martedì 6 aprile 2010

Autodafé

La conferenza stampa di Tiger Woods, andata in onda ieri sera integralmente su Sky è stata come un tuffo carpiato all'indietro con triplo avvitamento nel Medio Evo. Gli anni dell'Inquisizione, l'autodafé del peccatore, che bello! Gli mancavano solo, al posto del berrettino, un pel paio di orecchie d'asino e il rogo finale sulla pira.
Davvero, sembrava di essere tornati ai grandi processi in diretta televisiva, ai tempi di Oliver North che sputtanava la banda Reagan al completo sulle porcate della CIA dello scandalo Iran-Contras con la mano sul cuore.

Oh, stavolta cosa avrà mai fatto questo Tiger da essere esposto al pubblico ludibrio in un clima da "penitenziàgite", con lui che non fa che ripetere tutto mogio: "Ho fatto delle cose orribili"?
Oddìo, ha palpeggiato chierichetti nel segreto del confessionale? Ha truffato pensionati con i derivati? Ha sofisticato il latte destinato ai neonati con l'ammoniaca? Ha ridacchiato dopo una scossa sismica? Ha usato armi al fosforo bianco sulla popolazione civile? Si è inventato una pandemia per lucrare sul commercio dei vaccini antinfluenzali?
No, niente di tutto questo. Ha messo le corna alla moglie.

Non li capisco questi puritani. In questo porco mondo che c'ho sotto i piedi si può torturare, commettere genocidi, avvelenare i pozzi, attentare alla democrazia, essere mafiosi ma l'unico peccato che smuove loro veramente i pennini è sempre e solo quello privato: l'infedeltà coniugale.
Se hai la sfortuna di farti scoprire ti mandano in riabilitazione come un picchiatello qualsiasi. Magari non ti lobotomizzano, perchè dopotutto gli sponsor su di te hanno investito dei soldi e tu gli fai ancora comodo con la Lacoste e il berrettino a tirare palle su un prato. Però ti riprogrammano e come minimo ti fanno guardare le ultime 20 annate di Playmen con un elettrodo attaccato al pisello, che se ti ecciti sono cazzi. E forse ti fanno pure di peggio. Ti chiudono in una stanza con la luce sempre accesa ad ascoltare i dischi di Gigi D'Alessio a tutto volume.

Il motto di Tiger Woods pare essere quello del grande Oscar Wilde: "So resistere a tutto tranne che alle tentazioni". Per un certo periodo il tigrotto ha scopato come un riccio. Eh capirai, è giovane, bello, ricco da far schifo, con sciami di figa perennemente addosso. E' facile essere fedeli quando non si hanno occasioni.
E che doveva fare ai primi occhioni dolci della biondona? Tagliarselo, metterlo sul green e mandarlo in buca con un solo colpo?

9 commenti:

  1. Concordo su tutto.

    RispondiElimina
  2. Amadiro00:04

    inquitante il dipinto. Che cos'è?

    RispondiElimina
  3. >Magari non ti lobotomizzano, perchè dopotutto gli sponsor su di te hanno investito dei soldi e tu gli fai ancora comodo con la Lacoste e il berrettino a tirare palle su un prato<

    credo che il succo stia tutto qua,solo un'operazione commerciale punto.

    RispondiElimina
  4. Adetrax23:04

    Non li capisco questi puritani. In questo porco mondo che c'ho sotto i piedi si può torturare, commettere genocidi, avvelenare i pozzi, attentare alla democrazia, essere mafiosi ma l'unico peccato che smuove loro veramente i pennini è sempre e solo quello privato: l'infedeltà coniugale.

    Io invece li capisco parecchio. Visto che sul resto si può intervenire poco, che almeno in questi casi cali la mannaia; è tutto un bel gioco di società, chi cede è pirla e paga pegno perchè mette a rischio gli altri giochetti che magari fa sottobanco.

    E se oltre a cornificare la moglie poi la infetta anche, cosa deve fare la suddetta ?
    Tornare agli antichi riti bevendo sangue dal suo cranio scarnificato ?

    In ogni caso, non c'è niente da minimizzare, il soggetto ha senz'altro detto anche qualche bugia ed è fortunato a vivere nel XXI secolo oltre ad essere stato perdonato dalla moglie; nel passato sarebbe senz'altro passato per la gogna con giretto finale sulla ruota della tortura per essere certi dell'interezza della confessione.

    E' così che la civiltà avanza !

    E che doveva fare ai primi occhioni dolci della biondona? Tagliarselo, metterlo sul green e mandarlo in buca con un solo colpo?

    Ovviamente si e senza alcuna esitazione, anche perchè ne aveva già una a casa e dato che aveva rotto l'anima per anni ad altri suoi colleghi golfisti per incontrarla e imbastire tutto il bla bla bla, doveva capire che certi limiti sono elettrificati: chi tocca muore.

    Fra l'altro non so se si è reso sufficientemente conto di essere anche "abbronzato"; in questi casi, negli USA, questo particolare è un aggravante, che lo si voglia o no (per tutta una serie di motivi molto sottili che ora non è il caso di approfondire).

