venerdì 3 maggio 2013

Dite a Laura che...



Non ho molta voglia di commentare l'odierna uscita a Repubbliche unificate di Laura Boldrini sull'anarchia del web da accomodare come lo stoccafisso con nuove leggi e il successivo controcanto di Piero Grasso che, assieme alla precedente uscita di Giuliano Ferrara di qualche giorno fa, completa la triangolazione di fuoco incrociato sulla libertà d'espressione nel web organizzata dal regime e che raggiunge ironicamente il suo culmine oggi, giornata mondiale della libertà di stampa.
Ciò che c'era da dire in risposta all'argomento lo hanno già detto egregiamente Arianna Ciccone, Alberto Capece Minutolo, Bernardo Luraschi su Liberi Pensieri, Fabio Chiusi e Vittorio Zambardino nei loro articoli, per cui leggete loro e saprete come la penso in proposito. Non ho nulla da aggiungere, vostro onore.

Dico solo che io non credo che il suggerimento di  proporre altre leggi oltre quelle già esistenti, contenuto nella straziante intervista a due madonne piangenti tra Boldrini & Concita De Gregorio derivi unicamente dal fatto che un'alta papavera del potere si sia sentita offesa dal fatto che qualcuno abbia postato la foto di una milfona che le somiglia, con le tettone e la passera alla brasiliana, al punto da organizzare una task force di setacciatori della rete alla ricerca e distruzione delle foto incriminate. (E guardate, se discutiamo della cosa, come ci attenziona, noi twittaroli, il Rude Pravo. Non hanno proprio un cazzo da fa'.)
La cosa è talmente ridicola che non sta in piedi, soprattutto se quella della foto, la milfona, non è la papavera in questione.

Ricordo a questa madonnina infilzata, alla SEL-lerona che non credeva che in Italia vi fosse una miseria tale da spingere le persone al suicidio collettivo, ed alla compagna senonoraquandista del femminismo piagnone - che se lo accostiamo all'antisemitismo fa una botta più forte, vero? - che la violenza riservata alle donne sul web (che conosce bene chiunque tenga un blog o stia semplicemente sui social network) è solo la proiezione di quella che vivi ogni giorno nella vita reale. Solo la molestia sul lavoro, se sei fortunata, ben di peggio per tante altre. 
Una violenza che non nasce dal web (che caso mai ritrasmette solo la realtà fattuale nel virtuale, magari amplificandone i tratti e rendendola catartica) ma che è sempre più spesso causata dalle politiche di shock economy che esasperano i conflitti interpersonali, fanno ammalare di depressione, fanno esplodere la violenza e creano i soliti capri espiatori individuandoli nei soggetti più deboli della società. Ad esempio le donne povere, quelle che non siedono sugli scranni del potere e che nessuno va ad intervistare con il secondo fine propagandistico.

Quelle politiche affamatrici da neoaristocrazia, ancora più odiose perché offerteci dalle mani forate dalle stigmate di queste Sante Evite sofferenti, tanto carucce e de sinistra; che provengono da un Potere che non ha ancora fatto una legge sul femminicidio (come in Argentina, ad es.) ma sfrutta la sofferenza e il sangue delle donne per fare un tipo di propaganda molto subdola, che mira solo all'autoconservazione di esponenti di una casta parassitaria.
Sarà anche vero che la presidente della Camera riceve minacce e le fanno i fotomontaggi zozzi ma allora io preferisco la meravigliosa dignità di Cécile Kyenge che sta dando lezioni di signorilità impagabile alla feccia che dal giorno della sua nomina la sta perseguitando con ogni tipo di insulto, con l'odiosa aggravante del razzismo. Perché Cécile non invoca la censura e Lauretta si? Così, tanto per curiosità. Come mai Laura dice di temere meno la realtà, il camminare per strada, della minaccia o del fotomontaggio sul web?

Non sarà che oggi improvvisamente, con un bruciaculo collettivo, i papaveri parlano di regolamentare il web (leggi imbavagliarlo) solo perché, dopo aver asservito i media, l'unico dissenso alla loro dittatura softcore viene da lì' e per la prima volta si è aggregato in una forza politica che ha raccolto una novemilionata di voti di italiani? Casualmente, s'intende. 
Pensando anche alla presenza nel governo di D'Alia (ricordate il suo provvedimento antiweb poi bocciato), tutto diventa più chiaro. O no?

