mercoledì 11 novembre 2009

Il vostro culo per il mio regno

Quest'uomo dal colorito preoccupante sta tenendo in ostaggio un paese intero, ahimè il nostro, per il suo tornaconto personale.
Ormai non pensa ad altro. Voi credete che abbia in testa solo quella cosa là o sia impegnato a salvarvi dal comunismo e a rendervi tutti ricchi come lui.
No, se è impegnato ad escogitare un modo per salvare il suo culo che comprenda il sacrificare i nostri, non è interessato a nient'altro. Perfino quando si celebra la grande vittoria dell'anticomunismo, il Festival dell'Unità (tedesca), addirittura si addormenta.

Dopo aver sfruttato per anni la politica cattocomunista, ladrona e magliara per crearsi un impero mediatico tanto vasto quanto abusivo, calpestando la concorrenza e le più elementari leggi del mercato, fregandosene di tutto e di tutti e stipulando patti con tutti i diavoli dell'inferno; divenuto padrone unico della politica grazie ad un popolo italiano ignorante come pochi di politica e tradizionalmente tendente a farsi abbindolare da piccoletti energici tutti impero e puttane, ora è teso solamente a salvarsi. Che muoiano Sansone, i Filistei, l'anima de li mortacci loro, l'economia italiana, migliaia di aziende con l'acqua alla gola e milioni di disoccupati o in procinto di diventarlo, a lui non importa.

La maschera del ghepensimì con il pancake è definitivamente caduta. Tutta l'attività del Parlamento italiano, della politica, delle energie governative sono da mesi concentrate sulle sue beghe legali da risolvere a suon di leggi ad personam e stravolgimenti della Costituzione.
Come effetto collaterale del vaccino Berlusconi migliaia di processi rischiano di cadere in prescrizione ed essere cancellati e con essi milioni di euro di spese legali già sostenute dai normali cittadini in attesa di giustizia. Gli avvocati vogliono essere pagati, anche se il processo non è ancora iniziato, anche se non si sa se avremo il risarcimento. Intanto paga e poi si vedrà.
Questa okkupazione dell'Italia a fini personali è insostenibile ed è giusto formare gruppi di preghiera per invocarne la fine. Però non basta e non è così facile liberarsi di questo enorme problema.

Oggi tutti ce l'hanno con Fini: zerbino, cagnolino accucciato, incapace di reagire ai voleri del ducetto. Cosa avrebbe dovuto fare, da solo, il presidente della Camera con un'opposizione dal tanatogramma piatto, un Presidente della Repubblica che non è Sandro Pertini (with all respect), un pugnetto di partitelli cattolici dolciniani già unti e pronti per il rogo riservato agli eretici e un collega presidente del Senato che, se Fini scodinzola, è capace pure di stare in piedi sulle zampette posteriori?
Stiamo parlando di un uomo solo contro un impero televisivo e un esercito di Minzol-uruk-hai pronti a distruggere il traditore a colpi di giornalismo.

Le televisioni non contano, vero? Se il presidente della Camera si fosse opposto alla volontà di un bambinello capriccioso di 72 anni che pesta i piedi per non finire in galera da sospetto corruttore di testimoni e di giudici, da domani avremmo avuto, a reti e giornalacci unificati, "La Storia di Gianfranco Fini dalle Origini ai Giorni Nostri", con pubblicazione di ogni piccolo segreto, peccatuccio e debolezza suoi e dei suoi famigliari fino alla decima generazione. Già oggi sul Giornale un titolo indicativo dell'aria che tira: "Fini vuole affossare Berlusconi". E più sotto, se non una testa, un orecchio di cavallo: "E Gianfranco nel suo libro dimentica il suo passato fascista e Silvio". Compris?

Se Fini avesse detto no, il vecchio avrebbe rotto il giocattolo e convocato nuove elezioni dove, grazie a dosi mortali di propaganda vomitata tipo "The Blob" da ogni televisore e magari qualche tentazione di broglio avrebbe fatto di tutto, ma proprio di tutto per vincere e distruggere definitivamente ogni opposizione interna.
Ricordatevi che frequenta spesso Putin e ne riceverà sicuramente ottimi consigli su come fottere la democrazia.

