lunedì 31 maggio 2010

Chiudetegli il rubinetto

L'unico modo per far smettere ad Israele di fare il bimbetto viziato al quale, caso unico al mondo, è consentito attaccare paesi della Nato senza che la Nato abbia nulla da ridire, perchè la Imperial Mom lo permette, è che quel bell'uomo che sta alla Casa Bianca, oltre alla falla del Golfo del Messico, si convinca della necessità di chiudere il rubinetto che da decenni sottrae risorse agli Stati Uniti per deviarle verso un paese ultra-armato anche in senso atomico, prepotente, che tiene sotto apartheid un intero popolo, che fa strame delle leggi internazionali e che, francamente, ha già da tempo rotto i coglioni.

21 commenti:

  1. ampiamente condivisibile. ciao, ventopiumoso

    RispondiElimina
  2. Mi hai letto nel pensiero.
    E se non è un pensiero politicamente corretto chissenefrega.
    Un saluto.
    Mad

    RispondiElimina
  3. Aderirò al "giorno della memoria" solo quando, con almeno altrettanta frequenza e imtensità, si ricorderà il genocidio di un continente intero: quello (illegalmente) chiamato america.

    RispondiElimina
  4. Cara amica Lameduck,

    io esprimo la mia solidarietà ad Israele. I soldati israeliani sono stati aggrediti e si sono difesi.

    Ciao Davide

    RispondiElimina
  5. Credo tutta la farsa cadrà da sola. Quando il collasso finanziario colpirà gli USA e l'Europa, non si potrà più finanziare la morte di stato con le sue guerre e azioni terroristiche.

    Il tempo è vicino, vedo molta paura nei centri del potere politico e economico del mondo.

    D'altronde, il male finisce sempre per distruggere se stesso in una follia di negazioni.

    RispondiElimina
  6. Adetrax21:45

    Mah, si sono svegliati tutti evidenziando che l'attacco è avvenuto in acque internazionali, ma Israele fa cose simili tutti i giorni con i palestinesi, ad es. quando un cecchino spara a un palestinese (che è dentro i confini di Gaza) per puro sfizio o per far capire agli altri che anche se il limite di sicurezza per il confine è ad es. di 100 m. loro devono stare ad almeno 400-500 m. e ancora non si devono sentire sicuri.

    ... quel bell'uomo che sta alla Casa Bianca, oltre alla falla del Golfo del Messico ...

    Per quella hanno detto che ci vorranno 3 mesi e quindi se questa strana fuoriuscita di petrolio continuerà e i vari maldestri tentativi falliranno, forse vorrà dire che a qualcuno piace molto l'onda nera, la melma che tutto sporca e che provocherà tanti "meravigliosi" (solo per alcuni) effetti collaterali.

    ... e si convinca della necessità di chiudere il rubinetto che da decenni sottrae risorse agli Stati Uniti per deviarle verso un paese ultra-armato anche in senso atomico, prepotente, che tiene sotto apartheid un intero popolo, che fa strame delle leggi internazionali e che, francamente, ha già da tempo rotto i coglioni.

    Allora, visto che gli USA in particolare ma in ogni caso gran parte del pianeta è controllato dalle influenze politiche, bancarie e finanziarie dei figli d'Israele o dai loro forti simpatizzanti, questo auspicio sarà un po' difficile da attuare; accadrà semmai il contrario, saranno loro che chiuderanno o apriranno troppo certi rubinetti per insidiare interi stati.

    Per quanto riguarda i palestinesi, molti influenti personaggi israeliani o filo-israeliani dicono da tempo che i palestinesi devono "dimagrire", che nel loro gergo probabilmente significa:
    - fare la fame;
    - morire per indigenza e malattie non curate (comprese quelle nuove dovute a vicini depositi di sostanze tossiche);
    - diminuire parecchio di numero.

    Ultimamente pare che l'idea della "soluzione finale" addolcita, ovvero il definitivo allontanamento dei palestinesi verso altri luoghi, abbia riscontrato parecchio interesse.

