giovedì 27 gennaio 2011

Sembra ieri

Scarpe di prigionieri di Auschwitz
"I neri non possono essere italiani."
"Gli zingari rubano i bambini e vanno deportati."
"Gli ebrei sono troppo influenti e hanno in mano tutti i poteri forti."
"Gli omosessuali non possono fare la morale a nessuno."

Dunque, aspetta, ho poca memoria: cos'è che si dovrebbe ricordare oggi?

12 commenti:

  1. Anonimo15:09

    credo si dovrebbe ricordare che nessuno e superiore all'altro che tutti nasciamo e moriamo che siamo tutti fatti di carne ossa e sangue ma forse di piu' bisognerebbe ricordare l'orrore di una mente malata e la sua ancor piu orrenda divulgazione e accettazione di supremazia razziale uomini che si sono arrogati il diritto di decidere la fine di un genere umano l'eliminazione sistematica
    e totale di esseri umani. questo e' orrendo per non dimenticare davvero si dovrebbe entrare in uno di quei posti dove la memoria di quei corpi straziati e scheletrici di quegli occhi che hanno visto strappare figli da madri fratelli da fratelli di quel sangue versato per un'idea assurda quanto atroce di supremazia razziale e quella linfa vitale che veniva tolta gasandoli e fatta scorrere nei canali di scolo
    basterebbe visitare la piu' vicina fabbrica di morte la risiera di san sabba a trieste ci senti ancora la sofferenza che si e impressa nei muri tra le scritte
    giuro prima che varcassi quel cancello non avevo davvero l'idea di quel che e stato fatto all'umanita'pur abitandoci di fronte per oltre vent'anni

    RispondiElimina
  2. il giorno della memoria include anche i CIE ?

    RispondiElimina
  3. Enea8816:25

    "Se metti il maglione rosa sei un omosessuale".
    Se sei un negro sei qui per rubarmi il lavoro (e la fidanzata)".
    "Se rubi probabilmente sei uno zingaro, di certo se sei uno zingaro rubi".
    "Se credi all'ipotesi Marina sei proprio un pirla".
    Non siamo poi così diversi dai nostri nonni...forse loro erano solo un po' più determinati.

    RispondiElimina
  4. Caro amico Enea88,

    "Se credi all'ipotesi Marina sei proprio un pirla".

    E se credi all'ipotesi Trota???

    Ciao Davide

    RispondiElimina
  5. Adetrax21:13

    "Se pensi che il potere non faccia vittime sacrificali per ottenere sempre più potere oggi come 70 anni fa, come 700 anni fa, allora non sei aggiornato".

    Poi è inutile citare degli episodi senza contestualizzarli.

    I neri non possono essere italiani.

    Si possono, ma non in posizioni politiche e/o di potere; dopotutto anche se fosse stato qualcun'altro la risposta del semplificatore (e anche Hitler lo era) sarebbe stata offensiva (ci sono vari precedenti, fra cui la signora "abbronzata", ecc.) e qui ci vogliono doti interpretative non comuni per capire a fondo certe dinamiche.

    Fra l'altro ha indovinato il paese d'origine ma forse non ha capito che anche in Africa ci sono delle zone molto meno degradate di altre, anche per lo spirito, l'impostazione storica diffusasi nella zona e Brazzaville è o almeno era uno di questi casi.

    Va da se che queste zone meno degradate sono molto rare e forse si stanno rarefacendo come in Italia, quindi con un filo d'erba non si fa un fascio.

    A parte questo gli stranieri in Italia più che avere benefici si diseducano per mille altri motivi, ma questo è un discorso piuttosto lungo e complesso.

    Gli zingari rubano i bambini e vanno deportati.

    Idem come sopra, purtroppo la loro salvezza consisterebbe solo nell'istruirsi su cosa fare e cosa non fare per poi rifugiarsi in qualche steppa asiatica; qui, con questo sistema corrotto, il 95% può non solo fare danni sociali e ambientali ma anche ricevere facilmente danni biologici gravissimi e irreversibili.

