martedì 29 luglio 2014

L'ostensione della patacca


Attenzione, post estivo. Maneggiare con cautela. Evoca immagini mentali che potrebbero urtare la vostra sensibilità. Consumare almeno tre ore dopo avere pranzato. Può causare allucinazioni residue se fissate una parete bianca.

Il post di oggi nasce da questa fondamentale notizia trovata su Dagospia, la versione lisergica di O.P. del poro Pecorelli. Notizia che, dopo Madonna che slinguazza le ballerine, Miley Cyrus & I Suoi Bamboli Cazzuti e Lady Gaga che spompina il microfono, rischiava di passare inosservata, tra una vittima civile e l'altra e mi scuso se ho detto le parolacce vittima e civile. Non sia mai che noi blogger non si stia sempre sul pezzo, soprattutto quando l'ennesima presunta cantante tenta disperatamente di nascondere la musica di merda che fa con qualche gesto porno-cheap, più da alzata di gomito con annessa impasticcata da addio al nubilato milf, che altro.
Non parliamo di trasgressione, ormai decisamente fuori tempo massimo, e neppure di gesto altamente liberatorio e femminista, come per le pagliacciate iconoclaste delle Femen, manovrate come pupazze collaborazioniste da coloro che ci considerano così arretrati da non averne mai vista una, di sorca, ma tu guarda.
Se penso all'atroce occhieggiare pallido e assorto della patacca della Laura e invece a Jim Morrison che fu arrestato e processato nel 1969 per la leggenda metropolitana che avesse scavicchiato il pantalone lucertolato per estrarne il sacro membro durante un concerto a Miami mi viene male. Lui almeno era, diciamo, normalmente ubriaco, ma lei? Lui era talmente erotico dentro e fuori e in ogni dove da creare un'allucinazione collettiva, un vero fenomeno di suggestione isterico-dionisiaca, ma lei? 
Ha dovuto ostendere, appunto, il topino acconciato alla brasiliana in mancanza d'altro, perché peggio di così non si può fare musica, ma forse l'ha fatto come gesto di pietà, questo dobbiamo concederglielo, per sollevare un attimo lo strumento di tortura dai poveri spettatori. Strano che a Guantanamo non hanno ancora scoperto il suo potenziale a tutto volume, by the way. 
E la scusa addotta per l'apparizione improvvisa della pausina? Ve l'immaginate Mina alla Bussola che fa "Oops, non sapevo che l'accappatoio fosse una taglia in meno, mannaggia i cinesi!"?
Orbene, ce l'hai anche tu Laura. Siamo contente. Mal comune mezzo gaudio. Se non ti dispiace torno a farmi, come antidoto, di un bel po' di psichedelia anni '60.

A proposito di allucinazioni collettive e di patacche. Da Laura a Beatrice. Oggi Libero, giornale di centrodestra, critica aspramente un noto giornalista di destra per aver sfornato un grazioso anche se molto bitchy "Vieni avanti aretina" dedicato alla dama del Palio, la nostra Manga eyes che non ha bisogno di mostrare alcuna fanfanina perché, appena appare, tutti sembrano indossare quei famosi occhiali a raggi X della mia infanzia che servivano per "spiare le vicine" e la vedono tutta ignuda biotta e intenta a fare di tutto. Non dite che non è così.  Peccato perché la libidine nasconde le vere porcate di questa wooden cunt e le peggio fanfaluche fanfaniano-renziane di cui è portatrice.
Perché Libero non vuole che si tocchi la Beatrice? Perché fa parte del contratto di unconditionally surrender firmato dal padrone di Dudù o perché la figa (purché giovane) è figa anche se piddina?
Va bene che ormai non si può più parlare perché ogni critica alle categorie protette fa male al re, ma io piuttosto avrei frustato Travaglio con un bel flagrum romano per quell'ignobile "vado pazzo per la Merkel" dell'intervista su Vanity Fair (la dimostrazione che in Italia devono essere piddine e di regime anche le riviste di moda) e che potremmo condonare solo in un contesto di tendenza master & servant, visto che oltre alla Merkel gli piacciono pure i Bee Gees. Non so cosa sia peggio.
Forse la Merkel che canta in vestaglia "(il) Marco se n'è andato e non ritorna più" e poi la fa vedere. Oops!
(Tranquilli, sono solo allucinazioni*.)





