lunedì 4 agosto 2014

Il prigioniero di Zanda


Ma tu guarda che curricula hanno certi piddini. Avete presente il capogruppo al Senato, che urla sempre scandalizzato contro i sediziosi che si mettono tra il partito bestemmia e quella povera donna della democrazia? Ma si, quello che sembra un apparatchik communistacosì uscito da una foto di gruppo di un politburo?
Mi avevano passato questo link su Twitter ma speravo fosse complottismo, invece era il calesse con i cavalli e tutto. Sentite che dicono di lui Guzzanti o la normalissima Wikipedia. Cossiga, Moro, Lottomatica, Espresso, Ledeen. Ledeen che salta sempre fuori, che occhieggia anch'egli da sempre dietro al descamisado bolso che piace tanto ai neocon, ricordate? Poi ci meravigliamo degli Scalfari che, a proposito di equini, non vedono l'ora di sellare il cavallo di Troika.

È inutile, certe biografie sono una piena confessione rilasciata di fronte al tribunale della storia.


18 commenti:

  1. Grazie :)
    Anche io, per non darmi del complottista al mattino allo specchio, ho sempre la necessità di cercare riscontri, dati, e fatti (il più possibile ufficiali)

    Troppo spesso, nel cercare riferimenti e dati mi rendo conto che il pozzo è troppo profondo. Mi soffoca. Devo staccare e prendere aria fresca.

    Come potevo immaginarmi di ritrovarmi la Mogherini nei cablo di wikileaks come spia americana proprio negli anni in cui si faceva fotografare con Arafat? Epperò mi sono poi spiegato la frase apparentemente senza senso di Renzi: "La Mogherini inesperta? Chiedete a Kerry"

    Ciao, grazie ancora e complimenti per il tuo blog. Sopratutto per quelli che hai scelto come "spiriti guida". L'onestà non è mai di destra o di sinistra :)

    RispondiElimina
  2. Grazie a te Stefano e grazie a Lucio che mi ha passato il link al tuo pezzo. In realtà odio la parola complottismo, in quanto credo sia stata creata da chi ha la coscienza sudicia. Una volta il lavoro che facciamo noi lo faceva il giornalismo d'inchiesta e nessuno parlava di complottismo. Continuerò a leggerti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti Barbara i complottisti sono quelli che complottano no quelli che magari qualche domanda se la pongono utilizzando forse un pò troppa fantiasia, poi neanche tanto leggendo i link che hai prodotto. Un complottista è Zanda non chi cerca di capire qualcosa dall'intricato filo della nostra storia. Sulle brigate rosse però ho sempre qualche dubbio, possibile che si facevano utilizzare in questo modo e non si sono mai accorti che dietro al loro operato c'era il nemico più odiato? Erano talmente presi dalla loro rivoluzione che non si sono mai fermati a riflettere sugli avvenimenti di quegli anni? Ma forse scrivendo posso rispondermi da sola. Questi di oggi che si sentono tanto innovatori non si accorgono del fascismo insito nell'eurozona, quindi ci può stare che i rivoluzionari di ieri si facessero utilizzare senza accorgersi di essere nelle mani più sporche del capitalismo.

      Elimina
  3. Anonimo23:51

    difficile compito, tutto deve essere perfetto. c'e' un punto a loro sfavore il fattore tempo , non intendo quello atmosferico ma tic tac ecc. e' come decidere di mangiare gli spaghetti al pomodoro a pranzo ? mha , poi vediamo se pranzo o cena e nel mentre ti finisce il gas oppure ti arrivano degli ospiti inattesi e non hai abbastanza spaghetti e devi ripiegare con l'unica cosa che hai ed hai solo riso, il cereale. finisce che fai il risotto al pomodoro ... e' un casino ! a volte il tempo sembra essere importantissimo ed e' sufficente che ne manchi per ritrovarsi a mangiare in 4 invece che da soli e per di piu piuttosto che spagetti risotto ...si inizia con un'idea e si finisce con un'altra e l'abilita sta nel non avere pregiudizi ... i pupazzi fanno i pupazzi anche se a volte per narcisismo nascondono i fili ....si puo essere spettatori e basta ? e' questa la domanda ! dovesse venirti in mente di farti 2 spaghetti...io non so cucinare , mi piace il mondo , anzi , mi piace saperlo guardare un po come quelli che cercano le frasi ed i nomi e le corrispondenza negli antichi testi che osservano i cuochi in cucina che invece dello sformato ti fanno un consomme e non sanno neanche perche.