Non si può imputare a Fini di non riuscire ad abbattere da solo il Golia che ci perseguita. Si chiama Gianfranco, non David. Ci vogliono tempo e pazienza. Il vantaggio di Fini è che lui è un politico, conosce i modi e i tempi della politica, Berlusconi è un dilettante prestato alla politica per necessità di sopravvivenza. Prima o poi il Silvio frettoloso partorirà gattini ciechi.
Di nemici importanti se n'è fatti soprattutto all'estero. Un megafalcone neocon gigante come Edward Luttwak ha già espresso la sua opinione, quasi una sentenza, in pubblico. E questi non sono americani così, sono americani che restano anche se i presidenti cambiano.

Forse al David Fini basta solo l'aiuto di qualche Golem.

38 commenti:

  1. Amichetta14:03

    Iersera a Ballarò mostravano che il ducetto è ancora primo al 38% nelle preferenze italiche. Continuo a sostenere che lo voterebbero anche se fosse beccato a rapinare un benzinaio.



    PS Basta! Lascia stare Putin! Mi meraviglio che tu ti beva la propaganda antirussa! Avercelo, un Putin: sicuramente godremmo di più dignità!
    (E poi quando fa il rafting in canottiera è pure palatabile...)
    :D

    RispondiElimina
  2. Vedi che ha ragione Travaglio quando dice che sono tutti ricattabili? Alla fine una mano lava l'altra e buona notte ai suonatori!

    RispondiElimina
  3. @ Amichetta
    Palatabile???! Non lo toccherei neppure con i guanti di lattice. Userei il forcone.

    @ Oliviero
    E' facile che ogni politico sia ricattabile. Ma stai tranquillo, tutti hanno i dossier su tutti.

    RispondiElimina
  4. Qui si fa la storia.
    Intendo proprio in questi giorni.
    FUORI LE PALLE!

    RispondiElimina
  5. grazie,fini
    grazie,dalema
    grazie, berlusconi
    grazie,napolitano
    grazie,violante
    grazie,rutelli
    grazie,veltroni
    grazie,prodi
    grazie,casini
    e tanti,tanti,tanti altri che col loro prodigarsi per noi mi hanno fatto finalmente capire che il mio culo non serve solo per cagare

    RispondiElimina
  6. gene16:37

    Luttwak... ma vi ricordate quando assieme a Minniti e a D'Alema si presentava ai talkshow quasi ogni sera per convincerci della giustezza dei bombardamenti italiani e della Nato su Belgrado nel nome di quell'idiozia populista cosiddetta "autodeterminazione dei popoli"?
    E vogliamo averlo per amico solo perchè spara su Berlusconi e sulla politica italiana?

    Per non dimenticare:

    Luttwak: "per gli Usa D'Alema fu più affidabile di Berlusconi"

    ''Nel 1999 il governo di Massimo D'Alema ha combattuto nel Kosovo ed e' rimasto lealmente al fianco degli americani dal principio fino alla fine della guerra. Nel 2003 il governo di Silvio Berlusconi non ha partecipato all'intervento in Iraq.
    Questa e' l'unica vera differenza che Washington ha notato fra il centrosinistra ed il centrodestra, sul piano della strategia militare''.

    Lo afferma a ''La Stampa'' Edward Luttwak, Senior fellow del Center for Strategical and International Studies.
    E, riguardo le affermazioni del presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, secondo cui il capo della Casa Bianca, George Bush, avrebbe lasciato intendere di non volere il ritorno del centrosinistra a Palazzo Chigi, Luttwak afferma ancora: ''In generale, per principio, il governo americano non dichiarerebbe mai di non poter lavorare con l'opposizione di un Paese democratico, quando andasse al potere vincendo regolari elezioni''.
    ''Non lo facciamo -aggiunge l'esperto statunitense- neanche quando gli oppositori sono i nostri peggiori nemici. Nel caso dell'Italia, poi, gli Stati Uniti hanno gia' lavorato col centrosinistra, e si sono trovati meglio che con gli altri governi ostentatamente filoamericani''.

    FONTE: http://www.contropiano.org/doc_europa&russia.asp

    RispondiElimina
  7. sandro17:42

    Che muoiano Sansone, i Filistei... ecc. ecc.

