sabato 10 gennaio 2009

Mille giorni a pieni polmoni

Scusate, non è una notizia, se questo fosse il TG rientrerebbe nel chiacchiericcio da "Costume e Società". Però è qualcosa di cui io vado molto fiera. Oggi sono 1000 giorni che ho smesso di fumare. Mille giorni nei quali ho riscoperto cosa vuol dire respirare.

Ce l'ho fatta senza farmaci e psicofarmaci riciclati, grazie solo a questo signore, che Dio lo benedica.
Dieci euro o meno, quanto costa il libro "Smettere di fumare è facile se sai come farlo", una buona motivazione che ha bisogno solo della spinta decisiva, ed è fatta. Via le sigarette per sempre. Via senza rimpianti. I colleghi che fumano non ti fanno soffrire nè causano invidia. Semplicemente, ti chiedi come hai fatto a fumare per tanti anni, a mandarti quella merda nei polmoni e come fa la gente a fumare ancora.

Non si sa esattamente come ma il metodo semplice di considerare il fumo una tossicodipendenza, funziona. Quindi colgo ogni occasione possibile per consigliarlo a chi ancora non lo conoscesse.
Smettere di fumare si può!

(Questi simpatici ragazzi non stanno festeggiando me, ovviamente, ma mille giorni senza incidenti sul lavoro nella loro fabbrica. Sarebbe bello vederne in tutti i posti di lavoro, di questi cartelli.)


OKNotizie
Vota questo post su OKNotizie!

17 commenti:

  1. Anonimo12:13

    benvenuta tra noi ex,
    un sorriso di gioia per i nostri ragazzi.
    bello quando ci sono eventi come questi da festeggiare.
    baci
    m.ang

    RispondiElimina
  2. rossoallosso12:19

    complimenti.ma dovresti ringraziare soprattutto te stessa sono fumatore e so che per smettere ci vuole una grande forza di volonta'complimenti ancora e tieni duro.ciao

    RispondiElimina
  3. fumo anch'io, cazzo! Per questo sono felicissimo per te (con pure un pizzico d'invidia nei tuoi confronti). Ma dimmi: hai sofferto molto?

    RispondiElimina
  4. ur_ca13:55

    rossoallosso ha detto...
    "dovresti ringraziare soprattutto te stessa"

    ed è vero. hai dovuto cercare uno stimolo esterno perchè, forse, sei fragile e insicura. Tuttavia complimenti.
    La mia esperienza (lo dico per i fumatori) è che una notte mentre ero in vacanza in montagna, dopo tanto rimandare, mi decisi d'improvviso e gettai dal ponticello di un ruscello marlboro e una preziosa ronson. era il 1977. e da allora più niente.

    E' l'unica azione di cui ho l'assoluta certezza d'aver compiuto qualcosa di sensato nella vita.

    RispondiElimina
  5. Problema...
    io ho smesso dal 1 gennaio 2009...
    oggi il treno ha ritardato 25 minuti e nell'attesa ho comprato un pacco di lucky strike (1,90€)e ne ho fumata 1... ne ho altre 9...
    quanto sono stronzo?

    RispondiElimina
  6. Oltre i 2,5 anni non è uno scherzo. Complementi e in bocca al lupo.
    Attenta però e fai gli scongiuri: devono ancora trascorrere altri 2,5 per definirti completamente fuori pericolo. Ho una esperienza unica, diretta e drammatica in materia. Una prima volta ero riuscito ad arrivare allo scadere dei 5 e ci son cascato, peggio di prima: tre pacchetti al giorno. Ma un bel dì ho avuto paura e ho deciso di smettere in tronco, senza farmaci e libri. È stata dura ma adesso son trascorsi 8,5 e non ci sono più cascato. Quindi, attenta alla cicca!

    RispondiElimina
  7. ciao!
    Grande!!!!!!!!!!!
    Bravissimo....
    io sono una fumatrice e non riesco a smettere...
    congratulazioni!!!!
    un abbraccio
    lu

    RispondiElimina
  8. Anonimo16:02

    Valido, valido, validissimo:Kiss my bottom. Firmato: Superbottom

    RispondiElimina
  9. Io ho smesso cercando di pensare ad altro o mettendomi a fare cose per cercare di non pensare alla voglia che sentivo. Inoltre credo sia molto importante rompere gli schemi, un esempio?
    Chi ha detto che dopo un buon caffè ci deve seguire una sigaretta?
    Basta rompere queste associazioni per compiere un piccolo passo, anche se ammetto che è dura...

