venerdì 24 agosto 2007

Sboroni si nasce


Meglio non approfondire troppo sull’etimo della parola “sborone”, dal romagnolo “sburon”, piuttosto volgare nel suo evocare imprese erotiche a lunga gittata ma terribilmente efficace nell’indicare quelle persone che riescono a stupire le folle con la loro abilità, coraggio e talento naturale. Esiste una variante dispregiativa del termine, in vero meno usata, che indica il fanfarone e il millantatore e può capitare che qualcuno sia allo stesso tempo sborone positivo e sborone negativo. Se vi ricordate Alberto Tomba, lui ne è stato uno dei rari prototipi.
Inutile dire che sboroni si nasce, non lo si diventa e questi che vi propongo come esempi, rigorosamente positivi lo nacquero, modestamente.
Lo sborone classico è un eroe solitario, sceso in Terra a miracol mostrare e inviato agli sfigati per farne emergere ancora di più la sfigataggine come Oscar, l’eroe di Carlo Verdone.


In rari casi si possono trovare tre-sboroni-tre che agiscono assieme, come Emerson Lake & Palmer, capaci pure di suonare al gelo di uno stadio d’inverno con grave sprezzo dei geloni. Notate la coincidenza: sia Verdone che Emerson in sostanza si zompano flipper e tastiere.



Lo sport abbonda di sboroni come, ad esempio, Roger Federer, uno che fa gemere Rafa Nadal quasi fosse il suo flipper e che si esalta ancora di più se al di là della rete c’è un altro sborone, aspirante o conclamato come Lleyton Hewitt con il quale è riuscito a scambiare un rally da 45 colpi in questo filmato.
Tutta gente insomma di cui non si può certo dire che lavori troppo de porso e usi male l'avambraccccio. Mortacci loro!

P.S. Avevo scritto questo post il giorno di Ferragosto. Chi ho visto in spiaggia domenica scorsa a Milano Marittima, si proprio in quella spiaggia del fan di Bossi? Alberto Tomba. Giuro. Se non è precognizione questa. Forse i superpoteri dell'ape maiala stanno arrivando...

10 commenti:

  1. Bellissimi i video... Non saprei decidere qual'è il migliore...

    RispondiElimina
  2. Verdone mi ha fatto morire dal ridere "A' puffo! Tirame 'n po' na penna !" :-D

    RispondiElimina
  3. Da piccolo aspettavo "Stasera G7"
    solo per sentirmi la sigla.
    Ricordi qual' era ?
    La mandavano (lo stacco di batteria iniziale) anche per commentare i sette knock down inflitti da Foreman a Frazier nel 1972 mi pare.
    Minchia che domandone...

    Pensatoio

    RispondiElimina
  4. Bel post!
    Da noi però sborone è sempre stato inteso solo in senso negativo

    RispondiElimina
  5. @ meinong
    Ah, la mitica "Tank"! Noi abbiamo addirittura il vecchio nastro, che conserviamo come una reliquia e che, miracolo, gira ancora nell'autoradio.
    Non vorrei pignolare, ma non si chiamava TV7 ?

    @ skeight
    da noi si usa soprattutto in senso positivo. "L'é un sburo'", per dire che è un tipo tosto. Lo so, ormai mi sono abituata che a 13 km di distanza tutto diventi relativo e il bianco diventi nero, è la bellezza della nostra variabilità culturale!

    RispondiElimina
  6. Ciao,
    dalle mie parti (Valle di Blenio) "sborone" ha valore solo negativo. L'origine romagnola, poi è un po' da valutare, tanti al Nord vorrebbero aggiudicarsi l'origine del termine...;)

    RispondiElimina
  7. Bello questo confronto campanilistico! Anche da noi è inteso in senso negativo, lo sborone è praticamente uno che se la tira in modo tamarro, cioè che se la tira senza essere fine e/o fighetto, ma in modo pacchiano! Insomma non so se avete capito... ; D

    RispondiElimina
  8. Mi ricordo abbastanza bene che si chiamava stasera G7 e andava di venerdì.

    Pensatoio

    a proposito di Sborone, mi viene in mente Larsen che parla di Soccmacher...

    RispondiElimina
  9. @ giambo
    leggendo sul link che ho messo alla parola sburon si evince chiaramente che il termine è di origine romagnola. Poi, che grazie ai bagnini che l'hanno trasmessa alle turiste in vacanza a Rimini il contagio si sia trasmesso al resto del nord, è possibile! Anche a Bologna si usa sia in senso dispregiativo che positivo.
    Guardare un giocatore che fa un gol pazzesco e sentire urlare con ammirazione "soccia che sburò" è normale da noi.

    @ sar@
    tra un po' riscoppia la guerra tra Guelfi e Ghibellini! Ci siamo già andati vicino con le varianti della ribollita. Che bel paese l'Italia! ;-)

    @ meinong
    forse TV7 è venuto dopo? Pensa, fosse stato G8 sarebbe stato profetico.

    RispondiElimina
  10. Ma dai... "i bagnini l'hanno trasmesso ai turisti in vacanza!" ahah! Ma se a Venezia il termine sboro (scusate la volgarita') e' in uso da centinaia di anni! Ormai i veneziani lo usano come intercalare... tant'e' vero che vengono giudicati come sboccati, ma in realta' il fatto e' che il termine e' talmente comune da essere equiparabile a qualcosa tipo "accidenti!"

    psionic

    RispondiElimina

SI PREGA DI NON LASCIARE COMMENTI ANONIMI MA DI FIRMARSI (anche con un nome di fantasia).


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...