venerdì 28 agosto 2009

Il Barnard incompreso

Il significato del Sesso Ludico non richiedeva il Q.I. di Newton per essere compreso. (Paolo Barnard, agosto 2009)

E te pareva che non era un problema di comprendonio?
Insomma siamo le solite cretine. E pure delle infami stronze kapò torturatrici sadiche belve delle ss inquisitrici domine implacabili madri snaturate pedofile infanticide penicide catfighters traditrici infami troie e soprattutto streghe.
Uhm, ci sono alcune cose della risposta di Paolo Barnard che titillano il mio psicoclitoride e mi ispirano qualche commentuccio. Da QI 40, ovviamente, niente di importante.

Non abbiamo capito (noi donne) cosa intendeva lui con Sesso Ludico, gnè gnè. Siccome sono cretina ammetto che anche dopo aver letto l'accorata risposta alle streghe in procinto di riunirsi per il sabba agostano non ho ancora ben afferrato ma qualcosa forse comincia ad illuminarsi.
Cito:
Il potere per esempio di stoppargli l’uccello mentre vi sbattono da onanisti ignoranti e di dirgli “così non sento niente, possiamo fare un gioco diverso? Te lo insegno”.
Te lo insegno? E' quello il problema? Cioè dovremmo essere noi ad insegnarvi come fare l'amore? Scusa ma, e le ragazzine che cominciano adesso e non hanno ancora, poverine, a dodici anni, l'esperienza di una consumata professionista dell'hardcore, che dovrebbero fare? Frequentare un corso, uno stage?
Lo sapete benissimo cosa ci piace. Guardate tonnellate di film porno con i migliori scopatori del mondo e non riuscite ad imparare un cazzo (scusandomi per la licenza poetica). Qualche lezioncina da Linda Lovelace noi l'abbiamo imparata ma voi quando guardate Rocco in azione dove guardate?
Lo sai che fintanto che non incontriamo uno che ci fa godere veramente (perchè evidentemente ci sa fare di natura, non perchè si è diplomato alle serali con Moana) conosciamo solo l'orgasmo clitorideo self-made?
Il piacere che proviamo lo apprendiamo con l'esperienza e con un maschio che, scusa se rigiro il coltello nella piaga, ci sa fare.
Sono d'accordo che sia necessario a volte guidare il maschio verso cosa ci piace e magari rifiutare ciò che a noi non va ma cosa c'entra questo con Ilse la belva delle SS e Leonarda Cianciulli la saponificatrice?
Eh si, perchè nella tua risposta ci tieni a ricordare che anche noi sappiamo essere crudeli e inanelli una serie di Orrori del Femminilismo che fa invidia a quelli del comunismo. Che c'entra questo con la nostra riottosità a diventare Maestre della Tecnica Sessuale Tantrica?
Siamo crudeli. Grazie al cappero. Lo sapevamo. Siamo capaci di accoltellarci l'un l'altra, ok ma, ripeto, che c'entra con il Sesso Ludico?

Dopo il rant misogino arriva il nocciolo della questione. Cito di nuovo:
E rimanendo nei paraggi, avete dimostrato una callosa indifferenza di fronte all’appello che ho riportato nell’articolo a nome di tantissimi uomini. Trattava dell’estenuante fatica e del dolore intenso che soffriamo lungo un’intera vita di abbordi, corteggiamenti, contatti, dove l’implacabilità statistica delle vostre reazioni a “occhi scocciati, o girate di spalle, i ‘non mi stressare’, ‘non è il caso’, la rigidità, la freddezza o addirittura il disprezzo” è ingiustificabile qui, oggi, in Italia. Quella vostra indifferenza, dicevo, è un faro puntato sulla vostra perfidia, care belle e avanzatissime donne (ne riparlo più sotto). Perché non ci vorrebbe tanto a calarsi per un minuto nei panni dell’altro e arrivare alla conclusione cui arrivò una meravigliosa e bellissima donna ‘marziana’, che una volta mi disse: “Se io dovessi fare lo sforzo emotivo che fate voi tutte le volte che ci abbordate, sarei paralizzata dal terrore. E se a ‘cacciare’ in questa cultura dovessero essere le femmine invece degli uomini, credo che sarei stata sola tutta la vita”.
Il cri de coeur è meraviglioso. Siamo kapò schifose perchè vi diciamo di no. Ora, aspetta, siccome sono sadica, accendo la radio su "Stuck in the middle with you" e metto mano al rasoio.
Noi generalmente diciamo no a chi:
1) non ci piace (nel range che va dal non ci attizza al ci fa proprio ribrezzo);
2) non vuole nemmeno fare la fatica di conquistarci ma vuole soltanto che glielo sgrulliamo dicendogli pure grazie.

Hai presente i Casanova, i Don Giovanni, quelli che con un battito di ciglia ci stendono a mo' di tappeto? Te lo sei mai chiesto come ci riescono? Non sarà che a qualcuna piace ancora essere conquistata dal trivialissimo "uomo-che-non-deve-chiedere-mai"?
Fatica a conquistare? A noi piace un casino, sai, impegnarci nella conquista dei vostri bastioni di Orione.
Vi diciamo di no? Conosco un mucchio di uomini che non fanno che dirmi che hanno il problema opposto al tuo: non sanno come difendersi dalle donne. E, tieni presente che non sono dei Viggo Mortensen o dei Johnny Depp.

