venerdì 23 ottobre 2009

Neanche un goccio

Mi dispiace ma il PD non mi frega più. Sul serio, ogni limite ha una pazienza. Altro che seconda chance se no il nano ha vinto, è finita, non ci salviamo più. Ne hanno avute fin troppe, di occasioni. Eleggano chi vogliono, tanto l'indomani ricominceranno a pomiciare con chi fanno finta di contrastare.

Votare per le primarie? Neanche se Franceschini venisse a casa mia in tanga leopardato. Nemmeno se Marino mi regalasse questa Aston Martin cromata a specchio.
Neanche se Bersani mi recitasse tutto il Mahābhārata in ginocchio sui ceci.
E se incontrassi D'Alema nel deserto, lui quasi morto di sete, agli ultimi spasimi, ed io con una bella coca fresca in mano, piuttosto la darei al cammello. (La cocacola).

Io non dimentico.

26 commenti:

  1. Io non dimentico.

    RispondiElimina
  2. Cara amica Lameduck,


    francamente non riesco a capire certi tuoi atteggiamenti "talebani".

    Nonostante io sia di destra considero molto positivamente questa prova di democrazia del PD: mi piacerebbe che le primarie si facessero anche per scegliere il nostro capo.

    Io non andrò a votare per queste primarie naturalmente, perchè non è il mio schieramento, ma sarei felice se vincesse Bersani.

    Io sono sempre stato molto critico con il governo Prodi, ma quando Bersani ha fatto le liberalizzazioni ho immediatamente applaudito a queste riforme del governo. Le liberalizzazioni di Bersani sono rimaste incompiute (i voti dei notai, farmacisti, avvocati, ingegneri ecc. facevano gola anche ai partiti della sinistra), ma sono state comunque positive.

    Il governo di centro destra parla tanto di liberalizzazioni, ma fino a questo momento non ha fatto neanche un centesimo di quello che ha fatto Bersani (anzi a dire il vero non ha fatto proprio niente al riguardo).

    Ciao Davide

    RispondiElimina
  3. Amichetta20:06

    Si!!!
    From my cold dead hands!!!

    :D

    RispondiElimina
  4. come non darti torto!!
    io non so se e chi voterai ma cio' non ha importanza.
    noi che "siamo invidiosi del nano"come ci etichettano i berluscones,avremmo potuto accordarci per votare il meno peggio,ma chi lo vuole questo meno peggio?
    quando una destra che e' al potere con ampia maggioranza e' costretta,per mantenere una parvenza di democrazia,a fare opposizione al suo interno(vedi fini,tremonti) significa che nella parte sinistra del parlamento qualcosa non funziona.
    io da parte mia ne ne staro' a sedere sulla riva del fiume aspettando,incuriosito,di vedere quanti e quali cadaveri passeranno.
    cosi' facendo risparmio anche due euro che al giorno d'oggi "non si sa mai"

    RispondiElimina
  5. Adetrax20:58

    Io non dimentico.

    Ecco brava, almeno una che lo dice.

    Nel PD ci sono le "correnti" e i vertici faticano o non riescono o forse non hanno neanche interesse a mantenere la rotta della nave.

    Peccato però; anche se a questo livello di disillusione c'ero arrivato già qualche anno fa, dispiace che persone tutto sommato ancora valide e non decrepite non possano ricevere fiducia per il sistema in cui sono immerse.

    Facciamo un esempio, se il triumvirato fosse in lizza in un altro paese europeo, forse non sarebbe così condizionato da entità interne ed esterne al partito e una volta raggiunta una posizione di comando potrebbe anche impegnarsi in quello che promette di fare.

    Purtroppo siamo in Italia ... qualcuno ha deciso già decenni fa che sto cavolo di programma piduista doveva essere portato a termine, volenti o nolenti, con le buone o con le cattive con tutte le varianti gnomiche richieste dagli eventi.

    Il problema nel problema è che le persone che lo portano avanti assomigliano sempre più a quella sporca dozzina (ma sono dozzine di migliaia) di tagliagole che si usano per le missioni poco pulite e compromettenti e poi ogni giorno si scopre quanto quasi tutti siano compromessi e invischiati in "relazioni pericolose".

