lunedì 9 novembre 2009

Morto perchè di 42 chili

L'accostamento di questo orrore infinito ed indimenticabile con le parole di un Giovanardi qualsiasi non suoni irriverente e sacrilego.
E' stato quel "morto perchè era di 42 chili" che ha evocato l'immagine. Terribile, infernale, sempre incomprensibile passassero diecimila anni, assieme alle altre che ho trovato qui.
Immagini che, nonostante le abbiamo viste tante volte, ci farebbe bene guardarle più spesso. Due volte al giorno, prima e dopo i pasti.

Farebbe bene a tutti ma specialmente ai cosiddetti cristiani che piangono sugli embrioni di tre giorni e andrebbero a salvare gli spermatozoi dai fazzolettini di carta. Farebbe bene soprattutto a chi non ha cervello. Né cuore. A chi, in fondo in fondo, è capace di ragionare solo con la stronzissima logica del "se l'è cercata".

Sono immagini che, benchè si riferiscano ad altro che a droga, anoressia o cachessia per malattia (AIDS, cancro) ma solo alla sconfinata malvagità umana, ci ricordano che la fragilità del corpo quando è sottoposto a sofferenza e morte è sempre la stessa e merita solo rispetto e pietà. Rispetto e pietà che devono essere riservati anche ai dolenti, a coloro per i quali questi non sono corpi inanimati ma i loro cari. Quando i senzacuore e senzacervello straparlano di Cristi e Madonne dovrebbero sapere cosa deve provare una madre di fronte al cadavere del figlio, sapere che mai nessuno, uomo o Dio, potrà risanare quel dolore, invece tirano fuori la lana caprina e si mettono a fare la calzetta.

I cristiani sono gente curiosa. Un Dio li ha posti di fronte all'immagine più atroce che si possa immaginare, una madre che raccoglie il corpo del figlio crocifisso, credendo di toccar loro il cuore, di farli diventare più buoni, Dio Ingenuo. Invece, se Cristo tornasse giù in questo merdaio farebbe la stessa fine, se non peggio, e in più direbbero che "se l'è cercata, perchè se fosse rimasto a casa con suo padre a lavorare, a fare il falegname, non gli sarebbe successo nulla."
In duemila anni siamo diventati solo più cattivi e tecnologici. Oltre al flagrum gli faremmo assaggiare un po' di corrente elettrica sui testicoli.

La droga devasta, dice Giovanardi. Grazie. Però non spezza le vertebre né fa pesti gli occhi. Chi è devastato dalla droga è soprattutto un MALATO e chi è nelle condizioni fisiche di Stefano Cucchi non dovrebbe mai andare in carcere.
Invece, grazie ad una legge che si chiama, guarda caso, Fini-Giovanardi ci troviamo a vivere nel paradosso che chi consuma o spaccia piccole quantità di stupefacenti rischia di morire in galera con un ministro che lo chiama post-mortem "zombie" e a chi magari spaccia nei corridori del potere la polvere bianca in quantità industriali non succede nulla. Davvero, avete mai sentito di un pusher d'alto bordo massacrato di botte in carcere?
Ecco, anche le parole fanno la differenza tra chi conta e chi no. Per i poveracci ci sono gli spacciatori. Per l'aristocrazia magliara e riunta, i "pusher".

Se si parla tanto della morte di Stefano Cucchi è perchè si cerca di impedire che le tragedie inutili come quella abbiano a ripetersi. Che non abbia più a succedere che a qualcuno, siccome è uno zombie anoressico sieropositivo (secondo Giovanardi), venga negata l'assistenza di un legale. Per questo, per la ricerca della verità, è stata resa pubblica, con preghiera di diffusione sui mezzi di informazione alternativi, la cartella clinica del giovane.

La droga uccide. Certo. Peccato ci sia chi, sempre della stessa infornata politica di Giovanardi, di fronte ai test antidroga per i politici abbia perfino da ridire, faccia l'offeso ed abbia il coraggio di citare Orwell a sproposito, dicendo "io non lo faccio".
Egregio Cicchitto, se in Italia si può morire per pochi grammi di hascisc lei, come nostro rappresentante, perdìo, il test antidroga lo fa, in fila assieme agli altri.

27 commenti:

  1. E' proprio questo il punto: il mondo orwelliano lo hanno creato loro, non noi!
    Non hanno un minimo briciolo di decenza, non si fermano davanti a nulla, hanno perso tutto ciò che potevano avere all'origine di umano.
    Un uomo che dice quelle cose non merita solo di essere denunciato, merita... ben altro.