Sono maschi normali, magari con la grana ma normali. Anche grassocci, bassetti e avanti negli anni. Magari rimorchiano dei cancri ma, credimi, di donne che hanno voglia di divertirsi ce n'è a vagonate oggigiorno. Quindi mi fa specie questa lamentazione nei confronti delle donne che non la danno.
Non sarà che vi brucia solo quella che non ve l'ha data perchè era l'unica che vi interessava davvero? E allora vedi che non è Sesso Ludico, è qualcosa di più. Chiamalo interesse, amore, come ti pare.

Non per menarla con la par condicio ma noi donne ne riceviamo di due di picche, hai voglia! Sai quando riuscite ad essere veramente stronzi? Quando non vi piaciamo. Ci trattate come fossimo altri maschi, come i commilitoni in camerata, raccontate le barzellette sconce e ci fate pure vedere i filmetti porno, tanto siamo per voi come sorelle, anzi ancora meno. E tutto perchè non siamo il vostro tipo. Pensa se per caso a qualcuna di noi piacesse un tipo del genere.

Infine, mi pare tu ci rimproveri di non riuscire, oltre ad insegnarvi il perfetto cunnilingus e l'arte della stimolazione del punto G, anche di non togliervi l'imbarazzo di tutto questo troiaio commercial-sessuale che tanto ci fa schifo.
Come dire: perchè, oltre a lavare, stirare, scaccherare i figlioli e i vecchi, lavorare otto-ore-otto, far da mangiare, raccogliere i vostri panni sporchi, farvi i bagagli quando si parte, pulire l'asse del cesso dopo che avete pisciato perchè è troppa fatica alzarla, darvi lezioni di Sesso Selvaggio Corso Avanzato ogni sera, anche e soprattutto quando abbiamo mal di pancia, curarvi un semplice raffreddore come se fosse un'infezione da Ebola e insomma servirvi di tutto punto, dopo tutto questo, "perchè cara non vai di là a farmi pure la Rivoluzione"?

Con amore,
Lameduck

P.S. Dimenticavo la dedica musicale. Penso che questo video di Robbie Williams esprima bene la nostra crudeltà e disumana indifferenza verso i poveri uomini, che si svenano per noi...

UPDATE - Povero Paolo, ci si è messa pure Galatea...

OKNotizie
Vota questo post su OKNotizie!

49 commenti:

  1. Poverino, non ha né dignità né senso del ridicolo.

    RispondiElimina
  2. Barnard mi fa sganasciare dalle risate, tutte le volte che deve portare qualcuno sulle sue prese di posizione (non sessuali) è come se prima gli desse una scarica di calci nel sedere, e si offende pure se questo non capisce che è per il suo bene!
    Comunque la trovo una polemica sterile (aridaje) e senza senso.

    RispondiElimina
  3. Amichetta21:21

    Senti Papera, a Barnard gli ha dato di volta il cervello. Vedersi cacciato dalla RAI perdendo tutti i privilegi di giornalista mainstream, ha dato un colpo alla sua sicurezza e al suo amor proprio da cui non si riprenderà più. Strano se gli si drizza ancora, altro che fare il Casanova.

    Quanto al resto, se uno vuol scatenare simili diatribe, dovrebbe usare la cortesia di abilitare i commenti sul suo blog.
    Ma si sa: certi giornalisti sanno pontificare e basta. Non sono abituati al contraddittorio vero.

    RispondiElimina
  4. filippo21:43

    Hai ragione lameduck. Quel barnard è uno sfigato. Di donne che te la danno ce ne sono in attesa ovunque. Io, per conto mio, potrei scegliere tra non poche. Giovani e meno giovani. Certo non sono tutte belle. Ma piacciono spesso le meno belle. Quelle che ti attizzano e non sai il perché. Sintonia ormonale?. Dici che siamo arrabbiati perchè l'amata non ce l'ha data? Non è assolutamente così. L'amata spesso è quella con cui fai sesso arido. Forse per il troppo "rispetto". Siamo fatti così. E allora ecco che ci lascia e ci fa le corna. Il sesso ludico lo si fa quasi per vendetta, per ritorsione. Ed ecco che la "mignotta" di turno allora ti si attacca addosso. Hai ragione a dire che più "stronzi" siamo più le donne ci restano attaccate. Ed è questo il motivo, forse. E l'amore? L'amore dov'è? E' solo un'illusione, forse. Un ideale regolativo irraggiungibile. Ciao

    RispondiElimina
  5. Panty21:56

    Ovvìa Maremma Maiala,quante parole e quanti Byte sprecati per una persona che ha evidenti problemi col sesso in generale,non solo con l'altro sesso.

    Il tutto è stato meravigliosamente sintetizzato dall'indimenticabile Adrian Cronauer,prima di lasciare Saigon:
    "Lo sa? Mai nessun bipede al mondo ha avuto tanta urgenza di un pompino quanto lei!"

    RispondiElimina
  6. Adetrax22:01

    Il significato del Sesso Ludico non richiedeva il Q.I. di Newton per essere compreso.

    Ovvio, se lo praticano i Bonobo ...

    Sintetizziamo:

    Dalla non è un cantante, è un consiglio.

    Questa arguta massima impressa su una maglietta della D'Eusanio apparsa parecchi anni fa durante uno dei suoi programmi TV, a parte il ricordo indelebile che ha lasciato negli spettatori, non pare aver avuto molto seguito fra le donne (a parte le aspiranti veline, attricette, ecc.).

    Barnard si è messo in testa l'idea che il sesso dovrebbe essere sempre libero e gratuito per togliere la nefasta influenza economica dei rapporti mercenari ed eliminare così l'orrendo vizio della venalità femminile.

    Ma si rende conto che pretende come minimo di eliminare concetti semi-sacri tipo domanda e offerta, B.E.P. (ovvero del punto di parità in cui le curve si incrociano) e molto altro ancora dato che non nomina la parola amore ?

