giovedì 2 settembre 2010

Muoia il processo con tutti i Filistei

“La verità è che se Berlusconi non fosse entrato in politica, se non avesse fondato Forza Italia, noi oggi saremmo sotto un ponte o in galera con l’accusa di mafia. Col cavolo che portavamo a casa il proscioglimento nel lodo Mondadori.”
(Fedele Confalonieri, 25 giugno 2000)

Come dice Travaglio, non è curioso che dei milanesi purosangue si preoccupino tanto di essere accusati di terronica mafiosità? E il celebrity-leso di Varese che lo appellava "mafioso" quando erano ancora solo fidanzati, prima di sposarlo per interesse?

Nonostante il duo Ghedangelino non sappia più che cosa astrologare per renderlo inattaccabile dai giudici e dalle tarme, per renderlo invincibile e immortale, imperatore delle galassie e Signore dei Buchi Neri, magari dichiarando l'intero Codice Penale nullo, sarà difficile che riesca a sfasciare completamente l'Italia, trascinandola con sé all'inferno, annullando migliaia di processi solo per salvare il proprio deretano e fregandosene degli italiani che attendono giustizia (Parmalat, Clinica dei trapianti fasulli e via sentenziando). Napolitano sta passando un periodo di sensorio straordinariamente lucido e i nemici sono sempre più numerosi, interni ed esterni. Se sollevasse un momento la bocca dal fiero pasto di gnocca, se ne renderebbe conto. Gheddafi è venuto a Roma a disegnargli dei pupazzetti sulla maglietta ma lui crede di aver fatto un altro grande colpo da statista.

Poareto. Lui vorrebbe andare alle elezioni per promettere ancora miracoli di 'sta minchia a quei boccaloni che gli credono ma le fischiate a Letta (Aquila e Venezia, già sono due) e a Dell'Utri non promettono niente di buono.
Pare che voglia andare in televisione a spiegare per l'ennesima volta la sua odissea giudiziaria ma sarebbe comunque una replica e la gente la confonderebbe con la rubrichetta di residuati televisivi inesplosi del dopo TG1 "Dadada". Già ora come lo vedono cambiano su National Geographic Channel, figuriamoci a vederselo balbettare pietà con il fondotinta che cola e l'occhio che tenta disperatamente di restare aperto. I perdenti non piacciono agli italiani. Sembra che addirittura stiano cominiciando ad apprezzare le notizie, su un telegiornale gliene dà. "Che è sta roba? Notizia? Che è? Uhm, sai che non è male? Dammene ancora".

Si dice che abbia una paura fottuta di finire in galera. Beh, più che la gattabuia, che alla sua età non gli toccherebbe perchè, nonostante la bitumatura fronto-parietale, è un vecchio, gli roderebbe molto di più l'ammissione del suo fallimento. E' questo che non riesce ad accettare. Per questo si sbatte tanto.
Il ponte evocato da Fidel fa capire che, senza le gabole e gli aiuti dei politici più spregiudicati, per non dire di peggio, le sue aziende sarebbero fallite. E se è così un bravo imprenditore, com'è che stava per far fallire la propria impresa? Se la sua stella politica dovesse tramontare, forse le sue aziende una bottarella in Borsa in negativo la rimedierebbero.
Quindi, cari italiani, se uno non è capace nemmeno di tenere a galla la propria roba nonostante salvagente lanciati da ogni parte, e lui ne ha avuto più di ogni altro imprenditore al mondo, come volete che vi risolva i problemi? Quanto tempo vi occorre ancora - due, tre secoli, per capire che vi siete sbagliati, che vi siete fatti prendere per il bip da uno che non ha mai combinato nulla nella vita? Ah no, scusate, il Milan ha vinto più di ogni altra squadra al mondo. (Non è vero nemmeno questo ma lasciamo perdere).

Se non riuscirà a sgamare i processi e quelle famose bombe atomiche che dovrebbero arrivare, a sentire Gianfranco, non escludo di vedermelo andare in giro per l'Italia a bordo di una Papimobile lanciando briosche. Lo avete capito vero che è ormai un uomo disperato?