    "Se il clan non è virtuoso e diseduca è meglio dissolverlo", questo è il detto e vale per tutto e per tutti.

    Gli ebrei sono troppo influenti e hanno in mano tutti i poteri forti.

    Frase verissima ma da precisare, nel senso che quella cui ci si riferisce non è l'etnia ma una sorta di mafia ebreo-giudaica, che si autoprotegge con il discorso etnico, e che probabilmente a suo tempo ha favorito le condizioni per la Shoah (in cui sono morti essenzialmente dei "malcapitati", dalla borghesia medio-bassa in giù); Shoah che sicuramente ha abbattuto tutti i muri per la creazione dello stato d'Israele e molto altro ancora.

    Gli omosessuali non possono fare la morale a nessuno.

    Eh vabbè, siamo nella politica italiana e berlusconiana, ci attendiamo qualcosa di diverso dai colpi bassi ?

    RispondiElimina
  6. @ Adetrax
    Mangiato pesante, stasera, eh? Almeno Enea88 la cazzata l'ha sparata in maniera sintetica.

    RispondiElimina
  7. Adetrax22:21

    @Lameduck

    A tuo giudizio, quali parti del commento sono cazzate e quali no ?

    P.S.
    Comunque oltre a citare i neri potevi ricordare anche i "gialli" e i "rossi" ;-)

    RispondiElimina
  8. Beh, Adetrax, la mafia "ebreo-giudaica" che ha favorito la Shoah, proprio nun se po' sentì.
    Hai una visione lombrosiana della storia, te l'ho già detto tante volte.

    RispondiElimina
  9. Anonimo13:24

    Il Lombroso era ebreo...

    popsylon

    RispondiElimina
  10. enea16:01

    Chi ha memoria storica sa ricordare e riflettere ed è anche in grado di notare molte somiglianze fra alcuni tratti caratteristici del nazi-fascismo e molti modelli di pensiero attuali.
    60 anni fa si pensava di poter giudicare la pericolosità di un individuo conoscendone semplicemente la razza, purtroppo molti ancora oggi ragionano in questo modo. C'è poi il totalitarismo di opinione, ancora molto attuale; si diceva: "tutti quelli che pensano che sia sbagliato entrare in guerra sono uomini senza valore; oggi invece capita di leggere da una persona che si definirebbe anti-fascista e anti-nazista una frase come questa: "se credi a questa ipotesi sei proprio un pirla".
    E' un ragionamento razionalista, illusoriamente logico e totalitario. Sarà una cazzata ma tutte queste somiglianze mi fanno pensare che esistono antifascisti non completamente immuni dal fascino del totalitarismo.
    Per me non sono molto interessanti i colori nitidi che le persone si vedono addosso (come il nero fascista o il bianco antifascista); sono molto più interessanti le sfumature di colore che rendono ogni anima grigia.

    RispondiElimina
  11. Ma è sicuramente vero che gli Ebrei nel mondo occidentale siano presenti molto più che in proporzione nelle professioni e tra il ceto possidente, per motivazioni storiche (quali l'obbligo di praticare l'usura, la proibizione di possedere terra e il conseguente attaccarsi al commercio, la solidarietà interetnica ai limiti del fanatismo...).
    Si vuole parlare di "mafia"? Parliamone. Ma allora sarebbero una mafia anche le altre minoranze etniche coese e influenti, negli USA e altrove.
    Quindi il termine mi sembra mal scelto, ma il problema esiste, sia pure non nei termini dei sette savi di Sion e altri deliri antisemiti... fino a che punto una società può tollerare un gruppo etnico minoritario che resiste totalmente all'assimilazione e che agisce con un altissimo grado di solidarietà, dunque favorendosi l'un 'altro? Questo problema oggi non riguarda solo gli ebrei, ma anche, ad esempio, la minoranza turca in Germania o quella pakistana in Inghilterra.

    RispondiElimina

SI PREGA DI NON LASCIARE COMMENTI ANONIMI MA DI FIRMARSI (anche con un nome di fantasia).


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...