giovedì 10 giugno 2010

Il popolaccio della libertà

Grazie, grazie di cuore, miei stolti connazionali per aver permesso che un pluripregiudicato ottenesse un potere che in nessun altro paese del mondo sarebbe stato tollerato, con le conseguenze che stiamo vedendo in questi giorni.
Diciamolo, non occorreva essere dei geni alla Da Vinci per capire, vent'anni fa, che questo disgraziato ci avrebbe usati unicamente per il suo sporco interesse e per onorare i debiti che ha fatto in tutte le peggiori fogne che ha frequentato per arricchirsi, fino ad intaccare la democrazia in questo paese. Non occorreva essere intelligenti ma voi avete rivisto in lui quel duce che vi mancava tanto. Italiani intrinsecamente fascistelli per convenienza, come lui.
Non c'era bisogno di qualche migliaia di pagine di Travaglio per smascherarlo come un buffone millantatore da non toccare nemmeno da lontano con il forcone. Bastava aver letto la biografia che al venditore aveva dedicato il compianto Giuseppe Fiori ed anche il diavolo in persona si sarebbe astenuto dal votarlo. Ma voi no, voi.

Non occorreva insomma essere particolarmente svegli per evitare di farsi ingannare da un mentitore di professione, uno che puzzava di menzogna più di un cadavere di tre giorni. Uno che avete creduto potesse tenere in giardino, invece del classico nanetto di terracotta, un capomafia senza che la Mafia potesse pretendere qualche favorino in cambio, magari in seguito, una volta raggiunto il potere.
Invece avete detto: "Proviamolo", "E' così ricco che farà diventare ricchi anche noi". Imbecilli.

Sono anni che vi raccontano storie turpi sul suo passato, sul come ha fatto i soldi dal nulla, ma voi niente. "Più lo insultano e più lo ricaricano" e lo ripetete anche con orgoglio.
Il vostro ormai è un puntiglio. Lo difendete per principio, lo fareste anche se lo vedeste sodomizzare un bambino, perchè non avete il coraggio di ammettere di avere acquistato da lui il masterizzatore Blu-Ray di cartone dipinto con i mattoni dentro per 50 euro.
Il suo pugno ormai vi esce dalla bocca ma siete ancora convinti che lui non vi abbia messo le mani nelle tasche.
Maledetto popolaccio ignorante, mi fate solo rabbia e spero che dobbiate pagare salato per la scelleratezza con la quale andate a votare.
Intanto, care signore berlusconiane, che vi bagnate le mutandine pensando al cavaliere nano che vi salva dai comunisti, andatevene in pensione a 65 anni senza preparazione, così, da un giorno all'altro. E zitte. Tanto siete vecchie e a lui le vecchie fanno schifo. Tanto le ministre giovani svelte di mascella in pensione ci andranno a trent'anni con appena una legislatura sulla groppa.

Ah, l'eventuale ingenuo che crede che alle prossime elezioni lo si potrebbe sempre punire con il voto non si illuda. Se quello capisce che le elezioni le perde farà in modo che non possiate più votare. Oppure si darà da fare per taroccare le elezioni. E' capace di tutto. Ha una pistola carica e ha tutta l'intenzione di usarla.
Voi continuate pure a guardare la televisione.

28 commenti:

  1. Cara amica Lameduck,

    "Intanto, care signore berlusconiane, che vi bagnate le mutandine pensando al cavaliere nano che vi salva dai comunisti, andatevene in pensione a 65 anni senza preparazione, così, da un giorno all'altro"

    Silvio avrà tante colpe, ma mi sembra che sia stata la UE a costringere l'Italia a mandare le donne in pensione a 65 anni.

    Ciao Davide

    RispondiElimina
  2. Anonimo22:33

    Io, pur avendo lasciato l'Italia nel lontano 1984, quando seppi che avevano eletto il delinquente di arcore come pres del consiglio, telefonai a tutti i miei amici e feci le condoglianze.
    Sapevo gia`, dal 1984, quello che quel mariuolo aveva combinato alla povera AnnaMaria Casale, insieme al suo complice previti. Sapevo gia` di che pasta poteva essere fatto un amico di bettino il ladro fuggitivo!
    Adesso voglio vedere cosa fara`la gente italica. Io, nel frattempo, do` le dimissioni da cittadina italiana, perche` con detta gente non posso spartire la mia dignita` e la mia liberta`.
    Cara Paperella, a te, ed a quei pochi come te, che ancora sapete distinguere il bene dal male in quel paese del malaffare, auguro tanto coraggio e forza d'animo. Che gli dei dell'Olimpo, la Sacra Trimurti, Iside ed Osiride, nonche` il baldo Manitu`, vi proteggano da queste sanguisughe che siedono in parlamento e dalle piu` alte cariche dello stato italiano-vaticano(senza salvarne alcuna).
    Ciao
    Roberta, fortunatamente e felicemente da Sydney

