lunedì 23 febbraio 2015

W l'esproprio elitario

Come la pensano in America

Io sono una borghese di merda, ed essendo una borghese di merda quando leggo articoli come questo mi viene voglia di andare ad accendere un cero a quel figlio di puttana del senatore McCarthy. Ancora sei mesi di governo di sinistra e i sessanta e più trascorsi di anticomunismo viscerale avranno finalmente avuto un senso. Forse era destino.

Ma davvero l'unica ricetta per far ripartire 'sto cazzo di paese sarebbe l'applicazione della tassa di successione, come non a caso suggeriscono quei farabutti del FMI a questi cicisbei del compagno Piketty e di tale compagno Carlo Alberto Carnevale Maffé (dal nome chiaramente di origini proletarie)? Lo dicono loro di essere compagni, infatti definiscono "di sinistra" queste trovate e le suggeriscono pure a Renzi, come se avesse bisogno di suggerimenti liberticidi. 
Pensate a quel fenomeno di Varoufakis che, dopo aver firmato il contratto di "cinquanta sfumature di riforme" compreso il fisting, però a carico del popolo greco, metterà la patrimoniale, ovvero l'unica cosa che sarebbero stati mai in grado di centrifugare le meningi sue e quelle dell'altro cicciobello-euro Tsipras, e riuscirà a darne la colpa alla Troika.

Leggete le motivazioni che adducono questi servi dei padroni per giustificare un vero e proprio attacco alla proprietà privata della classe media, per giunta su beni già tassati, come nel caso degli immobili e dei titoli, e che finirebbe per essere non una redistribuzione, come falsamente fanno credere ai gonzi che li votano e li applaudono sui social, ma una rapina in nome e per conto dell'élite sovranazionale; leggete Maffé e ditemi se un bel COPATE, MONA!, scelto appositamente nella lingua del Goldoni, non ci starebbe a pennello?
Lo sanno i fenomeni che stanno parlando dei soldi degli altri e non dei loro? Lo sanno che per seppellire un genitore vanno via fino a diecimila euro tra funerale, spese di acquisto di un loculo, spese notarili e altro e che questi soldi sono, se sei fortunato, quelli che ti hanno lasciato loro in eredità? 
Lo sanno come la pensano a riguardo della proprietà privata nell'America di cui si riempiono le fauci? (vedi sopra).
Riescono a capire che la cosiddetta meritocrazia che mitizzano non c'entra un beneamato cazzo con l'esproprio élitario che favoleggiano, visto che viviamo in un mondo dove contano solo le appartenenze, e loro che frequentano i luoghi giusti dovrebbero saperlo?

Vi meravigliate di questi ragionamenti e di quante persone che si definiscono comuniste li condividano? Io no. 
Sono i pechinesi del salotto bono dell'élite, addestrati ad azzannare le caviglie degli operai ed impiegati che erano riusciti a farsi la casa, e mica spacciando coca come i loro pusher, ma in quarant'anni di duro lavoro, e che vorrebbero lasciarla ai figli perché è un loro porco diritto. Ripeto, è un loro PORCO DIRITTO.
Questi sono i manigoldi pronti a togliere i beni ai loro concittadini per darli al primo straniero per il quale il principio della canna da pesca non conta, perché a lui si applica la legge dell'ogni pasto è gratis.
Sono quelli che hanno letto Ventotene e ne hanno assimilato il succo velenoso, ovverosia: "la proprietà privata non va tolta a caso ma solo a quelli che ci stanno sul cazzo".



P.S. L'autore, Dario Stevanato, mi segnala il suo contributo sulla questione tasse di successione, che vi invito a leggere.

23 commenti:

  1. Anonimo20:40

    L'IMU non basta? No non basta. Assolutamente non basta


    STRONZONE DI MERDA!!


    Zugzwuang

    RispondiElimina
  2. Amen cazzo!


    P.s.: ho avuto l'occasione di conoscere il figuro da lei citato e nominato (e che mi rifiuto di nominare a mia volta) in una per altri motivi fausta occasione. Le assicuro che ha sbagliato per difetto (e di GRAN LUNGA) nell'inquadrarlo

    RispondiElimina
  3. Ci siamo insultati su tw tutto ieri con C M

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anonimo10:03

      Io gli ho dato del sociopatico su twitter.

