lunedì 26 aprile 2010

Nano Curie

Scegliendo proprio il giorno dell'anniversario del più grave disastro nucleare civile della storia, quello di Chernobyl del 26 Aprile 1986, il nostro Nano Curie ha annunciato l'inizio di una nuova era nucleare in Italia, grazie anche all'aiuto della Russia che combinò quel gran casino.
Prima di individuare un luogo in cui realizzare una centrale nucleare, ha concluso Berlusconi, "bisogna che cambi l'opinione pubblica italiana, dobbiamo fare una vasta opera di convincimento, guardando alla situazione francese".
Saranno presto distribuiti leccalecca al plutonio ai bambini delle scuole per dimostrarne l'innocuità. In ogni caso le mamme si tranquillizzino. Dovesse manifestarsi qualche spiacevole effetto collaterale, non ha detto Nano Curie che il cancro sarà sconfitto in tre anni?

12 commenti:

  1. Amadiro23:32

    Certo che la sparata sul cancro è grossa davvero... deve essere alla frutta per tirar fuori queste cazzate, oppure conosce i suoi polli e sà che i suoi fans sono più scemi di quanto sembri.
    In ogni caso che dire... berlusconi contro il cancro: che vinca il migliore!

    RispondiElimina
  2. Beh, intanto il Cavaliere la soluzione alla caduta dei capelli l'ha trovata: sembra Ken, l'amico gay di Barbie!
    Il prossimo passo sarà la cura del cancro con la semplice imposizione del suo parrucchino.

    RispondiElimina
  3. ha detto tutto gongolante Berlusconi, l’Enel sarebbe la prima impresa nel mondo a partecipare in Russia ad un progetto di questo tipo, potendo poi estendere a «tutta l’Unione sovietica» la sua attività. “Unione sovietica”, ha detto proprio così il re di Arcore, mostrando tutta la sua nostalgia, e non solo quella presente in Vladimir, per il vecchio e caro impero brezneviano. Una liberalismo che sprizza da tutti i pori dei due potenti uomini di Stato.
    Ma, ha aggiunto, «dobbiamo lavorare per convincere persone della sicurezza delle centrali, solo allora potremo parlare di luoghi e per questo ho anche attivato la tv pubblica perche raccolgano le esperienza dei cittadini francesi».
    considerato che le centrali EPR che ci vogliono imporre presentano gli stessi rischi delle vecchie centrali russe, speriamo non si siano accordati per replicare il disastro di Cernobyl in Italia».
    Intanto Fini raduna i suoi fedeli

    Il Berlusconi “statista” che si spende per il futuro energetico dei suoi connazionali e spreme la sua amicizia putinesca per il bene collettivo non ha fermato la fronda finiana. Ma il Cavaliere dovrebbe dormire sonni tranquilli, perché il Presidente della Camera ha tenuto a precisare la sua «assoluta lealtà alla maggioranza, al governo e al programma elettorale». È anche vero, però, che Fini sta mettendo a punto le linee guida di un’«area politico-culturale di minoranza». Insomma, traducendo dal politichese, una corrente all’interno del Pdl che però non è una corrente – o almeno è vietato chiamarla così – perché si tratta di una “componente culturale”. Ma poi, a Fini, deve essere risuonato nelle orecchie il sibillino riferimento fatto dal premier in conferenza stampa, quando ha affermato, riferendosi alle vicende generali di un “matrimonio politico”, che «per litigare bisogna essere in due ma per divorziare è sufficiente la volontà di uno». Che il re di Arcore voglia chiedere il divorzio ad uno dei suoi principali valvassori?

    RispondiElimina
  4. Come tanti, tra quelli che hanno visto morire alcune tra le persone che avevano più care a causa del cancro, lo spottone elettorale del cavaliere al riguardo mi ha fatto l'effetto di uno schiaffo in faccia. Ma naturalmente perfino queste indegnità sono scivolate via, tra l'indifferenza pressochè generale.
    Il ritorno al nucleare? E'una delle priorità del neo governatore Cota, insieme alla TAV e alla blindatura nei magazzini della R486; finalmente, dopo anni di cassa integrazione e licenziamenti a catena, stavolta proveremo un nuovo e diverso brivido dell'imprevisto.
    Sarà soddisfatta la mia dirimpettaia, leghista entusiasta, arrivata a Torino dal polesine senza nemmeno le lacrime per piangere una quarantina di anni fa e ora contitolare di un'officina meccanica in cui, per ottenere uno straccio di ricevuta fiscale, devi minacciare di chiamare la Finanza.
    La simpatica signora non ha l'aria di essere una lettrice accanita e temo che faticherebbe a comprendere le dotte disquisizioni dei tuoi commentatori sugli effetti del meticciato. Ma ha bisticciato col suo vicino, un muratore romeno che si permette di alzarsi troppo presto al mattino e di svegliarla concedendosi una doccia prima di correre al cantiere. Quasi ogni giorno, in stretto dialetto veneto, lo invita a tornare a casa sua, invece di star qui "a rubarci il pane".
    Perchè, in fin dei conti, tutto si riduce a questo: una semplice questione di schei.

    RispondiElimina
  5. Adetrax20:32

    Cosa vuol dire questo, che per annullare il precedente referendum anti-nucleare ci ipnotizzerà con le sue TV martellandoci i timpani e decantando le meraviglie della radioattività in modo che poi si voti nel modo giusto ?

    Allora qui bisogna verificare anche la sanità mentale degli elettori del PdL che in presenza del disastro assoluto nella gestione di banalissimi rifiuti urbani, hanno votato comunque il programma del PdL che prevedeva tante nuove centrali nucleari (una per regione).

