dell'allora partito di Fini. Grazie Berlusconi. "

Ribadiamolo. Il comunismo muore ufficialmente nel 1989. Vent'anni fa giusti giusti. Papi entrò in politica nel 1994, in un periodo di transizione tra il crollo della Prima Repubblica dove lui c'entrava con entrambe le scarpe, come amico pelosamente opportunista di Craxi il socialista, il quale favorì la sua ascesa indisturbata nell'Olimpo dell'imprenditoria televisiva e gli confezionò su misura la Legge Mammì, la madre di tutti i conflitti di interessi.
Il crollo di Craxi metteva in pericolo il privilegio acquisito da Berlusconi in società. Così Berlusconi, in un momento storico dove le bombe della strategia della tensione ricominciavano a scoppiare, questa volta per mano mafiosa, una Mafia che stava cercando disperatamente nuovi referenti politici per ampliare i suoi interessi economici, deve inventarsi qualcosa per restare a galla.
Riesuma quindi il pericolo del comunismo ufficialmente MORTO da cinque anni e, mettendo le mani nel fascistume vecchio e nuovo più becero e populista e ravanando nei liquami maleodoranti della vecchia politica, crea il miracolo italiano di un partito nuovo che puzza di vecchio. Anzi di cadavere. Grazie ai lustrini, alla profusione di figa mediatica, alle tette gonfiate a 2.8 delle ragazze del Drive In, gli italiani non hanno modo di accorgersi che lui li sta spaventando agitando un cadavere e non ne sentono nemmeno il fetore.

Sono vent'anni che Berlusconi gira le fiere di paese mostrando il cadavere del comunismo mummificato ad una platea che crede che il fantoccio sia ancora vivo e vegeto e in grado di nuocere. Ci sarebbe da studiare il fenomeno a fondo perchè qui non si tratta più di politica e di pura ignoranza ma di prestidigitazione, di illusionismo, di ipnosi collettiva.

Non importa se perfino gli ultimi brandelli di sinistra si sono autodistrutti come le astronavi nei film di fantascienza e non esistono più nemmeno come tracce albuminiche in Parlamento. Sono spariti perchè era inevitabile, essendo il Comunismo MORTO da vent'anni ed essendo la Sinistra congenitamente autolesionista e affetta da tendenze suicide. Bastava sedersi sulla riva del fiume e aspettare.
Per i papiminkioni invece è merito di Berlusconi. Si sa, se Silvio avesse parlato cinque minuti con Pilato, Gesù Cristo si sarebbe salvato e avrebbe aperto un circolo di Forza Nazareth. Il Berlusconismo è una perversione del pensiero what if (cosa sarebbe successo se).
"Ci ha salvati dal comunismo". Proprio lui, uno che, se fosse venuto veramente il comunismo, per i suoi interessi avrebbe imparato a memoria il libretto rosso di Mao, avrebbe chiamato il figlio Yuri ed avrebbe rinominato il Milan "Stella Rossa Milano".

29 commenti:

  1. ma sarà proprio così o più semplicemente i seguaci del magliaro non scambieranno per "comunismo" le regole di una democrazia liberale occidentale? No, perchè io ho il sospetto che o per convenienza o per disperazione gli italiani cerchino solo un sistema per fottere le regole, individualmente o al massimo a livello di clan. Bisognerebbe fare la controprova: chiedere al papiminkia medio cos'è il comunismo...

    RispondiElimina
  2. Sono incline a pensare che una discreta porzione dell'elettorato berlusconiano sia composta da individui inconsapevoli e disinformati, gente davvero convita che esista tuttora il "pericolo rosso".
    Ma non posso credere che la totalità dei berlusconidi sia formata da indottrinati che bevono supinamente la propaganda che il Caro Leader spande nei suoi comizi demenziali infarciti di insulti e menzogne o dalle televisioni che pure il premier controlla con polso fermissimo.
    Perchè un numero preoccupante di fans del Papi è magari privo di coscienza civile, come dimostra nel suo ringhiare ad una opposizione pur così timida e flebile sproloquiando di Stalin e Pol Pot, ma di memoria storica no.
    Non ha dimenticato il fascismo ed i suoi metodi. Al contrario, li rimpiange.