      Zugzwuang

      Elimina
  4. Ieri sono intervenuto anche io nella rissa via TW ed ho proseguito anche oggi. Non ci sono parole !!!
    Questa gente è falsa come l'unione europea, questo individuo che non reputa l'economia una scienza, che si sciacqua la bocca sostenendo di pretendere i dati, lo fa solo a convenienza !!!
    Non li chiede i dati a Giannino, ma li chiede a me, a te, al Velo di Maya, a Scarpetta di Venere... poi si risciacqua la bocca con la meritocrazia che però non è in grado di spiegare ad un livello di oggettività accettabile.
    BASTA BASTA sono davvero molto stanco di questi personaggi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il termine "meritocrazia" fu usato la prima volta da Michael Young nel suo libro "Rise of the Meritocracy" (1958). Il termine era destinato a un uso dispregiativo, e il suo libro era lo scenario di un futuro distopico in cui la posizione sociale di un individuo è determinata dal suo quoziente intellettivo e dallo sforzo. Nel libro, l'esistenza di un simile sistema sociale finisce per portare a una rivoluzione in cui le masse rovesciano l'élite, che è divenuta arrogante e scollegata dai sentimenti del popolo. ( "Uicchipedia" )


      Elimina
  5. Berlusconi, in mezzo ad una marea di porcate e di disastri, ha fatto solo tre cose buone:
    - la legge anti-fumo
    - la patente a punti
    - l'abbattimento delle imposte di successione
    Questi f.d.p. non riescono a farne neanche mezza. Una volta si diceva "moriremo tutti democristiani", ma potrebbe andare peggio: potremmo morire berlusconiani.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anonimo13:42

      devo dire che oltre a questo che giustamente elenca, aggiungerei che si è rifiutato di applicare la famigerata lettera della B.C.E.
      io B. l'ho sempre conbattuto, sia chiaro.

      Elimina
    2. Anonimoooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo?????
      Cosa cazzo c'è scritto sotto il box dei commenti???????????????????????????????????????????????

      Elimina
  6. Applausi!

    Vi racconto la mia esperienza.
    Tre anni fa è mancato mio padre: agricoltore con alle spalle una vita passata in campagna a lavorare sotto la pioggia d'inverno e sotto il sole d'estate. Ci ha lasciato una casa, un pezzo di terra e qualche risparmio. Fra tasse di successione, funerale e quant'altro, la sua scomparsa ci è costata proprio 10.000€, circa. Beffa delle beffe, l'automobile, ancora intesta a mio padre (un furgone mezzo scassato), non rientrava nella successione: ho dovuto pagarvi il passaggio come se l'avessi acquistata da un pinco pallino qualunque!
    Chiaramente, sulla casa si continua a pagarvi beatamente IMU, TASI ecc. Non contenti, da quest'anno, dobbiamo pagare l'IMU anche sul terreno: 1.500€, e devo ringraziare che io sono Coltivatore Diretto, quindi esente per la mia quota di proprietà, sennò sarebbero stati 2.200€! Specifico che si tratta di un terreno di 8.000 metri quadrati, manco fossero chissà quanti ettari...

    Ma, ovviamente, non ho il diritto di lamentarmi, perché sono un "padrone" privilegiato...

    RispondiElimina
  7. Anonimo11:58

    Insomma la tesi del sociopatico è questa:

    Il patrimonio dei genitori bisogna meritarselo. Solo i meritevoli devono entrarne in possesso. I coglioni, quelli che non meritano, devono restarne fuori. Qual'è il criterio per stabilire chi sia meritevole e chi sia coglione? I SOLDI!


    SE SARETE RICCHI ABBASTANZA PER PAGARE LA TASSA DI SUCCESSIONE, SARETE MERITEVOLI DI EREDITARE. SE INVECE NON POTRETE PAGARE, SARETE DEI COGLIONI ( POVERI ) E NON MERITATE NULLA.


    Zugzwuang

    RispondiElimina
  8. Anonimo12:23

    Gianbenedetti S.
    Un grande post. Ogni tanto lo rileggerò.
    Il compagnaggio è , da sempre, stato un solerte cagnolino del capitale. La classe dirigente (vera) ha studiato molto più dei loro sinistri tappetini e li ha sfruttati come meritano. I sinistri pretendono di conoscere la legge della storia e si affannano ad accelerarla fino al raggiungimento del fine ultimo. Una società senza stati, nazioni, popoli, lingue, etnie, tradizioni, culture, religioni, differenze, misteri, peculiarità. Solo esseri umani marroni, piatti, amanti del fisting su sé stessi. Così i compagnucci possono tradire apertamente il loro FINTO FINTO FINTO fine politico, cioè la difesa degli interessi dei lavoratori , e rivelare la loro VERA e profonda natura. Ad essi il Capitale ha donato la globalizzazione spacciandola per internalizzazione marroncina. Ed essi , i cagnolini, hanno messo la loro povera opera al servizio dei padroni. Non conta nulla la pelle e la sofferenza della povera gente rispetto al paradiso marxiano. SONO SEMPRE STATI COSI’! LO ABBIAMO SEMPRE SAPUTO. GRAZIE LAMEDUCK.

    RispondiElimina
  9. Anonimo14:06

    Gianbenedetti S.
    No! Nessuno può rivendicare il borghese di merda. No 'mistress badrona borghese' Lameduck. Il marroncino è il loro colore. Hanno il copyright sul marroncino ed anghe sulle 5 (non 50) sfumadure di marroncino. A noi boveri bianghi e negri solo colore biango e nero. Sbiace ma è cosi. Ma lo sanno (i rossetti ) che il resto del Carlino (MarkX) era a favore della schiavitù?. Noooooo? Non lo hanno letto tutto! Beccato.