    RispondiElimina
  3. Un mio best seller (si fa per dire) per il quale ho litigato con tutti i papiminkia della rete.

    http://chiara-di-notte.blogspot.com/2009/05/un-popolo-didioti.html

    E' roba datata, risale ad un anno fa, quando per il nano ed il suo ministvo evvemosciato commercialista della fava, la crisi era ormai alle spalle.

    RispondiElimina
  4. Davide, ovvero colui che in questa farsa recita la parte della contadinella sciocca e ingenua; lo so che è una direttiva europea. Sai anche tu, però, che erano anni che ci si doveva arrivare, all'equiparazione tra uomo e donna in ambito pensionistico. Solo che finora non l'avevano fatto perchè "lui ha la voce sensuale" e non può deludere le coglione che lo votano. Ora, messo alle strette, ha dovuto fare la cosa in fretta e furia. Tanto dirà che lui non voleva farlo e le sue galline vecchie faranno tutte coccodè al suo passaggio perchè farà dire ai suoi servi che è stato Tremonti.

    RispondiElimina
  5. Massimo23:56

    Cara Roberta da Sidney.
    Ho vissuto per anni all'estero, per lavoro. Olanda, e Scozia in Particolare dove ho incontrato la donna del cuore che mi ha dato un erede. Nel maggio del '94 sono tornato a vivere in Italia mentre lei non ne ha voluto sapere. E sono tornato proprio quando il Berlusca, coincidenza fortuita, saliva al potere. Ebbene, credetemi, nonostante ciò, sono lieto di essere rientrato. E se Tu dici che vivi meglio all'estero che in Italia, al di la' di possibili ragioni economiche, vuol dire che il Nostro Paese non lo conosci.

    RispondiElimina
  6. Ciao Lame,
    siamo molto d'accordo,ma permettici la rampogna da vecchi militanti.
    Finche si resta sul sentimento e sullo sfogo,a loro va tutto bene.
    Si lasciano dire anche le parolacce più turpi,basta che non metti in pericolo direttamente e concretamente i loro interessi.
    In realtà,non conoscono la vergogna o il timore della riprovazione,perchè prima dell'etica e della morale vengono i loro interessi.
    Per essere efficaci con loro BISOGNA danneggiarli,cioè militare politicamente contro impedendogli di conseguire quello che vogliono.
    E' per questo che adesso bisogna far fronte fra chi gli si oppone,e far pubblicità e invitare la gente ad andare alle iniziative dei vari;grillini,popolo viola,manifestazione del 12 della CGIL (quella dei cobas c'è già stata il 5),manifestazione di SEL,sciopero generale della CGIL il 24,ecc.ecc.
    Noi siamo tentati addirittura di far propaganda anche alla manifestazione del PD (ma non credo arriveremo a tanto).
    O in realtà,restiamo nell'impotenza
    Ciao
    Altromedia

    (ps;sappiamo bene di che stoffa è il senso civico italiano,e che probabilmente non ce la si farà a rovesciarli,ma se non si parte...ci sono momenti della vita nei quali combattere è dignitoso,comunque vada,e adesso ci sembra uno di quelli)

    RispondiElimina
  7. bellissimo articolo e condivido tutto..complimenti..

    RispondiElimina
  8. Amadiro02:06

    potremmo affittare una pagina del corriere della sera e farci scrivere "avete votato er nano? emmò piatevelanderculo!"

    apriamo una colletta?

    RispondiElimina
  9. "siedi sulla riva del fiume e vedrai passare il cadavere del tuo nemico"
    per chi non avesse fretta questa puo' essere una buona filsofia,visto che dopo questa delibera(http://it.peacereporter.net/articolo/22431/Italia%2C+il+mito+della+societ%26agrave%3B+perfetta)di papiminkia cadaveri ne vedremo passare molti.per non essere accusato di discrimanazione politica,aggiungo,che di cadaveri molti saranno anche dell'"opposizione",visto che la segnalazione di questa porcata arriva dagli stati uniti.