    Ma ci rendiamo conto che Berlusconi è oggetto, ormai largamente riconosciuto anche a sinistra, di un fumus persecutionis? Vale a dire non di un'applicazione della legge ma dall'intenzione di una parte della magistratura politicizzata di rovesciarlo politicaemte come è già accaduto?

    Mi pare sacrosanto il diritto di legiferare per i politici eletti alla guida del paese.
    Ci vorrà pure una legge che metta anche i magistrati davanti alla loro responsabilità e che abolisca la loro condizione di impunibilità. Sia per i processi che con la loro lentezza (quando non connivenza) fanno decadere in prescrizione gli imputati, sia per le accuse che dopo anni si rivelano infondate a disastro avvenuto.
    Gli esempi in merito, purtroppo, non mancano, e in sede civile e in sede penale.
    Vogliamo riconoscere almeno questo? Cosa c'era politicamente di tanto male nel Lodo Alfano che "sospendeva" e "rimandava" i processi a carico di chi ricopre alte cariche istituzionali?

    Ecco, non vi pare di essere esagerati.

    RispondiElimina
  8. Cara Amichetta,

    "Iersera a Ballarò mostravano che il ducetto è ancora primo al 38% nelle preferenze italiche. Continuo a sostenere che lo voterebbero anche se fosse beccato a rapinare un benzinaio."

    Ieri a Ballarò Pagnioncelli ha mostrato i dati di un sondaggio che dimostra che la coalizione di governo prenderebbe, se si votasse adesso, molti più voti di quanti ne ha presi alle ultime elezioni politiche.

    Questo nonostante Berlusconi abbia governato durante una gravissima recessione economica.

    A questo punto credo che la sinistra, anzichè tirare in ballo sempre la storia delle televisioni, dovrebbe fare una seria autocritica.

    Ciao Davide

    RispondiElimina
  9. Amadiro20:30

    Finalmente un po di ottimismo.

    RispondiElimina
  10. tjorven20:38

    Il vostro culo per il mio regno è meraviglioso per cui ti perdono la sopravvalutazione di fini che pare imperi a sinistra. Io mi ricordo quando si faceva fotografare con impermeabile di pelle nera... e mi ri cordo chi ha firmato la legge sulla droga con Giovannardi... amen

    RispondiElimina
  11. @ Sandro ... citi la sinistra, come se una cosa su cui concordino sinistra e destra debba per forza essere 'vera'.

    Grossolano errore.

    RispondiElimina
  12. @ rossoallosso
    già, D'Alema. Quanto ci sarà costato D'Alema e la sua carica di Ministro degli Esteri Europeo, in termini di concessioni al nano?

    @ gene
    Luttwak mi provoca quasi uno shock anafilattico quando lo vedo, però ti citerò un famoso detto di Mao:
    "Non importa di che colore è il gatto. L'importante è che prenda il topo."

    @ sandro
    Fumus persecutionis? Mavalà, ma cosa sta dicendo?
    Caro Sandro, ma ti bevi proprio tutto, eh? Dì la verità, hai mai fatto lo sforzo di leggere un qualsiasi libro che narra le gesta del tuo eroe? Non parlo mica di Travaglio ma di tanti altri.
    Immagino che tu non abbia mai avuto la sfortuna di avere a che fare con degli avvocati. Non saprai quindi che se i processi vengono cancellati, gli avvocati vogliono comunque essere pagati e quando si arriva in giudizio di solito ti hanno già chiavato diverse migliaia di euro. Ma a te, che dei tuoi concittadini perdano i loro soldi, che ti frega, l'importante è che non vada in galera il tuo adorato nanetto.
    Chi esagera in questo paese, secondo me, sono i fans di Berlusconi, che hanno completamente perso il cervello.

    RispondiElimina
  13. Anonimo22:17

    Sono convinto che il problema di questa italietta è, appunto, rappresentato dalla cecità e dall'infantiismo degli italiani difficile da superare. E' atavico siccome siamo sempre stati governati dagli stranieri amiamo avere i dittatori che governano per noi, l'importante è non pensare.
    Prim

    RispondiElimina
  14. sandro23:32

    @ Lameduck

    Fumus persecutionis? Mavalà, ma cosa sto dicendo?