    RispondiElimina
  3. "Non conosco alcun luogo sicuro per il potere supremo della società che non sia il popolo stesso, e se pensiamo che non sia sufficientemente illuminato per esercitare il controllo con sano giudizio, il rimedio non è togliergli il potere, ma ragguagliarne la capacità di giudizio."

    Thomas Jefferson

    e' per questo che vogliono dare il Nobel al berluskaz?

    RispondiElimina
  4. Sono d'accordo con Bea su il fatto che :una discreta porzione dell'elettorato berlusconiano sia composta da individui inconsapevoli e disinformati. Lo spauracchio del comunismo e dell'élite rossa,è come dice Lameduck, "illusionismo" "ipnosi collettiva" :D. Questi stanno spacciando una "dittatura" (di destra e estrema destra)per liberismo e populismo. Non credo nemmeno che gli italiani in fondo siano mafiosi o individualisti al punto da non avere coscienza civica. Gli italiani sono dei provinciali e vogliono le cose semplici, facili,una guida fa al caso loro; ed è quella che hanno, che se la tengano. "La libertà di espressione" è diventata andare a puttane e non vergognarsene, "la libertà di informazione" sono trasmissioni come "le Iene".

    RispondiElimina
  5. nomedelblog17:24

    leggo saltuariamente questo blog e non posso nasconderti che, sugli argomenti politici, non sono quasi mai d'accordo, nè trovo piacevole come argomenti e come scrivi. nemmeno mi sei, come entità virtuale, simpatica: ma io commento per amore del merito della discussione, non certo per attaccar brighe personali come fanno molti qui sul tuo blog.
    sono stato sincero così se vuoi cancelli i miei commenti e chiariamo le cose. dunque.
    la scomparsa del comunismo non implica che non possano esserci marxisti, innanzitutto; cmq è vero: ce n'è pochi. Ma coloro che erano stati comunisti sono ancora ben saldi all'interno dell'ambiente intellettuale e politico (il prossimo avversario di berlusconi sarà uno di quelli). Tralasciamo gli elettori imbecilli, che io credo siano tanto a destra come a sinistra (ma non spero di convincerti di ciò), e prendiamo un elettore disincantato di berlusconi (un liberale moderato, o un conservatore, o un democristiano, uno cmq che è molto lontano dal marxismo e anche dalla sinistra): questo ipotetico - e credimi, ce ne sono tanti - ritiene che pur non sostenendo idee in alcun modo riportabili al comunismo, molti ex rossi abbiano mantenuto una forma mentis, dei pregiudizi, dei tic mentali riportabili a quell'esperienza politica (intendo del pci). Le sparate di Berlusconi le interpreta come iperboli, non alla lettera come gli imbecilli di cui sopra. Egli non voterebbe certo il new labour o i democratici americani, ma non userebbe per loro l'iperbole berlusconiana.
    D'altronde cara lameduck, sia sincera, lei darebbe del fascista a Cameron? No. Eppure usa spesso questo termine per esponenti della nostra destra, che evidentemente (forza nuova esclusa) non sono fascisti nel senso stretto del termine, ma...
    ecco, spero di essermi spiegato.
    saluti

    RispondiElimina
  6. paolo18:50

    nomedelblog è il solito ur_ca mascherato da buonista sgrammaticato

    RispondiElimina
  7. Cara amica Lameduck,

    ognuno può avere le sue opinioni, ma la matematica non dovrebbe esserlo.

    Quando Berlusconi entro in politica nel 1994 evitò che la coalizione di sinistra, composta in grandissima maggioranza da comunisti (Rifondazione) e ex comunisti (DS) vincesse le elezioni.