11 commenti:

  1. Bel colpo! Come al solito.
    Sono un tuo ammiratore sfegatato e invidio la tua penna (e quel che c'è dietro).

    RispondiElimina
  2. Cara Lameduck, come al solito ai messo la penna nell'occhio e hai fatto bene: intere colonne a dx e sotto nei siti della stampa italiana sono una carrellata di lati b da urlo, topless invidiabili, cinquantenni/sessantenni in splendida, fanciulle ormai donne nullafacenti che ogni settimana annunciano gravidanze e repentini aborti con uno/due giorni di lacrime e poi nude look a Miami col nuovo fidanzato, colpi di vento e spalline rotte... tutto ciò a beneficio di boy scout e pensionati impo perché non credo che un uomo normale possa essere attratto o incuriosito da simile accozzaglia anatomica. Peccato che anche i boy scout si stiano assottigliando di numero, resteremo un Paese di vecchietti sporcaccioni? A giudicare da certi leader...

    RispondiElimina
  3. Phineas Phreakears:"Are the allucinations over?"
    Fat Freddy:"What allucinations?"

    RispondiElimina
  4. Anonimo11:32

    E' un po' che la seguo piacevolmente, cara Lameduck. Dopo Goofynomics, Orizzonte 48, Controinformazione, etc, mi rilasso con la sua prosa "irriverente", sarcastica, pungente. Ho sempre pensato che il "Potere" tutto (e le sue sovra e/o sottostrutture mediatiche) va' spernacchiato, svillaneggiato. ...Fanculo il perbenismo... Saluti.
    MaxLennox

    RispondiElimina
  5. Anonimo11:50

    Pausini?? E chi sarebbe? Ah una cantante... vabbè stiamo freschi. Mai comprato un cd di codesta "artista". Mai scaricato un mp3, mai neanche visto una sua clip su youtube. Ne vado fiero!!

    Voglio contrapporre alla schifezza della musica della Pausini, che non le rimane altro che mostrare "la fissa" come dicono in Sicilia, un po di musica di classe contemporanea.


    http://www.youtube.com/watch?v=NItwaz0nLJA

    Zugzwuang

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anonimo12:06

      E poi magari vai a Parigi, entri in un negozio ed assisti ad una esibizione dal vivo..


      http://www.youtube.com/watch?v=fgcheDWN5B8


      Zugzwuang

      Elimina
  6. Anonimo13:32

    Scusa Barbara l'Off Topic ma... non ne posso fare a meno.

    Chiude l'Unità, giornale ormai diventato talmente inutile da non essere neanche buono per pulirsi il culo, o ben che vada per incartarci le uova.

    Finalmente Gramsci troverà la sua pace e non si rivolterà più nella tomba.

    Permettetemi di esporre la mia felicità attraverso un brano dei Penguin Cafè Orchestra - Perpetuum Mobile:

    http://www.youtube.com/watch?v=6E3znZoFnN8

    Zugzwuang

    RispondiElimina
  7. Anonimo14:40

    Ascoltare un po di musa degli anni 80 e scordarsi della Pausini mi sembra qualcosa di assolutamente naturale:

    The Pretenders - Don't get me wrong

    http://www.youtube.com/watch?v=D_Bj8wrXslk

    Zugzwuang

    RispondiElimina
  8. Anonimo14:48

    Quando vedo la Boschi, mi viene in mente questa canzone:


    http://www.youtube.com/watch?v=EzIz5T4YltM

    Zugzwuang

    RispondiElimina
  9. Anonimo19:29

    Ma chiamare Maria Elena - Beatrice è solo una licenza poetica per accostarla a Laura?

    RispondiElimina
  10. .. libidine nasconde le vere porcate di questa wooden cunt..

    Cavolo Barbara giudichi dalla stessa angolazione del David Herbert Lawrence che di certe donne diceva avessero un becco al posto della v.....

    Che spasso leggere i tuoi articoli al pari di quelli del Bagnai e del Seminerio.
    Siete superlativi nella vs. causticità.

    RispondiElimina

SI PREGA DI NON LASCIARE COMMENTI ANONIMI MA DI FIRMARSI (anche con un nome di fantasia).


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...