La frase di Confalonieri andrebbe stampata sui muri, come i motti di Benito negli anni trenta, quelli della serie "E' l'aratro che traccia il solco, ecc." una volta che il Berlusconismo sarà debellato. Tra tre anni come il cancro. O forse prima.

10 commenti:

  1. Cara amica Lameduck,

    come ti ho detto più volte l'errore più grande che voi di sinistra potete fare in questo momento è sottovalutare Silvio.

    Con ogni probabilità in primavera si andrà a votare. Anche se il partito di Silvio perderà tanti voti, tanti ne guadagnerà il partito di Bossi.

    Con il sistema elettorale che abbiamo basta che la qualizione di Berlusconi prenda un voto in più della sinistra e Silvio ve lo ciucciate per altri 5 anni. Quindi prudenza cari amici della sinistra.

    Per quel che mi riguarda io non andrò a votare e assisterò allo scontro destra sinistra come se si trattasse della partita Uganda contro Gabon: vinca il peggiore.

    Ciao Davide

    RispondiElimina
  2. Caro qualunquistello, è con quel "voi di sinistra" che dimostri di non aver capito un cacchio della politica attuale. Bravo, non votare, fai solo un bene al tuo paese.

    RispondiElimina
  3. Cara amica Lameduck,

    "Bravo, non votare, fai solo un bene al tuo paese."

    Riesco a far del bene al mio paese anche non facendo niente: o meglio se è una bella giornata farò un giro al lago.

    Comunque credo che un pochino di sinistra lo sei.

    Ciao Davide

    RispondiElimina
  4. kthrcds23:35

    “qualizione”?

    RispondiElimina
  5. Tre anni? Maancheno.
    Spero prima.
    http://vitainpillole.wordpress.com/

    RispondiElimina
  6. non potrebbe essere che vuole andare subito alle elezioni perché se passa un altro mese perderà solo altri voti? quei voti che pochissimi italiani gli hanno dato autonomamente...
    @davide: probabile che i voti che perderà li prenderà la lega del resto molti di questi voti non sono come la propaganda (fascista) vorrebbe far credere e cioè dati con ideale, bensì arrivano proprio da quel sud che dicono di odiare.. e non sono tutti onesti i meridionali questo lo sappiamo no?), peccato però che il vecchio nano abbia fatto un terribile autogol con gheddafi di recente!
    condivido ogni parola di questo post, ciao laura
    p.s.: sempre a davide: "noi di sinistra" siamo abituati alle brutte sorprese, e voi??

    RispondiElimina
  7. kthrcds18:03

    Tra due mesi e mezzo, dopo 2 anni e 6 mesi di effettivo mandato, i parlamentari alla prima legislatura matureranno il diritto alla pensione Dopodichè, essendosi garantiti almeno di che sfamare le rispettive famiglie, si occuperanno di estromettere B. dalla scena politica italiana. Ecco perché da alcune settimane i nostri parlamentari - che per 16 anni hanno tenuto in piedi il teatrino politico di B. e dei suoi cortigiani - dapprima timidamente, poi via via in maniera sempre più decisa, rilasciano dichiarazioni sulla qualità e sulla tenuta del governo, mai udite in precedenza.

    Qualche pezzo grosso dell’entourage di B. finirà sotto processo, e verrà mostrato in tv per distrarre l’opinione pubblica impegnata a subire una nuova, pesante manovra finanziaria. Trascorreremo l’inverno come ai tempi di Tangentopoli con i tg che ci racconteranno le vicende di politici corrotti torchiati dai giudici, mentre ai piani alti dei palazzi del potere verranno selezionati i componenti del “nuovo” soggetto politico che gli italiani saranno chiamati a votare in primavera. B. andrà all’estero, Bossi farà il comico in qualche spettacolo di Telepadania, e per gli italiani inizierà un’altra telenovela, all’insegna del più classico gattopardismo.