    Certo, aumentando a dismisura l'offerta, il punto di incrocio (che determina il prezzo dello scambio), si abbassa al punto di tendere allo zero.

    Non lo dice, ma ci sono significativi precedenti nel campo del volontariato in generale che potrebbero, in linea teorica, dargli una parte di ragione.

    In campo informatico il concetto è stato addirittura istituzionalizzato nel software libero (ovvero scritto e donato liberamente come si offre gratuitamente una birra).

    Questa spinta a fare e a donare gratuitamente per a all'altro solo per il piacere di farlo e di vedere i buoni risultati che ne scaturiscono è stata notata e utilizzata in mille modi in ogni campo.

    Non si tratta di amore ma di qualcosa di più dell'interessamento curioso.

    Questa tendenza l'hanno sfruttata perfino i venditori di giochi e videogiochi.

    Fra i tanti prodotti di successo, si ricorda il Tamagotchi, un gioco in cui un esserino piccolo e virtuale a intervalli regolari rompeva l'anima per essere accudito virtualmente; lo scopo dichiarato era quello di insegnare l'accudimento di un cucciolo in generale; in realtà per il fine commerciale delle vendite si sfruttava moltissimo l'unione della componente ludica con quella dell'impegno virtuale e il bello è che milioni di persone hanno speso soldi e tempo per occuparsene.

    Ecco, l'idea del Tamagotchi è quella che mi viene più in mente dopo la lettura della proposta di Barnard: a intervalli regolari il Tamagotchi di turno reclama attenzioni e "qualcuna" se ne occupa gratis.

    continua ...

    RispondiElimina
  7. Adetrax22:02

    ... continuazione

    Ma si, in fondo il sesso dovrebbe essere solo un gioco, un passatempo gratuito disponibile per tutti senza distinzioni di razza, casta, censo e perfino indirizzi politici, religiosi o d'età !

    Via tutti quei legacci sorpassati del passato, tipo matrimonio, convivenza o fidanzamento.

    Insomma, sarebbe un incredibile atto rivoluzionario di giustizia sociale: perchè nessuno ci ha pensato prima ?

    Non ho però capito perchè non ha scritto una lettera speculare anche agli 8 milioni di clienti italiani del sesso a pagamento per sapere se a loro le cose vanno bene così visto che il tempo è sempre poco e non è il caso di perderlo con tentativi a vuoto o rischi ignoti.

    Non ho neanche capito perchè enfatizzi solo il lato sessuale; cosa vorrebbe, che quando uno ne ha voglia possa chiamare le amiche compiacenti e alla prima disponibile riceva senz'altro un po' di free sex gratuito, che forse neanche a lei dispiace, e con tanti tanti complimenti carini di contorno ?

    E queste amiche a chi dovrebbero darla, solo a uno o a chi pare loro ?

    Nel caso di tante a uno potrebbe essere il modello harem che tanto piace a certi ometti (un re del Marocco dei secoli passati è arrivato a oltre 800 figli con questo modello).

    Nel caso di una a tanti potrebbe essere il sistema delle visite, che credo si usi in certi luoghi dell'Asia (ma potrei sbagliarmi visto che ho solo un labile ricordo di moltissimi anni fa), in cui l'ometto di turno fa un po' di strada e va a visitare una donzella che si dichiara disponibile; gli è permesso entrare solo se lei espone un segnale in codice che indica il "via libera".

    In questo modello, i figli appartengono sempre e comunque alla donna che li alleva in concomitanza con i maschi che fungono però solo da baby sitter a tempo e come forza lavoro per lavori stagionali diretti e decisi dalla donna.

    Relazione umana, convivenza o altro ancora no, eh, non è che Barnard vuole insinuare che statisticamente una buona parte delle donne sono poco sopportabili / desiderabili al di fuori della loro funzione primaria o di ambiti lavorativi ?

    Si, perchè se la sua visione è solo quella incentrata sulla fatica di battere strade e locali vari per abbordare ogni settimana quella che gliela può dare, allora mi sembra che gli manchi qualcosa.

    Cosa c'è sotto, ha interrotto qualche relazione importante, ha divorziato o comunque ha un contenzioso in corso con una sua ex dolce metà ?

    Ci manca poco che dica: guardate cosa è successo a papi per averci provato e si che ha pure pagato parecchio.

    Mah, misteri della psiche umana !

    Che il problema sia solo il pochissimo tempo libero che rimane dopo il lavoro e altre appassionanti attività ?

    RispondiElimina
  8. filippo23:45

    dice adetrax
    Che il problema sia solo il pochissimo tempo libero che rimane dopo il lavoro... ?

    Credo che non sia tanto un problema di quantità di tempo libero a disposizione, quanto piuttosto quando e dove. Nel senso che se domattina ho fissato un incontro alle 11 e mi arriva a casa un ospite la sera prima. che faccio? Disdico? e come? mica posso avvertirla a quell'ora potrebbe essere in compagnia del marito, o del compagno. E allora? Allora le telefoni e disdici l'incontro un quarto d'ora prima. Figura de mier... e seccatura di entrambi.

    Se invece vai a puttane, come fa Barnard, di queste figuracce non ne fai. Ci vai lo fai hic et nunc e amen.

