lunedì 21 febbraio 2011

Non disturbare il massacratore

Baciamo le mani

Se decine e decine di morti nelle piazze libiche non riescono a smuovere un nano leccadittatori. Mentre il mondo intero condanna, l'Italia trova un altro motivo per vergognarsi della sua politica estera da Regno di Bunga Bunga. Può far male all'ego nazionale, ma hanno ragione gli Americani a considerarci parte dell'Africa (scusandoci con gli africani).
Re Pompetta non può disturbare Gheddafi in questo momento che è impegnato a cannoneggiare i suoi concittadini. Non sia mai gliene sfugga qualcuno. Al massimo Iddu e Frattini potranno fare una lacrimuccia da caimano per Impregilo, ENI ed i loro ribassi in Borsa. Se non ce la fanno a piangere in maniera naturale useranno il vecchio trucco del cinema: glicerina. Oppure sciolina, che a Frattini è più congeniale.

18 commenti:

  1. 418 minuti di applausi

    RispondiElimina
  2. ma certa gente non comincia a porsi delle domande sul nostro beneamato premier?
    p.s. ho scritto anch'io un post simile ieri.

    RispondiElimina
  3. secondo me sta per scoppiare un casino biblico, oltre ogni immaginazione: e c'è ancora chi dice di lui che "poveraccio è perseguitato.."

    RispondiElimina
  4. per "lui" intendo re pompetta come lo chiami tu ;)

    RispondiElimina
  5. aggiungerei che le fallocefale camicie verdi a cui, tra una trombata e una tangente su un contratto, hanno appaltato la politica estera verso il maghreb sono altrettanto responsabili.
    Oddio, anche nel cosiddetto centrosinistra molti dovrebbero nascondersi (ma li troveremo, prima o poi..).

    RispondiElimina
  6. Il principale referente politico della Libia in UE se ne fotte delle centinaia di morti libici, in nome della più bieca propaganda elettorale, che peraltro è l' unico modo che questa destra conosce per governare.



    Forse per evitare di spiegare al belante elettorato come mai gli sbarchi continuano nonostante gli accordi, le motovedette e le visite con amazzoni al seguito.



    Prima ci facciamo ricattare da una dittatura da operetta, ignorata persino dai paesi arabi, che quanto a ridicolaggine istituzionale non scherzano, poi salta fuori che ci prendevano per il culo, perché non controllano un accidente, specialmente sulle coste.

    Non resta che abbozzare e preparare la solita raffica di balle.



    Se 'sti puttanieri della libertà si limitassero ad andare a troie, farebbero meno danni.

    RispondiElimina
  7. Dopo le dichiarazioni di stamattina e la solidarietà a Gheddafi, nel pomeriggio forse gli hanno messo la camicia di forza , un bavaglio, e gli hanno spiegato con calma che forse era meglio lasciar fare alla diplomazia. Meglio stare con i rivoltosi chiunque essi siano, e perchè la rivoluzione libica potrebbe durare un bel po' dato che non si capisce chi sta muovendo le rivolte e come si comporrà il nuovo governo, e perchè non sappiamo chi seguirà a quello attuale, che per prima cosa potrebbe ricattare o semplicemente scegliere chi continuare a rifornire di petrolio e gas.

    RispondiElimina
  8. Anonimo20:26

    Se è per questo ha dichiarato "Mi preoccupa solo l'arrivo di una moltitudine di clandestini", frase degna dell'ultimo dei leghisti della Val trompia, altro che grande statista.
    PS: Oggi a Milano sono comparsi enormi cartelli pubblicitari con scritto "Silvio non mollare, salva la democrazia", "La volontà popolare va rispettata" e "la giustizia politica uccide la libertà". Ecco, a questo punto mi manca solo lo sbarco degli alieni e poi posso dire di aver visto tutto in vita mia.

    @felipegonzales

    No.

    RispondiElimina
  9. ”Io sono legato da amicizia vera con il presidente egiziano Mubarak, con il presidente libico Gheddafi e con il presidente della Tunisia Ben Ali”. Lo ha affermato il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, nella conferenza stampa di fine anno. (Yahoo! Notizie, 23 dicembre 2010)

    Avvertite Putin che cominci a toccarsi i gingilli, perchè questo, oltre a tutti i difetti che ha, porta anche una sfiga nera...

    RispondiElimina
  10. a questo punto è chiaro che al governo c'è un criminale di guerra

    http://cosechedimentico.blogspot.com/2011/02/la-sovranita-secondo-frattini.html

    RispondiElimina
  11. speriamo sia il colpo di grazia del nano saltimbanco,il suo baciamano col colonnello ha fatto il giro del mondo,contento lui.
    sarà difficile a questo punto ricordarlo come il miglior statista a cavallo dei due secoli.
    frattini sarebbe meglio si seppellisse con le sue mani

    RispondiElimina
  12. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  13. Anonimo00:23

    Quelli che si "vergognano", e che poi son quelli che muovono le braci, la stanno prendendo molto larga per scatenare una guerra. E siccome sono alla frutta c'è molto di che preoccuparsi...

    Popsylon

    RispondiElimina
  14. Problema: abbiamo un governo e buona parte dell'opposizione che agisce esclusivamente sotto propaganda, con una reale incapacità di prendere posizione per una scarsa forza morale e intellettuale.
    Risoluzione: nessuna per ora, bisognerebbe iniziare a coltivare i leader del domani diversi da questi democristiani-socialisti della seconda ora.

    RispondiElimina
  15. Il governo (g minuscola) ha un problema in più.
    Trecentomila faccette nere (nel senso di incazzate nere) alle porte, e 900 faccette di cazzo che vorrebbero tenerle fuori casa.
    Qui sono cazzi di una dimensione che non ci si raccapezza neanche la Minetti.

    RispondiElimina
  16. Anonimo14:23

    Qui sono cazzi di una dimensione che non ci si raccapezza neanche la Minetti.


    Ecco, come al solito si sottovaluta il cdx :-)

    saluti

    Nevermind

    RispondiElimina
  17. valtop22:48

    La UE ci snobba perchè siamo sputtanati e non contiamo più niente all'estero dopo che il Berlusca ha dichiarato quali sono i suoi migliori amici: Putin, Mubarack, Gheddafi e Ben Alì. E dopo le pagliacciate e le gaffes che ha fatto in giro per il mondo. Però per convincere qualcuno degli europei a prendersi qualche immigrato una strada ci sarebbe. Provi a fare di nuovo un sonoro CUCU' alla Merkel o a baciare le mani a Sarkò. Hai visto mai....

    RispondiElimina
  18. Rewind06:45

    Se chi ci governa è l' espressione o lo specchio di una parte della società italiana, é possibile notare l' immaturità e la vacuità della classe dirigente e di quella parte che l' ha eletta.
    Spero che almeno l' altra parte sia meno ottusa.

    RispondiElimina

SI PREGA DI NON LASCIARE COMMENTI ANONIMI MA DI FIRMARSI (anche con un nome di fantasia).


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...