lunedì 28 marzo 2011

Il sabba delle figuranti


Se il governo del fare non ha fatto un cazzo, per esempio a l'Aquila centro ancora tutta sgarruppata dopo due anni dal terremoto, nonostante la propaganda Mediasettaria millanti il contrario, come si risolve il busillis, come si vaporizza l'oppio sul popolaccio infame tramite digitale terrestre per evitare che venga a conoscere la verità? Semplice, si schierano le panzonendivisionen, le vecchie e laide che normalmente lascia altrui e che non toccherebbe mai neppure con il forcone.
Le si manda in televisione a 300 euro (da giovani(ssime) e fighe, per quella cifra, gli avrebbero fatto un pompino, ça va sans dire) o a Milano in tribunale per 20 euro con panino e badge "I love Silvio" e le si fa recitare la Grande Menzogna. Ricordate? "Non ho mai pagato una donna in vita mia".
Invece di sputargli in faccia, con quel po' di dignità femminile che rimane loro, queste streghe che lo votano si prestano a partecipare, per quattro soldi, a questi sabba ridicoli messi in piedi dai creativi Mediaset per celebrare il culto di Al Caprone nano. 
Più che gogna mediatica, qui ci vorrebbe una bella pira. Usando come combustibile quei fenomeni che giurarono, durante un sabba del 1994, di non toccargli le televisioni.

11 commenti:

  1. Cara amica Lameduck,

    certamente le televisioni sono molto importanti per vincere le elezioni. Però non vorreri che facessi l'errore di credere che Silvio abbia vinto solo per quello. Nel 1996 e nel 2006 le elezioni le ha perse anche se aveva le televisioni.

    Ciao Davide

    RispondiElimina
  2. come mi piace l'idea del combustibile che consigli...

    RispondiElimina
  3. se bastano 300 euro per vivere felici nella merda significa che la merda è tanta ed in aumento, fra sei mesi ne basteranno 100 di euro ed entro l'anno la dignità non avrà più alcun valore,ne economico ne etimologico,e diventerà solo sinonimo di elemosina.
    un grazie a Davide per averci ricordato che gli italiani son già idioti per conto loro,silvio ha solo evidenziato questa nostra qualità da troppo tempo nascosta.

    RispondiElimina
  4. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  5. @Davide
    Si, e non ci sono più le mezze stagioni e la verdura costa più della carne. Così completiamo la trilogia dei luoghi comuni.
    “Non si vince solo con le televisioni”, benissimo, te la do per buona, ma credi che Berlusconi avrebbe vinto qualcosa senza le televisioni, senza il potere che danno?
    Neanche assessore ai fertilizzanti organici a Brembate lo facevano.

    Berlusconi non è intelligente ne ha carisma, che sono le principali doti di un politico vero, un politico di razza. Lui è solo furbo, molto molto furbo, senza scrupoli ne moralità ne l’ombra di rispetto per le leggi: un approfittatore senza dignità e senza vergogna. Tutto qui.
    L’intelligenza non viene da sola, porta dubbi, domande profonde e tormentate, dignità, scrupoli morali. Una persona veramente intelligente non afferma e si smentisce ogni secondo giorno, ne proverebbe vergogna.
    Noi – e soprattutto quelli che votano per lui – quando lo vediamo non consideriamo il ridicolo ometto fatto rifatto e moquettato qual è, quello che si impiastriccia con più cerone di Gloria Swanson, consideriamo obbligatoriamente il potere dei suoi soldi e il potere del suo potere. Soprattutto televisivo, perché sono state proprio le televisioni a fare la differenza.

    PS: a proposito, Davide, cosa ne dici ora delle centrali “atomiche”?, tu che non volevi votare più per Berlusconi perché ci impiegava troppo tempo a costruirle?
    Pensa a come saremmo tutti felici e fosforescenti, ora!

    PS2: ciao Rosso, come va? Noto con piacere che hai il solito benedetto caratteraccio. Bene!

    RispondiElimina
  6. Anonimo08:01

    @ rossoallosso

    stavolta ti straquoto

    @ salazar

    quello che scrivi è anche giusto, però adesso basta con questa perenne giustificazione dell'italiano teledipendente. Chi vuole documentarsi ha modo di farlo senza rischiare la galera come in altri paesi. Il problema è che alla maggior parte degli italiani Berlusconi piace proprio per i motivi che hai citato. Non mi stancherò mai di citare Gramellini "La sinistra deve smetterla di considerare l'italiano medio come una vittima di Berlusconi, la verità è che l'italiano medio è un Berlusconi un po' più povero".

    saluti

    nevermind

    RispondiElimina
  7. Anonimo08:12

    Premesso che ritengo inutile commentare l'incommentabile episodio, vorrei solo invitarvi ad andare a leggere i vari commenti dei lettori dei vari quotidiani on-line. Ma vi rendete conto di quanta gente ha ammesso di aver scoperto adesso che le cause di Forum erano tutte una sceneggiata? Rendetevi conto, c'è persino qualcuno che credeva che le sentenze avessero valore legale!

    A leggere certe cose, mi viene in mente quel passaggio del "Cimitero di Praga" di Umberto Eco dove, citando il caso di Napoleone III, si teorizza che il suffragio universale sia un sistema per portare al governo una dittatura in maniera legale.