Ditelo a Laura che non c'è bisogno di abolire gli uffici postali se uno riceve una lettera minatoria.



P.S. Ringrazio la redazione di MenteCritica che, riprendendo questo post, ne ha colmato una lacuna aggiungendovi in calce la nota sull'evidente disparità di trattamento da parte della  stampa appartenente al network "La Voce del Padrone" nei confronti della vicenda della parlamentare del M5S Giulia Sarti, le cui mail private sono state violate e rese pubbliche. Episodio che, a differenza dei fotomontaggi zozzi della Boldrini non ha sollevato altrettanta indignazione da parte dei signorini grandi firme. 
Che volete, anche in questo caso ce lo ricordano. Come diceva il Marchese: "Io sono io, e voi...."

21 commenti:

  1. Anonimo22:56

    Mi hai tolto le parole dalla tastiera. Pubblico il pezzo, ovviamente citandoti, sul sito: www.fabionews.info.
    Complimenti
    Giuliana Cupi - Torino

    RispondiElimina
  2. Adetrax23:32

    "... i papaveri parlano di regolamentare il web ..."

    Ma certo che è così, d'altronde è già da qualche anno che si percepisce questa voglia (basterebbe elencare tutti i tentativi per rendere piuttosto reale tale sensazione) e se guardiamo a fondo, la censura a siti web è sempre più applicata e non si allude di certo a siti pornografici, violenti, ecc..

    Comunque sull'argomento immigrazione e cittadinanza ci stanno marciando sopra, nel senso che passi il quasi miliardo di euro speso ogni anno per immigrati e associazioni varie che dragano la mangiatoia (peraltro con risultati pessimi), però non bisogna dimenticare che ci sono ben altre spinte, tendenze in atto, ecc. che puntano verso direzioni ben precise, tutte cose di cui il 99% degli immigrati è abbastanza inconsapevole.

    Diciamo che il ruolo dell'ONU e quello svolto dalla Boldrini negli ultimi 20 anni, dovrebbe essere analizzato in un contesto più ampio per capire a fondo certe reazioni che, a ben vedere, lasciano trasparire un senso di frustrazione tipico di chi è oppresso e riesce a comunicare solo il distacco che c'è fra il cittadino comune ed il cosiddetto potere (nella figura dei suoi innumerevoli e volenterosi portavoce).

    Di certo, nel nuovo clima di libertà generale, spicca la lista delle parole da NON usare nei comunicati ANSA, fra cui "clandestino", ecc. o altre amenità del genere, senza contare il fatto che gran parte dell'immigrazione avvenuta negli ultimi 20 anni in Italia ed altri paesi è stata provocata direttamente o indirettamente per motivi abbastanza abietti (sempre nell'ambito delle strategie NWO).

    Ecco, magari temono che in mezzo ad un mare di sciocchezze, spuntino anche certi fastidiosi fatterelli che porrebbero sotto una luce ben diversa certi fenomeni e certi "accorati interessamenti" (fatti in gran parte per lo "show" perchè nei fatti il "chi se ne frega" colpisce senza pietà).

    Per concludere, molte problematiche potrebbero essere discusse meglio se si avessero delle risposte alla seguente domanda: "cosa vuole il sistema di potere" ?

    RispondiElimina
  3. Adetrax00:02

    Comunque, le "signore ferite da tanti insulti", possono sempre trovare ispirazione nel vecchio raccontino di B. il quale aveva chiesto alla Thatcher come faceva a dormire la sera dopo aver letto certi giornali al vetriolo ed alla risposta della suddetta fu più o meno la seguente: "in genere non li leggo, ho dato incarico di far filtrare solo gli articoli che parlano bene di me e con questo dormo perfettamente fra due guanciali".