    RispondiElimina
  10. Anonimo09:18

    @ Massimo
    Tu non puoi giudicare se conosco o meno l'Italia.
    I miei contatti con l'Italia, tramite amici e parenti non si sono mai interrotti io sono tornata diverse volte e mi tengo informata tramite la rete, i giornali e altro.
    I ragazzi che ho conosciuto qui a Sydney che scappano dall'Italia perche` non possono trovare lavoro, o perche` sono stati licenziati, ormai non si contano piu`. I racconti che mi fanno riguardo a mafia, ndrangheta, camorra e corruzione (specie politica) dilagante, sono allucinanti.
    Il degrado che mi viene descritto e` assurdo: degrado morale, etico, ambientale, nonche` economico.
    Sono tutti disposti persino a lavorare per la raccolta della frutta o altro (ragazzi e ragazze) nelle fattorie sperdute dell'interno dell'Australia, pur di acquisire punti per ottenere (forse) la residenza australiana.
    Se tu sei contento di vivere in un paese antidemogratico, governato da una cricca di delinquenti e da un criminale, buon per te, ma io credo che quello che non conosce l'Italia sia proprio tu.
    Roberta da Sydney

    RispondiElimina
  11. io me ne vado da qui. Un Paese così bello distrutto dai suoi stessi abitanti.

    RispondiElimina
  12. Panty09:29

    Il Cavaliere ha ottemperato,rapidamente giustamente e con profondo dolore,alla direttiva europea sulla pensione delle donne.
    Da buon Papi,voleva evitarci di pagare una multa salata.

    Ma non capisco perchè si sia dimenticato di ottemperare alla direttiva europea di togliere RETE 4 dalle balle e ci fa pagare 350.000 Euro al giorno da sette anni(faccia i conti egregio sig. Davide e ci illumini).

    RispondiElimina
  13. gentile davide, è vero: è la UE che "costringe" l'Italia ad innalzare l'età pensionabile delle donne nel pubblico impiego. Ma lei saprà che ad inizio d'anno la UE aveva avviato circa 150 procedure d'infrazione contro l'Italia, il che, mediamente, non ha provocato altrettanto rapidi adeguamenti..
    Ci potrebbero essere varie spiegazioni per questo:
    1) la nostra situazione economica è talmente pessima da imporci un signorsì signore con il cappello in mano. Con buona pace di Minzolini.
    2)bisognerà pur dare in pasto ai propri sostenitori un provvedimento che abbia la parvenza del rigore contabile in questo momento. Parvenza, perchè il risparmio pare che sia di 200 milioni, ma con il rischio che venga vanificato dalla corsa alla pensione di chi ha già maturato il diritto.

    lei cosa preferisce?

    RispondiElimina
  14. lameduck, concordo pienamente, il contenuto e la rabbia. ha anche ragione altromedia: muoversi. ma non so ne' come ne' per cosa. la testa dell'italiano medio e' stra-marcia.
    e' vero, tempi di resistenza. non da oggi pero'.
    io, da par mio, ho gettato la spugna. fra 1 mese emigro in svezia. non ne posso piu'.
    a.\vento

    RispondiElimina
  15. è già troppo tardi, e lo è da un pezzo.

    Imperitura gloria a D'Alema, il più "intelligente" politico italiano del '900 dopo Facta; un minimo di riconoscenza imporrebbe al supernano almeno di erigere al Suo grande benefattore una statua in marmo all'ingresso del parco della villa di Arcore.

    Gli italiani (meglio, gli abitanti di questi territori italici) che conservano un minimo di dignità ed autostima (che ce ne siano? Mah, ...), sentitamente lo ringraziano in eterno.

    "Non si tratta di soldi, ma di ... mandare il messaggio: tutto brucia!" (cit.)

    RispondiElimina
  16. Brava Lameduck, complimenti!

    Quanto all'età pensionabile per le donne a 65 anni bisognerebbe approfondire meglio la direttiva europea.

    Infatti, se ho capito bene, l'età pensionabile a 65 anni deve essere un diritto anche per le donne, ma non un obbligo.

    Invece qui si approfitta di una norma europea per effettuare il solito stupro ...