    Saluti

    nevermind

    RispondiElimina
  8. ciao Salazar,
    qui si sta tutti benone,i fanghi di cacca son l'ultimo ritrovato naturale per un fisico in perfetta forma,per il resto è più complicato,siamo divisi tra l'ormai inutile indignazione quotidiana o la ricerca del combustibile adatto alla pira,il mio "caratteraccio" propende verso la seconda opzione ma sono titubante perchè ho paura che poi arrivi la nato a "salvarci" ;-)

    grazie nevermind,
    anche se bisogna aggiungere che l'informazione ufficiale spesso è piu' efficace quando le notizie non le divulga piuttosto che manipolarle e qui la tv ha certo molto peso

    RispondiElimina
  9. Caro amico Salazar,

    "Berlusconi non è intelligente ne ha carisma, che sono le principali doti di un politico vero, un politico di razza. Lui è solo furbo"

    Condivido. Il problema è che gli altri non sono nè furbi, nè intelligenti.

    Quanto al nucleare non ho capito bene quali sono le alternative.

    Il petrolio si sta esaurendo e diventerà sempre più caro. L'Italia è priva di materie prime e deve importare energia dall'estero. Se poi pensi di far lavorare le fabbriche col solare o col voltaico, vorrà dire che quando non c'è il sole o il vento manderemo gli operai a giocare a bocce.

    Ciao Davide

    RispondiElimina
  10. Di questo passo, il Nano da monta finirà per reclutare i freaks del Circo Barnum per i suoi siparietti da propaganda nordcoreana.

    @ DAVIDE
    "...vorrà dire che quando non c'è il sole o il vento manderemo gli operai a giocare a bocce."

    Al massimo gli operai li mandiamo in cassa-integrazione, con o senza nucleare.
    Alla peggiore delle ipotesi, si licenziano in massa perché i dividendi azionari sono inferiori alle aspettative del management e, com'è noto, le "razionalizzazioni delle risorse umane" incidono in positivo sul valore delle 'opzioni' in scadenza.
    Questo perché, tra le variabili possibili, ci si ostina a saturare un mercato asfittico con prodotti che nessuno compra più, giacché in Italia non si investe uno straccio di euro in ricerca ed innovazione, ma si pensa di superare la crisi economica 'cinesizzando' condizioni di lavoro e salari, dimezzando il potere d'acquisto dei lavoratori che chiaramente comprano e spendono di meno.
    Al contrario, si assiste ad un curioso paradosso: la retribuzione di manager ed A.D. è inversamente proporzionale ai risultati delle imprese in gestione... Più vanno male, più si perdono quote di mercato, e più crescono gli emolumenti della dirigenza.

    Una postilla sul nucleare: i sedicenti reattori di nuova generazione hanno un costo preventivato di base che si aggira attorno ai 5 miliardi di euro (Finlandia docet)... in pratica il costo di una manovra finanziaria annuale. Se la matematica non è un'opinione: 12 impianti hanno un costo ipotetico di 60 miliardi di euro. E sono pronto a scommettere che in Italia costeranno moooooolto di più. A questi vanno poi aggiunti i costi di trattazione e stoccaggio delle scorie...
    Le portiamo a casa tua Davide?!? Oppure le seppelliamo in quale riserva naturale e poi ci piantiamo un po' di betulle sopra per addolcire il paesaggio?
    Tutto 'sto casino solo per coprire quel 14% di energia che compriamo all'estero. Dove sarebbe il grande risparmio e l'economicità dell'intera intrapresa?!?
    E soprattutto quanti decenni ci vorranno per recuperare soltanto i costi dell'investimento iniziale?
    Iniziare a ripensare l'intero assetto strategico delle politiche energetiche a partire dalla razionalizzazione dei consumi proprio no, eh?!?

    Vedo che invece che il miglior cavallo di battaglia dei pro-nuke invece è:
    Siccome i francesi hanno 50 impianti nucleari, allora io ne realizzo altri venti.
    Provocatoriamente, è come dire che siccome Tizio fa i suoi bisogni nel pozzo in cui Caio e Sempronio attingono l’acqua che bevono, mi pare giusto che questi ultimi due, invece di bloccare Tizio, inizino anch'essi a smerdazzare il pozzo.
    Una cosa logica.

    RispondiElimina
  11. Adetrax20:54

    @Davide

    Probabilmente l'Italia ha molto più petrolio (Basilicata, sud Sicilia, ecc.) che uranio di cui pare non ce ne siano quantità sfruttabili e che quindi dovrebbe essere acquistato a caro prezzo dai francesi, dai russi, ecc. con una dipendenza ancora maggiore del petrolio, visto che i paesi che lo estraggono sono veramente pochi.

    Comunque di alternative poco considerate al nucleare basato sulla fissione ce ne sono tante:
    - eolico ad alta quota;
    - geotermico;
    - solare termico, anche sul mare, es. sud Sicilia.

    A questo aggiungiamo le ricerche anche italiane sul nucleare sicuro con reazione fredda ma queste sono cose per iniziati veri dato che paiono essere in mano ai millenaristi del CNR (si scherza ovviamente :-)

    Poi se proprio vogliamo battere sul chiodo del nucleare, volendo ridurre di svariati ordini di grandezza i rischi (sempre troppo alti per i miei gusti), ci sarebbero anche le centrali nucleari al torio proposte dal premio Nobel Rubbia cui qualcuno ha ovviamente dato un calcione nel sedere già parecchi anni fa.

    L'importante è chiedere l'energia alle forze del bene, non a quelle del male, altrimenti poi succedono i disastri :-)

    P.S.
    E' vero che Silvio "silvestre" si chiama così perchè è stato concepito in un boschetto "sacro" ?

    RispondiElimina

SI PREGA DI NON LASCIARE COMMENTI ANONIMI MA DI FIRMARSI (anche con un nome di fantasia).


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...