venerdì 4 febbraio 2011

L'Italia vista dalla Luna


Allora, in soldoni, la situazione vista dallo Spazio è la seguente. L'Italia è occupata dalla Padania e dal Regno delle Tre Mafie. Prigioniera nelle mani di un vecchio postinfartuato cerebrale fissato sull'endogamia fiscale il quale, per ottenerla a tutti i costi perché se no muore, si è alleato con un altro vecchio pregiudicato incallito che si è messo in testa di farla franca su tutti i fronti processuali che lo riguardano.
I due assieme intendono calpestare qualsiasi cosa si pari di fronte alla loro volontà scellerata, soprattutto la Costituzione repubblicana che non è roba loro ma Nostra.

Sembra proprio la messa in pratica di quel famigerato patto, caldeggiato dagli ideologi della Lega, che intendeva spaccare l'Italia in due e vietnamizzarla. Con il Nord consegnato ad una classe politica predona, avida, ignorante, incapace e dal cervello infarcito di una polenta velenosa fatta di nazionalismo fantastico, razzismo e paganesimo di ritorno e  il Sud in balìa della criminalità organizzata mafiosa e dei suoi loschi traffici. Patto che forse fu veramente firmato sui cadaveri ancora caldi di Falcone e Borsellino. Stipulato sotto gli occhi di una cinica realpolitik imperiale che, in cambio di qualche beneficio in termini di "divide et impera", se ne fregava come al solito dei destini di una delle sue provincie.
E forse i padani taragni non avevano calcolato che il Regno delle Tre Mafie si sarebbe pian piano allargato al Nord, 'ndranghetizzando la loro nebbiosa Brianza. Ben gli sta.

E' questa, dal punto di vista di Noi Italiani, a tutti gli effetti, un'occupazione straniera, visto che i padani si considerano razza (assai bastarda) a parte. 
L'Italia vera, quella che compie 150 anni quest'anno, quella di cui una volta non dovevamo vergognarci, non vuole il federalismo, perché sa che è una minchiata che non ci possiamo permettere. Che aumenterebbe le tasse ai cittadini ed alle imprese, introdurrebbe i dazi per entrare nelle città turistiche (tassare il turismo, che genialata!), che, sotto forma di aumento dell'IMU (tassare le imprese, che menti!) farebbe rientrare dalla finestra l'ICI uscita dalla porta. Che, se passerà, favorirà i proprietari di seconde case al mare e i padroni di case in affitto ma non le buste paghe che diventeranno più leggere se i comuni decideranno di spremerle con le varie tasse di scopo.

Come tutte le occupazioni straniere ci sono perfino  le rappresaglie sui civili. Siccome era un'idea dell'UDC e Pierferdy Casini ha ostacolato i due vecchiacci, via dal progetto di legge il bonus affitti di 400 milioni di euro per le famiglie con figli a carico, tiè! Mamma chiama e Calderoli va.

Per il momento il Parlamento ha respinto la bozza della legge sul federalismo con un risicato "fifteen all" ma Berlusconi, come un McEnroe dei tempi andati, ha preso a racchettate il giudice di sedia e ha sbraitato che la legge passerà lo stesso. Gioco, partita e incontro. Anzi, Grande Slam.
"Federalismo o morte", biascica Bossi con i neuroni rimasti. La base leghista, che non sa nemmeno cosa significhi veramente federalismo in termini di attacco alla scarsella e non immagina nemmeno quanto verrà sfondata di tasse, dovesse passare, è in fermento.

Allora, signori, siccome a volere lo stramaledetto federalismo sono una manciata di regioni al massimo, diamoglielo e facciamola finita. Via Lombardia, Veneto e chi altro vuole dall'Italia. Via tutti dal SSN. L'assistenza medica da domani se la pagano con il sudore delle loro chiappe lombardovenete. Si pagano il dottore, le medicine e tutto.
Via le basi NATO, e se la Slovenia li invade, cazzi loro. Si comprino i loro carri armati e i loro caccia come tutti. Si paghino un esercito. Costa un po' caro ma vuoi mettere poi partecipare alle missioni di pace? Noi non daremo loro più nemmeno un fuciletto a tappo.
Non vi piace Roma? Secessione allora, ma secessione vera, dura, non il Vapensiero cantato sul palcoscenico con le comparse con l'orologio e le quinte di cartapesta. Basta pagliacciate sul prato di Pontida con il Bossi che ce l'aveva duro.
Secessione si ma deve essere una roba pesa. Ricominciare tutto da capo, con le 'ndrine che spingono alla porta per papparsi tutta la loro triste Brianza  mentre i padani sbraitano contro i négher.
Non è una bella prospettiva, vero? Eppure non è ciò che i padani vogliono? Se si potesse farglielo ingoiare tutto, il federalismo, e solo a loro, io non avrei nulla in contrario. Anzi, vorrei che lo provassero fino in fondo e senza pietà.