    Anche se questa qualizione aveva solo il 35% dei voti, avrebbe vinto sicuramente le elezioni grazie al sistema elettorale maggioritario, perchè l'elettoraro di centro destra era diviso in tanti raggruppamenti in conflitto tra loro: lega, allenza nazionale, partito popolare, patto Segni ecc.

    Solo la discesa in campo di Berlusconi che mise assieme varie forze del centro destra, impedi alla sinstra (Rifondazione comunista, democratici di sinistra, verdi e altri partitini di sinistra) di vincere le elezioni.

    Per questo noi elettori di centro destra siamo grati a Berlusconi, nonostante le sue recenti esternazioni.
    Comunque se adesso Berlusconi se ne andasse in pensione e lasciasse il posto a qualcun altro (personalmente io vorrei Casini come nuovo capo del centro destra), gli saremmo ancora più grati.

    Ciao Davide

    RispondiElimina
  8. paolo21:27

    Davide
    baciapile. smettila di dire cretinate, grazie

    RispondiElimina
  9. nomedelblog22:33

    'sto blog mi pareva al mio (basso) livello - in senso buono, neh! - per gli argomenti e per come vengono trattati, così ho detto la mia umilissima.
    ma a livello umano mi pare di notare state messi maluccio.... i dispetti infantili e i commenti scemi tra sconosciuti su internet non fanno per me, quindi chiedo scusa alla padrona di casa per l'intrusione e all'utente paolo... beh, che dire? che se questo è il suo sistema di affrontare le discussioni, si diverta pure.
    saluti

    RispondiElimina
  10. Adetrax23:19

    Niente Buon Compleanno x oggi 29/9/2009 ?

    RispondiElimina
  11. Caro Davide,

    In 15 anni di governo con camerati del tipo Previti e Dell'Utri il plutocrate (tanto per impiegare un termine a voi caro) Berlusca
    ha ridotto lo stato Italia ad un fantasma di sè stesso.

    E lo ha fatto portando per mano a puttane un'intera generazione: i danni che ha provocato gli sopravviveranno. Di questo Fini, e il campione Suo Casini, si lamentano: se ne rende conto?

    RispondiElimina
  12. Amadiro01:23

    L'ultimo governo di "sinistra" che abbiamo avuto era talmente comunista che la proprietà privata è stata subito abolita, le industrie nazionalizzate e l'agricoltura pianificata con i piani quinquennali.

    Ma che state a dì? ma di quale forma mentis andate cianciando?
    La destra italiana è l'aggregazione del banale mannaro. La mediocrità culturala riscattata e glorificata; la rivincita fantozziana contro gli "intelluttuali di sinistra" da parte dei sempliciotti patria-famiglia-chiesa.

    RispondiElimina
  13. caro nomedelblog (un altro nome non ti è proprio venuto in mente, che ne so... Silvio?)

    Ma certo che scomparso il comunismo vi possano essere marxisti. Quello realizzato non era mica il comunismo e Marx lo aveva previsto. Lui diceva che il vero comunismo sarebbe arrivato con il crollo di un paese capitalista come gli Stati Uniti, non si sarebbe potuto realizzare in un paese arretrato feudale asiatico come la Russia.
    Basterebbe leggere invece di guardare "Lucignolo".

    Mi dispiace contraddirti ma il vero "fascismo" moderno, anzi una neoplasia dello stesso, la sua degenerazione ignorante, populista e becera, è rappresentato proprio da Berlusconi e dalla Lega. Non a caso chi si riconosce nel fascismo classico se ne è distaccato. Distaccato perchè quel fascismo è etico e Berlusconi è invece profondamente immorale.
    Mi spieghi per favore chi è Cameron?