    Dovrei leggere su Berlusconi? Figurati! Non si parla che di lui da quando entrò in politica 15 anni fa. Dal numero dei capelli alle dimensioni della prostata asportata, dalle corna che ha alla quantità di viagra che ingoia per cercare di sbattersi le sue donne. Si sa tutto di tutto di lui. Che bisogno c’è di sprecar tempo e soldi.

    Eppure allora nessuno lo conosceva. Nemmeno Di Pietro, il giustiziere di mani pulite si era mai accorto del più grande dei farabutti che esista sulla faccia della terra che a due passi da lui faceva affari enormi intrallazzato con potenti farabutti e mafiosi d’ogni genere.

    Che strano, però. Come è possibile che il fine Di Pietro e i suoi solerti colleghi milanesi lo abbiano scoperto solo all’indomani della sua prima inaspettata vittoria elettorale? E che da allora lo abbiano coinvolto in ben 101 processi e oltre 500 avvisi di garanzia?
    Quando si dice il caso!

    Hai perfettamente ragione. Fumus persecutionis? Mavalà, ma cosa sto dicendo?

    Come tutti i fans di Berlusconi, debbo aver completamente perso il cervello.
    Ti ringrazio di avermelo ricordato da fine e sapiente psicologa.

    RispondiElimina
  15. Me ne ricorderò al prossimo voto..
    non cambierò l'Italia, ma farò il minimo indispensabile che mi è permesso: votare contro Berlusconi

    RispondiElimina
  16. @ sandro
    Ecco l'errore. Non si parla di Berlusconi da quando è entrato in politica ma da ben prima. Da quando da un giorno all'altro è diventato megafantastiliardario. Bastava leggere la sua storia pregressa per evitarlo accuratamente come la peste.
    Ti consiglio un libro, anche se non lo leggerai mai: "Il venditore" di Giuseppe Fiori.

    Anche tu ti senti disturbato dalla laurea in psicologia, eh? Capisco.

    RispondiElimina
  17. alla lettura dei sondaggi mi viene da piangere..e questo continua a fare solo i suoi interessi. Inizio a credere che l'anomalia sono io..

    RispondiElimina
  18. @sandro
    il primo processo che vede indagato Berlusconi è del 1983 e riguardava un traffico di droga con la sicilia (dove è stato coinvolto Dell'Utri???) e speculazioni in costa smeralda (dove ha costruito???).
    Non se ne fece nulla e fu archiviata nel 1991. A proposito.. chi era Presidente del Consiglio dal 1983 al 1987? Forse quel signore di Milano che permise con un voto di fiducia di riaccendere le televisioni di un altro signore di Milano? Mi pare che sia andato poi in africa..a curasi si dice.
    Invece la prima CONDANNA del sig. Berlusconi risale al 1990 ed è per aver giurato il falso in tribunale. Condannato ma il reato a seguito di amnistia del 1989 è estinto.
    Per il curriculum galerae del soggetto si rimanda a questo sito:
    http://www.societacivile.it/primopiano/articoli_pp/berlusconi/processi.html
    a.y.s. Bibi
    P.S. e che Catullo perdoni lo scempio che ho fatto della sua lingua...

    RispondiElimina
  19. @Sandro
    Il pool di Mani Pulite stava indagando su Berlusconi ben prima che questi si mettesse a fare politica. Ed è per pararsi le chiappe che SB entra in politica con Forza Italia, partito fondato con l'aiuto della Mafia.

    RispondiElimina
  20. Complimenti per il tuo Blog.. ti andrebbe di fare uno scambio di link con il mio www.francescogreco.splinder.com ?

    Grazie
    Francesco
    Il Blog | Attualità | Psicologia

    RispondiElimina
  21. sandro17:24

    x Lameduck e C.

    1) Nel '91 che si risolse con una assoluzione per nulla di penalmente rilevante.
    2) L'altro per falsa testimonianza. Dichiara di non essere massone quando invece lo è!

    Parlavo di processi non di farse.