    Ebbene, B. da quel momento seguì il suggerimento ma per mesi non potè leggere alcun articolo. :-)

    RispondiElimina
  4. Anonimo00:29

    Posso dire che 'sta tizia non mi ha convinta fin dal primo giorno della sua nomina?
    E` come alfano che vuole aumentare le scorte dei politici perche` uno ha sparato, cosi` questa qua vuole intimorire il web perche` hanno pubblicato la sua caricatura.
    Che palle 'sta gente: ma possibile che gli italiani non imparino mai?
    Io non giustifico neanche chi ha votato sel, perche` ha dato una stampella al pd e i risultati si vedono.
    Roberta da Sydney

    RispondiElimina
  5. Chissenefrega se è lei o meno ma dopo tutto il casino che hanno scatenato bastava un minimo di curiosità e di dimestichezza con la ricerca immagini di google per rendersi conto che la tizia in questione benchè somigliante NON è lei ma una bona e felice bagnante-nudista che compare anche in altre pose dove la dissomiglianza è ancora più evidente senza neanche scomodare i complottismi da fotosciopp.
    Come se uno se ne andasse in giro mostrando al pubblico con una panda su cui ha scritto a pennello "LAMBORGHINI" e l' inequitalia gliela sequestra perchè non ha pagato il superbollo. Stanno fuori come un balcone.

    RispondiElimina
  6. A chi chiede “chi ha parlato di leggi speciali o di bavaglio alla rete?” io invece chiedo: dato che le leggi esistono già e funzionano (e neppure in tempi biblici, vedi caso del sito nazista Stormfront: due anni per indagare, arrestare, condannare ed oscurare il sito), QUALI nuove leggi dovrebbero essere adottate?

    Perchè, come dice oggi Gilioli su L' Espresso: “non si capisce bene dove voglia arrivare Boldrini con la sua proposta di «pensarci, discutere, poi prendere delle decisioni misurate ma efficaci». Si capisce però che intende preparare il terreno, culturalmente e socialmente, per qualche forma di legge nuova che al momento non risulta esistere in nessuna democrazia (a meno che Boldrini non ci specifichi se e quali Paesi liberi hanno adottato o pensano di adottare le norme che lei genericamente auspica).”

    Ed è proprio questo “preparare il terreno” che è gravissimo venga fatto, soprattutto “da sinistra”.

    RispondiElimina
  7. Dite a Laura che dica a sVendola che solo nei peggiori postriboli di adunanza fascista ci si inventa certe cose,che ci vogliono tutti catodicamente intubati,acritiche spugne assorbenti di idiozie recapitate Porta a Porta e soprattutto che stanno dimostrando,se mai ci fosse bisogno,il loro scarso acume politico, che un assist così a Grillo nemmeno il miglior Baggio

    post da incorniciare che coglie nel segno per ciò che riguarda il "femminismo piagnone" tanto "de sinistronzi"

    RispondiElimina
  8. Ottimo, così si parla, lo dico a Laura su ... face ahaha!

    RispondiElimina
  9. Anonimo10:34

    Poi ..... ma non dovevano pensare al lavoro?
    Posso dire una parolaccia?
    V.ffa ............ Laura e tutto il cucuzzaro.
    Roberta da Sydney

    RispondiElimina
  10. Io di sta cretina della Boldrini trovo esilarante l' immagine dell' assistente che le stampa e legge le e mail di minaccia. Ma l' assistente non è profumatamente pagato per filtrarti la posta? Per caso le legge anche le mail spam con la pubblicità del Viagra e delle speculazioni finanziare alle Cayman?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. O quelle della russa che chiede i soldi per la stufa?

      Elimina
  11. Articolo dai contenuti ineccepibili . Non è certamente la Rete la causa di certe problematiche , e la si sta usando solo come capro espiatorio per far accettare una censura soft , molto "democratica" , usando come pretesto nobili intenti ,come sempre d'altronde .

    RispondiElimina
  12. Cioè, fatemi capire, prima non avevo realizzato che c' è gente pagata con le mie tasse, a cui viene ordinato di leggere tutte le mail convenzionali in arrivo sulle caselle facenti capo a cariche istituzionali ed uffici pubblici? Non basta un filtro antispam zeppo di parole chiave tipo cazzo, fica, allungamento del pene, investimenti in tanzania, cialis, vaffanculo, devi morire etc. etc. che cancella tutto direttamente no eh? Cioè ripeto c' è gente stipendiata coi miei soldi addetta a leggere e selezionare lo spam? Io quando sono oberato di lavoro prendo e butto in blocco le mail convenzionali nel cestino senza neanche leggerle questi trovano il tempo di leggersi pure lo spam non filtrato? Sono stupefatto, come se mi fossi fatto una pera di qualcosa...
    Ma dico io, non potrebbero utilizzare la mail certificata che obbligano ope legis tutti i professionisti ad avere perchè di cartaceo non ti mandano più un cazzo di niente in nome della spending review? Loro sono esentati perchè più uguali degli altri? Obbligano i poveri pensionati a rivolgersi ad un patronato per stampare il CUD dell' INPS a questo punto non potrebbero accettare solo mail certificate in modo che se un cittadino ha qualcosa di serio da comunicare direttamente lo fa con la mail certificata propria, con l' account INPS, quello CCIA o quando tutto manca si rivolge a un patronato? Filtrerebbero alla fonte tutte le cazzate ed amen.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, ma con il filtro antispam poi come fa la Concita a farci su l'articolessa strappalacrime sulla povera donna di potere insultata e marocchinata dai goumiers della rete? Con il Serv-ergnini e er Riotta, LucasofrimaritodiDaria e tutto il cucuzzaro ad esprimerle la solidarietà dai giornali del network "La Voce del Padrone"? Pora donna, anche lei!