    RispondiElimina
  10. Baluba19:59

    Faccio le mie sincere felicitazioni! :-)
    Io sono stato vaccinato da piccolo contro il fumo (genitori così fumatori che sono cresciuto in un affumicatoio, in pratica), ma se così non fosse avrei sicuramente smesso dopo aver visto quello che ho visto accompagnandoli negli ospedali (in cui anch'io ho passato molti mesi, per badare a loro) negli ultimi anni.

    I miei consigli ai fumatori:
    - createvi una famiglia numerosa, molto nuemrosa, perchè appena parte il primo tumore avrete un mucchio di bisogno di aiuto esterno; non ve la potrete cavare da soli e il supporto della famiglia sarà indispensabile;
    - fate attività fisica! Niente colesterolo alto e sovrappeso. Non avete idea della quantità di persone a cui in ospedale ho visto tagliare i piedi, o anche gambe, a causa dei problemi vascolari/arterioscelrotici determinati dal fumo. (Il fumo è vasocostrittore e questo spiega anche perchè gli uomini fumatori hanno una potenza sessuale inferiore del 30% rispetto agli altri....)

    RispondiElimina
  11. Debbo regararlo a mia moglie.
    Io smisi di mangiare (compulsivamente) dolci dopo la lettura di un libro (Sugar Blues, ma l'effetto è scemato dopo un paio d'anni).
    Complimenti e tieni duro.

    RispondiElimina
  12. Anonimo21:50

    BRAVISSIMAAAA!

    Vorrei avere la stessa determinazione io, verso il cibo....

    simona_rm

    RispondiElimina
  13. Anonimo10:40

    @simona_rm
    Vorrei avere la stessa determinazione io, verso il cibo....

    Com'è il detto... Grasso è Bello?
    Grasso fa schifo, e puzza. Credimi.
    Perciò smettila di abbuffarti

    RispondiElimina
  14. Cachorro Quente14:36

    "(Il fumo è vasocostrittore e questo spiega anche perchè gli uomini fumatori hanno una potenza sessuale inferiore del 30% rispetto agli altri....)"

    In realtà l'effetto detrimentale del fumo non è legato alla vasocostrizione quanto all'azione lesiva nei confronti dell'endotelio delle arterie (-->placche --->trombosi e occlusione).

    Di per sè l'uso cronico di nicotina, che pure è ad alti dosi estremamente tossiche, non è particolarmente dannosa, anzi direi che fa più bene che male (come la caffeina). All'azione vasocostrittrice ci si abitua in fretta.
    Purtroppo con le sigarette (o i sigari, o la pipa) viene assunta tramite la combustione di fibre vegetali con la quale si sviluppano composti carcinogeni e lesivi nei confronti delle arterie.

    RispondiElimina
  15. @ Cachorro Quente
    ci scommetto che sei il solito medico fumatore... ;-)
    No, dai, il fumo fa male e basta. Non parlo solo di cancro ai polmoni, basta un bell'enfisema che ti fa crepare attaccato ad un respiratore piantato in gola giorno e notte. Per non parlare di quando ti amputano un pezzettino alla volta...

    RispondiElimina
  16. Cachorro Quente15:52

    Sì sì, chiaro, non volevo negare questo... dico solo che quello che fa male nel fumo non è la nicotina, ma il fumo stesso (questo è il motivo per cui le canne sono lesive per i polmoni e le arterie quanto le sigarette, per quanto poco tabacco ci mettiate...).
    La nicotina è un blando stimolante cerebrale, e come tale fondamentalmente benefico (pare che ritardi il decadimento cognitivo negli anziani, ictus permettendo; però a questo scopo va anche benissimo il caffè).

    Io comunque faccio parte della fastidiosissima categoria dei quasi-non-fumatori...

    RispondiElimina
  17. @ Cachorro Quente
    come blando stimolante cerebrale dà però una dipendenza che tanto blanda non è. A me pare strano perchè quando fumavo, per concentrarmi avevo bisogno della sigaretta. Per esempio per scrivere e scrivevo pochissimo perchè, per fare un esempio, ho aperto il blog dopo aver smesso.
    Bene, ora trovo che riesco a concentrarmi molto ma molto meglio senza il fumo e rispetto a quando fumavo. Sono giunta alla conclusione che non era la concentrazione che necessitava nella sigaretta ma il contrario. La sigaretta mi interrompeva nella concentrazione e attirava attenzione.
    Da quando ho smesso sono molto più lucida, tenendo presente che dieci anni fa ho preso una tranvata niente male con la meningoenfcefalite e i relativi reliquati neurologici.
    Secondo me se fai un piccolo sforzo diventi anche tu un ex. Ma purtroppo voi colleghi medici siete duri da convincere... ;-)

    RispondiElimina

SI PREGA DI NON LASCIARE COMMENTI ANONIMI MA DI FIRMARSI (anche con un nome di fantasia).


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...