    RispondiElimina
  4. a proposito di complottismo perchè gli integralisti islamici dell' ISIS smaniano per conquistare Bagdad e Damasco e se ne fottono deila Palestina ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro amico Rossoalloso.

      "a proposito di complottismo perchè gli integralisti islamici dell' ISIS smaniano per conquistare Bagdad e Damasco e se ne fottono deila Palestina ?"

      Se ne fottono eccome. I palestinesi vengono sempre tirati in ballo da tutti integralisti e non.

      Mentre in Siria, Irak e in tantissimi altri stati arabi e mussulmani i cristiani vengono massacrati a migliaia. In questo caso sì che tutti se ne fottono veramente.

      Ciao Davide

      Elimina
    2. a cominciare dal papa

      Elimina
  5. Anonimo08:45

    L'armata brancaleone, mancano gli ober-kapò napolitano è scalfari.
    Vedere sti pirla al comando di una nazione di 60 mio. di abitanti fà congelare il sangue.
    Significativo lo smile di del Rio, mentre il paese sprofonda letteralmente nella merda.
    Sembra proprio che non abbiano ancora capito un cazzo di niente di cosa stia succendendo, dopo 3 anni.

    mandonna chè pena.

    Paolo

    RispondiElimina
  6. Anonimo10:50

    Ma guarda un po!! E io che pensavo che Zanda fosse un ex PC, invece è un ex DC!! Ahahahahhahah... Grazie Barbara della notizia. Ne ero completamente all'oscuro.

    Però dobbiamo essere obiettivi. L'operazione di svotamento e distruzione di quello che rimaneva del defunto Partito Comunista, è stata geniale. Questi ex democristiani si sono "infiltrati nel partito, con la complicità delle menti "eccelse" degli esponenti della sinistra di partito, ne hanno preso il comando e adesso lo stanno distruggendo dall'interno. Hanno avuto pazienza e hanno saputo aspettare. Non vi fate ingannare dai voti presi. Quando verrà la Troika, i voti faranno PUFF!

    Questo Sig. Zanda è stato testimone diretto di una delle pagine più tragiche e oscure della Repubblica. Bel tipo!! Un vero "democratico"!!

    Zugzwuang

    RispondiElimina
  7. è da un pò che cerco di spiegare chi e cosa è stato il pci fin dalla "liberazione",ma anche prima,un coacervo di ex repubblichini e "moderati democratici di sinistra",andatevi a leggere chi votò a favore del decreto costituzionale sui patti lateranensi nel '46,alla faccia della laicità dello stato.

    RispondiElimina
  8. Spero vi piaccia. Chinacat.

    CRONACHE ITALIANE PT.1

    Era l'estate del 1935, a Roma c'era un'afa terrificante, Eugenio Scalfari era appena diventato Balilla Moschiettere, l'Impero stava per tornare (per la gioia di Darth Vader) ma non tutto andava per il verso giusto...

    "Fu precisamente in tale periodo che, prima timidamente, poi con convizione e timore, cominciò a spargersi la voce
    di una infezione tifoidea nella capitale. Come era costume in quei tempi, i giornali ricevettero le rituali "veline"dal Minculpop, da parte del quale si raccomandava di ignorare l'epidemia."

    L'unico che non prese nota della velina e continuò allegramente a farsi i fatti suoi fu il batterio del tifo, il quale andò avanti ad ammazzare cristiani.

    "L'Alto commissario per la Sanità aveva impartito severe disposizioni sulla sorveglianza dei generi alimentari,
    delle bibite, ed aveva ordinato l'analisi delle acque, ma, malgrado le nuove misure, l'epidemia mieteva sempre nuove
    vittime, particolarmente tra i giovanissimi".

    Qualcuno in alto ad un certo punto si incazzò. Ma come, noi impediamo ai quotidiani di avvisare la popolazione e
    nonostante tutto questi continuano a morire? Se non sanno che c'è un'epidemia di tifo non dovrebbero moririre di tifo... o no?
    Il batterio del tifo, che non sapeva leggere (ma nemmeno scrivere, se è per questo) non si preoccupò molto e continuò a fare il suo lavoro.
    Chi si preoccupò sul serio invece furono i romani.

    "Le conversazioni che riguardavano il flagello, venivano intercettate a migliaia dal SSR, perchè in quei giorni il tifo
    era divenuto l'unico argomento di tutte le conversazioni.Comunque, da esse, specie nei primi giorni, emersero ben
    pochi elementi."