      Elimina
    2. Adetrax23:07

      Probabilmente la soggetta avrà un'assistente pseudo-femminista (tipicamente non a nord), imbevuta di sacro furore per "il corpo delle donne", che gli indica le cose disdicevoli, non tanto quelle ricevute via e-mail, quanto soprattutto quelle viste sul web (siti di gossip, forum a tema, facebook ed altri social networks), es.: guardi questo, quelllo e quell'altro, magari facendo commentini vari e faccette di disapprovazione in base alla gravità della rappresentazione ... a quel punto cosa dovrebbe fare la soggetta ?

      Circa la presunta violenza del linguaggio scritto e fotografico bisognerebbe considerare che alcuni "postatori" potrebbero essere comunisti e non "così" ma COSI` !!! :-)

      Magari si potrebbe considerare il motivo che ha eventualmente scatenato l'ondata satirica e persecutoria. :-)

      Elimina
    3. Adetrax12:18

      In questo frangente forse è utile fare una precisazione che dovrebbe essere sottointesa e scontata ma che di questi tempi magari non lo è del tutto, ovvero che nessuno approva certe reazioni particolarmente triviali che si sono scatenate in rete (peraltro in gran parte rientrate) e tantomeno eventuali minacce dirette di morte (non augurali per intendersi), dato che queste ultime sarebbero già materia per eventuali indagini (anche se nel 99.99% dei casi sono fatte al mero livello espressivo senza alcuna conseguenza pratica).

      Nel contempo è importante separare le goliardate più o meno satiriche o eventuali minacce che comportano responsabilità giuridiche da quelli che sono i veri temi sociali in gioco.

      In effetti non bisognerebbe perdere di vista l'evoluzione dei macro-fenomeni (tipicamente T.I.N.A.) in atto, anche solo per non ritrovarseli improvvisamente nel "sedere" come la crisi economica (preannunciata da Tremonti fin dal 2006) ed altre cosette ben più letali e feroci.

      Elimina
  13. Emammamia che esagerazione, questo blog oggi è la fiera del diludendo!

    Tutti a pontificare con malizia e veleno sul legittimo risentimento di questa poveva & bvava donna. Sì è vero, è la classica donnina di sinisva certificata doc, quindi per definizione santa subito, che può risultare un po' indigesta ai palati meno fini. Magari pure un po' piagnona e un po' lupetta mannara ma si sa, se vuoi aiutave concvetamente i piccoli povevi emavginati spavsi qua e là pev il mondo devi aveve anche un po' di peluccio sullo stomacuccio bello e tivato (se poi sei lautamente pagata per non combinare di fatto una beata minkia è un dettaglio per faziosi impenitenti...). Però ciò non vuol dire che una donna belloccetta e ancora nel fiore degli anni non abbia i suoi sacrosanti privilegi e diritti perdiana! Tanto più che dopo essersi sacvificata tutta una vita è doveroso che almeno venga protetto l'ultimo intimo baluardo rimastole. L'orgoglio femminile! Già, quello ancestrale, profondissimo e sacrosanto che non va vilipeso per nessuna ragione al mondo. E' questo che non volete capire, insensibili senza cuore! E quindi non la si sbertuccia con foto fake COSI': un po' appesantita, con rilassatezze imbarazzanti e lascivamente destrorse. Se proprio ci si voleva dare alla goliardia gratuita "divisiva" e anti istituzionale, come minimo andava rappresentata COSI' (versione 20 anni di meno) o al limite COSI' (versione cine-vamp top beauty) oppure COSI' (versione Capalbio scatto rubato) o al massimo COSI' (versione matura ma fascinosamente intellettuale) o infine COSI' (versione blonde) la qual cosa avrebbe sottolineato la vostra perspicacia nell'interpretare eventuali desideri mai confessati di preferenze pilifere che l'avrebbero oltremodo lusingata. In ogni caso, se aveste preso le precauzioni del caso che meritava la sua preziosissima personcina non ci sarebbe stato alcun problema. Al massimo una reprimenda accompagnata da sorrisetto compiaciuto e ditino alzato e nulla più. Quindi, cari i miei internauti insensibili e ignoranti delle più elementari regole con le quali ci si comporta con una vera Signora, lo dovevate sapere che non c'è essere al mondo più pericoloso di una (santa) donna ferita nell'orgoglio. A maggior ragione se di sinitva e socialmente schievata nella difesa del bene univevsale.
    Ora purtroppo la Rete va rasa al suolo. Recriminare e chiedere perdono non vi servirà a niente.
    Avete voluto l'Armageddon? E che Armageddon sia.
    Ben vi sta!!
    :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Insomma, siamo di nuovo tornati alla casella Penitenziagite!
      Senza contare che la signora, facendo così la difficile, rischia di precipitare, vai con il diludendo, nella categoria esecranda delle "ce l'ho solo io". Attigua solo a quella delle "puresiccomeunangelo".

