mercoledì 10 febbraio 2010

Non sono Maddalena

Mille miliardi di lire. 500 e rotti milioni di euro. A tanto ammonta la cifra complessivamente sperperata da questo governo per la bufala dell'H1N1 - 184 milioni regalati a BigPharma per un vaccino inutile - e per il mancato G8 alla Maddalena.
Per quest'ultimo si parla di 330 milioni di euro di lavori iniziati e mai finiti, di cattedrali nel deserto che stanno già marcendo, di opere faraoniche cedute a prezzi stracciati alle amiche imprenditrici, di posti di lavoro promessi e mai mantenuti, di elettori cornuti e mazziati. Questo mentre con gli appalti, le clientele, i vassallaggi e le corruttele, i soliti castamen si sono arricchiti, e hanno speculato, come ai vecchi tempi del CAF, alla facciaccia dei lavoratori che devono campare con 700 miseri euro di C.I.G. oppure fare la fame direttamente da disoccupati. Tanto la crisi non c'è, va tutto bene.
Gli italiani, incredibilmente per chi ci osserva dallo spazio o dalla frontiera di Como Brogeda, se ne fottono delle balle quotidiane, dei miliardi sperperati, dell'assoluta incapacità del governo di Berlusconi di risolvere i problemi che non siano quelli suoi giudiziari. Eppure quelli gettati dalla finestra erano soldi pubblici, nostri, delle regioni, presi dalle famose tasche degli italiani, che sarebbero serviti a dar loro tante cose utili come strade, asili, scuole, sanità.
Macchè, neanche un plissée. Colpa delle troppe trasmissioni politiche televisive. Dei pollai, come li definisce il noto esperto in galline Berlusconi.
A questi italiani che io chiamo affettuosamente papiminkia non frega niente se il governo ruba loro direttamente dal portafoglio, che li porti allegramente verso la scogliera dei lemmings. L'importante è che gli sconfigga il nemico immaginario costruito in tanti anni di propaganda e rimminchionimento televisivo. I famosi comunisti giganti con le antenne e le chele. E' un popolo da stadio. Chi non salta comunista è. Meriterebbero di non poter più votare per mille anni.

Si rifanno vivi anche gli intoccabili. Stupisce che in un paese tradizionalmente allergico ai primi della classe ed ai vari saputelli, ci tocchi subire l'elegia quotidiana dell'odioso primo della classe Bertolaso, difeso coltello nei denti dal Richelieu de noantri, lo zio Letta. Tutti a dire che San Guido è un uomo di potere. Grazie, lo avevamo capito. Resta da decidere di quale potere. Intanto, come un vecchio slogan dell'UDC, lui c'entra sempre.

P.S. A proposito della magnifica efficienza del governo all'Aquila.

10 commenti:

  1. Quasi quasi mi vien voglia di riprendere in mano Sostiene Pereira ...

    Allora provai, alla lettura, un senso di compatimento per quei portoghesi. Oggi mi domando se Tabucchi non fu profetico ...

    RispondiElimina
  2. Adetrax23:03

    Ah, ah, la foto di Bertolaso come il poverello d'Assisi è fantastica ... :-)

    Mille miliardi di lire. 500 e rotti milioni di euro. A tanto ammonta la cifra complessivamente sperperata da questo governo maledetto ...

    Per quanto riguarda la Maddalena, diciamo che si sono fermati in tempo prima di sprecare altre centinaia di milioni (comunque qualcosa hanno fatto); per l'H1N1 hanno solo pagato un dazio, un pizzo obbligatorio per tutti i paesi non ancora in bancarotta; insomma stiamo parlando di bazzecole.

    In effetti queste cifre non sono niente rispetto alle spese militari preventivate e messe a bilancio per le avventure fuori dai patri confini; il "bello" (non per noi ovviamente) però arriverà con le 20 centrali nucleari e le relative cifre da capogiro.

    In effetti bisognerà che si decidano, o un paio di centrali nucleari o l'Expo 2015; probabilmente sceglieranno le centrali nucleari perchè sono più rischiose ed eccitanti (e poi così lo metteranno in quel posto sia a quelli che credono ancora nei referendum sia a quelli che pensano che le scorie nucleari saranno smaltite secondo le norme tecniche dettate dal buon senso).

    Certo che i 2-3 miliardi di euro all'anno risparmiati con i tagli all'inutile istruzione ora sono una manna.

    Anche lo scudo fiscale con i suoi 5 miliardini non è stato fatto per niente (senza la crisi si potevano usare per fare un'intera centrale nucleare e foraggiare i portatori di coppola per un bel po').

    Un paese così non merita davvero più nulla. Si merita solo Berlusconi e la sua cricca.

    Concordo, però S.B. è troppo soft per questo paese dato che procede un millimetro alla volta e usa talmente tanta vaselina che quasi non ci si accorge di cosa succede; è come pic indolor.

    Ci vorrebbe invece qualcuno come Gengis Khan o un redivivo Führer con qualche milione di nazisti cocainomani al seguito (giusto per essere più convincente), allora si che mettendolo rapidamente e dolorosamente in quel posto qualcuno (non tutti ovviamente) si sveglierebbe.

    P.S.
    Stendiamo un velo pietoso sul debito pubblico, credo che continuando così nel 2010 si polverizzeranno tutti i record precedenti.