    Ecco allora che tutto quello che può ritardare o contrastare questi piani (perchè loro si gloriano di pianificare il futuro degli altri, compreso quello dei loro connazionali-paria) provoca reazioni particolarmente incisive.

    In questo caso la reazione internazionale è risultata particolarmente visibile nei media perchè si è trattato di nave "turca" e si sa che molti potenti burocrati vorrebbero la Turchia in Europa (desiderio non del tutto auspicabile per la gente comune) e quindi la cosa non poteva passare inosservata come decine o centinaia di altri casi simili; perfino Frattini ha dovuto dire qualcosa di non filo-israeliano al 100% (il che è tutto dire).

    Si potrebbe concludere dicendo che le persone intelligenti non abboccano mai alle provocazioni violente, perchè la guerra avvantaggia solo i pochi che astutamente la provocano e la fomentano, tutti gli altri muoiono.

    RispondiElimina
  7. Amadiro23:05

    ma tanto, proprio tanto, rotto i coglioni.

    come si puo stare tranquilli con dei fanatici religiosi armati di bomba atomica a due passi da casa?

    immaginatevi un ufficiale del Likud con il dito sul pulsante rosso:

    "Dio degli eserciti, aiuta il tuo servo a compiere il suo dovere..."

    RispondiElimina
  8. mi viene da dire una cosa....ma,è contraria ai miei principi...
    brutta gente i razzisti:mancano di sensibilità!

    RispondiElimina
  9. Da sessant'anni Israele è sotto assedio del terrorismo arabo che gli nega anche l'elementare diritto all'esistenza. E se l'Europa chiudesse il rubinetto ad Hamas, gruppo terrorista che tiene in ostaggio la propria gente, stuprando psicologicamente i bambiuni palòestinesi indottrinandoli all'odio? Non giustifico le reazioni israeliane, eccessive,msa se forzi un blocco una reazione te la devi comunque aspettare. E in ogni caso, non 4erano pacifisti, ma simpatizzanti di HamaS, gruppo terrorista, razzista e antisemita.

    RispondiElimina
  10. ora si susseguiranno i vari rimpalli sulle responsabilita',ognuno con le proprie ricostruzioni vere o presunte.
    ma il reato principale rimane sempre l'assalto ad un convoglio che navigava in acque internazionali,se non e' atto terroristico questo!
    non c'e' ragione che possa giustificare cio'.
    resta da chiedersi del perche' di una azione del genere,visto che non credo al fatto che siano caduti in una trappola,non sono così ingenui.
    e' un messaggio chiaro,lanciato a chi di dovere e la causa non puo' che essere questa:
    http://www.balcanicaucaso.org/Tutte-le-notizie/Tra-accordi-e-sanzioni

    RispondiElimina
  11. Punti incontestabili.

    1) Abbordaggio avvenuto in acque internazionali a 60 km dalla costa e non a 20 km limite delle acque territoriali
    2) Le navi battevano bandiera turca, un Paese NATO e greca, un paese NATO e UE.
    3) I passeggeri non erano terroristi visto che a bordo, tanto per fare un esempio, oltre a un premio Nobel per la pace c’erano pure un deputato turco ucciso e una cineasta brasiliana.
    4) L’embargo fatto da Israele alla striscia di Gaza è illegale.

    E ci potrebbero essere altri 1000 punti.

    Questa è stata un’azione di PIRATERIA ed è un grave precedente. Domattina l’Iran o la Corea del Nord o il Venezuela (il cosidetto “asse del male”) potranno fare lo stesso su altre navi, visto che il diritto internazionale da ieri è come la carta da culo. Anche perchè poi che fa il consiglio di sicurezza dell’ONU, dice loro si e voi no?

    RispondiElimina
  12. Davide,
    Israele non ha bisogno della solidarietà. Ha già l'Impero dalla sua parte (finchè l'Impero avrà soldi da buttar via per soddisfare i capriccetti del bimbetto spocchioso).