    In breve, dato che l'obiettivo resta sempre quello, non c'è neanche l'interesse ad esporsi eccessivamente perchè tanto poi remano tutti contro tanto più forte quanto più ci si impegna.

    L'unica curiosità che resta è questa:
    se alle primarie del PD partecipassero che so 10 o 15 milioni di persone, determinate a far mantenere le incaute promesse di intenti fatte durante la mini campagna elettorale, cambierebbe qualcosa nel clima generale ?

    E se si, poi i vertici correrebbero il rischio di doversi dimettere per eccesso di successo ?

    RispondiElimina
  6. non gliela darei nemmeno io
    Prim

    RispondiElimina
  7. Ho già dato una volta.
    Neanch'io dimentico, perciò domenica se devo fare la fila, preferisco farla per vedere Parnassus, il nuovo film di Terry Gilliam, cosa che sicuramente mi darà più soddisfazione.

    RispondiElimina
  8. Ivan21:25

    Finchè vi saranno compagni che si vergognano e rinnegano il passato comunista,
    finchè essi non ritroveranno il coraggio e i coglioni di definirsi orgogliosamente COMUNISTI e STALINISTI,
    l'opposizione a Berlusconi cadrà sempre più in basso in Italia
    e il Nano ci schiaccierà.

    RispondiElimina
  9. Anonimo22:53

    No, neanche io dimentico, anche se mi sono arrivate ben 16 e-mail da ulivo e dintorni, per sollecitarmi ad andare a votare.
    Non voterei neanche se mi pagassero, figuriamoci se devo anche pagare 2 euro ai poveri ricchi!
    Col cavolo!
    Roberta da Sydney

    RispondiElimina
  10. Mah. Io mi trovo abbastanza d'accordo con Giglioli, invece. Il punto chiave a mio parere è che votare per le primarie del PD non è un modo per indicare una preferenza elettorale per il PD, ma per influenzare la sua struttura interna.

    Il voto per le primarie non è un'impegnativa nei confronti del PD, non è il riconoscimento del loro valore attuale o passato; è un gesto che senza costare nulla nel peggiore dei casi non cambia nulla, ma nel migliore potrebbe pure significare qualcosa.

    RispondiElimina
  11. influenzare la sua struttura interna? quanto sei ottimista Oblomov...
    tra l'altro non mi basta: oltre a non dimenticarmi non mi fido più.
    Anch'io ci ho messo a malincuore una pietra sopra, al PD.

    RispondiElimina
  12. Panty11:20

    Bisogna avere fiducia nelle masse; bisogna avere fiducia nel Partito: sono, questi, due principi fondamentali.
    Se nutriamo dei dubbi a questo proposito, saremo incapaci di realizzare qualunque cosa.
    Sul problema della cooperazione agricola" (31 luglio 1955).

    Un partito disciplinato, armato della teoria marxista-leninista, solito a praticare l'autocritica e legato alle
    masse popolari; un fronte unito di tutte le classi rivoluzionarie e di
    tutti i gruppi rivoluzionari sotto la direzione di un simile partito; ecco le armi principali che ci hanno
    permesso di battere il nemico.
    "Sulla dittatura democratica popolare" (30 giugno 1949), Opere scelte di Mao Tse-tung

    Ma erano altri tempi e altri luoghi

    RispondiElimina
  13. Caro amico Ivan,

    ""Finchè vi saranno compagni che si vergognano e rinnegano il passato comunista,
    finchè essi non ritroveranno il coraggio e i coglioni di definirsi orgogliosamente COMUNISTI e STALINISTI,"

    Certamente Silvio è una grave minaccia per l'umanità. Stalin invece era senza dubbio la crema della democrazia e della libertà.

