domenica 4 dicembre 2011

Da un altro mondo


E' ufficiale, siamo stati colonizzati dagli alieni. Parlano un'altra lingua ma straordinariamente riusciamo a capirli. Fisicamente sono uguali agli italiani, un po' più rugosi forse, ma le aliene sembrano addirittura più umane di noi. Riescono ancora addirittura a commuoversi.
L'invasione non sarà una passeggiata, certamente, ma vi assicuro che ascoltare Angelino Alfano dopo il gran capo alieno fa venir voglia di dimettersi da terrestri e seguire gli invasori sul loro mondo, costi quel che costi.
Angelino Alfano. Capito come ci eravamo ridotti?

6 commenti:

  1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  2. a volte mi impressioni: pensavo la stessa cosa ieri mentre ascoltavo la diretta, però non penso che questi siano i colonizzatori, credo invece siano una civiltà intelligente chiamata come pronto soccorso contro cloni cattivi e magnoni, ad esempio quelli col dito medio sempre alzato o quelli coi tacchi affamati di viagra, in poche parole coloro che finora avevano dominato in questa parte di terra (una zona importante e strategica altrimenti roma e il vaticano sarebbero altrove,), coloro che ci hanno risucchiato anche l'ultima goccia di linfa vitale.
    comunque, a parte tutte le varie polemiche che ora si alzeranno, io penso che l'italia e gli "itagliani" tutto questo se lo meritino: troppo abituati e assuefatti a un sistema sbagliato che ha sconvolto una galassia intera.
    @simone martini: la fame non c'è perché c'è monti, così come questo casino non è colpa né della merkel né dei comunisti, come finora qualcuno diceva rassicurando gli italiani e sedandoli con le telenovelas (da rete4 a bunga bunga), quegli italiani che vedevano come un'esagerazione chi chiedeva subito interventi seri per scongiurare un default,hanno considerato una jettatrice la mercegaglia, solo perché paolo fox gli aveva invece previsto un futuro roseo (questa è l'italia dopo quasi vent'anni di berlusconismo).
    la fame - e questo te lo confermo personalmente, anche se non sono vecchia co9me quelli dell'articolo che segnali - c'è da tanto tempo, è che a nessuno glien'è mai fregato niente, in fondo cos'è la fame di fronte a una campagna elettorale, a una poltrona, a un posto di lavoro come raccomandato? questo cambiamento, questa stretta, secondo me spaventerà solo chi finora aveva ancora qualche goccia di linfa vitale, e per averla si vede che stavano di sicuro dalla parte dei cloni col dito medio alzato e tra quelli affamati di viagra: forse chi come me da anni ha fame e si dispera, stavolta potrebbe invece avere un barlume di speranza di sopravvivenza.
    il tempo per me darà ragione a questi provvedimenti, che a me e a tanti milioni di altri italiani, compresi i vecchi di cui all'articolo che segnali sopra, non spaventano affatto, anzi! come vivo io da anni vivono milioni e milioni di italiani, quanto pensi che accuseremo il colpo noi affamati? sai che ce ne frega se tagliano consiglieri e giunte provinciali? pensioni? quali? finora non c' stato un ministro che mi ha fatto prendere quanto ho versato all'inps fino a quando ho lavorato, eppure erano soldi miei, ma dopo un incidente mi hanno detto: avrà questi soldi quando raggiungerà l'età pensionabile, quindi a me cosa cambia scusa se, dopo tutti questi anni (dal 2002) l'aumentano di qualche anno???

    RispondiElimina
  3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  4. Adetrax19:48

    A mio avviso sono intervenuti per molti motivi (come succede sempre, altrimenti è difficile che si espongano in prima persona) con l'obiettivo di preservare la possibilità di mungere, perchè se si arriva al fallimento poi la rendita se la scordano, al massimo devono tirare fuori soldi per comprare quello che resta.

    RispondiElimina
  5. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  6. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina

SI PREGA DI NON LASCIARE COMMENTI ANONIMI MA DI FIRMARSI (anche con un nome di fantasia).


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...