martedì 8 novembre 2011

L'ultima tentazione di Silvio


Se la prende con gli infami e i traditori, scrive pizzini, si chiude in casa con i consigliori, pesta i piedi, tratta con le autorità ponendo condizioni e clausole.
Più che un premier prossimo alle dimissioni sembra un vecchio boss che mediti di andare a costituirsi. Prima che i giovani emergenti lo facciano fuori.

9 commenti:

  1. Oppure sembra una persona che ha bisogno d'essere curata e di ritrovare un qualche equilibrio... magari però non arrecando danno a tutti noi, stavolta, eh? noi abbiamo già dato - troppo, inutilmente, a fondo perduto, umiliati, insultati, offesi e pure senza che lo volessimo né cercassimo. è come subire una violenza.

    RispondiElimina
  2. paolo07:34

    a Bisanzio avrebbero considerato assolutamente geniale la soluzione dimissioni posticipate. Io guarderei il cielo: non è difficile che sbarchi una missione da un'altra galassia per studiarci.

    RispondiElimina
  3. Anonimo08:51

    @ Paolo

    Ipotesi 1: erano già tutti d'accordo, adesso Silvio piazza nel patto di stabilità due o tre belle leggine ad hoc per garantire un dignitoso futuro ai suoi poveri figli, l'opposizione fa finta di non vederle e lui subito dopo si dimette e parte per un lungo viaggio on the road sulla Smart della Pascale con tappe nei migliori motel con doppio idromassaggio.

    Opzione 2: i bonifici e le teste di cavallo arrivano a destinazione, chi deve capire capisce e tra due settimane Silvio annuncia che la maggioranza alla Camera si è ricostituita più coesa di prima e che dunque non si dimette, il tutto sulle note di "Ops, I did it again" di Britney Spears nella versione montenegrina cantata dalle gemelle Knezevic.

    In ogni caso io aspetterei a stappare lo spumante, anche perchè in ogni caso pare che L'Europa ci abbia appena recapitato una lettera un po' incazzosa...

    Saluti

    Nevermind

    RispondiElimina
  4. Gli appunti di Berlusconi ieri alla camera.

    8 traditori
    ribaltone
    Prendo atto-rassegni dimissioni Presidente della repubblica
    Impacchi di figa

    RispondiElimina
  5. paolo09:32

    @ nevermind: sono d'accordo sugli scenari.
    Riflettevo solo su quello che diceva Flaiano: in Italia la linea più breve tra due punti è l'arabesco. È il famoso teorema di Scilipoti.

    RispondiElimina
  6. Anonimo10:23

    @ mozart

    gli appunti versione 2

    traditori
    ribaltone
    prendo atto
    dimissione
    cose
    città
    animali



    Saluti

    Nevermind

    RispondiElimina
  7. @ Nevermind
    Te lo ripeto, è scientifico, il disfattismo porta sfiga. Cerca di guarire.
    ;-)

    RispondiElimina
  8. è imprononibile una sua ricandidatura,
    propendo per una pensione dorata a Kitzbuel dove lo attende Ruby e li si faranno tutte le "piste" immaginabili

    RispondiElimina
  9. Anonimo14:28

    Lame, accetto volentieri il consiglio, però dovresti rivolgerlo anche a osservatori ben più autorevoli di me, ad esempio Filippo Rossi

    http://saviano.blogautore.repubblica.it/2011/11/09/i-finiani-vigilare-sul-caimano/?ref=HREA-1

    i cui dubbi sono clamorosamente simili alla mia prima ipotesi, oppure a Gomez del "Fatto quotidiano".
    Probabilmente sbaglio, ma io sarò tranquillo solo quando su di lui ci saranno i famosi sei piedi di terra.

    Ciao

    Nevermind

    RispondiElimina

SI PREGA DI NON LASCIARE COMMENTI ANONIMI MA DI FIRMARSI (anche con un nome di fantasia).


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...