    Ciao Davide

    RispondiElimina
  14. alan12:13

    Massì che facciano quel che vogliono. Figurati se vado a regalar loro due euro con i tempi che corrono. Con tutti i soldi che ci succhiano, destra e sinistra sono compari

    RispondiElimina
  15. lolle12:47

    A tutto questo c'è una spiegazione molto semplice. Durante l'era Clinton, che voleva a tutti i costi il consenso dei Repubblicani, nasce “la Nuova Sinistra” (negli USA, New Democrats). Questa nuova visione, ovvero la nuova sinistra di destra, verrà successivamente adottata dalle sinistre europee. Non è un caso che proprio sotto la (nuova) sinistra partiranno privatizzazioni, liberalizzazioni, deregulation finanziaria (vedi Clinton), flessibilità, o meglio precarietà sul lavoro (vedi sempre Clinton), abbraccio dell’ideologia del neoliberismo.

    Questo non significa che la destra non ha le sue responsabilità, le ha eccome, infondo la destra rimane pur sempre di destra!
    È la sinistra ad essere cambiata! Ed è il motivo principale per cui in Italia manca la “vera opposizione”. Se la sinistra non farà un passo indietro, sarà la fine!

    Non sto delirando, è la verità!

    Saluti…
    lolle

    RispondiElimina
  16. Anonimo17:45

    Lame, ti voglio bene e ti leggo sempre, di solito mi trovo d'accordo con te, ma non questa volta.
    Io andrò a votare, anche se questa opposizione è tanto scalcinata e i candidati non sono i migliori.
    Si può votare anche scheda bianca, ma trovo che sia importante partecipare, esserci, contarsi.
    Le primarie sono comunque un valore, non buttiamole via, che senso ha sedersi sulla riva del fiume e stare a guardare? Chi fa così è il migliore alleato di Berlusconi.
    Io la penso così, ciao
    Erne

    RispondiElimina
  17. Ivan20:31

    x Davide
    anzitutto non sono nè caro, nè tantomeno amico tuo.
    Secondo, Stalin in pochi decenni ha trasformato un paese medievale con ancora in atto la servitù della gleba, nella potenza economica e politica mondiale ora depredata dalle mani mafiose che la governano.
    Se reprimere gli oppositori per costruire una società senza sfruttatori e senza sfruttati è un crimine, cos'è la quotidiana ingiustizia che grava sulla pelle di chi lavora onestamente? E quale sarebbe la crema della democrazia e della libertà? Quella delle bombe atomiche? dei bombardamenti a tappeto? quella delle bombe al napalm? o delle bombe intelligenti? O del massacro del popolo palestinese? O dello sfruttamento dei paesi del terzo mondo dove per arricchire le multinazionali si fanno morire milioni di bambini di fame? Quella del Vaticano che sfoggia oro e ricchezze e predica la povertà, per gli altri naturalmente.
    Questa sarebbe la tua crema della democrazia e della libertà? Senza ideali, affogata nel falso benessere delle veline e dei jackpot delle lotterie. Ebbene, io sono orgoglioso di essere STALINISTA, non accetto questa società ipocrita sia di destra sia di sinistra. Io mi dichiaro contro il Capitale e contro il gioco speculativo finanziario. Sono obsoleto? Bene, allora tenetevi le vostre crisi economiche e gli operai per strada.

    RispondiElimina
  18. e' gia cominciata la conta
    1)MARRAZZO

    RispondiElimina
  19. Non caro e non amico Ivan,


    "x Davide
    anzitutto non sono nè caro, nè tantomeno amico tuo.
    Secondo, Stalin in pochi decenni ha trasformato un paese medievale con ancora in atto la servitù della gleba"

    Ti ricordo che "La servitù della gleba venne abolita nel 1861, dallo zar riformatore Alessandro II".

    Prima di parlare dovresti documentarti.

    Comunque, ammesso che ci sia qualcosa di vero in quello che scrivi, ti chiedo: è vero o no che Stalin ha deportato e sterminato milioni di oppositori?

    Si richiede una risposta scritta. Grazie.

    Ciao e un bacio da Davide

    RispondiElimina
  20. ivan12:00

    La servitù della gleba venne abolita (formalmente) nel 1861, di fatto persisteva. Ranto per essere chiari!