    RispondiElimina
  3. "Su, sbrighiamoci, chè non capita un terremoto al giorno. Io stanotte ridevo nel letto."
    [Uno qualunque della cricca Bertolaso, tra escort, allegri festini e spartizioni del ricco malloppo]

    Scusa, una sola domanda, a proposito di terremoto ed aiuti ai terremotati: chi erano gli sciacalli?

    RispondiElimina
  4. bertolaso ha tutte le qualita' necessarie per diventare ministro in questo governo di malavitosi

    RispondiElimina
  5. Dice che viviamo in una mignottocrazia. Magari.

    Questa è una papponocrazia.

    RispondiElimina
  6. Vicina di casa:"Fa i bagagli? E dove va di bello?"
    "In montagna"
    "Ah, a sciare!"
    "NO!!!"

    RispondiElimina
  7. mah! però chi diceva che era una bufala la storia della pandemia peccava di "complottismo", così come chi diceva che berlusconi avrebbe fatto solo suoi interessi e un gran casino agli italiani era "comunista"..
    si la giustizia, magistratura e legalità: condivido la tua fiducia, però.. questa giustizia per me si avrà veramente quando sarà "legalizzata" la magistratura, finora "abusiva" (quella vera intendo) tra migliaia di pz di m.
    vado di corsa e non posso leggere tutti i links che metti, ma già così mi è piaciuto tantissimo questo tuo post, complimenti, ciao laura

    RispondiElimina
  8. "Questa è una papponocrazia"
    questa è una pappornocrazia
    Cachorro Quente
    scusa la correzione,ma con tutte le "ford"in circolazione ....!
    Però gli isolani della maddalena dovrebbero pubblicamente ringraziare per tutto il ben di dio ricevuto!un pò cadente, ma bello e di grande impatto paesaggistico!
    Certo che lo scudo fiscale serve!dove li trovavano i soldi per costruire delle opere così imponenti anche in abruzzo?ne faranno uno anche l'anno prossimo per finanziare il nucleare!per le scorie c'è bertolaso,di immondizia se ne intende!

    RispondiElimina
  9. Beh io sono l'ultimo degli idioti, però un paio di parole penso di poterle dire. Alla Maddalena hanno fatto a tempo record ciò che normalmente richiede anni per via di concorsi, appalti e lungaggini burocratiche (e diciamocelo, avrebbe richiesto anni anche in paesi meno lenti del nostro). Perché? Perché il Governo ha fatto ricadere l'evento del G8 sotto il controllo della Protezione Civile dichiarando lo stato di "emergenza". Cosa ci sia di emergente per qualche capo di Stato estero non si sa, si poteva tranquillamente noleggiare il Grand Hotel di Rimini per una settimana ed erano tutti contenti.
    Invece no. Bisognava andare alla Maddalena. Beh, io un dubbio ce l'ho: la Maddalena è Parco Nazionale, per cui urbanisticamente non puoi costruire una beneamata minchia (figuriamoci il mega centro congressi). Ma lo stato d'emergenza ha un pregio: opera al di fuori delle leggi per accelerare i processi di soccorso/ricostruzione. Questo perché con "stato di emergenza" si indica, solitamente, un terremoto, un'inondazione, uno tsunami, una frana. E ovviamente se uno tsunami cancella [inserisci città litoranea a caso] bisogna costruire qualche casa per gli sfollati e non si può perdere tempo a star dietro alle leggi ordinarie, che in questo Paese sono una ragnatela inesplicabile di norme, codici, vincoli, diritti e cazzetti vari.
    A l'Aquila alcuni imprenditori che si meriterebbero l'amputazione di tutti e cinque gli arti si fregavano le mani perché sapevano che sarebbe scattato lo stato di emergenza. Ciò significa che i soliti palazzinari avrebbero potuto costruire l'universo (e infatti l'hanno fatto) a spese dello Stato tramite gare d'appalto truccate. Il tutto strafottendosene delle normali procedure, degli indici di urbanizzazione, delle Valutazioni di Impatto Ambientale, dei Piani Regolatori e via dicendo.
    Ecco perché si è preferito costruire le New Towns (tra l'altro esperimenti già fatti in passato e miseramente falliti) invece che ristrutturare l'esistente. Tanto paga lo Stato. E lo Stato, in Italia, non esiste.
    Scommettiamo che diventerà "stato di emergenza" anche la costruzione delle centrali nucleari?

    RispondiElimina
  10. @scarletmilk
    ...ce ne fossero di "ultimi degli idioti" così... mi pare che tu abbia gli occhi ben più aperti della media... stracondivido al 100%...
    "..la Maddalena è Parco Nazionale.. ...Ma lo stato d'emergenza...opera al di fuori delle leggi...
    A l'Aquila...alcuni imprenditori che si meriterebbero l'amputazione di "tutti e cinque gli arti"... [:)] ...strafottendosene delle normali procedure, degli indici di urbanizzazione, delle Valutazioni di Impatto Ambientale, dei Piani Regolatori e via dicendo...
    .....
    .....
    "Scommettiamo che diventerà "stato di emergenza" anche la costruzione delle centrali nucleari?"
    ...una scommessa già vinta in partenza, secondo me.
    telethont pinnagialla

    RispondiElimina

SI PREGA DI NON LASCIARE COMMENTI ANONIMI MA DI FIRMARSI (anche con un nome di fantasia).


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...