    Sognerò Giovanardi in mezzo ai manganelli.
    E dormirò un sonno silenzioso.

    Riciard

    RispondiElimina
  2. Adetrax00:25

    E' stato quel "morto perchè era di 42 chili" che ha evocato l'immagine.

    Che schifo di vicenda, non è improbabile che visto lo stato di deperimento e debolezza, qualche frustrato con il cervello fuso si sia lasciato prendere la mano con il manganello e i manrovesci sapendo di non rischiare reazioni o minacce fisiche, esattamente come in molti altri casi.

    Si può immaginare la scena, la tipologia di persona/e che hanno partecipato e il contorno omertoso dei superiori per scendere poi fino all'ultimo anello della catena perchè "non è bello che si sappia".

    Ma si, a un certo punto hanno capito di averla fatta grossa e speravano di occultare il fatto per 3-4 giorni, forse una settimana sperando che gli passassero una parte delle lesioni da pestaggio, purtroppo aveva delle ossa spezzate e non penso proprio che sia caduto da solo dalle scale, abbia sbattuto contro lo stipite di una porta o altre idiozie che si dicono in questi casi.

    Alla fine le spiegazioni sono banali e tristi, come quella per Emmanuel "negro", picchiato (con rottura ossea della zona sub-orbitale) da un certo "Pasquale" (e non aggiungo altro), perchè nella colluttazione dell'arresto gli si era rotto il braccialettino da polso e lui, essendo "psico" si era "incazzato" a morte.

    Sorvoliamo poi non tanto sulla reprimenda di un comandante delle guardie carcerarie di Teramo, relativa al fatto che i detenuti si massacrano "di sotto" (al riparo da occhi indiscreti), quanto soprattutto sull'interpretazione data al verbo "massacrare", ovvero equiparato a una "sgridata verbale" come ai bambini piccoli.

    Certo, ormai non si può fare altrimenti perchè il rapporto guardie - detenuti è troppo basso, le carceri scoppiano, il materiale umano è quello che è, ecc., quindi la normalità sono i comportamenti da cerebrolesi verso i più indifesi, si perchè dare forti manganellate su vertebre e costole sporgenti è da cerebrolesi e da vigliacchi perchè ai camorristi e ai mafiosi ben pasciuti queste cose non le fanno, no, gli danno le celle singole, gli stendono il tappeto rosso invece.

    Che vigliaccate !

    Siamo alla psicopatia di massa, questa è la verità.

    In ogni caso il vero schifo è proprio il contorno, incluse le cartelle cliniche scritte a mano in modo quasi illeggibile, roba da medioevo.

    Non si sa come sono state inferte le lesioni ... almeno negli U.S.A. hanno avuto la decenza di mettere telecamere (funzionanti) in ogni luogo di polizia e detenzione, qui invece non si può mai sapere cosa accade veramente.

    Il materiale umano, dei rappresentanti dello stato ... una volta si fingeva almeno di educare e selezionare, ora si "acquisisce" volutamente senza tante sofisticazioni, anzi con la vocazione naturale del 665 e 667 perchè è volontà dei vertici creare una barriera fisica insensatamente grezza, violenta e brutale fra loro e la base plebea, foriera solo di "criminali comuni", in modo che non ci siano troppe rimostranze su cosa fanno veramente.

    Stiamo indubbiamente raggiungendo la policy brutality di USA, Russia, Sudamerica e altri ottimi paesi civilizzati e sappiamo tutti cosa questo prelude.

    RispondiElimina
  3. vanda01:06

    Ripropongo la domanda:

    vanda ha detto...

    Un povero ragazzo sfortunato nella vita viene fermato e incarcerato per pochi grammi di droga per poi finire com'è purtroppo tragicamente finito, ammazzato.
    Mentre Marrazzo che confessa di avere pagato migliaia e migliaia di euro a spese nostre per drogarsi insieme ai trans e di essersi inventato il ricatto a spese di quattro carabinieri non è nemmeno indagato per reato.
    Non è troppo?

    12.35

    RispondiElimina
  4. Non hanno cuore fegato polmoni cervello, non hanno umanità pietas fratellanza;che non abbiano pace.
    Silvana

    RispondiElimina
  5. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  6. solo per L.05:19

    Giovanardi non mi è simpatico per niente, però questo post che hai messo è insostenibile. Ci sono dei parallelismi che non si possono proprio fare. E per chi ha conosciuto o conosce tossici a livello terminale i conoscenti che ne parlano come di un'altra persona innescano un po' di stupore.