    RispondiElimina
  9. Marcello00:17

    Non condivido per niente l'opinione di Barnard. Per quanto mi riguarda non ho mai corteggiato una donna, ma solo per pigrizia, non per altro. Da ragazzo somigliavo a Jim Morrison, e le ragazze mi correvano dietro, quindi non c'era bisogno di corteggiarle. (ne avevo diverse contemporaneamente, ed essendo stato sempre molto distratto davo a tutte appuntamento allo stesso posto e alla stessa ora. prima si menavano tra di loro poi tutte insieme menavano a me quando arrivavo). Le ragazze erano molto dirette con me, qualche volta brutali. Solo mia moglie mi ha un po corteggiato.

    RispondiElimina
  10. filippo06:40

    @ adetrax
    1) in fondo il sesso dovrebbe essere solo un gioco...

    2)Via tutti quei legacci... matrimonio, convivenza o fidanzamento... perchè nessuno ci ha pensato prima?

    a) Macchè gioco e gioco. E' prima una impellente necessità, poi trasformala come vuoi.

    b) Nessuno ci ha pensato prima a sbarazzarsi dei legacci? Ma se a forza di pensarci è diventato il tormentone della vita!

    RispondiElimina
  11. antonella09:53

    Poverini, non avete capito nulla!
    Grande Barnard!

    RispondiElimina
  12. Dimanga09:55

    Mah, ma che succede ai giornalisti non embedded?
    Prima Fini, poi Barnard, tutti con problemi di relazione con le donne.
    Forse a furia di guardare cosa c'è dietro sono andati in confusione?
    Ma come si fa a banalizzare (squallidamente) la complessità dei sessi?
    Spero incontrino la pace di un rapporto soddisfacente e che continuino a scrivere di cose a loro più consone.

    RispondiElimina
  13. Sono d'accordo con Rouge (polemica sterile, ognuno fa ciò che vuole, anche in base all'educazione ricevuta e ai condizionamenti sociali e culturali). Barnard mi sembra un po' sfigatiello, in fondo il mondo è pieno di donne e uomini che danno preminenza al sesso, ludico o non ludico che sia.

    RispondiElimina
  14. irene12:41

    Guardando su You-Tube ho capito perchè Barnard dà fastidio a tanti: ha smascherato le 'bufale' arroganti di Travaglio più di una volta, quindi Barnard va stroncato a prescindere: bravi!
    Lame sei la nipotina di Travaglio?

    RispondiElimina
  15. Come al solito è un uomo che ci dice cosa dobbiamo fare e non fare.
    Naturalmente per il nostro bene...

    RispondiElimina
  16. Lo sapete benissimo cosa ci piace. Guardate tonnellate di film porno con i migliori scopatori del mondo e non riuscite ad imparare un cazzo (scusandomi per la licenza poetica). Qualche lezioncina da Linda Lovelace noi l'abbiamo imparata ma voi quando guardate Rocco in azione dove guardate
    Cari maschietti, non cadete in un simile errore: nonostante ciò che dice la nostra cortese ospite - che ci crea il sospetto, con la sua frase, di conoscere molto poco l'immaginario standard femminile - se volete piacere a una donna, dimenticatevi assolutamente di Rocco Siffredi e comportatevi come si comporterebbero George Clooney, Brad Pitt o, meglio ancora, Robert Pattinson e Leonardo di Caprio (se si preferiscono le adolescenti rispetto alle donne già fatte); anche il buon vecchio Sean Connery è un discreto modello, soprattutto per le signore un po' attempate. Lasciate perdere assolutamente Steven Seagal, Arnold Schwarzenegger e Clint Eastwood prima maniera: il duro spaccatutto non funziona proprio, tranne per qualche metallara esaltata.
    Così come noi maschi adoriamo d'essere ingannati dalla "porcona mangia-uomini" che, pur avendo avuto decine di rapporti, sbava per poter godere d'una notte (beh, facciamo cinque minuti, dai) d'amore con noi, cazzutissimi tombers de femme, parimenti le donne vogliono essere ingannate da un maschio apparentemente imprendibile, da un uomo "selvaggio" che, perdendo incredibilmente la testa per la fortunata vincitrice del concorso "acchiappalo al lazo", rinuncia alla sua vita sino ad allora avventurosa e sregolata e accetta di condividere con lei il fuoco d'un romantico caminetto, anche fosse in un monolocale ammobiliato dell'interland torinese.
    Se sarete capaci di recitare questa parte, cuccherete come conigli, altrimenti ... seghette.
    Questo, fino a quando non arrivate all'età in cui lo sforzo supera il gusto, e di recitare non avete più proprio più voglia; anzi, vi viene la nausea solo a pensare alle migliaia di volta in cui avete pronunciato sempre le stesse frasi e avete ricevuto sempre le medesime risposte, con varianti infinitesime, fossero rosse, brune, gialle, bianche, nere, ispaniche, asiatiche o della Riviera Romagnola. E allora, vorreste terminarla con questa ipocrisia, ma sapete che non si può, dato che la società ha le sue regole e chi non le rispetta è fuori.
    (P.S. dimenticavo: gran parte delle ragazzine di oggi, non viene con voi, se non siete disposti a procurar loro un po' di "roba". State un po' più attente, mamme: non sono mica gli angioletti che credete voi).

    RispondiElimina
  17. @->Lector: Però lo confesso, a me Clint Eastwood prima maniera, e pure dopo... ;-D

    RispondiElimina
  18. Area08:58

    Solo un appunto sui maschi divoratori di porno. Io ignoravo chi fosse Rocco Siffredi e quali fossero le sue doti artistiche, prima che un'amica mi spiegasse tutto dei suoi film.

    RispondiElimina
  19. Come si può leggere in calce ai commenti, lui non può rispondere perchè non ha tempo. Peccato.

    RispondiElimina
  20. Nota che hai detto che le donne si attaccano agli uomini stronzi. Ma quelle "mignotte", però.
    Complimenti, sei un mito!