    E lo smaltimento delle scorie lo affidiamo alla mafia ?

    Siamo veramente pazzi, usciti di senno per ritenere normale tutto questo ?

    Comincio a pensare che il diritto di voto dovrebbe essere strettamente limitato alle persone in grado non solo di pensare, ma di "valutare" oltre ai temi su veline e calcio; cado in deliquio se solo penso che ci sono persone che hanno votato il PdL solo perchè voleva fare queste centrali.

    Eolico a bassa ed alta quota, solare termodinamico, energia dalle onde marine ?

    Tutto uno schifo, Rubbia è un sovversivo, molto meglio tante belle centrali nucleari per impennare i rischi alla salute a livelli stratosferici.

    Non si era poi detto in sede europea che si sarebbe privilegiato al massimo il progetto Desertec ?

    Desertec, il futuro enegetico.

    Desertec Italia.

    E' vero che attualmente l'Italia ha circa 8-10 GW di deficit energetico (mancante dalla autoproduzione) che potrebbero risalire a 20-25 e oltre se l'intera produzione industriale ripartisse e fosse potenziata come vorrebbe il potere, ma realizzare una centrale nucleare richiede da 8 a 12 anni (in Italia anche 20) e da 4 a 7-8 miliardi di euro, senza contare i costi di gestione delle scorie radioattive (negli USA ci hanno quasi rinunciato per le troppe problematiche) per i quali occorre aggiungere un altro paio di miliardi e i costi di smantellamento finale a fine vita (es. dopo 40 anni), altri 1-2 miliardi di euro.

    In ogni caso, al di la dei dati tecnici, è l'obiettivo maligno (come se non ce ne fossero già abbastanza con i termovalorizzatori e tutto il resto) che deve preoccupare, perchè se c'è un posto al mondo dove qualcosa andrà male, quello è sicuramente l'Italia dove è certo che NON potrà andare bene ed è per questo che bisogna limitarsi ad attività non rischiose, se possibili vicine ai concetti base compresi dagli ex pecorai che ora si fregiano del titolo di politici.

    Credo che questa volta bisognerà incazzarsi sul serio, senza manierismi "finiani".

    RispondiElimina
  6. Vlady20:54

    Russia? E' l'UNIONE SOVIETICA combinò quel gran casino.

    Comunque tranquilli. Sarà l'ENEL stavolta a dirigere i lavori per le nuove centrali atomiche in Russia, Lituania e altri paesi ex comunisti. Loro ci metteranno i soldi e il materiale radioattivo.

    RispondiElimina
  7. ah,be',se e' l'enel,
    ora dormiro'piu' sereno :(

    RispondiElimina
  8. Vanni09:23

    Saranno presto distribuiti leccalecca al plutonio

    Se tu fossi informata avresti detto all'uranio. Il plutonio se lo tiene ben stretto chi l'ha.
    Scrivi fin dove arrivi per non dare informazioni idiote. Grazie

    RispondiElimina
  9. @ Vanni
    Vanni, Vanni, non era uno dei compagni di merende?
    Comunque complimenti, vinci il premio per il commento più idiota della settimana. Quello che viene pubblicato.

    RispondiElimina
  10. april18:16

    <>

    ..invece l'uranio lo regalano al supermercato se totalizzi 50 euro di spesa..

    RispondiElimina
  11. Adetrax19:19

    Su questo argomento non hanno certo perso tempo e in questo contesto val la pena rivedere la puntata di otto e mezzo su LA7 del 27/04/2010 intitolata "Il nucleare di Berlusconi" (per chi se la fosse persa):

    http://www.la7.tv/programmi/ottoemezzo/

    http://www.la7.tv/richplayer/index.html?assetid=50177168

    Premetto che il dibattito si è svolto (a mio avviso) in maniera molto corretta, quasi esemplare come tempi di esposizione degli argomenti, ecc., tuttavia accanto a parecchie informazioni corrette, ce ne sono state almeno 10 un po' di parte, con scopi quasi subliminali, facenti parte della nota serie: "le mezze verità".

    RispondiElimina
  12. Adetrax19:50

    Mah, sembra che vogliano ripetere l'esperienza pre-elettorale di Prodi con le cose da fare scritte nel grande libro della vita, possibilmente bianco immacolato.

    Comunque, quando mai si è vista una classe dirigente che si è autosuicidata rinunciando alla sua missione ?

    Ho il sospetto che qualcuno dell'empireo abbia dato il via libera al gioco del "vinca il meno peggio".

    In breve qualche "entità" deve aver pensato che fra 3 anni ci potrà anche essere (in via del tutto eccezionale) un'alternanza a Silvio (che francamente si è esposto oltre ogni limite) e quindi ha riaperto il bando di concorso per la partecipazione controllata alle future elezioni.

    Ecco spiegato il risveglio di Fini (ovviamente corredato da tutti i giuramenti di fedeltà sempiterna al partito) e la risposta del PD (ma solo dopo aver avversato un po' Fini per essere sicuro di non fare opposizione non richiesta).

    Naturalmente il torneo sarà permesso solo se non saranno troppo "litigiosi" come purtroppo avvenne nel 2006.

    Nel frattempo, per rendere più credibile la rappresentazione, i finiani devono essere considerati degli "eretici" che alla fine saranno premiati per aver sostenuto per ben 3 anni un'eroica "resistenza" interna.

    RispondiElimina

SI PREGA DI NON LASCIARE COMMENTI ANONIMI MA DI FIRMARSI (anche con un nome di fantasia).


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...