    Infine è curioso che tu prima ti rivolga a me, visto che questo è un blog individuale, poi passi al voi. Voi chi? I compagni della cellula Palmiro Togliatti? I nogglobal del centro sociale? Guarda che qui c'è una persona che esprime le sue opinioni e basta e non è più comunista da quando aveva vent'anni.
    Non c'è niente da fare, tu ti senti in guerra perchè ti ci ha mandato il vecchiaccio e ti senti orgoglioso di combattere. Ma contro chi? I comunisti?
    Guarda, io lavoro con persone di cui quello più a sinistra è della Fiamma Tricolore. Se sentissi cosa dicono del tuo Silvio ti si ossigenerebbero i capelli. Roba che i comunisti in confronto gli vogliono bene.
    Gli stanno facendo le scarpe non i comunisti, ma il resto del mondo. E' sicuramente peggio.

    RispondiElimina
  14. silvio07:27

    Tue le parole:
    Ribadiamolo (chi? cellula Palmiro Togliatti? I nogglobal del centro sociale?).
    Il comunismo muore ufficialmente nel 1989. Vent'anni fa giusti giusti.

    poi:
    Quello realizzato non era mica il comunismo e Marx lo aveva previsto.

    Insomma, sto benedetto comunismo c'è stato o non c'è stato?
    mettetevi d'accordo.
    poi, magari, ne riparliamo.

    grazie.

    RispondiElimina
  15. @ paolo
    io ho il sospetto che o per convenienza o per disperazione gli italiani cerchino solo un sistema per fottere le regole, individualmente o al massimo a livello di clan.

    Temo tu abbia ragione.

    @ Bea
    Le persone a cui lui sbraita le sue cazzate e che vediamo in televisione, sono tutti suoi stipendiati a vario titolo. Gente dei circoli, vallette, veline, escort, stipendiati.
    E' come in quelle riunioni aziendali multilevel, non c'è alcuna differenza. Chi ha lavorato in Fininvest a suo tempo te lo può confermare. Il culto del capo e lo stuolo dei servi ai suoi piedi. Poi mandi tutto in TV, dove hai piazzato le tue quinte colonne e fai finta che lo stuolo dei dipendenti siano "gli italiani".
    Capito come funziona?

    @ rossoallosso
    se non mi sbaglio Jefferson sottoscrisse anche questo:
    "Noi riteniamo che le seguenti verità siano di per se stesse evidenti; che tutti gli uomini sono stati creati uguali, che essi sono dotati dal loro Creatore di alcuni Diritti inalienabili, che fra questi sono la Vita, la Libertà e la ricerca delle Felicità; che allo scopo di garantire questi diritti, sono creati fra gli uomini i Governi, i quali derivano i loro giusti poteri dal consenso dei governati; che ogni qual volta una qualsiasi forma di Governo, tende a negare tali fini, è Diritto del Popolo modificarlo o distruggerlo, e creare un nuovo governo, che ponga le sue fondamenta su tali principi e organizzi i suoi poteri nella forma che al popolo sembri più probabile possa apportare Sicurezza e Felicità."

    (dalla Dichiarazione di Indipendenza, Philadelphia 1776)

    RispondiElimina
  16. cio' che non riesce a capire il papiminkia medio e' che politicamente non e' classificabile perche' non e' un elettore ma solo un probabile aquirente,uno che deve bere alla fonte della propaganda per comprare il fusto di detersivo che gli viene propinato.alla fine lo fa con gioia convinto di aver fatto un ottimo affare.del resto se si prova ad argomentare con essi non fanno altro che risponderti con slogan sentiti e risentiti piu' volte senza un minimo di autocritica o anche solo una piccola opinione personale.il jingle piu' comune e'"mavala'vala'vala'".
    @lame
    Thomas Jefferson, famoso comunista al quale marx non porta neanche le scarpe ;-)