    @ Adetrax
    penso che tu abbia dato la risposta definitiva a Barnard. Davvero, sono seria, sottoscrivo tutto.

    @ marcello
    Assomigliavi a Jim Morrison?? M'hai detto cotica! Lo credo che ti correvano dietro.
    Però, vedi, la ragazza che ti ha corteggiato te la sei sposata. Vorrà significare qualcosa?

    @ filippo
    per l'impellente necessità, chiedi a qualunque uomo (e anche ad una donna) c'è la masturbazione. Sempre disponibile, pulita, non si corrono rischi, nessuno ti fa pesare che vieni troppo alla svelta e, come dice Woody Allen, "è sesso fatto con qualcuno che amo veramente".

    @ Dimanga
    Già, è vero. Dopo Massimo Fini, Paolo Barnard. Dev'essere un virus che gira nelle redazioni.

    @ irene
    nipotina? Ho quattro anni più di Travaglio.

    @ Lector
    scusa lector ma di uomini che piacciono alle donne non capisci proprio niente. Sono d'accordo con Galatea, Clint aveva il suo perchè. Guardate un film come "La notte brava del soldato Jonathan" e lo capirete.
    Eh, lo so che voi Rocco manco lo considerate. Troppo imbarazzante sottoporvi a confronti.

    @ area
    ecco, lo sapevo. Sta a vedere che adesso i porno li guardano solo le donne. Come direbbe Ghedini: "MAVALAAAAA!!!!"

    RispondiElimina
  21. Area10:37

    I pornoattori più famosi sono maschi. Come mai ?

    RispondiElimina
  22. lolle12:08

    @ irene

    Irene, tu fai lo stesso errore dei travaglioboys, prendere per oro colato tutto ciò che dice, sostenere le sue tesi anche quando è in evidente errore! Io stimo Barnard per il suo lavoro da (vero) giornalista, ma con questo articolo (“Sono andato a puttane!” più quello di risposta) è andato completamente fuori dal seminato, cadendo pericolosamente nel qualunquismo. Nella vita bisogna essere critici e acritici, altrimenti è meglio star zitti.

    RispondiElimina
  23. filippo15:19

    @ Lameduck
    sì, la masturbazione la conosciamo tutti, ci mancherebbe.
    Ma il piacere più completo e quello di leccarsi le ferite a vicenda dopo l'orgasmo. E non v'è sega o dito che possano darti questo. Diglielo a W. Allen e, forse, anche a te stessa.

    RispondiElimina
  24. filippo15:22

    Lameduck ha detto...
    Nota che hai detto che le donne si attaccano agli uomini stronzi. Ma quelle "mignotte", però.

    Immagino ti riferissi a me. Preciso. La rabbia dopo una delusione ti apre gli occhi. E le donne diventano solo "mignotte"... fino alla prossima. Questo intendevo dire

    RispondiElimina
  25. @ Area
    non sono d'accordo. In Italia è sicuramente più popolare Moana di Rocco.

    RispondiElimina
  26. Filippuccio bello, come sei nervoso. Toccato qualche nervo scoperto?

    Ma il piacere più completo e quello di leccarsi le ferite a vicenda dopo l'orgasmo. E non v'è sega o dito che possano darti questo. Diglielo a W. Allen e, forse, anche a te stessa.

    Oplà, credi forse che non lo sappia? Ragazzaccio. Solo che non mi pare proprio vi sia da leccare alcuna ferita. Casomai c'è da farsi una bella dormita soddisfatti. O per te il sesso è una battaglia? Per me non lo è.

    Non volevo darti dello stronzo, ho solo notato come, le ragazze che preferiscono i vincenti (che possono benissimo essere gli stronzi della situazione) diventano per te mignotte. Gnè gnè... ;-)

    RispondiElimina
  27. luisa17:25

    Filippo, Filippo perché cerchi di spiegare le tue idee a chi conosce solo il Bignami?
    Rischi di essere bannato!
    Cattivo!

    RispondiElimina
  28. Anonimo21:23

    Salve,

    trovo molto interessanti e condivisibili - e per giunta condite di una sana ironia - le considerazioni di Lameduck su Barnard.

    Anch'io sono molto perplesso da questa sua presa di posizione, che penso motivata da esperienze personali negative, più che da una lucida analisi della questione del rapporto fra generi.

    Mi limito solo ad una considerazione: anche l'isteria sessual-affettiva dimostrata da molti uomini li connota, in alcuni casi, come vittime della mentalità sessuofobica e maschilista che permea la società in cui viviamo.

    Simili comportamenti isterici nascono, più che da una qualche intrinseca propensione al maschilismo e alla misoginia, da un rapporto fra i generi che è viziato da tutta una serie di interferenze sociali e culturali difficili da spazzare via.

    Per prima cosa, vorrei si tenesse presente che i maschietti sono vittima, fin da quando cominciano a maturare sessualmente, di un marketing violento che ha come veicolo (e, indirettamente, come oggetto) il corpo femminile. Questo bombardamento non può certo lasciare indenne la psicologia di un essere umano in formazione, ed è secondo me una delle radici delle forme più deteriori di approccio alla sessualità e alla relazione che viziano poi molti uomini adulti.

    Poi c'è un altro fattore da considerare, secondo me. Ossia le strategie di autodifesa che le donne hanno elaborato per sopravvivere ad una realtà imperniata sul predominio maschile, dalla famiglia, al posto di lavoro, fino alla quasi totalità degli ambiti sociali.