    RispondiElimina
  22. sandro17:28

    Ricordo, inoltre, che molti sospetti non fanno né una certezza né una condanna e quindi il Presidente Berlusconi ha la fedina penale pulita. Per adesso risultano solo condanne (4) di primo grado e che nei successivi gradi si sono risolte con assoluzioni per vari motivi tra cui la prescrizione. Anche qui occorre precisare che le diverse condanne in primo grado non sporcano la fedina.

    http://www.kensan.it/articoli/Curriculum_giudiziario_di_Silvio_Berlusconi.php

    RispondiElimina
  23. @sandro
    presumo di essere C. e quindi rispondo al neuronico (cioè dotato di unico neurone).
    tu prova ad andare in tribunale e dire che non sei pirla sotto giuramento e poi vedi che divertimento quando si scopre che invece lo sei...si fanno tutti delle risate perchè è una farsa, mica un processo... prova e poi ci racconti.
    riguardo alla fedina pulita del signor berlusconi..ti ricordo (attiva l'unico rimasto per favore) che è tale perchè il signor berlusconi si è auto pulito depenalizzando il falso in bilancio (condannato) e mettendo qualche prescrizione qua e là.
    a.y.s. Bibi
    P.S. scusa il linguaggio, io non modero i commenti ma non sopporto gli insulti all'intelligenza ed all'evidenza. per mandarmi a fanculo puoi usare questo blog oppure il mio, a tuo piacimento.

    RispondiElimina
  24. sandro09:07

    @ bibi
    perchè mai dovrei scusarti scusa per il linguaggio? Figurati sarei rimasto soprerso del contrario.


    1) che reato! andare in tribunale e dire il falso?
    Processare il maggior furfante che la storia ricordi per una bugia in epoca tangentopoliana, ribadisco è una farsa.
    Le menzogne in tribunale sono all'ordine del giorno. Basta leggersi una memoria giudiziaria a caso per rendersene conto.

    2)il signor berlusconi si è auto pulito?
    E' prassi comune e consolidata da sempre nel sistema politico italiano e non solo.
    Una per tutte:
    il partito delle Botteghe Oscure percepiva da 30 anni, e illegalmente, danaro dall’Unione Sovietica e in combutta con la DC si autoprescrisse.

    RispondiElimina
  25. @sandro
    bravo! vedi che se lo usi anche l'unico rimasto funziona egregiamente? sì, fa un pò fatica, ci mette un pò più di tempo, va stimolato ma alla fine funziona e ragiona.
    vedi che ti sei risposto da solo e senza saperlo (per questa funzione di feedback devono essere due i neuroni)?
    "...il signor berlusconi si è auto pulito?
    E' prassi comune e consolidata da sempre nel sistema politico italiano e non solo..."
    in questa frase c'è la risposta. berlusconi non è diverso in niente e per nulla dalla massa di corrotti e corruttori della cosidetta prima repubblica (o seconda..tanto non cambia). è semplicemente la continuazione di quel sistema sotto altre spoglie, è l'erede del suo socio craxi bettino ed usa gli stessi mezzi.
    non era difficile..ma alla fine ci sei riuscito a capirlo..o forse no..è solo un riflesso condizionato dell'unico neurone sperduto come l'atomo di sodio della lete...

    RispondiElimina
  26. Sandro, a me dispiace veramente che della gente venga qui a sprecare energie preziose a pestare sulla tastiera roba tipo "il Presidente Berlusconi" con tutte le maiuscole del caso. Dispiace perchè fatica come Sisifo, inutilmente.
    Sappi che la cosa più irritante che si possa fare su questo blog è difendere l'indifendibile Berlusconi usando le balle in dotazione al perfetto papiminkia. Quando poi dici che mentire in tribunale è normale sei solo ridicolo. Si chiama falsa testimonianza, è un reato.

    Te lo dico con le buone, o cerchi di esprimerti con parole tue e non facendo l'imitazione di Susanna Petruni, oppure traine le debite conseguenze.

    RispondiElimina
  27. sandro16:56

    …Berlusconi è semplicemente la continuazione di quel sistema sotto altre spoglie!

