giovedì 2 dicembre 2010

La serrata della libertà


Il padrone ha paura di agguati quindi indice la serrata. Evidentemente, pur avendo la maggioranza dei seggi, non si fida più neppure dei maggiordomi e delle fantesche, dei miracolati della libertà, degli scaldascranno e delle pornoministre. Come dargli torto? E poi c'è il fattore psicologico. Per una sorta di nemesi semantica, rischia di cadere per colpa di un Bocchino e di Casini. Meglio non sentirli nominare troppo. Sono cose che lo distraggono.

Da quando Hillary Clinton, con un umorismo che fa invidia ai comici del "Saturday Night Live", lo ha definito "Il migliore amico degli Stati Uniti", quindi politicamente un cane, i giornaletti di famiglia gridano allo scampato pericolo. Assange, tié! Non pensano che è sempre più sincero un diplomatico in privato di un ministro degli esteri in visita ufficiale e tentano di fare trangugiare la bugia pietosa agli italiani. I quali, dettaglio non trascurabile, a causa della paura del padrone delle frequenze di andare sotto in Parlamento, cosa che narcisisticamente gli sarebbe fatale, dovranno attendere il 13 Dicembre (S. Lucia) per risolvere i loro problemi. "Che il paese attenda, cribbio, io non posso rischiare di avere la prova provata di essere un fallito", guaisce il miglior amico dell'impero.

Intanto l'Aquila è sotto l'acqua, Napoli sotto la monnezza,  Pompei, che aveva resistito quasi duemila anni, crolla sotto il peso della competenza di Bondi. Meno male che quest'ultimo, grazie alla serrata, potrà fingere ancora qualche giorno di fare il ministro della cultura. Se c'è qualche sciampista dell'est vogliosa di emulare Antonioni o Godard, ne approfitti. Siamo ai saldi di fine stagione. L'Outlet della Libertà.

4 commenti:

  1. potrei anche diventare devota di S. Lucia... comunque il meglio sarà il 14 ;)
    http://vitainpillole.wordpress.com/

    RispondiElimina
  2. Cara Lame, sei sempre una fantastica autrice... Difficilmente rido leggendo i post... ma tu hai delle immagini direi "immaginifiche"; mi sa che tra un po' il "vecchietto" resterà con un... pugnetto al femminile!

    RispondiElimina
  3. Anonimo22:24

    Sinceramente non capisco proprio tutta la frenesia che c'e` tra i giornalisti di pubblicare quanto dichiarato privatamente circa il cavaliere di sventura, attraverso wikileaks.
    Infatti il venire a sapere che i suoi scherani lo considerano non in forma, o stanco o quello che gli pare, a mio parere, non conta per niente al fine di buttare giu` il suo pseudo governo.
    Il problema vero e` che e` un criminale, che si e` arricchito con azioni truffaldine, che merita solo la galera.
    E` un malfattore e, pertanto, non puo` e non deve governare (se poi, finora, abbia mai governato!)
    Roberta da Sydney

    RispondiElimina
  4. "Il migliore amico degli Stati Uniti", quindi politicamente un cane,


    Questa donna è un genio!

    RispondiElimina

SI PREGA DI NON LASCIARE COMMENTI ANONIMI MA DI FIRMARSI (anche con un nome di fantasia).


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...