sabato 14 marzo 2015

Bruneri o Landini? Il triste caso dello smemorato di Mirafiori


C'è un penoso caso umano in corso di cronaca. Quello di un signore che ha perso la memoria, che è convinto di chiamarsi Landini e di essere nientepopodimeno che il capo della FIOM. 
Solo uno smemorato o uno che è appena uscito dal coma come la Christiane Kerner di "Goodbye Lenin," infatti può credere che esista ancora un arcaismo come la scissione della sinistra, ovvero la scissione schizofrenica come metodo di governo, soluzione di problemi e riscatto delle classi lavoratrici. Qualcuno pensa davvero che, dopo aver avallato tutte le peggiori porcate dei padroni per decenni, altro che 50 sfumature, ed averle sottoscritte con il sangue dei lavoratori che dovevano rappresentare, il sindacato e i sindacalisti italiani possano passare dal riverginatore e presentarsi come quelli che, con la cosa con l'imene nuovamente intatto, difenderanno i metalmeccanici (sottotitolo: gli altri si fottano) dalle grinfie dell'ultraliberismo? Metalmeccanico, tra parentesi, is the new foca monaca.

Senti, senti: la CGIL, di cui la FIOM di Landini è costola più nefasta di Eva, ora che i buoi sono scappati e si sono già rifatti una vita in Australia, si oppone al jobs act, ovvero ad una legge che persino i dirigenti di banca ritengono essere la pietra tombale su ogni tipo di tutela del lavoro dipendente ed il via libera alla precarizzazione generale, alba del nuovo schiavismo di ritorno? E' questa la notizia del giorno?


Lo so è ridicolo, oltretutto dopo che questi cialtroni, compresa l'eterna immusonita, non hanno emesso un belato e non hanno avanzato mezza opposizione e solo perché c'era la fottuta "sinistra" al governo e per il motivo che non si è mai visto un coso opporsi al partito dei cosi. Landini dice che Renzi ha fatto tutto da solo senza interpellarli, i cosi. Si sono svegliati una mattina e, bella ciao, eravano nella Matrix tecnocratica. Quindi, poverini, non sapevano e ora però che lo sanno, vai con la Lotta.
Questa è la bugia più insultante di tutte, perché la faccia di Renzi è come un albo a colori per bimbi di prima elementare, con le letterone grandi e le figure che tutti possono capire. Ciò che voleva fare, o che era stato richiesto a lui che facesse, è sempre stato più chiaro dell'acqua di fonte.

Quindi, di quale opposizione sta parlando Landini? E come la faranno, con il mitico scioperogeneraleconunmilionedilavoratoriinpiazzasangiovanni? Oppure con la scissione, appunto, con una nuova cosa di sinistra? Da cosa nasce cosa, si dice, e la loro cosa sarà più a sinistra delle altre cose, anche se la Sinistra ormai è il grosso coniglio che vedono solo loro, i cosi, e non si tratta più di quello lieve e simpatico di  Harvey ma l'altro oscuro e da bad trip di Donnie Darko. 
Credete che la cosa di Landini sia una novità, ma è il solito "contrordine, compagni!" Anzi, "contrordine, cosi!" Non si salveranno dal naufragio, nemmeno avendo a disposizione i migliori salvagente, perchè preferiranno la scissione in due della scialuppa di salvataggio e vorranno salire tutti solo sulla parte di sinistra.

That's all folks!

Don't do drugs

18 commenti:

  1. Anonimo11:18

    Sostiene Von Mises

    Beh, penso sia inutile lamentarsi,
    marxismo, keynesismo, e anti-capitalismo in palese assenza di capitalismo sono state le peggiori piaghe di questo paese.
    il landinismo al pari del renzismo sono solo sintomi di codesta malattia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma.. Le fabbriche domani saranno governate dai Robot e tecnici qualificati controlleranno manutenzione e software . Il problema di Landini e di tanti sindacati e della maggior fetta dei politici di sinistra , e' non rendersi conto che il mondo e' cambiato e continua a cambiare sempre piu' velocemente . Allora bisogna essere veloci , soprattuttto di testa ! Affidarsi all'analisi dei numeri e della matematica statistica ... insomma largo ai giovani illuminati da qualche vecchio economista illuminato ( Magari che insegni all'universita' di Pescara )?

      Elimina
    2. Anonimo17:11

      Sostiene Von Mises
      Mi rincresce, ma dell'Università di Pescara non conosco nessuno ;-)

      Elimina
  2. Peccato, ennesimo anonimo cancellato. Proprio non vi c'entra...