    RispondiElimina
  7. en passant ricordo che a ventidue anni dalla ratifica della convenzione ONU contro la tortura in Italia nessuna legge punisce questo reato.
    Giovanardi è la spiegazione tecnica del come in Italia i"moderati" governino con l'estrema destra: per molti non c'è alcuna differenza e lui ha dato voce ad un sentimento diffuso. Altri non sono così ma fanno finta di non vedere.
    Che schifo.

    RispondiElimina
  8. forse cucchi ha minacciato di rivelare qualche verità sul narcotraffico? forse è per questo motivo che lo hanno incastrato (perché non è stato arrestato per caso..) e gli hanno vietato un incontro con umani, sia avvocati che famiglia? succede quando si rivelano verità, anche se minime, su un argomento che vede l'italia imperatrice perché grazie ai calabresi siamo quelli che comandano il pianeta col narcotraffico, pure i colombiani ormai sono mezzi sudditi, con annessi e connessi, dall'usura.. a vari finanziamenti per la politica mondiale, perché la ndrangheta è ormai la più potente organizzazione criminale terrestre - finiti i tempi del pastore con la luparetta insomma.
    a wanda vorrei dire che marrazzo è un agioletto rispetto agli altri numerosissimi "insospettabili" che con i nostri soldi fanno ben altro (ad esempio quanto dice rossoallosso..) e comunque la trans pare sia stata pestata di botte l'altra notte e la polizia a roma dice che però "era ubriaca e alla vista dei poliziotti ha cominciato a sbattere la testa al muro" (??)
    se una piccola parte di stipendio di quella faccia di c. di giovanardi la investissero per pagare lo stipendio a qualche giovane forse ci sarebbero meno tossici, se liberalizzassero finalmente l'erba forse il narcotraffico (che ha ridotto l'italia anche regina tra i cocainomani) subirebbe il primo vero colpettino.. se informassero e insegnassero qualcosa di diverso nelle scuole forse tanti ragazzi non si ritroverebbero con così poche alternative nella vita (prostituzione, spaccio o fancazzismo) o su qualche muretto a spacciare (bassa manovalanza).
    si fa presto a dire "drogato": giovanardi è il portavoce di tanti, è questa la cosa agghiacciante.. e se ci fossero meno pedofili o se fossero puniti con leggi adeguate (possibilmente applicate al bisogno) forse tanti giovani italiani sarebbero meno rovinati

    RispondiElimina
  9. Costui non merita nessun commento, ma solo il più profondo disprezzo.

    http://maurobiani.splinder.com/post/21666396/Bulimia+coprofaga

    RispondiElimina
  10. @ Vanda: "Non è troppo?"

    No, non e' troppo ed il paragone mi pare non azzeccato e pretestuoso.
    Drogarsi non e' reato, come non e' reato andare con prostitute o trans. Per cui non vedo il motivo per far di Marrazzo un criminale. Forse uno stolto, un pavido un non meritevole di ricoprire una carica pubblica, ma se non ha corrotto minorenni o avvocati o giudici o usato soldi pubblici oppure offerto cariche pubbliche per assicurarsi la soddisfazione dei propri vizietti, non capisco per quale motivo debba essere indagato o incriminato.
    E' reato invece ricattare, minacciare e bastonare le persone. Se poi lc'e' chi muore per le bastonate tutto cio' diventa OMICIDIO, e se al pestaggio hanno partecipato diverse persone esiste anche l'aggravante dell'associazione a delinquere e chi ha omesso di dire la verita' dei fatti e' complice e quindi punibile di conseguenza.

    RispondiElimina
  11. vanda15:07

    @blindsight in particolare, ma per tutti!

    che Giovanardi sia deprecabile va da sè. non occorrono commenti tra persone di buon senso.
    Ma che Marrazzo, debba passare per una vittima davvero, cari miei, non ci sto!
    E ora leggo che "si era messo in aspettativa per fare politica, dalla primavera 2010" anno in cui tornerà in RAI. Sì avete capito bene, TORNERA' IN RAI povera vittima, pagato da noi!!!!
    Per molto, ma molto meno ci sono migliaia di licenziati pubblici. Costituisce "giusta causa di licenziamento, per sopravvenuta inidoneità morale" se poi ci fosse, come ci sta, lo smercio di droga su cui le AUTORITA' (olitiche e istituzionali) chiudono gli occhi, figuratevi. Spero che lo zelante Brunetta se ne ricordi. Staremo a vedere. Anche se non ci spero. Cane non mangia cane...

