sabato 21 maggio 2011

Lazzaretti e lazzaroni


La migliore campagna elettorale per Pisapia, per giunta spontanea e gratuita, è quella che gli sta facendo la rete. E' un tripudio di battute, vignette e gruppi a tema su Facebook partito dal tormentone "E' colpa di Pisapia" e le sue mille varianti. 
Tutto questo mentre il nano pittato come una vecchia bagascia e talmente insicuro da aggrapparsi alla penna mentre farnetica in tv crede di spaventare i milanesi con gli zingari e le moschee e propone antiche visioni di piazze piene di bandiere rosse con le falci e i martelli, neanche stesse recensendo "Novecento" di Bertolucci. 
Un po' poco. La sua pistolina fa clic, clic, clic. 

Se avesse un po' più di fantasia in quel testone, come argomento de paura ci sarebbe la peste, a pensarci bene. Sient'amme': Pisapia vuole consegnare il potere ai monatti e riempire Milano di lazzaretti perché in segreto sta tramando con Al Qaeda per contaminarla, a partire da Via Montenapo, con Yersinia Pestis. Lui si è già immunizzato in segreto con un antidoto. Lui e i punkabbestia dei centri sociali, che sono già pronti con le carrette per trasportare le sciurette e i cumenda, le casalinghe di Voghera e le vecchie passerottine con il bubbone ascellare fino ai lerci lazzaretti di Quarto Oggiaro prima che finiscano tutti al Monumentale.
Non sarebbe uno scenario credibile?

Meglio che taccia, va. Se no se per sbaglio mi legge Belpietro è capace di crederci e di farci il titolone in prima pagina: "La Peste a Milano se vince Pisapia".

11 commenti:

  1. Con sindaco Pisapia, le Olgettine vanno Via ...

    RispondiElimina
  2. Be'..visto l'elevato tenore delle argomentazioni agitate dai "moderati" all'olio di ricino, penso che un'articolo sulla prossima peste a Milano, propagata da Pisapia e dai suoi untorelli, sia uno scoop imprescindibile per Il Giornale padronale e per quell'altro ossimoro chiamato Libero.
    In fondo parliamo della stessa testata giornalistica (Il Giornale) che nel 1994 titolava a caratteri cubitali, in prima pagina, lo scoppio di un'epidemia di lebbra a Messina per colpa dell'arrivo dei negri. Non per niente, si votata per le elezioni politiche.

    RispondiElimina
  3. Berlusconi ha ragione ed i milanesi si devono davvero preoccupare.
    Se vince il pericoloso estremista Pisapia gli zingari ed i Rom verranno sistemati a Milano 2 e la grande moschea sarà costruita in via Bellerio sulle macerie dell'attuale sede della lega.
    Sembra anche che si voglia smantellare l'inceneritore di Pero, perchè da studi approfonditi pare possa essere egregiamente sostituito con la bocca della Garnero (in arte Santanchè).

    RispondiElimina
  4. la locandina è da palma d'oro,la trama del film è da cinema parrocchiale giusto ciò che ci vuole per i lettori del BelFeltriPietro che si bevono anche Maciste contro Dracula

    RispondiElimina
  5. Anonimo17:17

    Mi gratto i maroni da una settimana però stannno sparando enormi frescacce pur di riavere il comune di Milano. Togliere multe, mettere TG nazionali, ministeri e quant'altro (col cazzo tutto ciò anche se dovessero vincere) la dice lunga sui loro propositi.
    Non ci metto la mano sul fuoco che si svolgerà il tutto regolarmente.

    Popsylon

    RispondiElimina
  6. la peste, il colera, l'aids... nonchè una serie infinita di altre atrocità...

    RispondiElimina
  7. la campagna elettorale del centro destra, basata sugli insulti (oramai è una costante) è vergognosa. speriamo veramente che gli italiani abbiano finalmente aperto gli occhi su che gente sta governando questo paese

    RispondiElimina
  8. Nick8009:53

    Cara Lame, aspettavo un post così su Pisapia. Thanks!

    Esco totalmente fuori argomento perché, conoscendo la tua competenza in materia, ora mi aspetto un post sulla bambina dimenticata in macchina.

    Tutti difendono il padre. Se a dimenticarla fosse stata la madre sarebbe stato lo stesso?
    "E' un buon padre" dice la moglie, usando le stesse parole che erano state usate nei confronti di Misseri.
    Secondo me un padre che dimentica la figlia e la fa morire...non so come chiamarlo, ma di sicuro non lo definirei un "buon padre". O forse la moglie intende un buon padre di famigghia, che porta a casa il pane e in fondo se si dimentica della bambina non è colpa sua, perché, in effetti, è la moglie che glie l'ha sbolognata, è la moglie che si deve occupare dei bambini...Anche Anna Maria Franzoni è stata difesa fino all'ultimo dal marito. Che sapeva, aveva capito da subito, ma la prima cosa da fare è salvare l'onore della famigghia.

    Cosa ne pensi?
    Mi piacerebbe tantissimo (e credo anche ad altri utenti) leggere un tuo parere in merito.

    Grazie e scusa l'off topic, che è colpa di Pisapia!!!

    RispondiElimina
  9. @ Nick80

    Effettivamente penso che chiunque troverebbe impossibile dimenticare, non dico il proprio figlio, ma il cane, in macchina. Forse però non tutti si rendono conto delle conseguenze di lasciare una creatura al caldo e senza liquidi per ore. Penso sia prima di tutto un problema di ignoranza.
    Dopodichè, che la moglie difenda il marito non mi stupisce. Di fronte ad un atto così grave (e speriamo che sia stato effettivamente un black out mentale dovuto alla troppa fretta e non l'aver lasciato la bambina in macchina mentre si andava a fare qualcos'altro), la mente deve difendersi dall'idea atroce della perdita con un meccanismo di difesa. Per esempio autoconvincersi che chi ti ha portato via tuo figlio per una sbadataggine non è cattivo ma un ottimo padre. Penso però che prima o poi i nodi verranno al pettine. Hai visto "Antichrist" di Lars Von Trier, ad esempio?

    RispondiElimina
  10. Anonimo21:37

    Posto anche qua questa notizia che secondo me merita il giusto risalto

    http://milano.repubblica.it/cronaca/2011/05/23/news/la_moratti_cade_nella_trappola_di_twitter_moschea_in_via_puppa_no_ma_una_burla-16650559/?ref=HREA-1

    ragazzi dopo 5 anni che è sindaco, LA MORATTI CREDE CHE A MILANO ESISTANO IL QUARTIERE SUCATE E LA VIA PUPPA!!!!!! (ovviamente eviterei di specificare l'ovvio significato di questi due termini dialettali...)
    beh, non c'è che dire, perfetta conoscenza del territorio


    Saluti

    Nevermind

    PS: Ma via Orgettina è nel quartiere Sucate? :-)

    RispondiElimina
  11. @ Nevermind
    Io che ho radici livornesi e sono affezionata lettrice del "Vernacoliere" non ci sarei mai cascata.

    RispondiElimina

SI PREGA DI NON LASCIARE COMMENTI ANONIMI MA DI FIRMARSI (anche con un nome di fantasia).


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...