Purtroppo invece ci andiamo ci mezzo tutti, il Nord non leghista e tutti coloro che sanno bene che la Padania non esiste ma è solo l'albero degli zecchini con il quale il Gatto Umberto e la Volpe Silvio, questi bugiardi matricolati, hanno imbrogliato la loro base elettorale. Zecchini che ci sono, è vero, ma vanno tutti nelle tasche della cricca e nelle borsette firmate delle mignotte.
A proposito. Non è per razzismo o cattiveria ma, dopo Craxi e Berlusconi, se Milano si asterrà nei prossimi duecento anni dal fornirci statisti di tal pregio, gliene saremmo infinitamente grati.

Il gatto e la volpe si sostengono a vicenda anche se sono due morti che camminano. Se cade uno precipita anche l'altro. Siamo la repubblica degli zombie e dei vampiri. Ci vorrebbero degli esorcisti di quelli buoni e un paio di paletti di frassino.


Basterebbe un calcio ad uno dei piloni e crollerebbe tutta la baracca ma nessuno è capace di tirare fuori le palle per farlo. Ci vorrebbe un'ispirazione dal Cielo. Bisognerebbe che Napolitano entrasse in una cabina telefonica e ne uscisse con il costume di  SuperPertini. Ma si, figurati.

14 commenti:

  1. Standing ovation.
    Ti ho scoperta da poco ma mi gusto ogni post.
    Ciao
    Aldo

    RispondiElimina
  2. Anonimo16:12

    Mah, per come il Bossi ha preso sportivamente la stoppata di Nappy, direi che anche lui si è rotto le palle del Berlusca, tanto sa che in ogni caso il federalismo lo porterebbe a casa anche con un altro governo (per la cronaca l'IdV in commissione ha votato contro solo per principio, come ha candidamente ammesso Belisario). Il piccolo problema è che Silvio, a causa della vicenda della banca padana, tiene la Lega per le palle, vedi l'ennesima figura da cucù dell'Umberto che prima grida alle elezioni e poi è costretto a fare marcia indietro. Comunque, a quanto ho capito, adesso il governo andrà a riferire in Parlamento e poi la legge sarà approvata, nel frattempo saranno passati due mesi e il Cainano si sarà comprato altri 20/30 deputati. A questo punto, a meno che non tocchi il culo alla Merkel al prossimo vertice europeo oppure che gli venga un bello schippone durante una seduta di bunga-bunga, direi che ce lo teniamo minimo per altri due anni.

    Saluti

    Nevermind

    RispondiElimina
  3. come non essere d'accordo con Nevermind...

    In particolare io ce l'ho con la procura di Milano perchè ancora qualche mese di infermiere del culo flaccido e lo perdevamo. Certo, ogni volta che appare in un video appare sempre più provato*, ma Bin Laden insegna...

    *oggi a Bruxelles, per dire, si era anche dimenticato di darsi mordente e coppale alla capoccia,ma non il fard: mancava solo il naso alla Patch Adams. Roba che alla fine una mignotta lo strozzerà per lo schifo.

    RispondiElimina
  4. Grazia19:14

    ecco, aspettavo un tuo commento da ieri sera...tanto per non sentirmi tanto schifata da sola. Standing ovation.

    RispondiElimina
  5. gran bel pezzo, hai scritto molto meglio quello che pure io avevao biascicato di la'. sottoscrivo e linko. saluti :)

    RispondiElimina
  6. se pure D'Ameba dichiara che la lega sono una costola della sinistra è giunta l'ora di credere ai dogmi.
    aspetto con ansia la "sacra sindone di arcore"

    RispondiElimina
  7. intanto la lega ha ripresa ad affamare i bambini immigrati, hai visto?
    http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/02/04/non-fatela-mangiare/90124/
    ok, cattivi sì... ma devono per forza anche fare schifo?

    RispondiElimina
  8. Super-pertini? fino'ora è sempre stato Super-fluo, il super-inutile che non serve a nessuno.

    RispondiElimina
  9. Adetrax21:34

    ... patto, caldeggiato dagli ideologi della Lega ...

    Genealogia e frequentazioni, dopotutto anche certi figurini come Cossiga & C. non erano certo meno radicali in determinate idee sulla gestione del potere.

    E forse i padani taragni non avevano calcolato che il Regno delle Tre Mafie si sarebbe pian piano allargato al Nord ...

    Ovviamente, anche se qualsiasi essere senziente doveva capire che era tardi per mettere dei paletti dato che per ottenere risultati si sarebbe dovuto metterli almeno 70 anni prima, con tanto di muraglia cinese, filo spinato e "allarmi elettrotecnici".

    In effetti la mafia è probabilmente arrivata al nord quasi 60 anni fa, anche se i primi effetti si sono cominciati a notare 30-40 anni fa; le centinaia di rapimenti e ricatti subiti negli anni '70 e '80, l'usura, le rapine, i fiumi di droga e molto altro non li hanno inventati i padani; probabilmente a nord ovest di Milano, c'è una concentrazione letale di certi personaggi e guarda caso Arcore e il suo biscione si trovano proprio li.