    Permettimi una nota critica: commento stupidino. Un M16 contro una fionda non è difendersi. Ma già, voi papiminkia siete un pò fessacchiotti, vi bevete tutte le stronzate che vi propinano.

    RispondiElimina
  13. Rainbow,
    anche i paranoici che sparano dentro i supermercati e fanno fuori due dozzine di persone sostengono che devono difendersi.

    RispondiElimina
  14. Grazia16:31

    @Rainbow

    --Da sessant'anni Israele è sotto assedio del terrorismo arabo che gli nega anche l'elementare diritto all'esistenza.--

    Invito gli amici lettori a informarsi sulla realta' del conflitto' israele-palestina prima di formulare opinioni.
    Da anni ci vengono propinate informazioni di propaganda, che ancora attechiscono sui piu' disinformati.

    In breve:
    Informatevi sull'origine del conflitto e saprete dei primi atti terroristici e dei massacri a scapito di una popolazione che aveva come colpa di abitare in un luogo che doveva essere liberato per far spazio ai colonizzatori.

    Informatevi sulla sistematica PULIZIA ETNICA che ha generato milioni di morti e profughi.

    Informatevi sulle disposizioni internazionali che Israele non ha rispettato e continua a non rispettare (http://en.wikipedia.org/wiki/List_of_United_Nations_resolutions_concerning_Israel).

    Informatevi sui confini (sanciti e non rispettati), sulla capitale e sul divieto di colonizzare i TERRITORI OCCUPATI con nuovi insediamenti, dove gia' la parola territori "occupati" dovrebbe fervi capire chi e' l'occupato e chi e' l'occupante.

    Informatevi sulla realta' del muro e dei check-points, che di fatto crea un grande lager a cielo aperto, lager che al momento e' sotto un embargo che nega l'ingresso di viveri e medicinali.

    Informatevi sulle offerte che il gruppo terroristico Hamas ha fatto (incluso il riconoscimento dello stato di Israele) a patto che si riconoscano le disposizioni del '67 - e che Israele non vuole concedere.

    Informatevi sull'utilizzo di armi illegali, come il fosforo bianco, senza alcuna distinzione tra civili, armati e rappresentanti neutrali.

    Informatevi inoltre sulla potenza militare di Israele, sul supporto internazionale che riceve e i veri motivi della sua impunita'.

    Dopo potremo anche discutere i vari punti di vista.
    Dare supporto al regime israeliano non significa difendere gli Ebrei, come molto spesso si confonde. E francamente non si puo' supportare il diritto a difendersi di un regime occupante.

    Saluti

    RispondiElimina
  15. violante16:45

    se vi foste trovati nei panni dei militari israeliani ijnviati sulla nave e aggrediti dai pacifisti (alla faccia) a colpi di spranga cosa avreste fatto voi? Siate onesti ditelo. Ebbene ve lo dico io avreste sparato in aria. E' quello che hanno fatto. Ma i pacifisti non erano dei pivelli e ben sapevano che erano solo intimidiazioni e hanno continuato a picchiarli selvaggiamente. Ebbene sì, tu mi colpisci con le tue armi fossero anche solo fionde (hai mai provato una sassata in testa da una fiondata, cara Lameduck? chiedilo a Golia!) e io che in mano ho solo un'arma, il mitra, uso quello. Mors tua Vita mea

    RispondiElimina
  16. Cara amica Lameduck,

    "Ma già, voi papiminkia siete un pò fessacchiotti, vi bevete tutte le stronzate che vi propinano."

    Guarda che qui non si tratta di papiminkia, ma di cose serie. Le puttanate italiane dei nostri politicanti (destra o sinistra in Italia sempre cacca sono) non c'entrano.

    Qui si tratta di combattere il terrorismo e difendere la libertà.