    RispondiElimina
  3. Dopo la lista trippas un altro soggetto che ambisce al suo legittimo 1,5 percento :-D

    RispondiElimina
  4. Anonimo09:19

    by gianbenedetti s.
    ..... Ma è un fatto che i maggiori stenti che ci avvenga di soffrire nella vita sono sempre quelli che affrontiamo per fabbricarci con le nostre stesse mani la forca.....( L.P. novelle)

    RispondiElimina
  5. Trovo di cattivo gusto parlar male di Landini senza spiegare cosa e dove avrebbe sbagliato. Ce ne fossero in giro di più, di italiani onesti e con la schiena dritta come lui, non saremmo il paese di pulcinella che invece siamo. E voi, radical-chic-sedicenti-intellettuali-di-pseudo-sinistra o come vi preferite definire ora, sempre in cattedra con il ditino alzato e la soluzione in tasca, mai una volta però che l'abbiate tirata fuori.
    Il fatto che il sindacato in italia nella maggior parte dei casi si sia trasformato in quello che dice la Zoppa è vero, ma ogni caso è storia a sè, e Landini (ancora, o fino a prova contraria) non si è venduto un fico secco. E lo dimostra il fatto che quello da metalmeccanico è uno degli ultimi contratti, in questo disgraziato Paese, a valere ancora più della carta igienica, se avete amici operai (eresia) chiedete e ve lo sapranno dire.
    Ma tranqulli, papere e stormi vari dietro allineati in perfetta formazione, continuate pure a tirarvela con la vostra autoreferenzialità, è la strada che ci ha condotto dove siamo, sicuramente è anche quella che ce ne tirerà fuori, vero?
    Uh, orrore, un commento anonimo, prima salto sulla sedia e poi prendo la scopa e lo caccio via! Oltre che zoppa, quasta papera mi pare anche un po' isterica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A dire la verità, se vuole vedere per davvero quelli che chiama "radical-chic-sedicenti-intellettuali-di-pseudo-sinistra sempre in cattedra con il ditino alzato e la soluzione in tasca", le conviene non venire in questo blog ma guardare verso i banchi del Governo in una qualsiasi seduta d'Aula della Camera o del Senato.

      Cordialmente.

      Elimina
  6. Mio Dio, mi pento e mi dolgo di aver osato mettere in dubbio la buona fede del mite e puro Landini.
    Senti, cosetto, il motivo per cui non credo alla cosa di Landini ed alla ciurma della CGIL (che ho anche avuto la dabbenaggine di finanziare con la mia busta paga, in passato) è enunciato chiaro e netto nell'articolo ma se tu non sai leggere non so che farci. Ti comunico per altro che, oltre ai metalmeccanici, esistono milioni di altri lavoratori che vengono massacrati da questo governo. I metalmeccanici cono l'unica categoria che, numericamente, riesce a garantire l'esistenza parassitaria del sindacato in oggetto. Capito perché interessano tanto alla CGIL e se ne fottono degli altri?
    E ora, visto che non sai fare altro che buttarla sul personale, cortesemente, sgomma.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anonimo11:22

      Sostiene Von Mises

      Sicché come giustamente puntualizza la natura parassitaria sindacale e il riduzionismo da lavoratori di Serie A e di Serie B (sei del sindacato? Bene, non ci sei? Crepa!), consci del fallimento degli economisti marxisti da una parte e degli economisti evoliani dall'altra parte, possiamo permetterci con una puntina d'orgoglio che dopo 150 anni di ostracismo accademico avevamo ragione noi?

      Con riverenza,
      Sostiene Von Mises

      Elimina
    2. Anonimo14:50

      Sostiene Von Mises

      Noi, noi. Penso cha abbia capito ;-)

      Elimina
    3. "Cosetto"? "Sgomma"? Obbligami. Sono parecchi anni che leggo questo blog, da quando ancora non ti firmavi con nome e cognome, pur non avendo mai voluto commentare. Devo proprio dirtelo, non ti facevo così antipatica, e solo perchè uno esprime un parere differente, ma neanche poi tanto, in fondo. Nell'evidente caso che l'umorismo ti faccia difetto, intendevo essere ironico coi radical-chic-eccetera, ma, a giudicare di come ti sei sentita punta sul vivo, a questo punto neanche tanto.
      Che tu non creda a Landini come progetto politico si era capito, e in parte lo condivido, sull'istituto sindacale in chiara decadenza siamo tutti d'accordo, quello che continuo a non capire e che volevo sapere (a buttarla sul personale nemmeno ci penso, a differenza tua), Carissima, è quali sarebbero le sue colpe, dove e quando avrebbe sbagliato e a far che cosa. A parte che io il beneficio del dubbio lo concedo a chiunque, la buona fede del soggetto in questione non mi sembra smentita da nessun comportamento in nessuna circostanza, almeno fino a prova contraria. Ha sbagliato ad essere la costola più nefasta della cgil? A parte l'opinabilità della cosa, mica l'ha deciso lui. Ha sbagliato a difendere solo i metalmeccanici? E mica è il paladino degli sporchi e dei diseredati tutti, quelli che doveva difendere li ha difesi sempre bene finora, mi sembra. Ha sbagliato a voler creare un proprio soggetto politico (ammesso che lo farà davvero)? A parte il processo alle intenzioni, che io personalmente trovo ammirevoli, probabilmente la cosa sarà un nulla di fatto, vedremo, ma starsene zitti e buoni senza fare nulla difficilmente produrrà qualcosa di buono, almeno lui ci prova a mettere del suo, almeno io la vedo così.
      E qua ci riallacciamo al ditino sventolato e la soluzione ben chiusa in tasca: che cosa avrebbe invece dovuto fare, o cosa faresti tu? Diciamo la verità, questa ostentata presunta superiorità intellettuale ci ha un po' rotto le palle, anche perchè, parliamoci chiaro, tu la soluzione in tasca non ce l'hai, come non ce l'ho nemmeno io, tranne che io non bluffo e non mi atteggio a superiore con un filo di puzza sotto il naso. Non era tua intenzione apparire così? Beh, lasciatelo dire: da fuori un po' lo sembri, se non lo sei meglio per te, io trovavo giusto fartelo notare, con un pizzico di ironia come è nel mio stile. Ma niente di personale, continuerò a bazzicare da queste e da moltissime altre parti, come ho sempre fatto, in cerca di opinioni interessanti, e di "smammare" non mi sogno neanche. Se non mi vuoi censurami come fai con gli anonimi, e anche qua avrei qualcosa da dire: se cancellerai tassativamente qualsiasi commento anonimo, è un tuo diritto, ma scrivilo chiaro, perchè da un "si prega di firmarsi" non è così chiaro e immediato come forse tu pensi.
      Cordialmente.

