giovedì 18 novembre 2010

Osso, Mastrosso e Carcagnosso



Osso, Mastrosso e Carcagnosso. Sembra una formula magica contro il malocchio come "aglie, fravaglie, fattura ca nun quaglie" ma è il mito fondativo della Mafia. Da vecchi ignoranti nordisti, non conoscevamo la leggenda dei tre cavalieri fino a che non ce l'ha raccontata Roberto Saviano l'altra sera. Non è mai troppo tardi per uscire dall'ignoranza. Però siamo colpevoli fino ad un certo punto. Andreotti non ce l'aveva mai raccontata quella bella storia. Ce l'aveva tenuta nascosta.

Osso, Mastrosso e Carcagnosso. Il primo cavaliere fonda Cosa Nostra, il secondo la 'Ndrangheta e il terzo la Camorra. 
Un satiro maligno direbbe che manca il quarto che fondò Forza Italia. Ma io a queste dicerie non credo e poi sono notizie non confermate. 

A proposito di cavalieri. Ascoltatevi l'intervista al vecchio banchiere siciliano che nel 1986, assieme ad altre banche dell'isola, rifiutò il prestito di 20 miliardi di lire al cavaliere di Hardcore, nonostante la perorazione in suo favore nientepopodimeno che di Dell'Utri e Ciancimino sr.. Vista la situazione delle sue aziende, già allora indebitate per migliaia di miliardi, i banchieri non credettero alle promesse di pronto rientro dei fondi e risposero picche. 
Questo signore avrebbe dovuto, in seguito, salvare l'Italia. L'unica cosa che gli è riuscita, venticinque anni dopo, è di salvare le sue aziende, con una trentina di leggi ad personam, mentre l'Italia con i suoi problemi aspettava. Chissà, sarebbe curioso sapere se poi trovò i soldi altrove e chi glieli prestò. Quelli che magari ora gli stanno spedendo il conto.

Osso, Mastrosso e Carcagnosso. Mi piace questa formula magica. Mi piace ripeterla come un mantra scacciaguai. Grazie Saviano, grazie per averci raccontato la realtà di un Nord insospettabilmente Mafia friendly.
Osso, Mastrosso e Carcagnosso.
Se ci aggiungiamo una bacchetta da agitare e recitiamo, ad esempio, "Cota, Trota e Mastrota" spariscono il nano, le sue televisioni, i Bossi, Sandokan e anche il Pirla di Labuan?

5 commenti:

  1. "Cota, Trota e Mastrota!"
    BOOOOOM!
    Acc, non ha funzionato... troppa saliva di pipistrello?
    http://vitainpillole.wordpress.com

    RispondiElimina
  2. la mafia nel "nord"mi ricorda "mani pulite".A conoscenza dei vari giri di affari tra politica e mondo imprenditoriale erano,oltre ai diretti interessati coloro che per motivi di lavoro frequentavano piccole e grandi aziende e neanche a livello dirigenziale.
    Viene fuori il primo caso e si innesca,per incanto,la scintilla,non solo giudiziale,che porta vari media e giornali ad informare il grande pubblico.
    Saviano racconta dei fatti legati alla criminalità organizzata ed ecco che partono inchieste di media e giornali(salvo quelli che remano contro,chissà perché?).
    Mi viene un dubbio:quelli che sanno,per certo o per sentito dire,che sono parecchi,suscitano l'interesse solo a qualche sparuto gruppo di giornalisti?e tutti gli altri prima dello scoppio del bubbone dove erano?non sapevano?e perché notizie ed inchieste si susseguono con una velocità incredibile?

    RispondiElimina
  3. Adetrax22:13

    Grazie Saviano, grazie per averci raccontato la realtà di un Nord insospettabilmente Mafia friendly.

    Insospettabilmente ?

    Mah, forse per chi ha sempre avuto il prosciutto sugli occhi, per i papiminkia che praticano il solipsismo e/o per i neovotanti ancora sotto l'influsso delle fiabe televisive, perchè il sospetto che queste organizzazioni triangolari fossero da decenni, forse da sempre, a stretto contatto con la politica, il mondo imprenditoriale e organizzazioni triangolari più tradizionali è sempre stato molto ma molto forte e diffuso fin dagli anni '60 - '70 e forse anche da prima.