    Se a questo aggiungiamo anche lo spostamento di circa 8-10 milioni di persone provenienti dal sud (il "trota" è un tipico rappresentante del melting pot), il crescente strapotere massonico e altre cosucce è chiaro che la frittata è fatta, cotta e bruciata da tempo, quindi piano con il parlare solo di padani leghisti che sappiamo bene essere una netta minoranza; ci sono altre discriminanti forse anche più importanti dell'essere leghisti (che comunque non dovevano chiudere gli occhi dopo il 1999-2000).

    Stipulato sotto gli occhi di una cinica real politik imperiale che, in cambio di qualche beneficio in termini di "divide et impera", se ne fregava come al solito dei destini di una delle sue provincie.

    Idem come sopra. In realtà tutto questo potrebbe rientrare negli obiettivi del grande potere visto che sempre più persone parlano di macro-regioni, ecc. piuttosto che di stati, quindi il processo dissolutore è in atto per tutti anche se con forme e modalità differenti; naturalmente quando si tratta di fare i lecchini l'Italia è sempre avanti rispetto al resto del mondo.

    RispondiElimina
  10. Adetrax21:45

    Detto questo, gli U.S.A. non sono forse una repubblica presidenziale con governo federale ?

    Anche loro hanno avuto moti secessionisti e poi basta leggere i loro motti federali per intuire certi concetti:

    E pluribus unum ("Da molti uno", 1776) (tipico motto piramidale)

    In God we trust ("Confidiamo in Dio", 1916)' (naturalmente si allude al loro dio con corna e forcone).

    Non è per razzismo o cattiveria ma, dopo Craxi e Berlusconi, se i milanesi ...

    Craxi era una specie di alloctono, non a caso è poi espatriato in Africa.

    Sugli antenati di Berlusconi sarebbe il caso di fare indagini approfondite.

    Battute a parte si sa bene qual è (di solito) il legante fra queste persone ed è quindi forse meglio parlare di estesi gruppi eversivi che si autosostengono.

    Ci vorrebbero degli esorcisti di quelli buoni e un paio di paletti di frassino.

    Concordo, purtroppo Fassino non serve neanche come paletto e purtroppo in Italia di esorcisti ne sono rimasti solo qualche centinaio e tutti o vecchissimi e sfiniti o quasi inesperti; fra un po' spariranno o resteranno solo quelli finti, un po' come per altri tipi di religiosi.

    Bisognerebbe che Napolitano ...

    Napolitano è della partita con i suoi continui richiami all'NWO e altre cosucce, per di più, secondo la Costituzione, ha poteri abbastanza limitati (che comunque, per i sopracitati motivi, non eserciterà fino in fondo).

    RispondiElimina
  11. Anonimo09:20

    condivido tutto, come sempre.
    marisa

    RispondiElimina
  12. l'idea di tenermeli per altri 3 anni mi disturba le interiora assai più della purga....continuo a chiedermi tutti i santi giorni come sia possibile che queste porcherie (non parlo del satrapo o delle allegre comari di Arcore, piuttosto di leggi e leggine e scambio di sesso/poltrone) li vediamo solo noi?? Cosa serve a quel 30.40 percento di italiani per spalandare gli occhi e rendersi conto che siamo su un precipizio??

    RispondiElimina
  13. Sai quanto ti stimi, ecco perchè ti consiglierei di prenderti un valium anche perchè se i tuoi lettori non hanno anagraficamente almeno 35 anni e oltre, nessuno ti capirà: non c'è nessuno in ascolto come dire.
    Chiedi ad un 18enne cosa sa della politica delle squinzie dell'Olgettina, o di Ruby, e tuttalpiù ti rispondono che Ruby è figa- patetici quelli che al Paradiso di Rimini sono andati a manifestare-.
    Poi si può chiedere ad un leghista cosa sa del federalismo: risponderanno che è tutto un complotto (non mi dilungo su quanto la lega abbia fatto negli anni per creare in internet una cultura complottista. Ho già scritto abbastanza)
    I leghisti si definiscono anti-stato, ma con questo governo del facciamo un po' come ci pare hanno messo in crisi qualsiasi politica socialista e di libero non hanno costruito nulla: di libertario o di liberista meno che meno, e si stanno distinguendo come poltronisti.
    Magari, si informasse il loro elettorato: saprebbero che i sindaci, i commercialisti, chiunque, ha bocciato questo federalismo pressapochista. Un governo incompetente: questo abbiamo.

    RispondiElimina
  14. Adetrax22:38

    Dunque, pare di capire che il ritorno ai signorotti locali che emettono tasse e accampano diritti vari sui servi della gleba, incluso il potere su aria e acqua (privatizzata), non incontri molti entusiasmi.

    Ma insomma se uno è "cavaliere" potrà esercitare un po' di feudalesimo fiscale, si o no ?

    Certo che se il comune è piccolo e con poche risorse, si prospettano tempi duri per chi vuole pappare e ancora più duri per chi deve dare.

    Per ora la secessione territoriale può attendere che quella fiscale basta e avanza.

    RispondiElimina

SI PREGA DI NON LASCIARE COMMENTI ANONIMI MA DI FIRMARSI (anche con un nome di fantasia).


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...