    E bravo l’iperneuronico Bibi (un nick un programma).
    E’ quindi l'erede non solo di Craxi, ma di Fanfani, di Moro, di Andreotti, di Forlani, di D’Alema di Prodi… di tutti coloro che nella gloriosa carica di Presidente del Consiglio lo hanno preceduto.
    Sì, avrà qualche piccolo merito, come l’aver tamponato l’olezzo emergenziale, l’Alitalia, il terremoto, la ripresa economica ecc. E di aver calato le tasse in tempi di vacche magre, quando invece in tempi floridi con Prodi le tasse aumentavano perché ci dicevano che pagare le tasse è bello, ma tutte inezie. E’ semplicemente come gli altri e nel disprezzo generale farà la stessa fine… Sic transit gloria mundi

    RispondiElimina
  28. sandro17:08

    “…mentire in tribunale è normale sei solo ridicolo. Si chiama falsa testimonianza, è un reato”.

    Grazie di avermelo ricordato!

    “Te lo dico con le buone, o cerchi di esprimerti con parole tue e non facendo l'imitazione di Susanna Petruni, oppure traine le debite conseguenze”.

    Scusa, ma non si può dissentire a ragion veduta in questo blog? O è riservato ai soli detrattori del Presidente Berlusconi?
    Se così fosse ti suggerirei di inserirlo, in grassetto possibilmente, nelle "istruzioni per l'uso". Eviteresti di certo a chi è di passaggio di soffermarsi.

    RispondiElimina
  29. @sandro
    ho sperato..ma lo sapevo che era un riflesso condizionato.
    "E’ quindi l'erede non solo di Craxi, ma di Fanfani, di Moro, di Andreotti, di Forlani, di D’Alema di Prodi… di tutti coloro che nella gloriosa carica di Presidente del Consiglio lo hanno preceduto."
    minchia hai detto niente..in quell'elenco di "glorioso"..ci vedo poco ma tanti (quasi tutti) personaggi di dubbia moralità, indagati ed in parte condannati.
    e vale sia per baffino che per il mortadella, il cui unico pregio è stato quello di affondare l'IRI e fondare Nomisma che ancora adesso non ho capito bene a cosa serve ma prende parecchi soldi da..Federconsorzi..e chi vuole può trarre le sue conclusioni.
    poi proseguo, scusandomi con la proprietà del blog se rubo spazio ma è troppo divertente quello che il neuronico ha partorito e tutto di fila.
    "avrà qualche piccolo merito":
    "tamponamento dell'olezzo" - spostato da altre parti ovviamente
    "ALITALIA!!!!" - questa in effetti dovresti mandarla a Zelig...visto che tu come me e tutti gli altri, stai pagando i debiti di Alitalia e CAI invece si è presa il resto..grande affare;
    "il terremoto"- fammi capire..l'ha fatto lui? per poi ricostruire? una specie di milano 6 in abruzzo? sai come saranno felici di saperlo da quelle parti?;
    "la ripresa economica"- in effetti hai ragione, se non c'era lui a quest'ora eravamo tutti con le pezze al culo, avremmo avuto disoccupazione e cose così ..invece vedo tutti i giorni gente felice che butta i soldi nel cesso perchè non sa cosa farne;
    "ha calato le tasse"- qui devi fare lo sforzo di collegare il neurone e riuscire a far aprire questo link:http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLine4/Norme%20e%20Tributi/2009/02/tasse-fisco-pressione-fiscale-2009.shtml?uuid=c35e8932-f3cc-11dd-8fd6-f748c1a21372
    te lo anticipo, è un articolo apparso su quel giornale covo di comunisti stalinisti che si chiama "Sole24ore" (sottotitolo: agenti di borsa di tutto il mondo unitevi!)...prova a vedere se riesci .. la pressione fiscale (tradotto=tasse) in italia è tornata ai massimi livelli (escluso il 1997 del mortadella che dovette mettere l'eurotassa) e scenderà ..forse solo nel 2013.
    Bene, è stato divertente parlare con te, mi diverto spesso ed è per questo che ho un nick così scemo..lascio agli altri i nick intelligenti e gli interventi....
    Purtroppo però la cosa sta diventando noiosa e quindi applico la regola che ho usato spesso nei forum e cioè semplicemente passerò oltre alle belinate che scriverai.
    a.y.s. Bibi

    RispondiElimina
  30. sandro23:27

    Olezzo Spostato altrove. volevi che non lo spostasse? ALITALIA? Zelig? riprendono gli scioperi. Meglio ad Anno Zero.
    Il taglio dell’Irpef non ti dice niente, no eh?
    Va bene dai Bibi, non te la prendere.