    Si potrebbero citare centinaia di episodi ma lasciamo perdere, basta ricordare il recente episodio della Moratti che per l'Expo 2015 ha ritenuto indispensabile chiamare a Milano centinaia di "manager" siciliani, probabilmente in quanto veri esperti del cemento impoverito (ovviamente la decisione non l'ha presa proprio lei).

    Poi ci si stupisce se all'Aquila certi palazzi sono crollati come se fossero di cartapesta, se a Milano interi caseggiati sono stati costruiti su discariche abusive di rifiuti tossici, se nei dintorni si bruciano rifiuti tossici senza alcuna selezione e filtro, se si inquinano volutamente le falde acquifere, se imprese che "vuol dire fiducia" fanno riciclare cibo scaduto frullando anche i relativi imballaggi plastici a determinate organizzazioni senza scrupoli (ma probabilmente affiliate nel "pappa e ciccia" della fratellanza e del mutuo soccorso), se Milano è diventata la capitale italiana degli stupri, ecc.

    Parliamo di Milano ma potremmo citare molte altre città italiane.

    Per tutto questo ci sono delle ottime spiegazioni ma non diciamole che non sta bene, così come non sta bene dire perchè la Campania è ancora invasa dai rifiuti grazie a certe oculate gestioni imposte dall'alto.

    ---

    Quello che però a troppa gente non è ancora chiaro è sia la vastità del numero dei fiancheggiatori sia soprattutto il fine, lo scopo di tutto questo.

    Perchè c'è uno scopo e lo si può intuire analizzando il fatto di come la stessa logica o addirittura certe verità tradizionali siano capovolte nei rituali blasfemi di affiliazione, addirittura invocando santi e poi bruciando le loro effigi (Falcone ironizzava parecchio su questo ma è uno dei pochi che ci ha lasciato le penne, forse perchè aveva capito fino in fondo la natura e la portata di certi fenomeni).

    Eh si, c'è una parola che può sintetizzare tutto questo.

    P.S.

    Per finire, i ringraziamenti.

    Grazie, grazie ancora a tutti i drogati, ai corrotti avidi di denaro e potere, a chi pensa che l'immigrazione sia sempre buona e santa, a chi non vuole malignamente distinguere, a chi non ha ancora capito a cosa allude veramente il termine "terrone" e lo generalizza come per il termine "razzismo".

    NOTA storica: dopo il perniciosissimo dominio spagnolo a Milano, l'Austria impiegò decenni (con ampio uso dell'incarcerazione e della pena di morte) per riportare la città entro binari sufficientemente ragionevoli.

    Purtroppo "governare l'Italia non è difficile, è inutile" (e questo il nano lo sa benissimo al contrario del povero Marchionne che forse non l'ha ancora capito o più probabilmente non lo vuole ancora accettare).

    Non a caso Miglio pur invocando (inutilmente) un Metternich o più praticamente una mafia d'imperio, voleva morire al sicuro come un "dio svizzero" :-)

    RispondiElimina
  4. niente di nuovo alla luce del "sole delle alpi":
    " http://it.wikipedia.org/wiki/%27Ndrangheta_in_Italia "

    RispondiElimina
  5. Fabio21:43

    'Un satiro maligno direbbe che manca il quarto che fondò Forza Italia'
    Quindi oltre a Osso, Mastrosso e Carcagnosso c'era anche... Saltafosso?

    Vedi il Dizionario Online Hoepli:
    http://dizionari.hoepli.it/Dizionario_Italiano/parola/saltafosso.aspx?idD=1&Query=saltafosso

    saltafosso
    [sal-ta-fòs-so]
    s.m.
    region. Stratagemma che consiste nel dare come sicura una cosa che in realtà è solo ipotetica o possibile, in modo da indurre qualcuno a fare o dire qualcosa
    che non avrebbe voluto compiere o rivelare.

    ;)

    Saluti!

    Fabio

    RispondiElimina

SI PREGA DI NON LASCIARE COMMENTI ANONIMI MA DI FIRMARSI (anche con un nome di fantasia).


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...