    L'errore di Barnard consiste nell'interpretare queste strategie come sinonimo di conformismo e pavidità (quasi che tutte le donne le assumessero consapevolmente e con intenti sadistico-punitivi) e questo compromette alla radice la sua requisitoria.

    Queste strategie sono adottate nella maggior parte delle volte inconsciamente, sicché forse è proprio questa mancanza di consapevolezza (di "autocoscienza di genere", mi verrebbe da dire), ad ostacolare il cammino verso un più sano rapporto fra i generi.

    Ma che senso ha attribuire alle donne la responsabilità - o addirittura la colpa - di tutto questo??? Uomini e donne, in quanto individui singoli e non categorie, sono egualmente vittime di un sistema basato sull'accentuazione delle differenze e sul loro uso in funzione autoritaria, di controllo.

    Sovvertire i rapporti di potere generati da tutto questo è essenziale. Però ciò non può avvenire secondo me solo da una parte... né le donne da sole, né gli uomini da soli potranno mai sperare di cambiare qualcosa; solo cominciando a provare una maggiore empatia, solo cominciando a "mettersi nei panni" gli uni delle altre e viceversa sarà possibile spezzare tutto questo...

    Certo è che in questo come in molti altri casi, è d'obbligo che il primo passo sia compiuto da chi, anche solo per una contingenza storica, si trova nel ruolo di maggior potere. Se però un passo del genere non viene compiuto, inutile lamentarsi di essere "in guerra". Se chi ha dalla sua secoli di dominio non comincia facendosi un sano esame di coscienza e agendo responsabilmente, è ovvio che chi sta "dall'altra parte della barricata" gli farà la guerra... magari inconsciamente, attraverso strategie di difesa come quelle di cui parlavo sopra.

    Chiamando implicitamente a raccolta il genere maschile, per giunta, Barnard sta addirittura compromettendo l'opera EROICA di tutte quelle donne che, pur stando dall'altra parte della barricata e pur trovandosi a loro volta vittime di un sistema opprimente e maschilista, nonostante tutto tendono una mano e rifiutano la logica della contrapposizione guerresca.

    RispondiElimina
  29. Area22:43

    Moana è conosciuta perché ha fatto televisione, come Ilona Staller è conosciuta per aver fatto il deputato. Non ho mai visto un film porno delle due. Non ho, in realtà, mai guardato un film porno.

    RispondiElimina
  30. luisa, m...
    E' ufficiale, il troll è andato a Casablanca.

    RispondiElimina
  31. Caro anonimo, sono d'accordo con te.
    E' vero che non si può accusare le donne di non voler fare la rivoluzione anche per i pigroni come Barnard.

    Però, la prossima volta, firmati in qualche modo. Ok?

    RispondiElimina
  32. @ Area
    Devi essere molto giovane, se conosci Moana e Cicciolina solo per le loro imprese extraporno. ;-)

    RispondiElimina
  33. filippo00:21

    @ Lame.
    No, per carità, non sono affatto nervoso. Ti dirò che dopo averlo fatto non dormo mai senza riprovarci almeno una volta...

    @luisa scrive:
    Filippo, Filippo perché cerchi di spiegare le tue idee a chi conosce solo il Bignami?
    Rischi di essere bannato!
    Cattivo!

    Ti giuro luisa che non l'ho capita. Puoi essere più chiara per favore? Grazie

    RispondiElimina
  34. sul sesso ludico io ti propongo questo video:
    http://www.youtube.com/watch?v=eTyJo7RSULM&eurl=http%3A%2F%2Fwww.blogapuntate.it%2Fpost%2F127%2Fvideo-sex-and-the-city-stagione-1-episodio-1-lincipit&feature=player_embedded#t=137

    e la domanda che ho posto al sig. Barnard:
    Però una domanda mi sorge spontanea… se una donna, dopo l’estenuante e faticoso rito del corteggiamento risolve il tutto con un’alzata di spalle o con un “non mi stressare” non sarà perchè semplicemente non le piaci? E che quindi non vedrebbe così gradevole e ludico spassarsela con l’uomo in questione? Così, semplicemente, senza tirarsela?

    Anche se resto affascinata dalla proposta di darla indifferentemente a tutto il mondo per debellare la prostituzione e la pornografia... quasto farebbe di me una specie di Madre Teresa no? :P

    RispondiElimina
  35. @-->Lameduck
    e p.c.
    @-->Galatea
    scusa lector ma di uomini che piacciono alle donne non capisci proprio niente. Sono d'accordo con Galatea, Clint aveva il suo perchè.
    Beh, insomma... prova a fare un sondaggio tra le tue lettrici e chiedi loro se preferiscono George Clooney o Rocco Siffredi (nell'elenco avevo dimenticato Richard Gere).
    Non mentire a te stessa per fare l'emancipata: le dimensioni sono importanti, ma il piacere d'una donna non è un mai stato legato a un fattore di semplice meccanica.
    Su Clint posso anche sbagliarmi: è sempre stato uno dei miei attori preferiti, ma non credevo suscitasse altrettanto interesse nel gentil sesso. Anche perché, assieme alla pesca, ai sigari e ai film porno, il western è un'altra delle cose che proprio non va giù alla stragrande maggioranza delle donne e, per me, il buon vecchio Clint è ancora "western" allo stato puro.
    :-D

    RispondiElimina
  36. GM dice che è un poverino.
    Rouge ad ogni articolo si "sganascia" dalle risate.
    Papera dice che gli è dato di volta il cervello.

    E via. A prese per i fondelli, sospinti forse da un articolo che parte dal pensiero femmino-centrico, che proprio nei due -effettivamente sterili- articoli di Barnard viene evidenziato e, giustamente, negativamente indicato.