    RispondiElimina
  17. nomedelblog09:44

    il voi era riferito ai commentatori o meglio al comentatore, tale paolo, che ha apportato l'importante contributo di infastidire coloro con cui non concordava, togliendo la voglia di chiacchierare. quanto a te cara lameduck, grazie della risposta, ma non sono d'accordo. cmq sì, non ho letto marx, nè però guardo lucignolo, nè ho mai votato berlusconi. ma prendo sul ridere queste tue supposizioni: il clima del paese e del blog è questo, Berlusconi Dio Berlusconi demonio, e conviene abiutarcisi.
    secondo me, andando al nocciolo della questione, abbiamo detto le stesse cose: cioè che la destra italiana in molte sue espressione è accomunabile al fascismo. e così, secondo me, la sinistra, o quel che ne rimane, è accomnunabile, se non al comunismo che in italia non v'è mai stato, ai comunisti che vi furono eccome. per le stesse identiche ragioni, secondo me: in italia non si sa cosa sia il liberalismo.
    cameron sarebbe qel baldo giovine conservatore inglese che andava in bicicletta, mentre da noi il futuro della destra è attualmente un ex fascista cinquacinquenne, appunto (spiegato?); il confronto faceva paio con quello del new labour di Blair che rivoluzionò anni fa il concetto di sinistra, mentre da noi il futuro è un coetaneo dello stesso,un ex pci il quale è convinto che liberale sia decidere per legge come si devono pagare le ricariche telefoniche.
    quanto a quel che i forzanovisti dicono di berlusconi, non m'interessa punto: io da liberale li schifo tanto quanto il berlusca, e spero di non doverne spiegare le ragioni ad una persone con trent'anni e tante letture in più delle mie.
    saluti

    RispondiElimina
  18. I troll in questo blog cambiano nome in continuazione..
    Strano, poi però le argomentazioni sono sempre le stesse di due vecchi maniaci..

    Papera, forse la vogliono vedere, magari poi si tolgono dai maroni.. ;)

    RispondiElimina
  19. Adetrax14:03

    Se vogliamo cercare il pelo nell'uovo, nel 2006, poco prima della campagna elettorale, le reti di S.B. trasmisero interviste "a braccio"(brevissime) ai personaggi famosi della sinistra che uscivano da una specie di convegno e una delle domande era questa (più o meno):

    E' vero che fra i vostri obiettivi c'è quello dell'eliminazione della proprietà privata ?

    Le risposte furono affermative, in particolare Cossutta, se non ricordo male, disse che era uno degli obiettivi importanti ma che raggiungerlo non sarebbe stato affatto facile e quindi fece intendere che una via di mezzo fra l'attuale situazione e il comunismo perfetto sarebbe stata una dignitosa soluzione.

    Non a caso sia qualche giorno prima sia per settimane dopo, Silvio continuò a "battere il ferro" dicendo che loro (i comunisti) erano sempre gli stessi, che non erano mai cambiati dagli anni '50, ecc. e a riprova di tutto questo faceva trasmettere le risposte alla domanda sulla proprietà privata.

    Che i comunisti si siano prestati a questo tipo di domande davanti alle telecamere nazionali per reggere il moccolo della candela a Silvio ?

    A questo aggiungiamo anche:

    - i cosiddetti comunisti indicati da Silvio erano tutti politici di lungo o lunghissimo corso;

    - è noto che i mafiosi indicano spessissimo i comunisti come la fonte di tutti i loro mali; la prima cosa che dicono quando sono arrestati è che sono innocenti e che sono calunniati da giudici comunisti; ora si nota questa concordanza di giudizi con S.B.;

    - si dice che gli USA, verso la fine della II guerra mondiale, favorirono personaggi sospetti legati alla mafia per ricostituire una nuova base politica nei comuni siciliani (es. sindaci, segretari, assessori, ecc.), questo senza contare gli attacchi violenti, inclusa la cosìddetta "lupara bianca", verso gli appartenenti al partito comunista negli anni successivi;

    - date le premesse manca solo una rispolverata al maccartismo per fugare il dubbio che il comunismo si sia mimetizzato dietro le facce paciose e rassicuranti dei politici del PD.