    RispondiElimina
  31. @ sandro
    si può dissentire su questo blog, alcuni lo fanno in maniera corretta e civile. Quello che non sopporto è chi viene qui a ripetere le balle del nano.
    Prendiamo il "taglio" dell'IRPEF. Non è un taglio ma una dilazione di pagamento. Se dovevi pagare 200 adesso, sotto Natale, non te li fanno pagare così i 200 li spendi dagli amici bottegai. Poi, a febbraio marzo te li fanno risputare.
    Voi papiminkia avete un grosso difetto. Accendete la TV e credete a tutto ciò che Fede, Minzolini e compagnia cantante vi raccontano. Eppure, cazzo, le buste paghe arrivano anche a voi!
    In ultimo, ALITALIA non la nominerei, fossi in te. E non andrei neppure a fare questi discorsi ai terremotati abruzzesi ancora nelle tende a crepare di freddo. Hai notato che Minzolini i terremotati non li fa più vedere ultimamente?

    RispondiElimina
  32. Cara Amica Lameduck,

    ""E non andrei neppure a fare questi discorsi ai terremotati abruzzesi ancora nelle tende a crepare di freddo. Hai notato che Minzolini i terremotati non li fa più vedere ultimamente?""

    Sicuramente in Abruzzo permangono tantissimi problemi, ma credo che si può riconoscere a questo governo di aver fatto molto per i terremotati.

    So che c'è ancora tanto da fare, però credo che in nessuno dei terremoti precedenti la ricostruzione abbia proceduto così velocemente (in ogni caso per ricostruire una città non bastano alcuni mesi).

    Ciao Davide

    RispondiElimina
  33. sandro15:17

    @ Lame
    "Voi papiminkia avete un grosso difetto. Accendete la TV e credete a tutto ciò che Fede, Minzolini e compagnia cantante vi raccontano."

    Cosa credi che veniamo a fare qui, a pettinar le bambole? Veniamo per sentir altre campane, quando non stridono troppo altrimenti ci urtano. La sinistra al governo non ci ha affatto convinti, la destra non è che brilli. Insomma non abbiamo le idee chiare ma non ci piacciono le certezze dettate dall'anti a tutti i costi.

    RispondiElimina
  34. Ehi sandro, scommetto che tu usi molto il telefonino, vero? :-)

    RispondiElimina
  35. sandro12:45

    Chiara di Notte - Klára ha detto...

    Ehi sandro, scommetto che tu usi molto il telefonino, vero? :-)

    Nient'affatto, aborro telefonino e forno a microonde.

    RispondiElimina
  36. Distinta Chiara,

    ""Ehi sandro, scommetto che tu usi molto il telefonino, vero? :-)""

    Mi sembra di capire che la colpa numero uno dei disastri italiani non è più il maledetto Caimano ma i telefonini.


    Però ti ricordo che i telefonini gli italiani ce li avevano anche nel 2006, quando ha vinto il buon Prodi.

    Ciao Davide

    RispondiElimina
  37. @ Davide:
    Però ti ricordo che i telefonini gli italiani ce li avevano anche nel 2006, quando ha vinto il buon Prodi.


    E chi ha detto che prodi fosse buono?


    @ Sandro: Nient'affatto, aborro telefonino e forno a microonde.

    No, dai, non mentire, non puoi essere cosi' di tuo... :-)

    RispondiElimina
  38. vanziniriccardo@yahoo.it01:08

    Sono un'aquilano, quindi terremotato. E' vero che da Noi si e' fatto molto di piu', ma nessuno l'ha chiesto. Il problema e' che invece di ricostruire si costruisce. I giornalisti vengono a vedere le casette del progetto C.A.S.E. non le nostre case distrutte. Sono passati nove mesi
    ma le macerie sono ancora li',pero' tanti miei concittadini hanno un tetto sopra le loro teste, non una tenda o un conteiner. Gran parte del nostro centro storico e' ancora zona rossa, ma non come quella di Amsterdam. La mia delusione e' talmente forte che mi impedisce di continuare a scrivere. Non ci dimenticate.

    RispondiElimina

SI PREGA DI NON LASCIARE COMMENTI ANONIMI MA DI FIRMARSI (anche con un nome di fantasia).


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...