      Elimina
  14. Beh, che ci vuoi fare cara Barbara. Questa è l'EPOCA del Penitenziagite! Le masse devono pentirsi di tutto e avere sensi di colpa su tutto. Altrimenti come li tieni a briglia stretta dopo le scudisciate?

    Già, la categoria "cel'hosoloio" da sempre usa la tecnica vecchia come il mondo per alzare artificialmente le quotazioni sul mercato della vita. Tecnica che non funzionerebbe se non ci fosse da sempre l'inflazione di tanti poveri "coglioni" che ci cascano come polli. Un po' come quei tanti fatui cretinetti consumisti che se il capetto non è firmato e costosissimo non lo prendono neanche in considerazione. Di solito le soggette poi ricambiano con meritatissime quantità di palchi da cervo. ;)
    Ora però non mi provocare pure Concita che con quella le cose si mettono pure peggio. Mi raccomando, già la rete è pronta per essere asfaltata, non è tempo per salti nel buio provocando tutte le signorine omicidi in piena elaborazione del lutto... :D

    p.s. spassosissimi i tuoi tweet, non ti perdi una battuta complimenti.
    (la piattaforma la trovo un accrocco irriformabile per come è stata concepita fin dall'inizio ma non è detto che non ci faccia un pensierino per qualche commento veloce e qualche risata liberatoria...)

    RispondiElimina
  15. OT Notarella di servizio.

    Con la moderazione dei commenti, fastidiosa, lo ammetto, per chi si sente frustrato dalla mancanza di ottenere una risposta immediata, è tuttavia migliorata notevolmente la qualità dei commentatori/commenti di questo blog.
    Ricordo che per essere sbloccati occorre firmarsi con un nome qualsiasi compilando l'apposita casellina. Su, fin lì ci arriva anche il Trota.
    Per gli anonimi de coccio non vi sarà più pietà. Così come per i troll storici che ogni tanto ci riprovano.
    Merci.

    RispondiElimina
  16. hai ragione: è l'era delle madonne piangenti!
    è vergognoso che non si prendano provvedimenti per l'attacco informatico alla deputata 5stelle! anche se di vergogne questo governo è comunque strapieno, ma la boldrini non dice nulla?
    riguardo a laura, non siamo tutte uguali ;) io ad esempio come laura avrei bocciato l'idea della ministra idem che vuole "studiare anche con altri ministeri, quali giustizia e interni, il fenomeno della violenza sulle donne e capire come affrontarlo": che ce sta da conosce ancora?? ha voluto cominciare dalle donne italiane, però per me lo ha fatto nel modo sbagliato, e sbaglia anche a non ridere su eventuali attacchi satirici, forse scambia la sobrietà con la bigottaggine, ciao laura (a me da mo che me l'hanno detto :)

    RispondiElimina

SI PREGA DI NON LASCIARE COMMENTI ANONIMI MA DI FIRMARSI (anche con un nome di fantasia).

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...