    RispondiElimina
  17. come scrivevo ...

    http://www.controlacrisi.org/joomla/index.php?option=com_content&view=article&id=6486&catid=39&Itemid=68

    RispondiElimina
  18. Massimo14:37

    Cara Roberta,
    scusami se ribatto. Poi non lo farò più.
    Invito chiunque pensa che il sistema australiano non è corrotto di leggere qui:

    http://www.google.co.uk/#hl=it&source=hp&q=%28corrupt+politicians+in+Australia%29&btnG=Cerca+con+Google&aq=f&aqi=&aql=&oq=%28corrupt+politicians+in+Australia%29&gs_rfai=&fp=1acd8704864de5c7

    E non parliamo dei sex scandals; squadra di Rugby, Ministro della Polizia, Governatore dei Territori Meridionali, concessioni edilizie, gay scandal di qualche settimana fa del Ministro dei Trasporti Campbell (simile al Marrazzo case).
    Insomma sai benissimo che tutto il mondo è paese e allora perchè scagliarsi sempre e solo contro l'Italia e gli italiani? Immagino che ha ragione tu sia rimasta delusa per qualcosa. Ma questo non giustifica tanto rancore. Credi forse che io sia emigrato per piacere? Anche se un certo desiderio giovanile d'avventura io sono emigrato per lavoro, facevo il cameriere poi da sposato ho aperto una pizzeria a Kirkcaldy, luogo dove ho trovato grande rispetto e ammirazione da parte degli scozzesi che ci considerano campioni di eleganza, di cultura e di raffinatezza.
    Vedi, i nostri napoletani hanno la nomea, ma più bidonari degli olandesi non credo ci sia nessuno al mondo. Consiglio di guardare all'interno di tutto ciò che si compra, specie se oggettistica elettronica, se si vogliono evitare amare sorprese.
    Quanto alla mafia e malaffare, non hai idea dei magnacci e magnacce e sfruttamento sessuale vi siano ad Amsterda e, ancor più a Rotterdam. I nostri sono dei dilettanti confronto a loro. Per non parlare delle bische clandestine.
    Ti confesso un altro fatto fresco fresco. Da due mesi attendevo un pacco dagli USA che mi è costato una ottantina di Euro. Telefono la settimana scorsa per il sollecito e mi rispondo che il pacco gli è tornato indietro "vuoto"... ci pensi questi sono gli americani che elargivano soldi e cioccolata al mondo! come si sono ridotti anche loro. Ma sì dai non è una gran cifra e per una volta facciamo gli americani anche noi... lasciamo perdere.
    Cordialmente
    Massimo

    RispondiElimina
  19. mitica,
    come sai ti seguo sempre e stavolta ti sei superata
    ma, ti prego, allungalo, sto pezzo: meritano delle chiose altrettanto sarcastiche sia le altre tipologie di elettori berlusconiani, sia le belle menti del pidì, a cominciare da quello che lo chiamava "il principale esponente dello schieramento a noi avverso", quello che mo ha aperto una scuola di politica, tacci sua: come se barbablù aprisse un'agenzia matrimoniale o tyson una di buone maniere....

    RispondiElimina
  20. Anonimo15:07

    Ehi Massimo, io ho parlato dell'Italia, non dell'Australia.
    Scusa, pero` se mi permetto:certo che la corruzione c'e` ovunque, ma qui in Australia c'e` la liberta` di stampa e i corrotti scoperti non rimangono al potere, bensi` si devono dimettere.
    Comunque io non facevo paragoni e non ne voglio fare, per il semplice motivo che l'Italia ne uscirebbe perdente.
    Io ho detto che buona parte del parlamento e del governo italiani, sono corrotti, sono collusi, sono arroganti (questo l'avevo dimenticato). Se ne fregano delle esigenze e necessita` della popolazione e fanno soltanto i loro interessi.
    Hanno distrutto la democrazia e la liberta` e` solo parziale ed esiste finche` non da` fastidio alla casta.
    Comunque non ho nessuna intenzione di convincerti di cio` che affermo, ma ho ancora il diritto di dire cio` che penso.
    Tu sei padrone di trovarti bene dove sei e io di trovarmi bene ben lontana.
    Roberta da Sydney