    Parliamo poi della conclusione del suo post, Lameduck: "Come dire: perchè, oltre a lavare, stirare, scaccherare i figlioli e i vecchi, lavorare otto-ore-otto, far da mangiare, raccogliere i vostri panni sporchi, farvi i bagagli quando si parte, pulire l'asse del cesso dopo che avete pisciato perchè è troppa fatica alzarla, darvi lezioni di Sesso Selvaggio Corso Avanzato ogni sera, anche e soprattutto quando abbiamo mal di pancia, curarvi un semplice raffreddore come se fosse un'infezione da Ebola e insomma servirvi di tutto punto, dopo tutto questo, "perchè cara non vai di là a farmi pure la Rivoluzione"?". Ora, non so che uomini ha conosciuto, però se quello di cui sopra è il loro profilo, capisco il suo livore -ci mancherebbe, qui sembra di star a leggere il programma settimanale completo di una donna delle pulizie o di una tata, non di una donna-moglie-madre-amante-compagna.
    Però, vede, se ci si accompagna a siffatti uomini, è perchè in fondo non ci si è sbattute per trovarne altri, perchè, mi creda, di meglio in giro ce nè. Eccome.

    Solo che alcuni non hanno la grana, ma hanno la panzetta; devono chiedere e le donne cadono ai loro piedi, solo perchè portano scarpe da ginnastica per più di tredici ore; sanno fare dei buonissimi cunnilingus, adorano i preliminari e sanno trovare il fantomatico punto G.
    Quando riescono ad arrivare a queste piacevolissime pratiche, magari dopo aver appagato l'ipertrofico ego femmino-centrico.

    Quello di cui sopra potrei essere io, certo: ve lo lascio credere, anche perchè lei e i suoi lettori avanzerete il dubbio e ve ne convincerete in una trama di pruriginose e "simpatiche" ipotesi divertenti, che stanno alla verità, come Barnard sta alla banalità.
    Però me lo lasci dire, non è così: fino ai vent'anni ho avuto una vita sessuale inesistente, poi son cambiato, mi son reso più interessante e appetibile agli occhi dell'altro sesso, per poi ritrovarmi felicemente legato ad una donna diversa da quelle per cui mi ero "imbellettato", che a conti fatto non valevano tutti gli sforzi profusi.
    Vede: questione di esperienze.

    Quello che mi sfugge però è quanto trapela dal suo scritto, da alcuni dei commenti che ho letto qui e su CDC: a decenni dal post-femminismo, il femmino-centrismo può ancora essere propinato come base per un sano rapporto uomo-donna, o bisognerebbe prendere atto dell'interattività dei ruoli?

    E qui, non sto solo parlando di sesso.

    RispondiElimina
  37. Area23:04

    @Lameduck
    Ho due anni più di te.

    RispondiElimina
  38. paolo barnard07:51

    Sono Paolo Barnard, quel tizio che al contrario del sosia di Jim Morrison non trova gnocca manco in foto. Bel blog, utile. B.

    RispondiElimina
  39. @ Area: il gioco delle bugie lo facciamo dopo!

    RispondiElimina
  40. @ Filippo
    lascia stare luisa, è un troll. Non è nemmeno femmina.

    @ mademoisellemoi
    non sono convinta di una cosa: siamo sicuri che un uomo che ha delle chances con una donna debba faticare tanto? Addirittura penso che se ignora bellamente la tipa abbia molte più probabilità di bucarle l'attenzione. Oh, quanto ci piacciono i belloni che non ci degnano neppure di uno sguardo...

    @ lector
    sul western posso al limite darti ragione. A me non è mai piaciuto più per ragioni politiche che altro. Sono sempre stata dalla parte dell'indiano. Mi è piaciuto "Appaloosa" ma perchè c'era Ed Harris e soprattutto Viggo Mortensen.
    Comunque non credere che alle donne non piacciano i film alla Clint Eastwood.
    Sapevi, per esempio, che "Le Iene" di Tarantino ha più estimatrici donne che uomini? Infatti io amo moltissimo quel film.

    @ Giordano
    Ehm, i difetti che ho elencato non riguardano un maschio solo ma una accurata selezione tra amici, parenti, conoscenti, colleghi di lavoro, compagni, amanti ecc.
    Dai, non mi dirai che non avete il vizio di pensare, al cesso, che il mondo sia popolato solo da penemuniti!
    Dai, non mi dirai che, in regime matrimoniale, non lasciate mai i calzini in giro e chiedete "dov'è l'accappatoio? " sapendo benissimo che è al solito posto.
    Se vuoi ti posso fare l'elenco, dopo quello dei difetti, dei pregi degli uomini di cui sopra.

    Inoltre, non pensate che a tutte le donne piacciano le stesse cose.
    Ne ho lette di tutti i colori e generalizzazioni: che a noi non piace il pompino, che ci piace da matti il cunnilingus, che adoriamo i preliminari e sceglieremmo Clooney al posto di Siffredi.
    Beh, esiste anche chi risponderebbe "sbagliato" a tutte le affermazioni di cui sopra.

    Per rispondere all'ultima domanda: sinceramente non so cosa sia il femmino-centrismo. Riguarda quella cosa che l'uomo ha sempre in testa? ;-)
    (scherzo, è ovvio...)

    RispondiElimina
  41. @ Area

    Allora sei solo un bravo ragazzo molto virtuoso che non è cresciuto guardando cosacce come Cicciolina e Pito Pito.

    @ paolo barnard
    ma sei veramente, veramente, veramente Paolo Barnard?
    Mumble, mumble...