    Israele è l'unico stato libero e democratico del Medio Oriente. Israele ha portato democrazie, benessere e libertà dove prima vi era solo miseria ed oppressione. Per questo i terroristi faranno di tutto per distruggerlo (sta a noi difenderlo con la nostra solidarieta).

    Ciao Davide

    RispondiElimina
  17. In onore di mio nonno ebreo, morto pazzo per le persecuzioni fasciste, devo sempre essere dalla parte di un popolo vittima di genocidio.
    In questo caso, ovviamente, dei Palestinesi. Siamo in tanti a pensare che un mondo senza Israele sarebbe un posto più sicuro anche per gli Ebrei, e l'accusa di antisemitismo ormai fa solo ridere.
    Lame, mi sembra che la tua visione sia un po' schematica, ma fondamentalmente condivisibile.
    E a chi qui sostiene che i soldati israeliani hanno fatto bene a reagire alle "provocazioni", auguro di ricevere il fatto loro, la prossima volta che protesteranno perché qualcuno ha saltato la fila al cinema... accorgendosi con un attimo di ritardo che il maleducato in questione è un soldato israeliano armato di bazooka.

    RispondiElimina
  18. violante deve essere uno di quelli che picchiano i ragazzini delle medie e madri che protestano contro la gelmini!o quelli della scuola materna?
    Questi sono i personaggi che alimentano la guerra non convenzionale.

    RispondiElimina
  19. Amadiro12:20

    Gran parte del consenso di cui godono gli istraeliani, nonostante le azioni indifendibili che commettono, credo che sia imputabile a una idiosincrasia dei loro difensori, più che ad una motivazione fondata su basi razionali.
    Per loro ai soldati istraeliani tutto è concesso, principalmente perchè portano una bella divisa mimetica, l'elmetto, gli scarponi lucidi, e fanno parte di un esercito potente... insomma rappresentano l'ordine, il potere e l'autorità, che ha sempre ragione per definizione.
    Sospetto che i loro genitori siano stati molto autoritari e/o maneschi nell'educarli.

    Cosa ne pensi, Lame? sbaglio?
    Se Israele, per un motivo qualsiasi, fosse privato del suo esercito, e diventasse una nazione pacifica, debole e indifesa, in balia di potenti truppe arabe, che marciano compatte nelle loro eleganti divise nere stile gestapo, per chi farebbero il tifo?

    RispondiElimina
  20. tjorven20:51

    a Davide l'unico che non è intervenuto in questo blog con lo stesso atteggiamento di Bondi verso Berlusconi "straleccando" e "stracondividendo" dai del papiminkia... complimenti...
    io sull'argomento per la prima volta in vita mia la penso come Giuliano Ferrara dai del papiminkia anche a me dato che ti piace tanto... contenta?

    RispondiElimina
  21. Grazia19:32

    @Lorenzo Gallo
    Condivido al 100% il tuo commento, e' opponendosi alle ingiustizie di oggi che si onorano le vittime di ieri.

    In generale sulla vicenda, dispiace dall'estero vedere il modo vergognoso in cui sono state date le notizie. A molti infatti sfugge l'intero background di questa iniziativa internazionale. Si tace sul fatto che molti esponenti dei governi di vari paesi ne facciano parte e che in questi paesi l'indignazione per l'accaduto sia stata molto piu' forte.

    Che importa...alla massa italiana basta propinare che c'erano terroristi sulle navi, tanto chi andra' a verificare chi c'era?

    Dall'Inghiterra abbiamo ascoltato dei commenti abbastanza incazzati di diversi parlamentari, di un premio nobel irlandese, di un esponente del parlamento tedesco, di una sopravvisuta anziana dell'Olocausto e di un ex senatore degli Stati Uniti....ah, diventicavo, si ,facevano parte del gruppo di terroristi sulle navi anche loro.

    RispondiElimina

SI PREGA DI NON LASCIARE COMMENTI ANONIMI MA DI FIRMARSI (anche con un nome di fantasia).


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...