    RispondiElimina
  21. Caro Cugino,
    se clicchi sulle parole chiave "partito democratico" (che io preferisco chiamare "partito bestemmia") e "piddini grigi", nella colonna a destra, troverai tanti di quegli improperi nei confronti degli sciagurati collaborazionisti senzapalle conniventi da lasciarti pienamente soddisfatto, credo.
    Se gli elettori di Berlusconi mi danno lo shock anafilattico, la classe dirigente di questa sinistra mi fa l'effetto dell'emetico: vomito a getto.
    Non ho mai risparmiato a lorsignori insulti per la loro scriteriata politica di laissez faire nei confronti del nanaccio. E continuerò a farlo fintanto che una provvidenziale botta in testa non farà loro recuperare la memoria di essere un'opposizione.
    Grazie per seguirmi. ;-)

    RispondiElimina
  22. Massimo, perdonami, ma dire "tanto la corruzione c'è dappertutto", "tanto ci sono le triadi cinesi e la Yakuza giapponese" non vuol dire nulla. Ha ragione Roberta, se un capo di stato riceve mignotte in una sede governativa, all'estero si dimette. Il padrone di tre televisioni non diventerebbe capo di governo in nessun paese occidentale. Tutto il resto è fuffa.

    RispondiElimina
  23. Massimo22:39

    Non mi pare che le mignotte faccino saltare i capi altrove, vedi Clinton e, di recente, ministri GB.
    Se così fosse i governi del mondo rimarrebbero senza capi.
    Se il padrone di tre televisioni in Italia diventa capo di governo e la Costituzione lo vieta sono pienamente d'accordo con te.

    RispondiElimina
  24. Massimino papiminkiuccio, una procedura di impeachment chiesta a suo tempo per Clinton ti pare poco? Forse sei troppo bimbo per ricordarti il caso Profumo in Inghilterra. Fai una ricerca con Google.
    All'estero sono più seri, fìdati.

    RispondiElimina
  25. non ho idea di come sia in altri paesi,cerco di guardare in casa mia,e dopo aver letto questo(http://www.perlapace.it/index.php?id_article=4614&PHPSESSID=0f33010f56cc2f1e4b03baffb29c762e) non credo ci sia molto da vantarsi ad essere italiani ora

    RispondiElimina
  26. Naturalmente anche su questa faccenda delle pensioni il governo Berlusconi ed il sitema dei media mistificano alla grande.

    La UE non ha mai chiesto all'Italia di alzare l'età della pensione per le donne a 65 anni, ma si è solo preoccupata di evitare discriminazioni.

    Invito a leggere questo articolo di Rosa Rinaldi che fa luce sulle tante falsità nate attorno a questa questione

    http://www.rosarinaldi.it/?p=329

    RispondiElimina
  27. Massimo19:45

    Massimino papiminkiuccio? Perchè sei così sprezzante? A corto di argomenti?

    Quanto alle dimissioni Clinton non le a date ne tantomeno il ministro inglese che manteneva da otto anni l'amico gay, fino a quando non è stato preso con le mani nel sacco.
    Esattamente come per il ministro italiano che si è dimesso davanti all'evidenza dei fatti.
    Berlusconi è definito salvatore da una parte e mafioso dall'altra. Finora pero non è stato dimostrato ne l'uno ne l'altro
    Massimo

    RispondiElimina
  28. Adetrax23:37

    @Massimo

    Berlusconi è definito salvatore da una parte e mafioso dall'altra. Finora però non è stato dimostrato ne l'uno ne l'altro.

    Ahia, con quest'ultima frase è proprio scivolato in basso.

    E' inutile fingere ignoranza sulla questione della mafiosità, oltretutto frasi tipo "con la mafia bisogna convivere" le hanno dette e avallate proprio i sostenitori dei governi Berlusconi.

    Di Berlusconi uomo, imprenditore e politico si sa quasi tutto, quello che ancora non si sa può solo peggiorare ulteriormente la sua immagine che già così è assolutamente irrecuperabile.

    Aprile 2008: difesa pubblica di Dell'Utri e di Mangano (noto boss mafioso definito "un'eroe") con attacco finale ai giudici che con prove oggettive alla mano avevano imbastito i relativi processi (l'azione penale è ancora obbligatoria in Italia).

    Stendiamo un velo pietoso su centinaia, se non migliaia, di altri fatti che dovrebbero togliere ogni dubbio sul personaggio.

    Comunque non si disturbi a rispondere, lei probabilmente appartiene a coloro che le cose potrebbero saperle ma a cui è richiesta l'applicazione del bis-pensiero.

    RispondiElimina

SI PREGA DI NON LASCIARE COMMENTI ANONIMI MA DI FIRMARSI (anche con un nome di fantasia).


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...