    Potrebbe anche essere che qualche organizzazione "triangolare" che opera nel campo mediatico gli abbia chiesto delle cose, lui avrà nicchiato o detto di no oppure magari ha violato qualche tacito accordo sul comportamento da mantenere e quando questa cosa è diventata un'abitudine, è scattata o è stata amplificata la punizione dello scandalo pubblico; fra l'altro per farla partire di solito basta un niente, qualche voce insistente, una soffiata alla moglie, la confessione pubblica delle partecipanti e via.

    Comunque è bene che il soggetto si penta sul serio perchè se pensa di cavarsela solo con quattro scuse formali allora non ha capito molto di come funzionano le cose.

    Per averne un'idea basta ricordarsi del caso di Max Mosley: dallo scandalo sessuale, al divorzio alla morte del figlio; alla fine ha ceduto e ha rinunciato a ricandidarsi come presidente della FIA (anche per limiti d'età).

    RispondiElimina
  5. Avere rapporti "umani" di questo livello con altre persone, rappresenta esattamente, senza essere bacchettoni nel giudizio, la bassissima qualita' dei valori e del modo di viverli oggi.Esattamente lo stesso approccio, senza cervello/senza anima/senza calore umano/senza rispetto x se stessi e x gli altri,con il quale non guardi negli occhi chi hai di fronte, oppure fai una legge x poter rubare nella legalita', oppure accetti di pagare il pizzo senza denunciare. Credo sia ora di cominciare a riaccendere i nostri cervelli assieme ai nostri cuori

    RispondiElimina
  6. @Adetrax: Stai scherzando? Dovrebbe importare qualcosa al "giro" delle persone con cui lavoro o agli sponsor che mi assoldano come sportivo- e sottolineo ESCLUSIVAMENTE come sportivo- della mia vita sessuale? Dovrei rendere conto a loro? E cos'è, Tiger Woods è entrato in un ordine monastico per caso? Non giustifico affatto il mettere le corna, ma è una questione che riguarda lui, la moglie e la sua coscienza. Punto.

    Comunque è bene che il soggetto si penta sul serio perchè se pensa di cavarsela solo con quattro scuse formali allora non ha capito molto di come funzionano le cose.
    Di cavarsela di fronte a chi? chi è che ha il diritto/dovere di giudicarlo? Ripeto: la moglie senz'altro. Ma chi altri avrebbe il diritto di metterlo alla gogna? Al pubblico deve interessare la sua vita da sportivo, se e quanto rende sul campo, tutto quà. Poi ciascuno può giudicare come vuole la faccenda, ma teoricamente non è cosa che debba/possa influire sulla sua carriera. Siccome invece, come dice Lame Duck, viviamo in un mondo ipocrita in cui la violazione di certi tabù ha molto più peso di commettere effettivamente il male, le telecamere possono mettere il naso in faccende che non dovrebbero riguardarle minimamente.

    Dici che sul resto, sulle cose più gravi citate da Lame Duck si può intervenire poco? Mi trovi in netto disaccordo (se solo si volesse SI POTREBBE intervenire benissimo), ma ammesso e non concesso ritengo che si possa intervenire ancora meno sulla perenne tendenza umana alla leggerezza sessuale.

    RispondiElimina
  7. Adetrax19:12

    @Aaron
    Non giustifico affatto il mettere le corna, ma è una questione che riguarda lui, la moglie e la sua coscienza.

    Questa è la teoria, per un personaggio pubblico, soprattutto negli USA, la pratica è un po' diversa.

    La stampa scandalistica non si muove a caso e soprattutto quando si parla di giri di soldi diretti di decine di milioni di dollari e centinaia di indiretti, le cose non sono così semplici come si crede.

    Prima di poter tornare in campo gli avranno sicuramente chiesto di esprimere molto ma molto chiaramente il suo pentimento, perchè non so se è chiaro che gli USA sono il tempio del dio denaro e con quello c'è poco da scherzare.

    Il pubblico ci mette poco a disertare le gare o a non comprare inutili gadgets e a questo è legata anche tutta la giostra di diritti televisivi, pubblicità e quant'altro.

    Una diminuzione anche solo del 20% - 30% può essere un disastro inaccettabile per chi è implicato in questi giri di soldi, ed è quindi logico che se queste persone hanno delle influenze, del potere, le usino e lo usino per i propri fini.

    RispondiElimina
  8. sei grande.
    clelia

    RispondiElimina
  9. Adetrax22:58

    Oh, stavolta cosa avrà mai fatto questo Tiger da essere esposto al pubblico ludibrio in un clima da "penitenziàgite", con lui che non fa che ripetere tutto mogio: "Ho fatto delle cose orribili"?

    All'analisi c'era un tassello che mancava, mi sono sforzato un po' e alla fine mi sono ricordato di un particolare interessante.

    Ecco, forse è un dettaglio già conosciuto / sentito in TV ma, tanto per restare in tema di cose orribili / discutibili, ha assunto l'ex portavoce di Bush per avere la massima garanzia di successo nella richiesta di perdono e ritorno alle gare !

    Quindi il clima da penitenziagite è sicuramente un'idea di questo "consulente" ... d'altronde se G. Bush crede profondamente in Dio un motivo ci sarà ...

    In conclusione d'accordo che Tiger ha i soldi, ma qui gatta ci cova ...

    Certo che questi raggi traenti ...

    RispondiElimina

SI PREGA DI NON LASCIARE COMMENTI ANONIMI MA DI FIRMARSI (anche con un nome di fantasia).


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...