    Il povero Cucchi, semplice cittadino come noi, è morto ammazzato. E non c'è dubbio alcuno!!!
    Questo vuol dire che poteva capitare a qualsiasi di noi.
    E i nostri politici invece che fanno? Si drogano sotto gli occhi di tutti (sui loro gusti sessuali non entro, facciano cià che vogliono, ma che non facciano la morale e ci dicano dove e con che soldi si drogano) e stiamo qui a parlare male della polizia, dei questurini, dei caraninieri? Nessuno li vuole assolvere. Ma ricordiamoci chye rischiano la pelle per un pugno di dollari, per far da scorta a questi puzzoni.

    E la magistratura così severa e linda cosa aspetta a incrimarlo il nostro bel tomo? Che notoriamente (lo sapevano ormai tutti da almeno un annetto, così leggo) forniva di droga acquistata i trans di via Gradoli?
    Forse anche lei ci sguazza con i calabresi di cui parli tu blindsight?

    Se, come fai intendere tu, siamo circondati di farabutti al potere, stiamocene buoni e preghiamo che non capiti a noi. Questo ci vuoi dire, cara ex poliziotta (se non sbaglio)? Complimenti, davvero incoraggiante. Se così fosse tu per conto di chi quale potere lavoravi?

    RispondiElimina
  12. vanda15:12

    un'ultima cosa: "Morto perchè di 42 chili"?
    Io sono alta 1,64 e in passato pesavo 38 kg, e sono viva

    RispondiElimina
  13. Bel post, che tocca il punto cruciale: quella che oggi domina in Italia è una mentalità cattolica falsa, che non partecipa affatto dei contenuti di solidarietà della dottrina, ma solo di quelli più adatti a giustificare il mantenimento dello status quo. Così si difende il crocifisso solo in nome della "tradizione" e contemporaneamente si dimentica la pietas nei confronti di una persona che, quale che sia la verità al 100%, è di certo una vittima del comportamento di altre persone.

    RispondiElimina
  14. cio' che ha detto giovanardi e' di una porcata mondiale perche'lui ha usato la morte di un ragazzo,avvenuta in circostanze a dir poco strane, per portare avanti la sua campagna contro le droghe.
    vuole farci credere che la causa della sua morte sia dovuta alla droga,come dire che se non si drogava tutto cio' non sarebbe successo,che e' anche come dire che se non nasceva non sarebbe neanche mai morto.e' questo che fa schifo nelle sue dichiarazioni,non si usa un morto per fare propaganda.marrazzo e' tutta un'alta vicenda che non centra una benemerita minchia col senso del post

    RispondiElimina
  15. @ Vanda: "Se, come fai intendere tu, siamo circondati di farabutti al potere, stiamocene buoni e preghiamo che non capiti a noi. Questo ci vuoi dire, cara ex poliziotta (se non sbaglio)? Complimenti, davvero incoraggiante. Se così fosse tu per conto di chi quale potere lavoravi?"

    Perdonami ma non e' molto chiaro si riferiscono le tue frasi, a me o a qualche altra persona.
    Se per caso ti riferissi a me, posso solo dirti che stai sbagliando. Non sono ne' poliziotta, ne' lavoravo per alcun potere. Ho solo espresso la mia opinione sul fatto che mescolare il caso Marrazzo (che comunque e' deprecabile politicamente ma non penalmente), ed il caso che riguarda l'omicidio di Cucchi sia un errore.

    RispondiElimina
  16. Anonimo15:41

    Il soggetto cui mi riferivo era blindsight, lo si sarebbe potuto capire dal fatto che è l'unica (oltre che ultima) persona ad essere menzionata nel testo.
    Quanto al caso marrazzo e la tristissima vicenda cucchi, non hanno assolutamente nulla in comune. Ed è un'eresia accostarle.
    Ho semplicemente rilevato che l'uno, Stefano, uno di NOI, è imprigionato (ed ammazzato, disgraziatamente voglio sperare)perchè in possesso di qualche grammo di cocaina. Mentre l'altro, il presidente Marrazzo per almeno un anno gozzovigliava liberamente somministrando droga ai trans a 5000 euro (ripeto, non me ne frega dei suoi appetiti sessuali, ognuno ha i suoi e sono tutti legittimi) per volta e non ha nemmeno un avviso di garanzia. Anzi, tutti (da destra a sinistra) i colleghi giornalisti lo commiserano quasi fosse lui la vittima. E la magistratura che fa? Vuoi vedere che se fosse stato quel verme di nano lo avrebbero stramassacrato? Diciamocele queste cose ogni tanto. Altro che fare i soliti post antinano come quello appena postato o i passati con le minkiose previsioni del "oggi il nano cade... anzi no! Ci pensa la Lario... anzi no, Fini... (ma non era fascista?) Mi sa tanto che in questo modo i papiminkia siamo noi e non solo i nanospremuti.