    A tutto questo, si può aggiungere che qualche volta Silvio fu anche picchiato da un gruppo di attivisti che lui poi identificò come comunisti (e per essersi azzuffato con altri prese anche una sberla supplementare da sua madre); questi fatti potrebbero essersi fissati con un imprinting indelebile nella sua mente e aver suggerito la famosa frase che:
    "lui è immune dal virus (ovvero dalla tentazione) comunista".

    Peccato che è difficile credere che Silvio ci sia al 100% su questo argomento, quasi sicuramente al 95% ci fa e per fini parecchio discutibili.

    In ogni caso i riferimenti al comunismo dei suoi avversari li ha documentati per TV fino a qualche anno fa.

    RispondiElimina
  20. @nomedelblog
    e no ,io non ci sto sig.misterx.
    cio' che lei ha appena scritto e' la prova provata che il post di lame e' corretto in ogni singola frase.lei si riempe la bocca con parole come liberalismo,comunismo,fascismo, blair,marx ma io il suo pensiero politico lo riassumo con una sola parola:opportunismo.
    anche se non lo ha mai votato di sicuro lo ha appoggiato,lei e quelli come lei hanno venduto le proprie idee ad un signore che di liberale o di liberismo ne tantomeno di democratico ha nelle sue corde, solo in nome di un ipotetico anticomunismo.
    ora sarete anche pronti a scendere dal carro per salire su quello del prossimo vincitore(cosa che fa di voi dei liberalisti convinti) ma questo non vi esime da essere gli unici responsabili dell'italia di oggi, perche vede anche se ora lei dice che diciamo le stesse cose rimane sempre una differenza sostanziale tra l'elettore di sinistra e quelli come lei e cioe' che il"comunista"il berlusca non lo ha mai appoggiato,ancor meno votato, anzi ha preso anche del coglione da parte del suo illustre salvatoredellapatriauntodalsignore.
    se le rimane un po' di dignita' si guardi allo specchio e si batta il petto tre volte.

    RispondiElimina
  21. Caro amico Paolo,

    ""Davide
    baciapile. smettila di dire
    cretinate, grazie"".

    )))):-

    Ciao e un bacio Davide

    RispondiElimina
  22. a me non spaventa se ancora non si sa che fine ha fatto il comunismo, sinceramente non m'importa.
    a me spaventano gli italiani che lo definiscono "un signore": non lo è mai stato e mai lo sarà, perché signori ci si nasce e, come diceva totò, lui non lo nacque, tanto che in ogni parte del mondo gli italiani sono derisi perché hanno votato lui (almeno così dicono, per me rimane questo il vero dubbio: ancora devo incontrare qualcuno che dice di averlo votato...
    a me piace come descrivi questo triste momento (solo italiano) che io chiamo big-trash, ciao laura

    RispondiElimina
  23. Caro amico Ryo,


    ""Papera, forse la vogliono vedere, magari poi si tolgono dai maroni.. ;)""

    Credo che hai davvero centrato il problema. Lexi Amberson sul suo blog una volta ce l'ha fatta vedere.

    Invece l'amica Lameduck non ce l'ha mai fatta intravedere neanche ad un chilometro di distanza.

    Questo per noi puttanieri berlusconiani è un ingiustizia intollerabile: altro che le storielle di Previti, Dell'Utri o della Dadario.