    RispondiElimina
  8. Cara amica Blindsight,

    "p.s.: sempre a davide: "noi di sinistra" siamo abituati alle brutte sorprese, e voi??"

    Noi qualunquisti siamo abituati a saltare sul carro del vincitore e quindi non sappiamo cosa siano le brutte sorprese: cambiano i suonatori ma la musica è sempre quella.

    Ciao Davide

    RispondiElimina
  9. Adetrax12:15

    ... una volta che il Berlusconismo sarà debellato.

    Sicchè tutti i "berlusconidi" spariranno o si convertiranno in una notte non appena sparirà Silvio ?

    Ho qualche dubbio su questo, infatti una discreta parte dei suoi sostenitori interni erano e sono ex socialisti fuoriusciti dall'harem di Craxi.

    Anche se ne rimane uno solo poi questo si replica in maniera maligna come le cellule cancerose.

    E la sinistra, pensate che se venisse eletta modificherebbe alcuni provvedimentini fatti negli ultimi 2-7 anni e passati inosservati per il 95% degli italiani (tipo la "privatizzazione totale dell'acqua pubblica", gli "inceneritori di rifiuti indifferenziati", gli affari con le mafie, gli eco-disastri, il processo breve, ecc.) ?

    Ma neanche per sogno ed è questo il punto ... pare che siamo arrivati al punto di svolta dove tutti a un certo punto gettano la maschera e si mostrano per quello che sono.

    Pare infatti che sia stato fatto tutto solo perchè c'era lui che lo voleva e che svolgeva il ruolo di perverso corruttore, quando in realtà è stata seguita la volontà di vari gruppi che superano le decine se non le centinaia di migliaia di persone.

    Berlusconi ha quasi assolto il suo compito, anche se si dovesse fermare qui senza riuscire a diventare presidente della Repubblica con parecchi poteri in più rispetto all'attuale figura, avrebbe comunque fatto il 95% di quello che serviva ai gruppi di masnadieri.

    La sua situazione giudiziaria era perfetta per uno uso spregiudicato tipo "usa e getta", "o la va o la spacca"; poi le cose brutte rimarranno perchè tanto è tutta colpa di Berlusconi che ha incasinato le cose per i prossimi 100 anni e sarà "difficile" cambiarle.

    Potrebbe addirittura succedere che si eclisserà per un po' per poi rispuntare fuori come ha fatto Bush junior, magari chiedendo: vi manco ?

    Potrebbe anche accadere che qualcun altro prenderà il suo posto continuando la sua opera, in maniera molto più subdola, da dove lui la interromperà.

    Il centro-sinistra è ormai marchiato dal "mai più un goccio" e poi a forza di reggere il "moccolo" si è bruciata le dita troppe volte.

    Il centro-destra sappiamo com'è ridotto e cosa fa, quindi prendiamo atto che la maggioranza ha scelto e sceglierà sempre il male.

    Stendiamo un velo pietoso sul tizio che si chiama Napolitano e che ogni anno invoca un nuovo ordine mondiale, tanto a lui che gli frega, fra qualche anno toglierà "naturalmente" il disturbo; forse lui si preoccupa solo del fatto che Silvio potrebbe rallentare anche quel processo li così come aveva fatto marameo a chi chiedeva i soldi promessi per la fame nel mondo.

    Cambiare, cambiare sempre per non cambiare mai (come i puttanieri) la politica di Mammona è questa.

    RispondiElimina
  10. @davide
    "Comunque credo che un pochino di sinistra lo sei".

    Bisogna vedere qual'è l'attuale concetto di sinistra.
    Oggi non esiste una "sinistra" intesa come opposizione di governo, se qualcuno è "un pò di sinistra" ha sicuramente dei valori assolutamente estranei alla classe politica che oggi viene detta "di sinistra".
    Non si può dire la stessa cosa dall'altra sponda, perchè chi è "un pò di destra" s'identifica in pieno con questo governo.
    ;)

    RispondiElimina

SI PREGA DI NON LASCIARE COMMENTI ANONIMI MA DI FIRMARSI (anche con un nome di fantasia).


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...