    RispondiElimina
  42. Beh, esiste anche chi risponderebbe "sbagliato" a tutte le affermazioni di cui sopra.
    Indubbiamente possibile, ma statisticamente rappresenta una minoranza.
    Del resto, ci sono anche uomini che adorano lavorare a maglia. Capperi, non c'è nulla di male ad avere gusti che non si conformano a quelli della folla: io odio il calcio, non tollero la pizza e non mi piace il gelato, ed a me va benissimo così! :-D :-D :-D

    RispondiElimina
  43. @ lector
    ah, andiamo. Se ci mettiamo a parlare di statistiche... che palle, vogliamo calcolare anche la varianza? Il mondo è bello perchè è vario. Donne che amano i fumetti di Tex e uomini che guardano Beautiful.

    RispondiElimina
  44. Area16:53

    Intendevo dire che non dobbiamo cadere nei luoghi comuni. I maschi guardano film porno, soprattutto nel periodo dell'adolescenza ed insieme a "Manuela" (il primo amore che non si scorda mai). Le donne, anche se per retaggio culturale devono mostrarsi poco interessate al sesso (non sta bene!), guardano porno almeno quanto i maschi.

    RispondiElimina
  45. paolo barnard18:35

    Sì, sono proprio Barnard. Visto l'insuccesso semi totale della mia mano tesa a voi donne sulla catastrofe del sesso commercial-mediatico, posso almeno chiedevi se qualcuna di voi è così compassionevole da darmela? Noto che molte di voi hanno, con acume, notato che sono, in fondo, un affamato un po' sfigatello. In effetti... Nel caso, ringrazio fin da ora la benemerita pia donna che compirà questo atto di bene. B.

    RispondiElimina
  46. Area17:20

    @paolo barnard

    "Alle donne non chiedere niente, perché niente ti possono dare."

    (Ron riveduto e corretto)

    RispondiElimina
  47. Lameduck: ti sembrerà strano, ma io vivo con una donna che lascia in giro le sue autoreggenti, che non prepara i bagagli perchè ritiene io li prepari meglio, che abbandona le sue mutande per terra, che lascia sia io ad occuparmi -il buon 80% delle volte- dei bisogni del nostro cane e della sua cura e del suo lavaggio, che adora lasciarmi cucinare (sebbene la cosa sia più sua!).
    Come vedi quanto da te scritto è, almeno nel mio nucleo famigliare, equamente diviso.
    Dato che è lei a creare confusione in casa, utilizzando molte volte il mio accappatoio, che prima stava "al solito posto", abbandonandolo in giro per l'appartamento, sono costretto a chiederle dove diavolo stia! :)

    Le generalizzazioni sono pruriginose anche a parti invertite e, come si dice per la sintesi, servono solo a banalizzare discorsi più complessi per le persone banali e intellettualmente pigre: tu, da quanto ho comunque letto, non lo sei.
    Io non penso di esserlo.
    La storia dei cunnilingus era una risposta ai luoghi comuni che spesso fanno da sfondo alle recriminazioni femminili, che tu non hai lesinato nel tuo post. Ecco tutto.

    Venendo agli uomini che conosci, ripeto quanto detto: ma che uomini conosci?! Sono uomini del 2000 o sono rimasti a qualche decennio fa?!

    Per quel che riguarda femmino-centrismo, intendevo dire quel pensiero, quella filosofia di vita, giustamente indicata da Barnard -ma indirettamente ripresa da te- che vi fa dire, scrivere, comportarvi e quindi PENSARE, che qualsiasi gesto di conciliazione, di avvicinamento fisico e morale e intellettivo, debba partire in primis dall'essere col pisello.

    RispondiElimina
  48. P.S. Mai pensato -e mai penserò- che a voi donne piacciano le stesse cose.
    Ne ho avute poche, ma tutte diverse per gusti.

    Ma tutte confluenti su alcuni punti: l'immobilismo sessual-culturale indicato da Barnard; il femmino-centrismo, di cui ti parlavo; il difensivismo delle proprie idiosincrasie anche quando evidenti.

    Quelle che conosco ora -a parte la mia attuale compagna- non fanno eccezione. Purtroppo.

    RispondiElimina
  49. butterball05:11

    Lameduck e la sua collega blogger Galatea parlano di darwinismo e selezione pur dichiarandosi di sinistra, complimente per la coerenza.
    Provate ad immaginare di avere un figlio bruttarello, basso, non brillantissimo nei rapporti con le ragazze e che colleziona due di picche un tanto al chilo. mi immagino che ad una sua richiesta di conforto gli rispondiate: "figlio mio, è la selezione. Le donne vanno solo con chi trovano attraente e tu non lo sei, devi darti una svegliata o devi fartene una ragione. Ma non ti preoccupare, c'è sempre la masturbazione, pratica ed economica".
    Anch'io ho fatto ricorso alla prostituzione perché banalmente non trovavo "nessuna che me la desse", ma ho l'impressione che questo tipo di concetto risulti oscuro a parecchie donne che possono contare su un'offerta di sesso costante. Per proseguire il parallelo economico, i vostri discorsi sono paragonabili al datore di lavoro che vedendo un disoccupato di lungo corso lo rimprovera sarcasticamente: "ma come fai a non trovare un lavoro? con tutti gli annunci che ci sono sui giornali!"
    Io trovo l'intervento di Barnard come un invito a vivere il sesso in modo piu spontaneo senza prenderlo come una prova d'esame, nonostante certe sue spigolosità espressive che possono indurre al fraintendimento.

    RispondiElimina

SI PREGA DI NON LASCIARE COMMENTI ANONIMI MA DI FIRMARSI (anche con un nome di fantasia).


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...