    Dato che il batterio del tifo non sapeva telefonare ( e se anche avesse voluto farlo non avrebbe saputo a chi telefonare), le possibilità di intercettarlo era davvero poche. E dato che non si potevano fare ricerche troppo approfondite, altrimenti avrebbero dovuto ammettere l'epidemia, qualcuno, ancora più in alto, ebbe un'idea a dir poco geniale.

    "Fu perciò necessario inserire al controllo telefonico, oltre ai numeri già inclusi, quelli corrispondenti ai vari
    uffici sanitari e alle maggiori personalità della medicina. Tra questi i professori Caronia, Frugoni, Pende, Morelli,
    Paolucci, Ciancarelli, etc."

    Fu proprio intercettando uno di questi professori che si venne a capo dell'enigma: il batterio, subdolo e plutocratico,
    non era nell'acqua ma nel latte. Ecco perchè colpiva soprattutto i bambini.

    "Dopo qualche settimana i morti cominciarono a diminuire; era stato messo il dito sulla piaga, grazie alle
    conversazioni intercettate."

    (Il virgolettato proviene dal libro "L'orecchio del Regime, le intercettazioni telefoniche al tempo del fascismo")

    RispondiElimina
  9. CRONACHE ITALIANE PT. 2

    Era l'estate del 2014, pioveva un giorno si ed uno no, Eugenio Scalfari era appena stato promosso da Balilla Moschettiere a Ballista Moschettiere ma non tutto andava per il verso giusto...

    Fu proprio in questo periodo che gli italiani iniziano ad accorgersi di uno strano fenomeno: le aziende chiudevano, i
    disoccupati aumentavano, pagavano una montagna (anzi, Monti interi) di tasse ed il debito pubblico al posto di scendere aumentava, sempre più persone si toglievano la vita oppure, le più fortunate, emigravano come i loro nonni prima di loro e molti iniziarono ad avere seri dubbi sull'euro.

    Come era costume in quei tempi (ma anche prima, indietro fino a Caligola), tutti gli organi di stampa ricevettero le
    "veline" da parte dei rispettivi Minculpop (chi dalla BCE e chi da Palazzo Chigi) i quali si raccomandavano di ignorare del tutto la questione dell'euro.

    L'euro, come il suo collega e cioè il batterio del tifo, non sapeva né leggere né scrivere, continuò a fare ciò che per cui era stato progettato per fare: raderci al suolo. E lo faceva pure bene. Modesto, silenzioso ma molto efficiente.

    Il Sacro Commissario della Troika emise severissime disposizioni in materia: fustigazione per chi pronuncia la parola LIRA e confino per chiunque osi citare la STERLINA (la perfida Albione, un gradito revival). Eppure, nonostante tutti i provvedimenti presi, le aziende chiudevano, i disoccupati si ammazzavano, etc etc.

    Qualcuno in alto iniziò a non capire. Ma come, sono 13 anni che gli raccontiamo delle balle stratosferiche e questi ancora non ci credono? Li abbiamo fatti giocare al teatrino per bambini "DX vs SX", li abbiamo rimbambiti a colpi di tette & culi (una variazione moderna del panem et circenses... il panem è finito, sorry), li abbiamo spaventati, insultati e cazziati, li abbiamo convinti di essere una razza inferiore, una sottospecie dei parassiti... e questi hanno pure dei dubbi?!

    Decisero quindi di mettere sotto controllo il telefono di TUTTI gli italiani e scoprirono con orrore (ovvove, se siete piddini) che parlavano male dell'euro e pure della Germania... molto peggio che entrare con un kalashnikov in un asilo, secondo gli standard della BCE.

    L'euro di tutto questo non sapeva nulla. Non aveva il cellulare (poco tvendy, sempre se siete piddini) non twittava e non aveva bisogno di farlo: gli avevano detto di radere al suolo l'Italia e lui lo faceva. Senza coscienza, come gli xenomorfi di Alien. Perfetto e midiciale (solo che posto di sbucarti dal petto, ti entra da dietro).