    RispondiElimina
  17. vanda15:45

    x Chiaradinotte

    Scusa, opero con un pc non mio. La firma al commento precedente è vanda, naturalmente

    RispondiElimina
  18. @ vanda
    sei proprio ossessionata da Marrazzo.
    Però noi stiamo parlando di Stefano Cucchi.

    @ solo per L.
    insostenibili paragoni perchè?

    @ rossoallosso
    non credo Giovanardi sia pedofilo. (Piano con le accuse che poi il culo lo fanno al blogger, cioè a me). ;-)
    Come difende i poliziotti difende i pedofili perchè è un santommaso. Lui non crede alle testimonianze dei "piccoli" ma solo a quelle dei potenti.

    RispondiElimina
  19. vanda21:18

    x Chiaradinotte
    Grazie della risposta Chiara. Può darsi che io sia pessimista e che tu abbia ragione. Ciao.

    RispondiElimina
  20. vanda21:31

    lameduck dice:
    sei proprio ossessionata da Marrazzo...

    Macchè Marrazzo e Marrazzo. Non hai colto niente. O non c'è peggior sordo di chi...?

    RispondiElimina
  21. vanda, mi prendi per il culo? Sei stata tu a tirare in ballo Marrazzo dove non c'entrava un piffero. I post su Marrazzo sono più giù.

    RispondiElimina
  22. @lame
    ma io mi riferivo al sacco di m.....!!!;-)
    comunque io dissi le stesse cose verso un nano di comune conoscenza e anche allora mi rimproverasti, di non esagerare,poi abbiamo visto com'e' finita.
    a vanda vorrei dire che marrazzo si e' dimesso mettendosi a disposizione della magistratura ed e' quello che si chiede a gran voce al nostro presidente del consiglio e non da oggi ma da anni!!!ed e' solo per questo che,a detta di lui ,subisce un presunto accanimento mediatico.ma la verita' e' che sono anni che usa il parlamento per evitare processi che fino a prova contraria potrebbero anche scagionarlo.questo comportamento fa di lui un'aberrazione politica che non ha eguali nel mondo e chiunque ha a cuore un minimo di democrazia giustamente si scandalizza

    RispondiElimina
  23. Amarcord18:10

    Lame, Lame ma su Marrazzo nulla?
    E' OT per te?

    RispondiElimina
  24. Cara Lame, volevo ringraziarti per il link al sito storico che non conoscevo. Ho appena guardato tutte le immagini dalla prima all'ultima e ovviamente sono sconvolta. Ma ci voleva.

    RispondiElimina
  25. @ rossoallosso
    non era un rimprovero. Solo che, magari, un commento contiene una diffamazione nei confronti di XY e qualcuno potrebbe far causa alla padrona di casa.
    Vale per chiunque commenti, s'intende.

    @ Amarcord
    che rottura di coglioni!!! Ho già scritto su Marrazzo.

    @ Rita
    il sito l'ho trovato per caso. Non se ne vede mai abbastanza di orrore, e finchè si inorridisce significa che siamo ancora umani.

    RispondiElimina
  26. rossoallosso10:02

    @lame
    ho capito benissimo la tua preoccupazione mi sono semplicemente dimenticato di cancellare il messaggio ma ora ho rimediato
    no problem :-)

    RispondiElimina
  27. @ vanda che scrive: "Questo ci vuoi dire, cara ex poliziotta (se non sbaglio)? Complimenti, davvero incoraggiante. Se così fosse tu per conto di chi quale potere lavoravi?"

    ex e addirittura poliziotta ce sarai! grazie dei complimenti e per chi lavoravo se permetti sono cz miei, per ultimo: non sono la tua "cara".
    ho citato marrazzo solo dopo che l'hai messo inutilmente in ballo tu.

    "Se, come fai intendere tu, siamo circondati di farabutti al potere, stiamocene buoni e preghiamo che non capiti a noi"

    ma chi sei alice??

    RispondiElimina

SI PREGA DI NON LASCIARE COMMENTI ANONIMI MA DI FIRMARSI (anche con un nome di fantasia).


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...