    Ciao Davide

    RispondiElimina
  24. nomedelblog19:00

    chi me l'ha fatto fare di cacciarmi in queta discussione, cara lameduck, per farmi dare del vecchio maniaco dal signor Ryo - farmi dire che, opportunisticamente difendendo berlusconi (quando? ho semmai detto che la sua strategia di definire comunisti gli avversari ha una sua ragione d'essere), ho trascinato l'Italia alla rovina - io che son solo un ventenne che ogni tanto fa due chiacchiere di politica (conscio della propria mediocre cultura, oltretutto). volevo solo dire che definire comunista la sinistra è come definire fascista Berlusconi: non si fa ovviamente riferimento alle politiche che le parti propongono (che tra l'altro non sono nemmeno così diverse, su molti temi) ma alla forma mentis degli esponenti e di buona parte dell'elettorato. abbiamo avuto il fascismo, abbiamo avuto il partito comunista più forte dell'occidente, siamo stati governati decenni da gente che aveva qualche problema sia con le libertà personali che economiche: sì, del liberalismo e dei massimi sistemi non saprò discorrere, ma che qualche problemino in italia con la libertà l'abbiamo posso affermarlo senza timore di critiche, o no?
    Partendo dalle sue posizioni populiste e conservatrici, ci sta benissimo che Berlusconi appelli dispregiativamente il pd come comunista; per quelle che sono le posiizoni di lameduck, ci sta benissimo che, come fa spesso, appelli dispregiativamente berlusconi come fascista; per me, sono dispregiativamente cattocomunisti e clericofasicsti, e non ho mai votato ne gli uni ne gli altri.
    Rossoalbero, è tutto qui, nient'altro volevo dire; spero d'essermi spiegato, e adesso non gonfio più i maroni

    saluti, Paolo

    RispondiElimina
  25. @ Ryo e Davide
    La volete proprio, proprio, proprio vedere?
    Eccola!

    RispondiElimina
  26. Cara amica Lameduck,

    ""@ Ryo e Davide
    La volete proprio, proprio, proprio vedere?
    Eccola!""

    Ma cosa hai capito? Biricchina!!!

    Noi volevamo vedere la foto della tua prima comunione.

    Ciao Davide

    RispondiElimina
  27. @nomedelblog
    non voglio tediarti ma e' qui che il tuo ragionamento pecca:
    "prendiamo un elettore disincantato di berlusconi (un liberale moderato, o un conservatore, o un democristiano, uno cmq che è molto lontano dal marxismo e anche dalla sinistra
    Le sparate di Berlusconi le interpreta come iperboli, non alla lettera come gli imbecilli di cui sopra."
    tu affermi che un moderato,democratico voti berlusca perche' a sinistra son tutti bolscevichi reazionari.
    te lo posso garantire, guarda,di comunisti nel pd non ce ne sono.
    @lame
    credi forse che siamo pedofili?
    una foto piu' recente non l'hai?;-)

    RispondiElimina
  28. nomedeblog23:34

    mi arrendo, rosso. proprio perchè non sono tifoso di alcuna delle due parti in lotta (perchè a questo stiamo, parti in lotta, non partiti politici), ritengo che, come ci siano moderati, popolari, liberali ecc. tra gli elettori di Berlusca, ci siano moderati, socialdemocratici, liberali, ecc ecc tra gli elettori del pd.
    (e cmq la sinistra non è il pd solo, ma anche gli extraparlamentari, e quelli che votano di pietro per dar contro a berlusconi anche se checciazzecchi con la sinistra di pietro non lo ha ancora capito nessuno, ecc.)
    saluti

    RispondiElimina
  29. "perchè a questo stiamo, parti in lotta, non partiti politici"
    qui sta la colpa di chi ha appoggiato il nano,ha fatto sparire la dialettica politica dal parlamento e come giustamente dici lo stesso errore lo fa chi appoggia di pietro o grillo.
    non sarebbe stato meglio in questi vent'anni confrontarci su temi politici invece di domandarci quante fighe si e' trombato il nano?
    bada bene che per "appoggiato"non intendo solo chi l'ha votato ma anche quella sinistra parlamentare che pur avendo avuto la possibilita' di arginare il fenomeno se ne e' guardata bene dal farlo, non certo per interessi politici, ma piu' terra terra per interessi economici e di potere.
    saluti

    RispondiElimina

SI PREGA DI NON LASCIARE COMMENTI ANONIMI MA DI FIRMARSI (anche con un nome di fantasia).


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...