    A quel punto, non avendo più santi a cui votarsi (erano stati privatizzati) decisero di giocare l'ultima carta per capire il perchè l'intera nazione stesse andando a rotoli: decisero di mettere sotto controllo il telefono di alcuni economisti italiani. E qui la cosa si fa interessante: alcuni, più che economisti, sembravano dei lombrosiani (siamo italiani e quindi inferiori); alcuni sembravano affetti da sordità congenita (il PIL è crollato. Che? Il PIL è crollato! Che? Porca zozza, il PIL è crollato!! Che?); altri ancora avevano sviluppato strane facoltà prensili (se mi paghi bene scrivo pure che il PIL è cresciuto); la variante più bizzarra fu scoperta mandando un economista italiano negli USA: divenne famoso ma in compenso ebbe un'ecatombe di neuroni ("gli attacchi speculativi non ci sono stati fino a quando ci sono stati!" testuali parole) fenomeno, sembra, dovuto al jet lag.

    Uno squarcio nel buio lo si ebbe intercettando un oscuro e singolare economista che scriveva la stessa identica cosa da anni e suonava della musica stranissima (no, non gli Inti Illimani, se siete piddini). Inoltre aveva la pessima e deprecabile idea di dire sempre quello che pensava (con ovvove dei piddini).
    E fu proprio ascoltandolo che capirono il significato del messaggio criptico e misterioso della frase che andava ripetendo da anni:

    E' L'EURO, CAZZO ! ! ! ! ! !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anonimo18:42

      :-))))))))))))))


      Chinacat ma a piddinia che si dice di questa splendente situazione economica?? Il PIL non è calato fino a quando non è calato?

      Zugzwuang

      Elimina
    2. Purtroppo qui non si tratta più di piddini o meno. D'altronde l'unica differenza rimasta tra uno "de sinistra" ed uno "de destra" era il quotidiano: a chi l'Unità, a chi il Corsera. Same shit, different paper.
      Adesso che l'Unità è stata uccisa (e vorrei sapere chi è stato per stringergli la mano) non si riescono più a distinguere facilmente e la cosa mi rende il lavoro di "spaccamaroni" leggermente più incasinato.
      Per il resto, debbo ammettere che l'opera di piallamento cerebrale operato negli ultimi 20 anni è stata decisamente fatta bene.
      Una volta che l'italico medio ha detto "è colpa della casta-cricca-corruzione" oppure "siamo inferiori, non come i virtuosi teteschi", si sente in pace con il mondo e torna alle sue attività preferite: tette & culi & pallone (preferivo il Sex & Drug & Rock'n'Roll di Ian Dury).

      Però... una parte di me li capisce.
      Se li prendi individualmente e li metti davanti all'evidenza oppure alle cifre, buona parte "capisce" sia quello che gli si dice, sia il fatto di essere stato preso per il culo per 20 anni.
      Oddio, il "fedele" no, quello che "prima l'ideologia e poi i numeri", beh quello non lo cambi. Speri non abbia figli e lo lasci in pace; la lettura de "Il culto del littorio" di Emilio Gentile (Santo Subito) aiuta ad evitarli.
      Gli altri, se non sono proprio stupidi, ci arrivano. E mica ti parlo, con rispetto per il lavoro, di muratori o pastori del Gennargentu. Avvocati, informatici, architetti, ingegneri, cazzo se lo capiscono! I peggiori sai chi sono? I commercianti e la loro fissa di pensare che l'economia della loro azienda sia uguale a quello di uno Stato... quelli mi fanno incazzare sul serio (e purtroppo a piddinia abbondano).
      Il paradosso comico e tragico è che sono tra i più colpiti (ovviamente) dal calo dei consumi e non sanno il perchè!
      Il motivo delle "Cronache Italiane" di cui sopra non vuole "assolvere" gli italiani ma dare una descrizione di cosa vuol dire vivere all'interno di un Regime. Se per 20 anni tutti i media, TUTTI QUANTI, ti ripetono che la colpa è del debito pubblico, alla fine ci credi.
      Allo stesso tempo, non posso pretendere che tutti gli italiani tornino a casa e si mettano a leggere un wp di De Grauwe oppure i post tecnici di Bagnai (Santo Subito) o si vadano ad ascoltare una conferenza di Joseph Stiglitz (qui in italiano > https://www.youtube.com/watch?v=bHil-zMjloI).

      Non so sei hai letto "Anschluss" di Giacchè (se non lo hai fatto, fallo subito) ma quando ho messo giù il libro mi sono reso conto che il 99% di ciò che sapeva sulla riunificazione era sbagliato.
      Il che vuol dire che se cerchi di farlo capire a qualcun'altro, ti rendi conto della quasi-impossibilità dell'impresa: il "tizio" lo hanno convinto che il cielo è verde ed il prato è blu. Lo ha detto Panebianco, lo ha detto Alesina, ite missa est.
      Sti cazzi a fargli cambiare idea!