    Comunque, ammesso che ci sia qualcosa di vero in quello che scrivi, ti chiedo: è vero o no che le crociate, i Papi e le guerre di religione, le rivoluzioni francesi e americane, le guerre civili, le g uerre coloniali, la rivoluzione industriale, lo sfruttamento del terzo mondo, i danni dell'industria chimica in particolare, le bombe atomiche e i missili intelligenti americani, le bombe della nato in serbia e in afghanistan, i lavoro minorile in cina e paesi del terzo mondo ecc ecc ecc i vari Roosevelt kennedy, Nixon, Tatcher, Blair, D'Alema, Berlusconi ecc. hanno seminato bombe e ammazzato milioni di innocenti milioni di oppositori? il tutto per il solo interesse del capitale e non certo per ideali umanitari e di giustizia sociale.
    Si richiede una risposta scritta. Grazie.

    RispondiElimina
  21. Non caro e non amico Ivan,


    ""Comunque, ammesso che ci sia qualcosa di vero in quello che scrivi, ti chiedo: è vero o no che le crociate, i Papi e le guerre di religione, le rivoluzioni francesi e americane, le guerre civili, le g uerre coloniali, la rivoluzione industriale, lo sfruttamento del terzo mondo, i danni dell'industria chimica in particolare, le bombe atomiche e i missili intelligenti americani, le bombe della nato in serbia e in afghanistan, i lavoro minorile in cina e paesi del terzo mondo ecc ecc ecc i vari Roosevelt kennedy, Nixon, Tatcher, Blair, D'Alema, Berlusconi ecc. hanno seminato bombe e ammazzato milioni di innocenti milioni di oppositori? il tutto per il solo interesse del capitale e non certo per ideali umanitari e di giustizia sociale.
    Si richiede una risposta scritta. Grazie""

    Nella maggior parte dei casi no.

    Però ognuno degli esempi che hai fatto meriterebbero ore di discussione per essere trattati con un minimo di serietà.

    Comunque mettere assime crociate, rivoluzioni e guerre contemporanee non ha molto senso.

    Ciao Davide

    RispondiElimina
  22. quasi quasi vado e voto Zapatero. Tanto per dargli un' indicazione.

    RispondiElimina
  23. @davide
    Ti piacciono le cose fatte da Bersani ma comunque continui a sostenere Berlusconi perchè ti difende dai comunisti. Insomma, sei un po' tardo.

    @ rossoallosso
    Consiglio questo pezzo di Travaglio che spiega come fu concepito il Lodo Alfano, con la complicità del PD e del Presidente Neapolitaner.

    @ erne
    anch'io ti voglio bene ma resto della mia opinione. Il PD ci sta prendendo in giro. Hanno governato lasciando tutti i mezzi di comunicazione in mano al nano così ogni giorno erano spalate di letame su Prodi. Hanno cacciato Prodi pe questioni di principio. Veltroni e Rutelli hanno rimediato due delle trombate più clamorose della storia e sono ancora lì mentre all'estero starebbero a coltivare pomodori nell'orto. Non vado avanti per carità di patria.

    @ prefe
    Zapatero? Maghero!

    RispondiElimina
  24. Ivan17:32

    x davide
    non sei capace di rivolgerti a qualcuno senza i pistolotti del caro o non caro? o credi di essere spiritoso?
    Però ognuno degli esempi che hai fatto meriterebbero ore di discussione per essere trattati con un minimo di serietà.
    Esattamente come per lo stalinismo che tu ti sei affrettato a condannare.

    RispondiElimina
  25. Cara amica Lameduck,


    ""@davide
    Ti piacciono le cose fatte da Bersani ma comunque continui a sostenere Berlusconi perchè ti difende dai comunisti. Insomma, sei un po' tardo.""

    Io valuto solo le azioni concrete e non i proclami.

    Se un governo, non importa di che colore, fa una cosa giusta io lo riconosco.

    Ciao Davide

    RispondiElimina
  26. grz per la segnalzione.
    mi chiedo pero' in quanti possano averlo visto,credo in tanti e allora cosa aspetta la base del pd a chiedere a gran voce un bel repulisti?
    queste primarie erano una buona occasione per un bel colpo di spugna

    RispondiElimina

SI PREGA DI NON LASCIARE COMMENTI ANONIMI MA DI FIRMARSI (anche con un nome di fantasia).


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...