    RispondiElimina
  10. Giuseppe14:15

    Varoufuckis chi...?

    RispondiElimina
  11. Stevenato ha ragione, si rischia l'esproprio entro 2-3 generazioni di ciò che è stato fatto dai nostri genitori, spesso anche col contributo di noi figli!

    RispondiElimina
  12. Comunque la tassa di successione e' tipicamente una tassa liberale.
    Non comunsta, anche perche' nel comunismo non era proprio immaginabile.
    Einaudi ne era un fan sfegatato.
    E c' e' un perche' logico e coerente col disegno di una societa' liberale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, è liberale se le tasse si traducono in servizi offerti al contribuente, ovvero se c'è contropartita ma non se i servizi spariscono e le tasse finiscono nelle tasche degli strozzini della finanza sovranazionale.

      Elimina
    2. Einaudi non sarebbe completamente d' accordo con te :-)

      Elimina
  13. Anonimo18:14

    Nino Bellifemine.
    ma chi è questo coglione? perchè glielo devo dire che è un coglione oltre che un parassita e lurido.
    “Trattasi di un prelievo che insiste su una ricchezza prodotta da altri, che il beneficiario riceve senza sforzo e non in virtù di propri meriti. Il tributo successorio asseconda dunque un’esigenza di equità sociale, che certo non va estremizzata in modo punitivo o giustizialistico, ma non merita di essere soppressa”), e ancora di recente ne La giustificazione sociale dell’imposta: il patrimonio, specie se ereditato o frutto di un lascito, manifesta certamente una capacità contributiva qualificata suscettibile di imposizione.

    ricchezza prodotta da altri????? riceve senza sforzo ???? non in virtù di propri meriti????? esigenza di equità sociale di chi, dei parassiti e ladri come te???? sei senza lavoro e ti serve una carta da 10€ per pietà e una busta di sangue insieme???? uè lurido e delinquente, ma fammi capire una cosa, l'hai assitita tu mia madre in ospedale giorno e notte con la febbre a 41??? l'hai scarrozzata tu in giro per i migliori angiologi per risolvere un guaio alle gambe grave??? e quando mio padre stava morendo per una emorragia interna sei intervenuto tu a risolvere la vicenda? lo hai assistito tu mentre si faceva bucare bene bene per capire dova ca..o si è preso l'epatite c e non dormiva la notte? o tutte le volte che c'è da assisterli non me ne sono accorto perchè è intervenuta quella grande p.....a di tua madre al posto mio? non me lo sono meritato? perchè vuoi venire tu e i tuoi amici spartani ric.....i a meritarvelo? (n.d.r. gli spartani erano convinti di essere immortali se si sodomizzavano prima della battaglia ma vai da solo a capire cosa fossero in realtà) quello che ti meriti è che io stracci a te e a loro le carni di dosso grazie alla manifesta, conclamata e straordinaria capacità millantatoria qualificata suscettibile di imposizione di una mazzata di ascia dritto in mezzo agli occhi senza remissione di peccati.

    RispondiElimina
  14. Hakka00:08

    E tutti a fracassare col fatto che la ricchezza è in mano ai vecchi. Ora, ad un certo punto giunge la morte e chi eredita, Matusalemme? No Normalmente sono 40 o 50 enni, mica 80enni!
    Tutti froci col culo degli altri. Tutti questi che auspicano raddoppio (o peggio) della tassa sull'eredità normalmenteh hanno tutto intestato a trust all'estero, grazie ar cavolo. Intanto mia madre ha ereditato dai suoi genitori idioti case in un paese che ormai si spopola, case che non danno reddito ma che si mangiano - fra tasse e spese condominiali - TUTTA la sua pensione annuale. E fortuna che per ora è co-proprietaria con la sorella, e quindi paga solo metà tasse e spese. Con che cavolo te la pagherò la tassa di successione un domani, stato? Prostituendomi? O forse, facendo i conti, mi converrà rinunciare all'eredità? No, davvero, più va avanti e più ho TERRORE per il futuro.

    RispondiElimina
  15. Brava!!! Complimenti!!!
    Lei non ci crederà ma queste sono cose che noi anarco-capitalisti abbiamo sempre sostenuto e tutti a insultarci e a ghettizzarci. Ma io sono ottimista e sono convinto che nel futuro anche molte altre persone capiranno ;-)

    RispondiElimina
  16. Beh, Lame, non ci crederai ma sono riuscito a fare inorridire con questo tuo pezzo un piddino molto acculturato, scienziato ed umanista ma con due figlioli ormai attempati e precari a cui spera di lasciare almeno gli immobili. Quando si dice terrorismo pragmatico! ;)

    RispondiElimina

SI PREGA DI NON LASCIARE COMMENTI ANONIMI MA DI FIRMARSI (anche con un nome di fantasia).


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...