      Un tizio, del Ventennio disse: "hanno sostituito il ragionamento con la rivoltella".
      Non siamo affatto lontani.

      Chinacat

      Elimina
  10. Anonimo09:27

    Di fatto, non è dovere di un individuo dedicarsi all'estirpazione del male, anche del più grande; giustamente, egli potrebbe avere altre faccende che lo occupano; ma è suo dovere, almeno, tenersene fuori e, se non vi pensa oltre, non dargli il suo supporto praticamente
    in pratica, in tempi non sospetti, Thoreau vi stava dicendo cosa fare. Giustamente, potreste avere altre faccende che vi occupano, che non lottare contro lo schiavista. Giustamente. Potreste, per esempio, avere voglia di una birra sotto la veranda di casa e non di dedicarvi a lotte sindacali. E sarebbe giustissimo: e' la VOSTRA vita, ed e' l'unica che avete.
    E' vostro dovere, invece, tenervi FUORI da un sistema schiavista, o da un'economia che cannibalizza i giovani: ma non potete se rimanete li'. Se potete forse evitare di mangiare la pizza nella pizzeria ove schiavizzano i ragazzi per venti euro a sera, non potete scegliere l'altra pizzeria ove fanno lo stesso. Allora magari vi farete la pizza in casa, pero' il supermarket dove comprate la farina sfrutta a sua volta i precari.
    Allora, "tenersene fuori" ha un significato preciso. Andarsene.
    Non ha senso perdere 20 anni a lottare contro un'ottusita' seminata, coltivata e gradita alle masse.
    Perche' due gay dovrebbero lottare in Italia per avere, forse, tra 10, 15 anni, il diritto di formare una famiglia, quando possono semplicemente andarsene, e avere quel diritto SUBITO? Ci sono citta' che stanno diventando gay-friendly apposta per loro, perche' sanno che una persona giovane che viene in citta' e' VALORE. E voi passate il tempo a farvi schifare in Italia? Perche'?
    Cercheranno di convincervi a restare. Vi racconteranno che vivete in un paese speciale, unico, impossibile da uguagliare o da superare in felicita'. Vi diranno che "COMUNQUE" , qualsiasi cosa sia, stare li' era "meglio". Vi racconteranno dei problemi degli altri paesi. Vi racconteranno che "comunque" avete delle radici.Perche' non possono piu' costringervi, e allora devono convincervi. PERCHE' HANNO BISOGNO DI VOI. DELLA VOSTRA CARNE.
    e se ve ne andate, ai cannibali non rimane nemmeno la carne dei loro stessi figli. Ed e' per questo che vi amano tanto, i vecchiacci.
    Vogliono la vostra carne.
    Toglietegliela. Lasciateli in un paese di vecchi, a scannarsi tra loro. Perche' quando non avranno nemmeno i loro giovani da scannare , cercheranno di scannare i nuovi immigrati - che sono gia' molto abili nell'evitare il trattamento - e poi inizieranno a scannarsi tra loro.
    Fatevi la vostra vita, subito, senza perdere tempo a cambiare le cose, e lasciateli a scannarsi tra loro.
    Certo, se tutti quelli che hanno in mente la felicita' se ne vanno senza lottare in loco, in Italia non cambiera' mai nulla.
    Embeh?
    Avete forse un contratto con qualcuno che vi obbliga a dare la vostra vita, se necessario, perche' l' "Italia cambi"? Da dove verrebbe questo obbligo di sacrificarvi per uno specifico posto? Dall'amore che i CANNIBALI hanno per la vostra giovane carne, forse?
    luigi


    RispondiElimina
  11. Anonimo19:52

    http://nonleggerlo.blogspot.it/2014/09/quando-pensi-di-aver-visto-tutto-ecco.html

    Mi piacerebbe avere i tuoi due cents su questo caso di idolatria. L'allievo supera il maestro?
    Cappuccetto rosso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per la segnalazione!

      Elimina
    2. Anonimo11:48

      Dovere:-) Buona giornata, penna graffiante!
      Cappuccetto rosso

      Elimina

SI PREGA DI NON LASCIARE COMMENTI ANONIMI MA DI FIRMARSI (anche con un nome di fantasia).

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...