      Elimina
    4. Lo sai Jonny Dio che stai diventando un mito? No, davvero. L'ultima parte del tuo commento, sugli anonimi, è sublime. "Scrivilo chiaro". Ziocane, ma qui sotto non è SCRITTO CHIARO???????
      Che devo fare, collegare la 380 al box dei commenti così chi si firma anonimo riceve una bella scossa?

      Per tornare all'inutile Landini, visto che ci tieni tanto. Chiedi un po' a Susanno Camusso perché ce l'ha tanto con il progettino della FIOM e perché le rode il culo dell'iniziativa. Perché sono dei fottuti dirigisti e non tollerano iniziative personali che disturbino il Grande Sindacalista. Non temere, un'altra abbaiata di Susanno e il puro Maurizio tornerà a cuccia. Scommettiamo?

      Infine (e poi tu sei quello che non la butta sul personale). Sono antipatica? "Se volevo piacere a tutti nascevo pompino", come scrissero su un muro. Ciao ciao.

      Elimina
    5. Probabilmente mi son fatto influenzare da avvenimenti recenti. C'è uno dei blogger che bazzico, http://pensieri-eretici.blogspot.it/ (è il blog di un italiano che vive in Germania), che condivide con te l'avversione per i commenti anonimi (manco ne aveste dieci al giorno, ma ora mi mangio una padella di cazzi miei e poi mi taccio), ora ha finalmente scritto nel disclaimer che verranno tassativamente cancellati.
      Sull'inutile Landini, guarda che condivido quasi tutto il papera-pensiero, è solo che certe considerazioni aspettavo a farle quando si vedranno i fatti, finora mi è sembre sembrato uno onesto e che, soprattutto, non ci marcia, a differenza per esempio della Camusso, ragion per cui la tua mi è sembrata un po' di cattiveria gratuita, tutto qua.
      Scusa se in anni e anni non ho mai avuto l'occasione per presentarmi, è che lavoro troppo e non ho mai il tempo di fare nulla, e leggere è più veloce che scrivere.
      Alla prossima.

      Elimina
  7. Prima o poi qualcuno in Italia che tentasse la via ( inutile, inutile, inutile, inutile ) che infiniti lutti addurrà agli achei doveva presentarsi.
    Fa sorridere il tutto sommato "buon" Landini, che inzia la sua discesa in campo con la solita menzogna ( a cui a dire la verità siamo abituati dopo lo show renziano ) : non scenderó mai in politca ! Infatti scende , eccome. Si, ma non faccio un partito ! Lo fai, la fai, evita almeno di prenderci in giro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ormai dei partiti defunti dell'estrema sinistra ci hanno riempito un museo.

      Elimina
  8. Ho letto qualche giorno fa una delle note di Gellio (Aulo, non Licio) , che tratta una legge voluta da Solone. Chissà se, mutatis mutandis, non possa risolvere qualche problema relativo alla situazione in cui versano parecchi paesi che si definiscono democratici, compreso il nostro in relazione alle elezioni di organi rappresentativi. " Aristotele narra che ve n'era una comprendente la seguente decisione: "Se per discordia o ribellione si determina una sedizione e una divisione del popolo in due partiti e per tale ragione gli animi si accendono e dalle due parti si impugnano le armi e si viene a battaglia, colui che in quel momento e in quel frangente di discordia civile non si schiera da nessuna delle due parti, ma, rimanendo solo e in disparte, cerchi di isolarsi dai mali comuni dello Stato, costui sia privato della casa, della patria e di tutte le sostanze, sia esiliato e bandito". "(Notti Attiche Libro II nota XII)

    RispondiElimina

SI PREGA DI NON LASCIARE COMMENTI ANONIMI MA DI FIRMARSI (anche con un nome di fantasia).


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...